Napoli ora è sgombra. Non c’è più spazzatura. (UPDATED)

L’hanno portata tutta a Potenza. E questo articolo di CiDiPi ne è prova lampante. Insulse castronerie, illazioni completamente avulse dalla realtà da un imbelle che non è iscritto ad alcun albo e viene a pontificare scioccamente. La quantità di idiozie raccolte da Carletto supera i suoi record. Complimenti, Maldestro!

http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/6370-la-mamma-dello-stupido-e-sempre-gravida-buon-anno

Great news: Carletto ci ha scritto per comunicarci pure il numero della sua tessera da giornalista… Il sito dell’ODG della Basilicata ancora non lo menziona. Ma sarà sicuramente una dimenticanza dell’Ordine! 🙂

10 pensieri su “Napoli ora è sgombra. Non c’è più spazzatura. (UPDATED)

  1. adminadmin Autore articolo

    Almeno Brunello ha il pudore di fare silenzio, consapevole della situazione in cui si è infilato. Carletto invece sembra sottovalutare le sue stesse azioni.

    Rispondi
  2. AlbertoBAlbertoB

    Il mio povero nonno buon’anima , uomo tutto d’un pezzo , reduce di guerra e reduce da Dachau quando ero piccolo soleva dire :” Quando i grandi parlano , i bambini devono stare zitti”.
    Ah , la saggezza dei vecchi!
    Credo che una lezione di questo tipo sarebbe stata utile anche a qualcun’altro… ora purtroppo è troppo tardi , come possiamo chiaramente vedere…

    Rispondi
  3. Gianfranco Giampietro

    tutti i vessati che si improvvisano blogger o giornalisti, pur non essendo iscritti all’albo, che quotidianamente diffamano la Chiesa ed infangano il nome di Cristo, vorrei ricordare che prima o poi arriverà il giudizio per tutti, vorrei ricordare che l’infallibilità è della Chiesa, non degli uomini che la compongono e vorrei sempre ricordare che il Magistero è uno: o si è con Lui o si è contro di Lui! Lo dice Gesù, non io.

    Emh, ma perchè? CdP invece è proprio giornalista doc in regola? Ovviamente poi seguono le solite minacce infernali e il dictat “la legge è una… chi non è con Cristo è contro di Cristo… noi siamo con Cristo (mi ha personalmente telefonato per dirmelo) e voi siete con Satana e Manitù”. Tutti argomenti logici davvero infallibili e che c’entrano molto con la questione di Bruno Volpe. “Il Magistero è infallibile”. Ok, e che c’entra con Bruno Volpe?

    Sovente, principalmente ragazzini, atei, comunisti o gay, i fondatori di questi siti spazzatura non hanno le idee ben chiare e si dimenticano che, se non fosse stato per Santa Madre Chiesa, la storia avrebbe seguito un altro corso e, sicuramente, adesso ci troveremmo a sopravvivere in una nazione di matrice islamica, con relative leggi coraniche, ecc… Fin qui pace: che dire, non si può imporre la Fede a nessuno, la conversione è il miracolo più importante dopo la Santa Eucaristia e, o si accoglie Cristo, o si resta indifferenti come Ponzio Pilato, oppure ci si scatena in offese, insulti, si cerca di scavare e, patologicamente, si riporta solo ciò che di negativo la Chiesa ha fatto.

    Oddio, sinceramente a fermare l’avanzata islamica furono semplicemente gli eserciti dell’occidente. La religione non migliora gli esiti delle guerre. I greci che fermarono l’avanzata persiana non ebbero certo bisogno di essere cristiani per riuscirvi, nè i persiani erano un nemico meno imponente soltanto perchè non erano di religione musulmana all’epoca.

    Se non ci fosse stata la Chiesa, l’occidente avrebbe opposto lo stesso la sua naturale opposizione all’islam, come fanno tutti i popoli di tutto il mondo quando si cerca di conquistarli con la forza.

    Inoltre se i pontifessi avessero la possibilità di vedere realizzato il cattolicesimo da loro desiderato, non sarebbe affatto diverso dall’Iran o da un regime talebano. Oltre al fatto che Stato islamico non vuol dire automaticamente Stato teocratico (vedasi la Turchia di Ataturk). Se Carlo di Pietro potesse vedere realizzato il suo sogno di mondo ideale, le donne starebbero tutte rinchiuse nelle loro case a partorire il loro settecentoventisettesimo figlio, indossando abiti da far poco invidia al burqa… In nome della censura verrebbe proibito circa 80% delle cose esistenti, in quanto “satanico”: feste, costumi, libri, film, giornali, pagine web, ecc. ecc. …Si obbligherebbe la religione unica di Stato per tutti, non sarebbero permessi e concessi altri culti (i loro pontefici preferiti della serie “Pio” predicavano questo), si applicherebbe la teocrazia come forma di governo (è CdP stesso nel suo sito della “Milizia dell’Arcangelo Michele” a definire nel proprio profilo che l’unica forma di governo giusta è la teocrazia)…

    Quindi mi si scusi la volgarità… ma come cazzo può CdP parlare della minaccia di leggi coraniche, quando egli stesso se potesse vorrebbe un mondo persino più castigato e dittatoriale ???

    Riguardo il fatto di stare a vedere solo ciò che di sbagliato ha fatto la Chiesa… come ho già detto altre volte, se ci fosse l’attidudine ad ammettere i propri sbagli, se ne parlerebbe molto meno. Se la Chiesa parlasse più spesso dei suoi torti, noi tutti parleremmo più spesso anche dei suoi meriti. Ma di solito all’arrogante e presuntuoso non viene spontaneo fare complimenti, anche quando se li merita per qualcosa… tanto ci pensa lui ad autoincensarsi oltre il dovuto.

    E poi Pontifex fa la stessa cosa, però agli altri… loro passano sempre tutti i giorni alla ricerca di qualcosa per mettere in cattiva luce TUTTE le altre culture e modi di pensare diverso dal proprio. Qual’è dunque la novità?

    la vita privata di ogni persona è affar proprio, non va mai tirata in ballo.

    Ecco, su questo sono abbastanza d’accordo. Di solito a me interessa criticare le idee, e non la persona. Non mi piace andare a tirare il pelo dell’uovo della vita di una persona.

    Però… però…

    Per farvi capire il mio “però”, vi faccio questo esempio… Berlusconi.

    Se Berlusconi fosse un buon politico, se lavorasse davvero per la nazione, non me ne fregherebbe assolutamente nulla della sua vita privata. Un presidente del consiglio tradisce la moglie? Mi spiace per la moglie e biasimo il marito, ma non ho nulla da ridire anche come politico a qualcuno, se fa il suo dovere di politico. Non dico ad un politico di dimettersi solo perchè ha tradito la moglie. Se uno fa bene il proprio lavoro, merita i suoi riconoscimenti in quel lavoro. Si dice che Einstein non fosse un gran buon marito. Però questo non rende meno validi i suoi contributi come scienziato.

    “L’arte” di una persona e la persona sono per me due cose differenti. Per esempio artisticamente parlando io considero Woody Allen un genio, e se non un genio, sicuramente una colonna portante del cinema hollywoodiano. Questo però non significa che io lo stimi anche dal punto di vista della sua vita privata. Anzi, è il contrario.

    Ci sono però casi in cui la vita privata di qualcuno ha rilevanza. Se Maometto fosse stato beccato a pranzo mente mangiava un panino con il salame (sebbene in medioriente il salame sia decisamente improbabile e poco salutare), la sua vita privata non sarebbe stata esattamente solo affar suo! Se uno che tuona tutti i giorni contro il divorzio si scopre che è divorziato, deve rendere di conto di questa sua contraddizione. Se uno che si occupa di beneficenza viene beccato con i soldi in tasca della beneficenza, deve rendere di conto di questa meschinità.

    In altre parole chiunque si esponga pubblicamente dicendo di affermare e fare determinate cose, ne deve rendere di conto quando la propria vita privata contraddice le sue affermazioni. Soprattutto quando a causa di ciò ha osato fare frequentemente la predica agli altri.

    Se per esempio il sottoscritto, che difende tutte le culture contro i luoghi comuni e le superstizioni, venisse scoperto a scrivere su altri forum che, non so, i gay sono tutti pezzi di merda e i negri sono meno intelligenti dei bianchi, beh, credo che meriterei di essere svergognato e screditato come persona ipocrita.

    Se predicassi l’astinenza dal sesso e la recitazione del rosario contro i pensieri impuri, se fossi una figura nota che predica questa ideologia, e poi si scoprisse che sul computer ho le immagini di donnine nude, beh… credo che la mia vita privata dovrebbe essere divulgata a tutti per mostrare quanto sono ipocrita.

    Ma siccome non predico affatto l’astinenza e me ne frego proprio della dicitura “atti impuri”, non me ne frega niente di cosa si venga a sapere a riguardo, nè credo debba interessare molto gli altri.

    In poche parole è vero che la vita privata deve essere tale, ma le contraddizioni e gli imbrogli circa ciò che cerchiamo di apparire e ciò che siamo in realtà, è giusto che venga svelato.

    Io dico sempre che è meglio vivere secondo il proprio modo di pensare, di modo tale che non abbia a vergognarsi di nulla nella propria vita, anche se venisse rivelato a tutto il mondo. Se si prova vergogna per qualcosa che si fa… allora perchè lo si fa? Se non se ne prova vergogna, quale il problema se lo dovesse sapere anche tutto il mondo?

