Il sadismo di un buon padre

Quale buon padre non si concede un pò di sano e gustoso sadismo nei confronti dei propri figli?
Ed eccone qua la dimostrazione, derivata da un volo teologico che raggiunge vette alte, altissime… così alte da perdere il contatto con la realtà!

Tralascio il disonesto e insulso riferimento all’AIDS come punizione divina per la condotta deviata, se n’è già paralto ed appoggio in pieno quanto detto finora.

Analizzo la perla di saggezza del nostro emerito di turno per sottolineare altri aspetti, altrettanto scandalosi a mio modo di vedere.“Dio non manda castighi, ma si serve del male, anche quello più duro e crudo per arrivare al bene.”
Chiarissimo il concetto: il padre buono non farebbe mai del male ai figli e non castiga, però si serve della cinghia (dalla parte della fibbia) per far capire ai figli che sbagliano…
Dio “si serve” cosa vuol dire? Non significa forse una sua perteciapazione attiva nel distribuire pillole di sofferenza?

“Del resto, chi é quel padre che ogni tanto non punisce il figlio disobbediente?”
La risposta, per me, è Dio! Da un padre celeste mi aspetto qualcosa in più di un qualsiasi padre terrestre.
Appena affermato che Dio non manda castighi, subito si torna a parlare di punizione… Dio non manda castighi ma punisce…
Qualcuno sa spiegarmi la sottigliezza del ragionamento che non riesco a cogliere?

“Insomma, questi avvenimenti tragici si convertono in strumento che Dio utilizza per arrivare al suo scopo: trasformare il male in Bene, la tragedia in opera buona.
Quindi Dio, padre buono, non manda i malanni ma li trasforma in strumento. Coglie l’occasione insomma.
Evidentemente il Dio pontifessiano era un pò annoiato, ha creato l’uomo incline al male ed ora si dedica senza sosta nell’opera di “raddrizzare” ciò che lui stesso ha creato curvo…

“Quindi quei morti non lo sono invano, ma al fine della conversione degli altri, sono un sempio.”
Quindi sono morti per un fine… Se c’è un fine c’è una volontà… Chi ha voluto che morissero per essere esempio per gli altri?
La risposta anche qui è Dio, che spero conceda loro il paradiso per direttissima visto il grande servizio che offrono agli altri.
Qualcuno deve pur sacrificarsi per il bene comune!
Nella mia testa avrei preferito un Dio molto più democratico, che chiedesse “ci sono volontari?” prima di mettere mano al registro e scegliere la vittima.
E vi confesso che ho in mente diverse persone (senza far nomi!) che per la smania di essere i primi della classe e compiacere il professore si sarebbero sicuramente offerti per primi. 🙂

Il sadismo del dio pontifessiano raggiunge qui l’apoteosi! Colpirne uno per educarne cento, in sostanza.

Il problema, oltre che teologico, è anche semplicemente “logico”!
Disonesti con se stessi e gli altri, vogliono affermare che Dio è buono ma non riescono ad accettare che Dio non usi la forza per castigare.
Questo basta a dimostrare come, invertendo quanto è scritto nella Genesi, il Dio in cui credono è a immagine e somiglianza degli uomini (e della peggior specie di uomini, io penso immediatamente agli integralsiti religiosi). Dio “deve” punire perché loro vorrebbero punire. Se togliamo questo aspetto cade in blocco il senso della loro esistenza, del loro affannarsi nell’aderenza alla Dottrina e nella pedissequa osservanza  (sarà sempre tardi quando se ne renderanno conto!).

“Dio fa piovere sui giusti e sugli ingiusti”, quante volte l’abbiamo sentito dire? Io preferisco dire “fa splendere il sole sui giusti e sugli ingiusti”.

Questo per loro è inaccettabile perché finchè piove sui giusti si possono trovare assurde motivazioni per spiegarne il perchè (ad esempio: “si vede che sono giusti per noi ma non per Dio” oppure “un pò di pioggia fa bene anche ai giusti” o che ne so… Loro hanno una fantasia decisamente più spiccata in tal senso).
Il sole sugli ingiusti invece è inaccettabile. Dio deve premiare i giusti ed essere feroce con gli ingiusti!
Una vera e propria meritocrazia, idea malsana che Cristo è venuto a cancellare! Ma loro non se ne sono ancora resi conto.

Cristo è venuto a dirci che l’amore di Dio non è un premio ma è un dono!
Il premio dipende dai meriti di chi lo riceve, il dono dipende dalla bontà del donatore. (cfr. Padre Maggi l’apostata eretico!)

