Comunicazioni tra ponti..

Care pontilexe e cari pontilexi,

é ufficiale!I nostri stanno per tornare..

pontifextornasubito1

pontilexviaspetta

e non é un avvertimento, é una minaccia!!

Pao ):D

 

 

46 pensieri su “Comunicazioni tra ponti..

    1. adminadmin

      Ma che tornati e tornati? Sono in vacanza… Qualcuno in Messico, altri in Thailandia (per rifarsi il “naso”)… Un prete l’hanno visto anche in TV… Dimentico qualcuno? ;-)

      Rispondi
      1. paopao Autore articolo

        Piccola correzione fraterna, admin:
        Anche se tornassero, niente sará come ai bei tempi dei Magnifici Tre.
        Temo che dopo la sfuriata del VolpaSStren sul suo ciccioso webmaster e gli improperi contro il prete esoterico, la triade sia ormai il acqua passata!http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif
        http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif R.I.P.
        Insomma praevalebunt, praevalebunt semper!
        http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif

        Rispondi
  1. Caffe

    Sto così tremando che mi si è tutto sfilacciato l’elastico delle mutande nuove:, con i pontimostri, faremo i conti, anche per questo. http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif

    Rispondi
      1. Caffe

        Sicuro, car@ [email protected], le mie 365 paia di mutande (una per ogni giorno dell’anno), sono tutte firmate e costano un botto, hanno da pagà i danni, altroché; io c’ho tutto firmato, dai pantaloni agli occhiali; pure quando mi sono rotto la gamba, ho preteso ed ottenuto, che il gesso fosse firmato; non avendo trovato Armani o Versace, mi sono accontentato della firma del primario ortopedico dell’ospedale, comunque ho fatto un figurone, gli altri fratturati, al massimo, sui loro gessi, potevano vantare la firma di quei quattro sfigati dei loro amici: ho deciso di rompermi anche l’altra gamba, quanto prima, per provare di nuovo questa ineffabile sensazione! http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif

        Rispondi
  2. FSMosconi

    Stanno per tornare… Grande Giove… era scritto… scritto.. su un libro rilegato in pelle umana sgraffignato da un tizio strambo con un fucile e una motosega che dice d’essere finito nel Medio Evo a caccia di deaditi

    Non è morto ciò che in eterno può attendere,
    E col passare degli eoni anche la morte può morire

    http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gifhttp://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gifhttp://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gifPh’nglui mglw’nafh Phontfi’ex R’myeh wgah’nagl fhtagnhttp://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gifhttp://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gifhttp://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif

    Rispondi
  3. Caffe

    A proposito di spazzatura: devo dare un avviso ai naviganti: per chi ama procurarsi ferite lacero contuse da cilicio oppure, parlarsi addosso per ore, senza mai riuscire a dire qualcosa di sensato: esistono in italia, dei siti appositamente nati per soddisfare queste perversioni: su “la nuova bussola quotidiana”, campeggia questo appello per la raccolta di firme a favore di una petizione per fermare la legge contro l’omofobia, allo scopo di affermare il diritto sacrosanto di poter liberamente massacrare i gay, senza incorrere nelle assurde aggravanti previste da questa legge; loro, però, la mettono così: ” Cresce il movimento d’opinione che chiede di fermare la legge contro l’omofobia, e ne sono testimonianza i siti che si sono uniti a La Nuova Bussola Quotidiana e ai Giuristi per la Vita in questa battaglia in nome della libertà di manifestazione del pensiero e della libertà religiosa.”. Segue un elenco dettagliato dei siti e blog, che sostengono questa nobile iniziativa; psichiatri di tutto il mondo, approfittate di questa occasione: non capita tutti i giorni, di mettere le mani su una tale quantità di materiale che illustri, in un colpo solo, tutta le varietà di disturbi della personalità; dalle più astruse fobie, (come quella di ritrovarsi in ascensore, a tu per tu con un gay in carne ed ossa), alle psicosi da invasione in massa di atei, nella Città del Vaticano; i più gravi disturbi, cioè, che possano colpire un essere umano, costringendolo, nei casi più gravi, a fare ancora la pipì a letto, a cinquant’anni suonati. Alcuni di questi siti hanno denominazioni che sembrano coniate sotto l’effetto di ingenti quantità di sostanze psicotrope, il più carino mi sembra: “la voce di don Camillo” che, ovviamente, col vero Giovannino Guareschi, uno dei pochi cattolici che ammiro, quello, non a caso perseguitato da De Gasperi, ha ben poco da spartire.
    Da notare che nell’elenco, non compare il costruendo Pontifex.roma; ma non disperiamo, ce la faranno pure loro, ad unirsi alla compagnia.
    Per chi voglia, insomma, approfondire tutte le patologie della psiche umana:
    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-siti-che-aderiscono-alla-campagna-6869.htm

