In tempo reale, scoppiettanti novità pontifesse!

Calde calde, come le caldarroste, vi offriamo le ultime scoppiettanti novità che ci vengono propalate dagli amici.

Per prima cosa facciamo mestamente notare che proprio quest’oggi tra i commenti di un nostro articolo, eravamo a chiedere notizie di Introvigne. E come per magia ben due degli “articoli” di questa sera sono proprio a firma di Introvigne! Grazie, ora siamo tranquilli. Poi facciamo un bel sondaggione e mandiamo l’ordine dei prossimi articoli. Amici Pontifessi dovete semplicemente dirci se la comanda dobbiamo indirizzarla a Foxy oppure alla regina Borg!

Potete leggere qui il nostro commento di quest’oggi.
Qui invece i due articoli di Introvigne, uno sotto forma di intervista di Foxy, l’altro come cut e paste da altri siti.
http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/varie/6042-la-centralita-di-cristo-nella-vita-societa-e-politica-impensabile-metterlo-fuori-gioco-cristo-re-dimostra-la-sua-essenzialita-nella-nostra-esistenza-intransigenza-su-valori-non-negoziabili
http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/laici/6038-fini-nel-paese-delle-meraviglie-vera-e-falsa-destra
Ecco ora abbiamo la conferma: l’esperto di brevetti è ancora vivo e vegeto e brilla tra le “fonti” preferite dei nostri amici Pontifessi.

Brunello oltre ad intervistare Introvigne si esibisce in un nuovo record: 5 nuovi interventi su 10. Spazia a 360 gradi, dalla politica alla telecronaca della vita del Papa. Parla del video (pubblicato anche da noi) che mostra dei veri caproni italioti in gita all’estero, impegnati a dimostrare a loro modo la “difesa dei valori cristiani” che contraddistingue il PdL e la Lega. Eh si perchè Foxy afferma:

Un gruppetto di consiglieri leghisti a Monaco, Germania, ha dato il peggio di sé entrando in chiesa, profferendo parolacce, bevendo birra,bestemmiando ed eruttando.

Noi ci permettiamo una correzione: Brunello guarda che ci sono esponenti della Lega ma anche del PdL. Quindi sfoga il tuo sdegno anche contro il Partito di plastica, contro i suoi esponenti del “Polo della libertà [provvisoria]”. E vista la sentenza recentissima del processo Dell’Utri questa provvisorietà è sempre più instabile e traballante.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/6044-il-pesce-puzza-dalla-testa

Restando in tema di giustizia leggiamo l’invito del giudice ammazza-sentenze. In maniera del tutto attesa sostiene che anche i camorristi meritano rispetto. Da lui non ci aspettavamo nulla di diverso:

Il camorrista intanto non é colpevole sino a sentenza definitiva, poi anche quando questa sentenza ci fosse, avrebbe ugualmente diritto a questo rispetto come essere umano.

E se lo dice lui, non possiamo che fidarci. Tra “uomini d’onore” ci si capisce, vero Foxy? Troviamo molto irritante (e non solo per il nostro martoriato intestino) questi concetti. Poi nella stessa “intervista” Carnevale straparla di Saviano, arrivando ad usare questa definizione per il lavoro di Roberto:

a parte la prosa, sulla quale ciascuno é libero di dare la sua versione, lo stesso libro non ha nulla di originale essendo composto nella gran parte da pubblicazione di atti giudiziari nemmeno definitivi e dunque si tratta di una opera da maestro del copia e incolla

Siamo sicuri che Roberto Saviano sarà interessato a queste parole. E siamo sicuri che ora anche Carletto troverà simpatia per lo scrittore, visto che stando alle parole di Carnevale, condividono i metodi. Brunello introduce il protagonista della sua “intervista” con le seguenti parole:

Il noto e bravo magistrato siciliano

Beh Foxy ti assicuriamo che qui su Pontilex la pensiamo in maniera leggermente diversa da te. Carnevale non è ne quello che noi consideriamo un bravo magistrato e la sua notorietà deriva proprio dalla sua carriera e dalla sua fama. Ci piacerebbe intervistare quelli che sono “bravi magistrati” per noi. Purtroppo sono morti, saltati in aria molti anni fa, a poco tempo di distanza, in quella Sicilia patria anche di Carnevale.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/varie/6043-saviano-specialista-del-copia-e-incolla-anche-i-camorristi-hanno-diritto-al-rispetto-e-alla-dignita-lo-scrittore-napoletano-non-e-autorevole-ingiusto-lattacco-alla-chiesa-cattolica

Abbiamo già citato gli interventi di Introvigne, quindi passiamo rapidamente alle altre “notizie” di Foxy, che mescola sapientemente la festività di Cristo Re con i vaneggiamenti teocratici a cui ci ha abituato CdP. Infatti con sempre maggiore frequenza ci propinano messaggi legati a questa importante festività, intrisi di messaggi ambigui.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/varie/6041-il-nostro-re-sa-resistere-alla-storia-alla-cattiveria-degli-uomini-e-ad-anni-di-rivolte-un-re-dei-cuori-che-viene-sempre-incontro-ai-peccatori