Il dono si deve accogliere, non è necessario estorcerlo con un’obbedienza acefala nei confronti di una dottrina “umana”.

Il tentativo dei pontifessi è assai arudo. Mettere insieme concetti che non hanno nessuna connessione logica.
Dio è un padre buono che mai farebbe del male ai propri figli, però li punisce per le loro malefatte (e qui non si parla di far loro scrivere alla lavagna 100 volte “non lo faccio più”!).
Dio combatte il male ma lo ritiene strumento necessario per indirizzare sulla retta via i figli.
Dio perdona gli esseri umani per la sua grande bontà ma è capace di infliggere pene feroci perché, per giustizia, non può dimenticare le malefatte.

Quello che ne deriva dal tentativo assurdo di mettere insieme tutti questi concetti è un polpettone maleodorante che ha ben poco di appetitoso.
Ma so già che i pontifessi sono pronti a ribattere che così deve essere, questo polpettone deve essere poco appetitoso cosicché solo chi è capace di grandi sacrifici può ottenere il premio.

Questo dualismo esasperato ed esasperante, che vivono internamente, li rende molto molto nervosi, astiosi e spesso violenti nel modo di porsi.
Ed è assolutamente normale che sia così. Predicano la gioia di essere cristiani ma non hanno nessun motivo per essere gioiosi.
Godono solo al pensiero che chi è lontano dalla Dottrina un giorno verrà castigato con violenza.
Il padre buono che si sono creati è esattamente così, buono e sadico.

Con un padre (celeste) così ti viene voglia di chiamare  il telefono azzurro!

20 pensieri su “Il sadismo di un buon padre

  1. pao

    Si Stay, il Dio dei PontifeSSi é uno psicopata pericoloso e secondo me i PontifeSSi dovrebbero ringraziare il Cielo tutti i giorni che esista solo nelle loro menti malate.
    Non credo che Costui si lascerebbe soffiare facilmente il ruolo di Giudice Assoluto e Castigamatti da un paio di creaturine invasate..miih, minimo minimo gli piglierebbe la peste nera!

    Rispondi
  2. filipposole

    Mah… Che dire. Sono semplicemente allibito e incredulo. Spero che gli articoli come questo scritti dai Pontifessi siano solo strumenti pensati da Foxy e dal genial webmaster per farsi pubblicita’ (che se ne parli bene o male a loro non importa, basta che se ne parli) e che non credano veramente nelle fandonie che pubblicano.

    Rispondi
    1. pao

      Filipposole:
      disgraziatamente credo siano veramente convinti di essere degli eletti e di avere una missione, naturalmente non senza un buon tornaconto personale, ampliamente (da loro) giustificato.
      Noi,eretici depravatobolschevichi gli stiamo rompendo le uova nel paniere…
      anche cosí, sono certa che un paio di pecore mansuete e poco brillanti le trovano lo stesso…
      ):D

      Rispondi
  3. filipposole

    Riflettendo sugli ultimi episodi pontifessiani credo di aver compreso quale motivazione stia spingendo Gianni e Pinotto (foxy e stoned) ad alzare così tanto il tiro nei loro articoli:
    Fateci caso, da ormai parecchi giorni le visite al sito pontifex sono drasticamente crollate (ne sono dimostrazione i pochissimi commenti postati dagli utenti).
    Questo perchè? Perchè la gente si è stancata… anche i più accaniti, dall’una e dall’altra parte ne hanno piene le palle di ritrovarsi a discutere sempre sugli stessi argomenti. Pontifex è come gli Swatch: non va più di moda.
    Foxy e Stoned, considerando che spesso le mode ritornano (vedi gli occhiali anni 80) hanno ritenuto che per accelerare questo processo è essenziale che si parli di loro…. vediamo dove riescono ad arrivare questa volta…

    Rispondi
    1. francesco t

      dici? beh io non penso che il loro sito abbia sta gran manna di visite…o meglio…
      non ha sta gran manna di visite da persone che li sostengono, ecco.
      perchè sfido che la maggioranza saranno sicuramente le persone contro che trovano il link all articolo o sito (chiaramente aspramente criticato ovunque sia stato linkato. se cerchi pontifex su google roba carina su di loro non ne trovi).

      comunque io pensavo che la scarsità di commenti fosse dovuta alla politica di bannare qualunque critica e qualunque utente non estremista cattolico.

      ovviamente però fides è sempre lì sotto, a baciare i piedini.
      lui non manca mai. XD

      Rispondi
  4. GI

    Mi viene in mente una battuta dell comico George Carlin, che però fece un discorso generale sulla religione, ma i PontiFeci si adattano benissimo nel loro piccolo:

    ” La religione ha convinto la gente che c’è un uomo invisibile che vive nel cielo e non fa altro che guardare tutto ciò che fai e come ti comporti. L’uomo invisibile ha una lista di dieci cose che non vuole che tu faccia e se le fai ti manderà in un posto speciale pieno di fiamme, fuoco, torture ed angoscia dove vivrai per sempre, soffrirai, brucerai e griderai fino alla fine dei tempi. Ma Lui Ti Ama…Ti Ama ed ha continuamente bisogno di soldi…E’ immensamente saggio, onnipresente, onnisciente, onnipotente ma cazzo, con i soldi non ci sa proprio fare. Voglio dire, incassa miliardi e miliardi di dollari, non paga le tasse e comunque vi chiede sempre di donare qualcosa…”

    E’ un pò ciò che fanno quelli di pontifex, ti parlano di un dio buono che ci ama, poi appena fai qualcosa che gli da al cazzo ti castiga e nel frattempo, in nome suo ti arrivano le e-mail per donare un pò del tuo denaro, non si sa mai dio dovesse chiudere un occhio…

    Rispondi
  5. adminadmin

    Stay ti ho mandato in PM qualche “dritta” per formattare al meglio il post. Per tutti: la sezione “tips and tricks” contiene informazioni utili a meglio utilizzare WordPress (il motore di pontilex). Ti invito inoltre ad inserire in coda al tuo post il link alle pagine degli amici Pontifessi dove poter leggere le affermazioni in originale, per completezza di informazione. Tutto questo solo per mettere in evidenza che le informazioni sono tratte da una specifica pagina (evidenziando che si tratta di una pagina all’esterno del nostro Pontilex) 😀

    Rispondi
  6. annalisa

    Pontifessi sarete voi. Persone senza Dio. L’ADIS, come tanti altri “castighi” è una punizione di Dio a causa di comportamenti peccaminosi contrari alla Sacra Scrittura. Lo sanno anche i bambini di 10 anni.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Forse tu insegni ai tuoi bambini che l’AIDS è una punizione di Dio. Noi qui preferiamo fare riferimento all’opinione delle Nazioni Unite e di chi studia l’AIDS per lavoro. Tu sei libera di rivolgerti all’elettricista per riparare la carrozzeria della tua Jaguar. Io mi rivolgo al carrozziere.

      Rispondi
    2. pao

      “Annalisa”:
      Beh se é cosí fossi in te starei molto attenta a non frequentare questo ed altri siti di “persone senza Dio”..mica che un domani ti ritrovi castigata e con l´ebola!
      ):D

      Rispondi
  7. unica-mente

    Sono nuova …ed ignorante…e non e’ retorica… pero’ non sono senza pensiero e nemmeno senza Dio…Per pars condicio leggo e commento pure su pontifex …l’unica mia replica ai commenti ,a volte DAVVERO poco simpatici ,e’ :…si puo’ essere cosi certi di essere nel giusto? si vive FORSE di concetti o di dottrine? …..o forse e’ solo giusto porsi ad ascoltare?E GIOIRE!……c’e molto da gioire se non pensiamo ai conti dello YOR eh!

    Rispondi
    1. stefano

      unica-mente vedo ora che nessuno ti ha risposto… Leggi e commenti pure su Pontifex? Beh non sei sola, molti qui dentro fanno lo stesso. Io mi discosto leggermente (per una mia scelta) dato che non sono registrato a Pontifex (e quindi non commento, così non mi possono bannare). Ma anche io leggo i loro articoli. E provo lo stesso disgusto che capita anche a te di provare.
      Come te, anche molti altri (che leggono e scrivono su queste pagine) provano gli stessi dubbi. E ritengono, come te, che non basti applicare alla lettera i dettami di un libro per definirsi Cattolico.

      Un saluto e benvenuta.

      (piccolo fraterno suggerimento: “per par condicio” e “IOR”) 🙂

      Rispondi
  8. giuxgiux

    qualche tempo ho visto un ragazzo morire sulla strada, a Milano, travolto da un autobus, il commento di un cattolico…
    all’incirca x quanto ricordo….

    “dio pianifica tutto… quel ragazzo anche se non lo sa è morto x un motivo… magari la sua morte salverà qualcun altro..”

    tra me e me.. cazzo questo ragazzo xò è morto… 🙁

    Rispondi

Rispondi a annalisa Annulla risposta