    Chi non ha da temere, non si fa di questi problemi. Questo non significa che possono mettere la telecamera nel mio bagno. Ma quando facciamo cose in contraddizione con quello che altezzosamente predichiamo agli altri, è giusto che venga reso noto a tutti…

    Ad ogni modo a me della vita privata di Bruno Volpe o CdP non me ne frega niente… Non ho bisogno di scovare del marcio nelle loro vite, perchè sono già impegnato con il marcio che esce dalle loro bocche. Certo, se si scoprono cose davvero gravi… è giusto che si sappia. Ma senza certezze evidenti e tangibili preferisco non pronunciarmi personalmente.

    Rispondi
  4. AlbertoBAlbertoB

    Manitù aiutaci tu 😀
    GG , sempre impeccabile , ti quoto per intero. Riguardo all’ometto che ha scritto tutte le fregnacce , anzi le solite fregnacce su Pontifex… non è neanche da commentare , imho è peggiorato , contatti con la realtà zero , perso in un mondo tutto suo.
    Se deve uscire dall’oblio in cui si è probabilmente segregato da solo per fare delle figure da infante… è meglio che ci ritorni e non metta più il naso fuori.
    Poi magari spendiamo anche due paroline sul diritto di replica di Pontilex , visto che l’ometto si è profuso in una sequela di complimenti non indifferenti… considerando anche il fatto che :
    A) non ha capito assolutamente un quarzo di tutta la situazione
    oppure
    B) è in vergognosa malafede
    mi ripeto : quando gli adulti parlano , i bambini devono stare zitti.
    Bravo ometto , hai perso un’occasione d’oro per tacere e fare bella figura.

    Rispondi
  5. Andrea ☮ il giullare matto Speaks

    CdP, a conclusione dell’articolo che riportate scrive:“Ma se pur fosse così, non è vero che anche il ladrone, convertitosi in punto di morte, è stato il primo essere umano ad entrare in Paradiso insieme con Cristo?”

    Come fa CdP a sapere che il ladrone sia stato il primo essere umano a entrare con Cristo in Paradiso? Non narrano i Vangeli che, dopo morto, Cristo scese agl’Inferi?
    Si presuppone quindi che in Paradiso, con loro due, ce ne siano stati altri…

    Rispondi
  6. adminadmin Autore articolo

    Certo che Carletto è veramente un individuo con le idee poco chiare…

    Lungo tutto il suo articolo si è appassionato alla nostra vita privata, facendo ipotesi totalmente “a cazzo” sui nostri usi e costumi e sulla nostra vita privata (compresa la salute).

    “esistono poi degli psicolabili e delle persone sicuramente disturbate”
    “dimostra la piccolezza mentale di questi individui che… viventi un Natale da atei o da finocchi”

    Poi conclude il suo brano con una frase lapidaria:

    “la vita privata di ogni persona è affar proprio, non va mai tirata in ballo.”

    Ma legge i suoi stessi articoli mentre scrive? Boh …

    Parlando (nell’incipit) di quanto sia difficile mandare avanti un sito cattolico, afferma:

    “Ormai siamo rimasti in pochi in Italia, meno di una decina ma, grazie a Dio”

    Io ribalterei la frase… Per fortuna siete rimasti in pochi, Maldestro!

    Conclude il suo articolo con una bellissima nota autobiografica. Riferendosi ovviamente a se stesso afferma dunque, in un raro momento di lucidità:

    “La mamma dello stupido è sempre gravida, e la stupidità risiede proprio nel non riuscire a riconoscere i propri limiti.”

    Rispondi
  7. diego

    se non fosse stato per Santa Madre Chiesa, la storia avrebbe seguito un altro corso e, sicuramente, adesso ci troveremmo a sopravvivere in una nazione di matrice islamica, con relative leggi coraniche, ecc

    questo è da dimostrare pienamente, il nostro Carlo si sente ferrato in ucronie?? è al corrente che senza cristianesimo non ci sarebbe stato l’islamismo?? è al corrente che l’espansione islamica è poi crollata non a causa della Chiesa?? è al corrente che, se l’europa fosse diventata islamica, forse adesso il califfo avrebbe meno voce del papa?? è al corrente che, se non fosse esistita la Chiesa ora magari vi sarebbero colonie su Marte??

    vorrei sempre ricordare che il Magistero è uno: o si è con Lui o si è contro di Lui! Lo dice Gesù, non io.

    Chi ha scritto il magistero? Gesù?

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Diego abbiamo già approfondito più volte il fatto che il “magistero” per come lo intendono i Pontifessi non ha nulla a che vedere con il Magistero della Chiesa … Poi loro si illudono di servire Dio. In realtà sono dei semplici scismatici sotto mentite spoglie. 😉

      Rispondi

Rispondi