Uccr e la “posizione” della Chiesa sul sesso prematrimoniale: posizione del missionario?

I neo-crociati dell’associazione cattolica Uccr (Unione cristiani cattolici razionali) sono sempre in prima linea nella diffusione e protezione della dottrina della Chiesa cattolica: omofobia, contrasto al divorzio (ma non quello che avviene tramite i tribunali ecclesiastici), contrasto al darwinismo, etc.

Tra le varie battaglie c’è anche il contrasto al sesso pre-matrimoniale.
A tal proposito dedicano un articolo sul sesso prima del matrimonio. Il punto di vista della Chiesa cattolica a riguardo è ben sintetizzato – nell’articolo uccrociato – dalle parole del teologo padre Maurizio Faggioni secondo cui «L’unione sessuale trova il suo contesto appropriato soltanto nel matrimonio perché solo nel matrimonio, inteso come progetto globale di vita, la sessualità può esprimere le due dimensioni fondamentali dell’amore coniugale, la comunione e la fecondità»: una visione non da tutti condivisibile ma certamente degna del massimo rispetto.

«Nella odierna società pansessualista, figlia della rivoluzione sessuale del ’68, ogni momento della giornata è stimolato da pubblicità, articoli, notizie e intrattenimento a base sessuale»: così scrive l’articolista di Uccr.
Non so se ogni momento della giornata sia stimolata da impulsi sessuali. C’è da pensare che lo sia quella degli uccrociati considerando che intitolano il loro articolo “Sesso prematrimoniale: la posizione della Chiesa”. Molto facile ironizzare che – sul sesso prematrimoniale – la posizione che la Chiesa può adottare sia solo la “posizione del missionario” (quella classica). Magari sostituire “posizione” con “punto di vista” avrebbe evitato facile battute….

A parte le facili battute secondo gli uccrociati la posizione della Chiesa sarebbe appoggiata anche dalla comunità scientifica.
A tal proposito offrono uno studio scientifico pubblicato su APS Psychological Science che, secondo quanto scrivono gli stessi uccrociati, rileva che «le coppie sposate o conviventi che avevano atteso a fare sesso avevano “significativamente ridotti i livelli di insoddisfazione nella relazione”»: peccato che aspettare per fare sesso (evitandolo magari al primo appuntamento) non significa affatto evitare il sesso prematrimoniale.

Per la loro battaglia sessuofobica gli uccrociati riportano un secondo studio che – secondo gli uccrociati – stabilisce che «il sesso prematrimoniale può avere degli effetti negativi sulla qualità della relazione». Purtroppo basta aprire l’abstract per leggere semplicemente «Bivariate results suggested that delaying sexual involvement was associated with higher relationship quality across several dimensions» (I risultati suggeriscono che il ritardo del coinvolgimento sessuale era associato con una migliore qualità relazionale sotto varie dimensioni). Tutto questo non significa affatto che il sesso prematrimoniale può avere effetti negativi ma che può averlo un sesso affrettato (magari quando ancora non ci si conosce bene).

Un successivo studio citato dagli uccrociati proviene addirittura dall’American Psychological Association (Apa). Purtroppo per gli uccrociati l’Apa è la stessa associazione che ha bocciato le “teorie riparative” sull’omosessualità di Nicolosi (sostenute dalla Chiesa cattolica, da Forza nuova e da Uccr). Perciò gli uccrociati – al massimo della loro incoerenza – sulle terapie riparative criticate dall’Apa scrivono di «infondatezza della posizione politica dell’American Psychological Association (APA)» ma non si fanno problemi a citare degli studi dell’Apa che – ovviamente solo secondo loro – consiglierebbero di non fare sesso prima del matrimonio.

Purtroppo gli uccrociati continuano con il loro gioco di citare fonti di cui forse ignorano del tutto il contenuto: infatti la scienza – al contrario di quanto sostengono gli uccrociati – non sostiene affatto la castita prematrimoniale.
La domanda a questo punto sorge spontanea: gli uccrociati non sposati fanno sesso prima del matrimonio? C’è da augurarsi che siano coerenti con la dottrina della Chiesa e si astengano dal sesso anche dopo un eventuale matrimonio.
Comunque – come insegna Woody Allen – c’è un ottimo motivo per essere contrari ai rapporti sessuali prima del matrimonio: fanno arrivare tardi alla cerimonia.

Cagliostro
www.alessandrocagliostro.WordPress.com

@Cagliostro1743

8 pensieri su “Uccr e la “posizione” della Chiesa sul sesso prematrimoniale: posizione del missionario?

  1. Remo

    Ma non solo: per essere pienamente coerenti, anche da sposati bisognerebbe fare sesso solo se intenzionati a procreare (altrimenti cicca!).

    Rispondi

Rispondi a alessandra piccinini Annulla risposta