Carlo di Pietro, meglio se studi prima di parlare.

Questa sera il blog non secolarizzato piu’ famoso d’italia ci delizia con una ennesima manifestazione di ignoranza. In questo caso di ignoranza informatica.

 

questa immagine mostra il messaggio impostato nella home page di pontifex.roma.it

Vorrei far presente al geniale webmaster Carlo di Pietro che se ci fosse in corso un attacco di tipo DoS (denial of service) neanche il suo ridicolo messaggio sarebbe mostrato. Si vedrebbe solo il sito andare in timeout. Se Carlo di Pietro prendesse uno dei testi sacri per quelli che sono i veri programmatori (io sono uno di quelli) scoprirebbe che quanto lui dichiara nel disclaimer e’ falso.

Se Di Pietro avesse ad esempio letto e studiato i testi di Stevens sulle implementazioni delle socket TCP/IP saprebbe che i listener di un servizio di rete TCP/IP hanno uno stack di ascolto piuttosto limitato (normalmente 16 slot). La tecnica di DoS consiste nel saturare lo stack del listener allo scopo da impedire ogni ulteriore connessione. Pertanto, se veramente ci fosse un attacco DoS noi vederemmo solo un bel timeout di connessione e non il miserevole piagnisteo del geniale webmaster.

C’e’ anche da dire che ieri il blog non secolarizzato presentava errori SQL piuttosto marchiani e delle grosse ingenuita’ nella gestione delle sessioni, memorizzate su un database che presentava continui timeout. Quindi, molto probabilmente, i problemi sperimentati dal nostro blog non secolarizzato piu’ famoso d’italia sono forse piu’ imputabili all’incompetenza del suo webmaster.

Personalmente penso che siamo di fronte alla solita scusa e che nei prossimi giorni vedremo pontifex.roma.it “ripulito” di parecchi articoli imbarazzanti per i loro contenuti offensivi nei confronti di parecchia gente. Ovviamente la colpa della pulizia sara’ data a degli hacker ebrei, gay e massoni.

 

 

Questo articolo è stato pubblicato in Non meglio categorizzati il da .

Informazioni su sandro.storri

Progettista e sviluppatore di software precario (Sandro, non il software). Tipico prodotto delle periferie della capitale (aho!, che me 'mpresti na' sigaretta?). Appassionato di cinema e letteratura, usa l'italiano come un dialetto alternativo alla sua lingua madre, il romanesco. Sostiene la battaglia per i diritti civili anche se riconosce che spesso tratta la questione con degli incivili. Ha un pessimo senso dello humor e si vede, anche in questa breve biografia.

13 pensieri su “Carlo di Pietro, meglio se studi prima di parlare.

  1. Pasquale Trotta

    Peccato che ciò che è successo è altro, il giorno 11 gennaio 2013, quando vi hanno disattivato il sito, mi son girati i coglioni; ho rintracciato tramite Whois.net i gestori del loro sito e li ho contattati telefonicamente per denunciarli. M’han detto che la richiesta doveva essere fatta scritta tramite e-mail all’indirizzo [email protected] e così ho fatto; se volete vi passo il testo che ho mandato loro.
    Scusate se vi ho tolto il giocattolo preterito ma come disse un certo monaco:
    “un po’ va bene, poi uno rompe il cazzo”.

    Rispondi
  2. GiuX

    Scusa ma eSSo scrive:
    “Se l’attacco è circoscritto, il problema è facilmente aggirabile mediante firewall, ma quando l’attacco diventa di tipo Distributed (D dos, la D sta per distributed) è quasi impossibile sopravvivere, a meno che non si posseggano risorse economiche ingenti e infrastrutture professionali.”

    Ma io credevo che Aruba fosse una infrastruttura professionale… in grado di aiutare i suoi clienti a risolvere questo genere di problemi, o forse è un modo di CdP per dire che aruba non è professionale?

    nslookup http://www.pontifex.roma.it
    Server: 127.0.0.1
    Address: 127.0.0.1#53

    Non-authoritative answer:
    Name: http://www.pontifex.roma.it
    Address: 62.149.140.198

    whois 62.149.140.198
    % This is the RIPE Database query service.
    % The objects are in RPSL format.
    %
    % The RIPE Database is subject to Terms and Conditions.
    % See http://www.ripe.net/db/support/db-terms-conditions.pdf

    % Note: this output has been filtered.
    % To receive output for a database update, use the “-B” flag.

    % Information related to ‘62.149.128.0 – 62.149.159.255’

    inetnum: 62.149.128.0 – 62.149.159.255
    netname: ARUBA-NET
    descr: Aruba S.p.A. – Shared Hosting and Mail services
    country: IT
    admin-c: SS936-RIPE
    tech-c: AN3450-RIPE
    status: ASSIGNED PA
    mnt-by: ARUBA-MNT
    source: RIPE # Filtered

    role: ARUBA NOC
    address: Aruba S.p.A.
    address: Loc. Palazzetto 4
    address: 52011 Bibbiena Stazione – Arezzo
    address: Italy
    abuse-mailbox: [email protected]
    admin-c: SS936-RIPE
    tech-c: SC279-RIPE
    nic-hdl: AN3450-RIPE
    mnt-by: ARUBA-MNT
    source: RIPE # Filtered

    person: Susanna Santini
    address: Aruba S.p.A.
    address: Piazza garibaldi 8
    address: 52010 Soci
    phone: +39 0575 0505
    fax-no: +39 0575 862000
    nic-hdl: SS936-RIPE
    mnt-by: ARUBA-MNT
    source: RIPE # Filtered

    % Information related to ‘62.149.128.0/19AS31034’

    route: 62.149.128.0/19
    descr: Aruba S.p.A. Network
    origin: AS31034
    mnt-by: ARUBA-MNT
    source: RIPE # Filtered

    % This query was served by the RIPE Database Query Service version 1.50.5 (WHOIS2)

    Rispondi
  3. Priapus

    Ma forse è solo un equivoco, essendo poco alfabetizzati ed avendo una sfegatata ammirazione per tutti quelli che rubacchiano e saccheggiano, come i loro santi don,
    avevano confuso Aruba con a ruba; quando qualcuno un pò più alfabetizzato ha chiarito l’equivoco, hanno perso ogni fiducia, loro si fidano solo di simoniaci e ladri di
    elemosine e diffidano santamente di ogni forma di correttezza.

    Rispondi
  4. stefano

    La pagina ora ha un aspetto diverso: hanno modificato la spiegazione. Ora dettagliano meglio la situazione e tirano in ballo il PHP… Pare che il DDOS si basi sul sovraccarico della CPU (o della memoria, non si capisce) dei server, saturati da un grande numero di richieste. Dato che il sito Pontifesso si basa su PHP per generare le pagine dinamicamente, questo grande numero di richieste manda in crisi i server di Aruba e rende il sito indisponibile. Questo spiegherebbe per quale ragione la pagina HTML “vanilla” è invece visibile senza problemi.

    Rispondi
  5. Remo

    Insomma, sono giorni che i nostri dirimpettai non secolarizzati sono sott’attacco di questo vile attentano satico-informatico da parte del tricoprivo di via Bono! Ma il dott. Oronzo Canà che fa? e la DIGOS, la CIA, i Navy SEAL, la Polizia Fluviale dormono?!

    Rispondi
  6. Fudo

    Appena letto il disclaimer, secondo loro sarebbe opera di hacker “professionisti”.. vabbe, giusto per non discriminare nessuno allora diciamo che solo i gonzi “professionisti” possono credere a una tale fesseria.. oltre, ovviamente ai contenuti dei loro “articoli” ;)

    Rispondi
  7. remedybrain

    Altro svarione del webmaster di Pontifex: tirano in ballo WordPress, quando il loro sito è creato in Joomla. Inoltre dare la colpa a falle di sicurezza presenti in una delle due piattaforme è il colmo: come se queste non presentino già notevoli migliorie in termini di sicurezza…

    Rispondi
    1. stefano

      WordPress centra dato che tutti i siti basati su WordPress (quindi virtualmente anche Pontilex) possono essere utilizzati da un hacker per scatenare un attacco DDos. Cioè tutti i siti basati su WordPress possono essere gli “agent” (mi torna in mente il buon vecchio LOIC) attraverso cui un aggressore può scatenare un attacco verso un target.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif 
 

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.