Sullo stesso argomento (la festività di Cristo Re) ecco anche riproporre un vecchio brano in cui Stanzione fa pubblicità ad un suo testo in cui osanna il movimento TFP. Per prima cosa suggeriamo alcune letture “edificanti” su questa TFP che tanto piace a Stanzione (e non solo, come avrete modo di leggere):

http://www.kelebekler.com/cesnur/txt/tfp01.htm

http://www.kelebekler.com/cesnur/txt/tfp-it.htm

http://it.wikipedia.org/wiki/Tradizione,_Famiglia_e_Propriet%C3%A0

A questo punto dopo aver ben inquadrato il fenomeno TFP possiamo affrontare la lettura della pagina di Stanzione riesumata quest’oggi:

http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/consacrati/3144-luniversale-regalita-di-cristo-festa-di-cristo-re

Come ogni giorno poi non possono mancare gli articoli fotocopiati da altri siti, che non meritano neppure la nostra attenzione.

Quindi in sintesi una serata abbastanza fiacca per gli amici Pontifessi. Ringraziamo per averci tranquillizzato sulla salute di Introvigne. Ci aspettiamo un frizzante weekend con interviste emerite a pioggia. E sfruttiamo la relativa quiete per approfondire i rapporti tra Stanzone, Introvigne, la TFP, Alleanza Cattolica e tutto il destrume che trasuda odore di marcio.

4 pensieri su “In tempo reale, scoppiettanti novità pontifesse!

  1. FSMosconiFSMosconi

    “a parte la prosa, sulla quale ciascuno é libero di dare la sua versione, lo stesso libro non ha nulla di originale essendo composto nella gran parte da pubblicazione di atti giudiziari nemmeno definitivi e dunque si tratta di una opera da maestro del copia e incolla”

    Da che pulpito! Peccato che non ho l’ironia spiccata di Travaglio, sennò potrei dire molto di peggio… 😉

    Rispondi
  2. Gianfranco Giampietro

    La cosa più disgustosa di Volpe o dei finto-pseudo-cattolici-tradizionalisti è l’ipocrisia. Se un possibile camorrista o serial killer viene anche confermato e condannato come tale, scatta il buonismo “cattolico”: “poverino, va bene è colpevole, ma non dimentichiamo il fatto che anche lui è un essere umano!” D’accordo, è un discorso umanitario che ci può anche stare. Il problema è che poi invece Volpe non si ricorda affatto che anche un omosessuale, un ateo o un comunista sono alla fine esseri umani… No, per Volpe questi sono animali in calore, bestie o demoni contro natura… per loro c’è solo l’inferno e lo sputo in faccia del buon cristiano. Cosa davvero comica, perchè semmai dovrebbe essere il contrario: un omosessuale civile (che invece CdP definisce “il peggiore e più cattivo degli esseri umani) rimane sempre un essere umano molto di più di un camorrista o di un teppista con la svastika tatuata sul petto.
    L’ipocrisia è in questo continuo fare “due pesi e due misure”: amore e pietà cristiana soltanto quando fa ideologicamente comodo, odio e anatemi (e una bella pernacchia al concetto “catto buonista” di perdono e di considerazione del prossimo come essere umano) contro chi non fa ideologicamente comodo. Il musulmano che uccide in nome della fede è una bestia satanica… il maniaco, il serial killer o il camorrista, se di facciata cattolico, invece merita la nostra pietà, il nostro eventuale perdono e la considerazione che si tratti pur sempre di essere umano.

    Ora, a me tutta questa empatia e tutto questa disponibilità all’ascolto e al perdono SOLO quando si tratta di mafiosi, gente di estrema destra e nostalgici nazisti, sinceramente mi lascia perplesso.

    Se noi siamo definiti da loro come “il sito dell’orgoglio omosessuale” soltanto perchè consideriamo gli omosessuali come normali esseri umani, allora come dovremmo cominciare a definire loro? Come “il sito dell’orgoglio fascista e camorrista?”

    Da una intervista di Volpe ci giunge anche l’accusa di Saviano come “mediocre scrittore, maestro del Copia&Incolla”.

    A parte il fatto che Saviano per denunciare la realtà camorrista non gli è richiesto di essere un Dante Alighieri, ma che questo si rimproveri in un sito dove quasi tutto è un Copia & Incolla (soprattutto da parte di CdP) è davvero comico.

    Rispondi
    1. diego

      i mafiosi uccidono padri di famiglia, bambini, uomini e donne indifesi, sfruttano la popolazione coi pizzini, creano danni alla società, non hanno onore, non conoscono l’amore se non per il potere ed il denaro. Cosa rende migliore queste persone più di un nordafricano che si offre volontario per aiutare gli alluvionati o di un gay che va a cercare sesso occasionale?

      Rispondi

Rispondi