    Rispondi
    1. FSMosconi

      Curioso come alcuni nominati non abbiano l’URL a fianco. Come se se ne fossero dimenticati, o più verosimilmente non fossero ancora stati fatti ‘spuntare’ per l’occasione. http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gifhttp://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif

      Rispondi
    2. CagliostroCagliostro

      Caro Caffe,
      ma la cosa dell’appello dei Giuristi cattolici di Gianfranco Amato a cui hanno aderito anche la “Compagnia dei tipi loschi”, “Cooperativa Capitani coraggiosi”, “Milizia del Tempio – Ordine dei poveri Cavalieri di Cristo”, “La Voce di don Camillo” non era sfuggita all’occhio implacabile del Conte di Cagliostro.
      http://pontilex.org/2013/07/disegno-di-legge-contro-lomofobia-la-nuova-bussola-quotidiana-non-lha-mai-amato/

      Rispondi
      1. Caffe

        Perdonami, caro Cagliostro, non intendevo di certo prendermi il merito di questa piccola scoperta, né misconoscere la tua incredibile abilità nello scovare questi fanatici, ovunque si ficchino, in questo incasinatissimo web; purtroppo il tuo post del quale mi fornisci in link, io non l’avevo ancora letto, quando ho scritto quel commento: mi scuso solennemente, ma, tecnicamente, sono innocente come un bimbo appena prima di essere battezzato, perché, ahimè, il piccolo commette generalmente, il suo primo peccato, consistente nel desiderare che, ad un altro essere umano, vengano procurate lesioni gravi, proprio in questa triste occasione: figuratevi un prete, colpevolmente lasciato libero di avvicinarti, oltre una ragionevole distanza di sicurezza, in maniera da poterti annaffiare come una begonia, senza che i tuoi genitori, che assistono alla scena con aria da ebeti, si degnino minimamente di difenderti, abbattendo l’equivoco energumeno in tonaca e sottana, a suon di ombrellate: anche io, a suo tempo, mi incavolai molto. http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif

        Rispondi
        1. adminadmin

          No no hanno già “riaperto”. Quattro articoli in croce, un copyright ridicolo in fondo ad ogni pagina, il solito Babini (che suona ormai come un disco rotto e sembra più tracimare invidia piuttosto che dispensare saggi pensieri)… Una noia mostruosa… :D

          Rispondi
          1. adminadmin

            A parziale rettifica, almeno hanno modificato la “paternità” degli articoli.. Prima erano scritti da “admin user”. Ora invece vengono attribuiti alla figura mitica di Bruno Volpe… ;-)

          1. paopao Autore articolo

            Ma admin, non vedo articol nuovi..é tutta roba vecchia che ci rifilano da marzo!
            Bellissimo quel “lug 17th, 2013” …fa tanto multiculti!

            <

  4. Caffe

    Una noia mortale? Di più; il nuovo Pontifex è come il protossido di azoto: ti addormenta senza pietà, dopo averti fatto un po ridere. Aspetto sviluppi, ma il primo impatto è stato francamente desolante: Bruno Volpe mi ricorda certi clown che: grancassa da banda musicale caricata sulle spalle e percossa con battenti in feltro, azionati dai gomiti, un’ organetto a fisarmonica nelle mani, un paio di piatti applicato alle ginocchia ed un armonica a bocca tra i denti, rimpiazza, da solo, un’ intera orchestra. Insomma fa tutto lui, al nuovo Pontifex, forse anche le pulizie; se è così, mi auguro che le faccia meglio di come scrive, altrimenti la vedo dura, se l’ufficio d’igiene, decidesse di effettuare un’ ispezione nei loro uffici. Da manuale pontifeSSo, il suo primo editoriale, dedicato al tema sempiterno della “Nuova Evangelizzazione”,è un testo di una banalità assoluta, come certi “coccodrilli” messi da parte, in attesa di una illustre dipartita; a parte il contenuto, trito e ritrito, “l’editoriale” del nostro “one show man”, è uno scritto stilisticamente piatto, infarcito di piccoli errori, dall’andamento confuso; tante frasi messe una dietro l’altra, senza un collante, o un filo di fantasia, tanto da assomigliare ad uno di quei verbali vergati da volonterosi appuntati della benemerita, per una denuncia di un furto. In tale contesto, un termine pretenzioso come “torpido”, per una volta usato a proposito, spicca da questa brodaglia insipida, come un giocatore di basket in mezzo ai sette nani. Insomma, il solito Volpe, con in meno una certa”verve” polemica, che tanto mi divertiva; spero davvero che si svegli dal suo torpore e riporti Pontifex agli antichi fasti: il Paese ha bisogno di te, Brunello caro, non ci deludere. http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif

