Monti, Bersani, Berlusconi, diritti civili. Come la mettiamo, dott. Bruno Volpe?

Oggi, su tutti i quotidiani nazionali, e’ riportato il “coming out” del Presidente del Consiglio dimissionario Mario Monti. Il presidente Monti ha sottolineato la sua idea di famiglia, quella basata esclusivamente sul matrimonio tra un uomo ed una donna.

 

La chiusura di Monti a qualunque ipotesi di regolarizzazione di unioni di fatto, specialmente se di coppie omosessuali, non e’ affatto una sorpresa. Gia’ nelle scorse settimane era arrivato l’endorsement da parte delle gerarchie vaticane, pertanto questa precisazione da parte del Presidente Monti non e’ una sorpresa.

E’ stata invece una sorpresa l’apertura di Silvio Berlusconi alle unioni omosessuali. Nel corso di un incontro con dei giornalisti, circa una settimana fa, il leader del PDL ha dichiarato che non avrebbe alcun problema a mettere sul tavolo dei provvedimenti per arrivare ad un riconoscimento delle unioni omosessuali.

Queste posizioni, ampiamente giustificabili con delle necessita’ di campagna elettorale, pongono non pochi interrogativi su come potra’ funzionare una eventuale coalizione PD/Centro, coalizione ampiamente prevista dalle proiezioni. Sul piano dei diritti civili i due gruppi politici, il PD di Bersani ed il Centro di Monti, sembrano avere posizioni diametralmente opposte. Infatti il leader del PD Bersani, proprio oggi, ha dichiarato che “sui diritti civili il PD non si tirera’ indietro”.

La domanda sorge spontanea. Nell’ipotesi, molto concreta, di un governo di coalizione PD/Centro, cosa accadra’ in Parlamento quando il PD iniziera’ a porre e proporre istanze orientate al riconoscimento di diritti civili ormai non piu’ rimandabili? Come pensano di governare questa conflittualita’ i due leader Bersani e Monti? Quali saranno gli “interventi” piu’ o meno allo scoperto delle gerarchie Vaticane?

Un’ultima domanda, rivolta al direttore di pontifex.roma.it Bruno Volpe:

Dott. Volpe, si e’ accorto che il suo “candidato ideale” Silvio Berlusconi e’ aperto e disponibile alle unioni omosessuali mentre colui che lei ha sempre osteggiato e criticato, il Presidente Monti, si e’ inaspettatamente rivelato dalla sua parte? Cosa fara’ ora Dott. Volpe? Scrivera’ articoli su Monti definendolo un “galantuomo” mentre a Berlusconi riservera’ i fotomontaggi con il Marchese del Grillo?

Questo articolo è stato pubblicato in Non meglio categorizzati il da .

Informazioni su sandro.storri

Progettista e sviluppatore di software precario (Sandro, non il software). Tipico prodotto delle periferie della capitale (aho!, che me 'mpresti na' sigaretta?). Appassionato di cinema e letteratura, usa l'italiano come un dialetto alternativo alla sua lingua madre, il romanesco. Sostiene la battaglia per i diritti civili anche se riconosce che spesso tratta la questione con degli incivili. Ha un pessimo senso dello humor e si vede, anche in questa breve biografia.

6 pensieri su “Monti, Bersani, Berlusconi, diritti civili. Come la mettiamo, dott. Bruno Volpe?

  1. giux

    ma no sandro fraintendi adesso arrivaranno i nuovi amici a spiegarti come stai fraintendendo tutto e la chiesa non ha nulla contro le unioni gay. Non è omofoba ma sei tu che non capisci forse x malafede.

    Rispondi
  2. FSMosconi

    Che poi la storia del fotomontaggio con Onofrio del Grillo non l’ho capita. Che ci sarebbe di riprovevole nell’essere paragonati ad un personaggio che fa suonare le campane a morto per la mancanza di Giustizia nel suo Paese (ricordate la storia dell’ebanista giudio)?

    Mah… :|

    Rispondi
  3. Italo Sgrò

    La Chiesa non è omofoba e non ha nulla contro gli omosessuali. Evidentemente lei fraintende il significato dell’insegnamento del Magistero. Ciò che non va bene è l’equiparazione del matrimonio con altre forme di convivenza, che va obiettivamente contro l’interesse della comunità a veder tutelata in modo specifico l’unica realtà stabile e idonea all’accoglienza e all’educazione dei figli.

    Rispondi
    1. sandro.storri Autore articolo

      gentile Italo Sgrò, la ringrazio per aver commentato.

      il punto non e’ se la chiesa e’ omofoba o meno. al di la di banalizzazioni emotive, la questione dell’omofobia della chiesa non si puo’ porre. si puo, in alternativa, porre un problema di persone omofobe che giustificano le proprie posizioni con il Magistero della chiesa.

      comunque, a prescindere dal problema dell’omofobia, rimane il fatto che la chiesa, in nome di una dottrina che e’ sua specifica, tenta in ogni modo di influenzare le leggi dello Stato allo scopo di negare dei diritti a dei cittadini.

      quelli che per la chiesa sono “peccatori in errore” per lo stato sono cittadini onesti e che pagano le tasse. normalmente, in un paese democratico, i cittadini onesti e che pagano le tasse vedono riconosciuti i loro diritti in modo ugualitario.

      non discuto la sua convinzione sulla giustezza del suo Magistero. Spero pero’ che lei riesca a riconoscere che, in virtu’ di quel Magistero, in italia ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B.

      per questo le dico che la Chiesa e quelli come lei, pur avendo il pieno diritto a professare la fede Cattolica, non avete il diritto di imporre attraverso “manovre di palazzo” delle normative discriminatorie nei confronti di cittadini liberi, onesti e che pagano le tasse.

      Rispondi
    2. giux

      non è assolutamente vero quello che dici spero che tu non sia in cattiva fede ma lo sei a mio giudizio. Lo sei quando anteponi gli interessi, da te comunque stabiliti, della società agli interessi e sopratutto ci diritti umani. Un pò come i nazisti con gli handicappati. Insomma già partiamo che ragioni come un nazista. Per di più quello che scrivi è falso perché la chiesa cattolica ha operato e opera anche in ambito internazionale x mantenere se non aumentare queste discriminazioni esattamente allineata con nazioni quali l iran

      Rispondi
  4. StevenY2J

    Veramente, Bruno Volpe ha già scritto un paio di editoriali invitando Berlusconi a fare marcia indietro, altrimenti avrebbe perso i voti dell’elettorato cattolico (mi viene da domandarmi quale… quello che segue Pontifex.Roma?).
    Per tutta risposta, Berlusconi non ha nemmeno replicato… forse il potere mediatico di Pontifex.Roma non è poi così dirompente come a loro piace credere.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif