parole ed azioni

dopo la pubblicazione delle interviste al  Monsignor Fusi Pecci (vescovo emerito di Senigallia) ed al Monignor Appignanesi (vescovo emerito di Potenza) pochi minuti fa ho inviato due email di protesta alle diocesi di Senigallia e di Potenza.

Vi invito a passare dalle parole ai fatti. Copiate/incollate le mail oppure scrivetene una vostra ed inviatele agli indirizzi email indicati nel post. Se le procure della Repubblica non agiscono puo’ agire il cittadino con la protesta.

allego il testo delle email inviate :

=============================================================

inviata alla diocesi di Senigallia :

destinatari (vescovo Diocesi di Senigallia) :
[email protected]

buongiorno,

mi chiamo Sandro Storri e le scrivo per manifestarle il mio stupore e la mia riprovazione per le affermazioni fatte dal vescovo emerito della sua diocesi, il mons Odo Fusi Pecci, sulle pagine del blog cattolico pontifex.roma.it
 
il link alle dichiarazioni rilasciate da mons. Fusi Pecci e’ questo : 
 
le affermazioni fatte da mons. Fusi Pecci sono gravemente offensive nei confronti di una categoria di persone ed in particolare nei confronti di un Cittadino che ricopre una carica pubblica come l’On Vendola.
 
Spero che le affermazioni del mons Fusi Pecci riportate nell’articolo siano il risultato di una cattiva intepretazione da parte del giornalista Bruno Volpe. In caso contrario sarebbe davvero difficile, da parte mia, credere nella capacita’ di accoglienza, comprensione e perdono della Chiesa Cattolica e dei suoi sacerdoti.
 
Conto su una sua risposta, quantomeno per darmi modo di essere sicuro di avere ben compreso il senso delle dichiarazioni rilasciate da mons. Fusi Pecci
 
distinti saluti
Sandro Storri
=============================================================
inviata alla diocesi di Potenza :
destinatari (com. soc. diocesi PZ) :
g——[email protected], m——.f—–@comune.potenza.it, [email protected]
buongiorno,
 
mi chiamo Sandro Storri e le scrivo per manifestarle il mio stupore e la mia riprovazione per le affermazioni fatte dal vescovo emerito della sua diocesi, il mons Ennio Appignanesi, sulle pagine del blog cattolico pontifex.roma.it
 
il link alle dichiarazioni rilasciate da mons. Appignanesi e’ questo : 
 
le affermazioni fatte da mons. Appignanesi sono gravemente offensive nei confronti di una categoria di persone. Come cittadino laico non posso accettare che un prelato possa permettersi di fare tali affermazioni nei confronti di altri Cittadini.
 
Spero che le affermazioni del mons Appignanesi riportate nell’articolo siano il risultato di una cattiva intepretazione da parte del giornalista Bruno Volpe. In caso contrario sarebbe davvero difficile, da parte mia, credere nella capacita’ di accoglienza, comprensione e perdono della Chiesa Cattolica e dei suoi sacerdoti.
 
Conto su una sua risposta, quantomeno per darmi modo di essere sicuro di avere ben compreso il senso delle dichiarazioni rilasciate da mons. Appignanesi.
 
distinti saluti
Sandro Storri
Questo articolo è stato pubblicato in Non meglio categorizzati il da .

Informazioni su sandro.storri

Progettista e sviluppatore di software precario (Sandro, non il software). Tipico prodotto delle periferie della capitale (aho!, che me 'mpresti na' sigaretta?). Appassionato di cinema e letteratura, usa l'italiano come un dialetto alternativo alla sua lingua madre, il romanesco. Sostiene la battaglia per i diritti civili anche se riconosce che spesso tratta la questione con degli incivili. Ha un pessimo senso dello humor e si vede, anche in questa breve biografia.

7 pensieri su “parole ed azioni

Rispondi a AlbertoB Annulla risposta