    Rispondi
    1. adminadmin

      I tuoi commenti, per estensione e completezza, potrebbero aiutare l’esanime sito Pontifesso: già mi vedo Brunello che col copiaincolla ci “ruba” le tue perle e le ricicla come “articoli” del suo bel sito… ;-)

      Spiace purtroppo doverti riprendere bonariamente: non è solo, Brunello.

      Ha al suo fianco un Fido webmaster.

      Il suo primo intervento: ha trasferito il sito Pontifesso presso un fornitore americano. Già, anche gli amici Pontifessi hanno ceduto al modernismo ed hanno collocando il loro bel sito in Texas. Ricordate quando Brunello e Carletto si strappavano le vesti perchè Pontilex è ospitato da server negli USA? Ricordate che ci accusavano di volerci “sottrarre” alle leggi italiane? Ecco, ora anche il bel sito Pontifesso è ospitato da server americani. Probabilmente si sono lasciati tentare dal “dark side” della forza. O dello sforzo.

      I nuovo webmaster ha eliminato la maggior parte della pubblicità, ha buttato nel cesso il caro Joomla (caro solo al buon Carletto) rimpiazzandolo con il più diffuso WordPress (cioè lo stesso motore che pulsa sotto la scorza ruvida di Pontilex). Ci ha aggiunto un pizzico di prodotti disponibili “off the shelf” per realizzare il nuovo look del sito Pontifesso. Ah, immaginiamo che Brunello paghi fior di quattrini per i servizi del nuovo Webmaster. Non fategli sapere che WordPress, il tema scelto e tutti i plugin che usa sono liberamente scaricabili e disponibili gratuitamente… ;-)

      Rispondi
      1. Caffe

        Lo sai che ti voglio bene, Admin, per questo mi sforzo di comprenderti, quando ti lasci andare, pupille dilatate e polso accelerato, a descrivere le meraviglie tecnologiche nascoste dietro un sito web, usando termini tecnici per iniziati, molto fuori dalla portata di un modesto perito elettrotecnico, quale io sono: un giorno, te lo giuro, riuscirò a capirti, nel frattempo, io accetto il tuo bonario rimbrotto, non senza farti notare che, con i tuoi consigli tecnici, sconsideratamente resi pubblici, obiettivamente, fornisci, molto più di me, un valido aiuto a Brunello, per trasformare il suo sitarello non secolarizzato, in qualcosa di passabilmente guardabile: potrei definire, col freddo linguaggio del codice penale militare, che io ben conosco, il tuo atteggiamento come: “intelligenza col nemico”; passibile, in tempo di guerra e noi lo siamo, di fucilazione alle spalle, senza benda agli occhi e nessuna ultima sigaretta, da quando hanno scoperto che le “bionde”, fanno male alla salute. http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif
        Grazie per la tua bella facezia, cara [email protected], ora che ci penso, io, per estensione, potrei definirmi anche come: “corto”, “corretto”, “macchiato” e “al vetro”; “cappuccino”, no, assolutamente, perché sono intollerante al lattosio e, soprattutto, agli omonimi frati. http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif
        A Cagliostro: grazie, davvero, gradisco il tuo apprezzamento ma eviterei di solleticare oltre la mia vanità: oltre un certo punto, io tendo a diventare un insopportabile snob, come sa bene la mia mamma. http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif

        Rispondi
    2. paopao Autore articolo

      Capisco la tua amarezza, Caffé (bella eh? ) http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif del resto la storia del femminicidio e quella dei fantattentati non gli hanno fatto niente bene, anzi gli si sono rivoltati contro come un boomerang!
      Ma sappiamo tutti che il VolpaSStro perde il pelo ma non il vizio..diamogli tempo, e brindiamogli una bella “chela bien fria” … Prost! http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif

      Rispondi
  5. adminadmin

    Aiutatemi a capire… Quattro articoli riciclati e datati 17 lugllio. Poi più nulla. Qualcuno ha provato a lasciare un commento sul bel sito Pontifesso?

    Rispondi
  6. Caffe

    Un dubbio mi assale: per esprimerlo, devo fare una premessa storica: durante la seconda guerra mondiale, gli inglesi, nell’imminenza di una prevedibile invasione tedesca del loro territorio, allestirono un certo numero di installazioni militari completamente finte, indistinguibili, dall’alto, da quelle vere: aeroporti, fortificazioni, colonne di rifornimenti e stazioni radar; lo scopo era quello di obbligare i tedeschi, ad impegnare importanti risorse belliche e far subire loro, numerose perdite di aerei, spediti a bombardare sagome di legno e cartone. Si dice che l’effetto andò oltre le intenzioni degli inglesi, facendo accantonare momentaneamente ai tedeschi, i piani di invasione; gli alti gradi tedeschi, forse intimoriti dall’ “imponente” spiegamento di forze inglese, limitarono la loro aggressione al solo, dispendioso, in termini di perdite, bombardamento a tappeto delle città inglesi situate più a sud, specialmente Londra; quell’ esitazione, permise agli inglesi di riorganizzarsi, dopo il disastro di Dunkerque e, con gli aiuti mandati dagli USA, a proseguire efficacemente la guerra fino alla sua, per nulla scontata, conclusione. Il mio dubbio, al limite della paranoia, è: stiamo per caso prendendo di mira un finto bersaglio, distogliendo un po, delle nostre poche forze, dalla lotta che abbiamo intrapreso, già su tanti fronti, contro i nemici del buon senso? Molto più probabilmente, però, il nuovo Pontifex è proprio tutto quello che vediamo, a corto di teste “pensanti”, campicchia alla meglio, riciclando vecchio ciarpame, uno straccivendolo del web, insomma, del tutto inconsistente e, contro un avversario inconsistente, non c’è gusto combattere. Postare un commento sul sito fantasma? No, grazie, parlare coi morti, mi mette impressione.
    http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif

    Rispondi
    1. PaoloPaolo

      Mi permetto di correggerti: in realtà i tedeschi iniziarono a bombardare le città in seguito ad un raid inglese finito fuori rotta, che aveva colpito non ricordo quale cittadina tedesca invece del suo obiettivo. I nazisti ritennero si fosse trattato di un atto deliberato e cominciarono ad attaccare i civili per rappresaglia, lasciando così stare le installazioni radar e militari che avevano costituito i loro primi obiettivi; e molto probabilmente con questo errore persero la battaglia d’Inghilterra e con essa la guerra. Perdonami, ma era solo per correttezza storica ;)

      Rispondi
      1. Caffe

        Caro Paolo, non ho niente da perdonarti, contraddire le asserzioni di qualcuno, essendo in possesso di notizie che le smentiscono, è cosa doverosa, così come è doveroso che io ti risponda, fornendo le mie controdeduzioni: io ho preso in considerazione, nel mio commento al quale ti riferisci, un aspetto marginale, che pure vi fu, (i finti bersagli), della battaglia d’Inghilterra, solo per estrapolarne certe conclusioni, per dedurre un’ipotesi, sulla effettiva natura di Pontifex.roma; non avevo intenzione di scrivere un saggio di storia, tanto è vero che ho inserito un: “si dice che..” ed un “forse”, nel mio testo, che lasciavano intendere una certa plausibilità dell’ipotesi, pur non essendo mai stato confermata o smentita, l’ipotesi stessa ; l’assenza di link che rimandassero alle fonti storiografiche, poi, avrebbero dovuto farti capire che, in questa sede, non avevo certo la pretesa di spiegare la battaglia d’Inghilterra, ma solo prendere spunto da certi fatti marginali, comprovati, per proporre una spiegazione surreale, riguardo l’attuale afasia di Pontifex; ti è sfuggito, insomma il tono scherzoso del mio commento che, a mio parere, giustificava ampiamente, qualche piccola forzatura storica, dato che il fine del mio commento, era solo quello di prendere bonariamente in giro quelli di Pontifex, non certo quello di riscrivere la storia del genere umano; pensavo fosse evidente, questa mia intenzione, tu, invece, forse ingannato dal tono volutamente sussiegoso della mia esposizione, l’hai presa sul serio; cose che capitano. Del resto, sulla battaglia d’Inghilterra, si sono scritti migliaia di libri e sono aperte ancora molte controversie tra gli stessi storici e solo un ciellino di quelli convinti, può arrivare a pretendere di dire, su qualsiasi fatto, la parola definitiva; io, lo ripeto, mi sono limitato, prendendo dei fatti accertati, a formulare un’ipotesi ragionevolmente plausibile, di come siano andate le cose: non ho falsificato nulla, la mia, è solo una delle tante ipotesi che si possono fare, su un fatto così contorto, complicato e controverso. Parlando di fatti storicamente accertati, visto che ci siamo ed in spirito di correzione fraterna: il raid inglese di cui parli, non avvenne mai; al contrario, fu un bombardiere tedesco, che, sbagliando rotta, bombardò per errore un sobborgo di Londra, provocando, per ritorsione, il primo bombardamento di Berlino da parte degli inglesi, bombardamento che non procurò , peraltro, danni o perdite umane significative; ma fu questo il motivo per il quale i tedeschi, per ordine di un infuriato Hitler, abbandonarono quasi del tutto gli obiettivi militari, per dedicarsi al bombardamento intensivo delle città inglesi situate più a sud, specialmente Londra, quelle città cioé, alla portata dei loro bombardieri basati in Francia e che, fino a quel momento, erano state risparmiate, sempre per volontà di quel pazzoide austriaco, naturalizzato tedesco. Fu questo il primo dei loro errori, l’inizio della fine per il terzo Reich.
        Se proprio vuoi approfondire, ti rimando a questo sito, che mi pare ragionevolmente attendibile, dove sono riportati, oltre un lungo resoconto dell’”Operazione Leone marino”, nome in codice dato dai tedeschi al piano di invasione dell’Inghilterra, anche dei riferimenti bibliografici ai testi di vari autori, riguardanti quei tragici avvenimenti.
        http://storiestoria.wordpress.com/tag/operazione-leone-marino/

        Rispondi
  7. paopao Autore articolo

    Appello fraterno: voi sapete che gli Sturmtruppen & altre strane kreaturen ci leggono e sono in agguato, sempre a caccia di notizie storiche da deformare.
    Ora, non é che per ogni commento su Pontilex dovete scrivere un trattato di Storia, ma cercate di restare un pochetto piú …”tecnici”. Grazie.http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif

    Rispondi
  8. paopao Autore articolo

    Si Gabriele, grazie. Sappiamo del progetto dei “Quaderni di Pontifex”
    ma siccome di buone intenzioni é lastricata la strada per l´Inferno…
    http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif

    mi sa che ci toccherá aspettare un´Eternitá; non che ci dispiaccia ehhh? http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif

    Rispondi
  9. Caffe

    Io lo sospettavo, quelli del nuovo pontifex ci leggono e si correggono senza ribattere, risparmiandosi così, oltre che figure barbine nel confronto diretto, anche il costo della nostra preziosa consulenza: le prove? All’esordio, tutti gli striminziti, patetici pezzi pubblicati dal nuovo pontifex a conduzione familiare, erano siglati da un sol uomo: l’immarcescibile, incoercibile ed irrecuperabile Bruno Volpe, cosa che ha suscitato, a suo tempo, qualche mia garbata ironia; oggi, gli stessi, articoli di allora, sono adesso attribuiti ad una non meglio specificata “REDAZIONE”, tutto maiuscolo, cercando così, di dare ad intendere che le teste pensanti, unite nello sforzo supremo di produrre stronzate alte come case. siano molte più di una. Inutile stratagemma, si vede lontano un miglio che la “mano” che ha messo, nero su bianco, questa collezione di seghe mentali, è sempre la stessa. Speriamo che BV faccia pace con i suoi ex sodali e ci riproponga lo stesso scoppiettante sito non secolarizzato che ben conoscevamo e che un po, mi manca. Intanto una cosa devo dirla: ho dato un’occhiata alla discussione intorno al post Babini vs Don Gallo e ho notato, dei quattro commenti pervenuti: due, essere a favore di Don Gallo, uno contro e l’altro incomprensibile: segni di vita intelligente su Pontifex.2 od utenti inconsapevolmente inciampati nella tagliola pontimostra?

    Rispondi
      1. adminadmin

        Tristezza e mestizia… Brunello non ha più neppure il fegato per firmare i suoi sproloqui… dev’essere rimasto appeso al citofono di qualche biologa barese…
        ;-)

        Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif