Sospeso l’account Twitter di Pontifex Roma [AGGIORNATO]

 L’account twitter di Pontifex Roma è stato sospeso. Particolare sottolineare come Pontifex, che ha sempre usato l’arma del ban per evitare i commenti critici spesso in misura ben superiore alle quattro visite che ricevono giornalmente, adesso sia bannato.

 Io stesso ho subito svariati ban sul sito, che mi hanno sempre fatto un baffo perché li ho sempre aggirati. Anche il recente ban twitter ero riuscito ad aggirare. Poverini.

 Magari da domani, come hanno fatto per Wot, cominceranno a farneticare circa la cattofobia di Twitter e altre sciocchezze simili. Chissà come rosicheranno. Com’era quel fatto della volpe che non arriva all’uva?

 

 

AGGIORNAMENTO.

Fino alle 14:30 nessuna news da parte dei pontifeSSi. Niente di niente. E l’account twitter di Pontifex era sospeso. Motivazione ufficiale di Pontifex poi emersa: numero elevato di  twit e non certo per le segnalazioni degli utenti. Di insulti ne sono arrivati a iosa, immagino le segnalazioni. Attualmente, comunque, il profilo twitter è ancora sospeso. Chissà che frottola s’inventeranno.

Ho fatto a tempo a salvarne qualcuno che potrebbe comportare una bella denuncia a carico dei PontifeSSi, il tutto ad imperitura memoria prima che li facciano sparire per sempre.

Pura e semplice coincidenza che i twit di Pontifex provengano da un BlackBarry esattamente come quelli che twittava Cidippinen, nevvero?

88 pensieri su “Sospeso l’account Twitter di Pontifex Roma [AGGIORNATO]

  1. adminadmin

    E la “tegola” di Twitter non arriva certo da sola…
    Brunello pigola cercando di sembrare un leone:

    Un Tizio, pare imprenditore, o faccenderie, ci manda una ingiunzione di pagamento civile per una cifra esorbitante, quasi cento milioni di euro, perché, a suo dire, Pontifex.Roma lo avrebbe attaccato e lo avrebbe maltrattato. E siccome, parole sue, Pontifex é una bocca di fuoco da 19 milioni di visite al dì, va soppresso o costretto alla sanzione elevata.

    Il prezzo del successo, Brunello. Il prezzo del successo. Il frutto delle gomitate che vi scambiavate gonfiando il petto quando la vostra porcata su Francesco Pinna aveva portato 75mila visitatori… “Ti passo la palla, Bruno”.

    Dobbiamo dire che si tratta di una persona insana di mente, assecondata forse da legali più zerbini di lui.

    A tempo debito sveleremo i retroscena… E sarà un piacere assistere alla querela per diffamazione da parte di chi ha già querelato il sito Pontifesso. Già perchè non basta non menzionare l’interessato: se il soggetto è facilmente identificabile (ed in questo caso è facilmente identificabile) la querela per diffamazione a Brunello non la toglie nessuno… 😉

    non temiamo le azioni civili: in aula smonteremo pezzo per pezzo le accuse ed anzi sarà il motivo per accertare: di che campa il Tizio, che cosa fa, come ha prosperato, chi sono i padrini suoi ed i giannizzeri che lo frequentano; a quanto ci dicono: un Testimone di Geova e tre insipienti giovanotti dell’hinterland barese.

    Foxy, è inutile che cerchi di fare la voce grossa: il tuo pigolare non disturba affatto le nostre orecchie. Ti brucia la querela, vero? Ti brucia osservare che altri non sono come te e che anzi non minacciano: vanno dritti al sodo… Povero Foxy… Poverello.

    Cari lettori, esprimeteci solidarietà e, in privato, vi daremo i connotati del Tizio e ulteriori dettagli. Fatelo chiudere voi.

    Chissà se questa si può considerare una minaccia, un ricatto o chissà quale altro reato… Brunello fatti un favore: non complicarti la vita. Evitati altre querele. Statti zitto.

    https://s3.amazonaws.com/pontilex/Stampa+-+I+GUASTI+DELLA+LEGGE+BASAGLIA.+LETTORE+CITA+PER+DANNI+PONTIFEX%2C+BOCCA+DI+FUOCO+DA+DICIANNOVE+MILIONI+DI+VISITE.pdf

    Rispondi
        1. adminadmin

          Sandro sono d’accordo con te: Il faccendiere si occuperà di faccende

          Non mi risulta invece chiaro il ruolo di un faccenderie… Diciamo che il Brunello degli ultimi articoli (pieni di errori) è lo stesso Brunello che mi scriveva mail lo scorso anno. Ora lo riconosco. 😉

          Rispondi
        2. adminadmin

          Ma che fine hanno fatto i “ben pensanti” che invocavano il sequestro preventivo per gli altrui siti? Perchè ora, in presenza di una denuncia, non invocano il sequestro preventivo anche per il bel sito Pontifesso? 🙂

          Ah beata incoerenza… 😉

          Rispondi
  2. adminadmin

    Faccio una domanda. Quali sono le ragioni che portano alla sospensione di un account Twitter? Ovviamente si tratta di una domanda pleonastica. 😉

    http://buzzedition.com/twitter/are-you-risking-twitter-account-suspension/

    Come reagire alla sospensione dell’account Twitter?

    https://support.twitter.com/articles/87329-contestare-la-sospensione-di-un-account

    E’ dunque molto probabile che gli amici Pontifessi siano stati bannati per sempre da Twitter. La loro fama ormai li precede…

    Rispondi
    1. Pier91

      5. What Does Twitter Consider Spam ?

      (evidenziato in azzurro assieme a pochi altri elementi della lista)
      * If your updates consist mainly of links, and not personal updates;

      upps, qui qualcuno non ha capito cosa sia twitter e come si usa.. allo stesso modo di facebook
      aah il sonno della ragione genera mostri

      Rispondi
    1. Pier91

      Ora andranno a testa bassa contro TW perché la loro opera di apologetica è stata considerata mero SPAM, e invocheranno la cattofobia.. già ce li vedo

      Rispondi
    1. adminadmin

      Si si … Sono d’accordo con te, Pao. Si tratta EVIDENTEMENTE di un minimessaggio del minidio Pontifesso. Che però è strabico dibbestia e quindi probabilmente voleva mandare un minimessaggio a B.V. l’avvocato 50enne di Murat. Ed invece ha sbagliato ed ha mandato il messaggio a Bruno Volpe, avvocato 50enne di Murat. 😉

      Rispondi
          1. paopao

            mah…

            Diciamo che non lo possiamo escludere.

            Del resto, admin,circa le speculazioni sullo stalker BV e Bruno Volpe, hai mai letto l´ombra di una smentita, una spiegazione o almeno una MINACCIA DI QUERELA??? .. Io MAI, sto ancora aspettando che Volpastren “mi legga il Levitico ” (come si suol dire in Crante Cermania)

          2. adminadmin

            Già già Pao… Questa similitudine incredibile tra Bruno Volpe e BV lo stalker di Murat inizia a diventare una pesante ipoteca sulla credibilità di Brunello nostro… E’ davvero impellente un netto e definitivo chiarimento da parte di Foxy! 😉

    1. adminadmin

      Beh il cristianesimo forse no. Ma un brutto colpo per gli amici Pontifessi…

      QUALE…
      GRAVERRIMA…
      PERDITA…
      PER…
      IL…
      GIORNALISMO…
      BWHAHAHAHA scoppio dalle risate! 😉

      Rispondi
  3. SandroSandro Autore articolo

    Al momento in cui scrivo, (09:45), c’è solo il post del santo del giorno …

    AGGIORNAMENTO.
    10:30. Ancora nessun aggiornamento su Pontifex. Devono averla presa proprio malemalemale.

    11:30. Niente ancora …

    12:30. Silenzio tombale …

    13:30. Nessun aggiornamento. Niente di niente. Come rileva giustamente admin anche il plug in di twitter è ancora lì.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Secondo me non si sono ancora accorti. Sulla loro homepage c’è ancora lo spazio dedicato agli ultimi aggiornamenti su Twitter… Che resta inesorabilmente fermo “in clessidra”. Chissà perchè… 😉
      Quanto ci vuole a togliere un plugin dalla homepage? Due minuti? Tre minuti? Se ti accorgi del “disguido”, anche meno. Loro evidentemente non si sono ancora accorti di nulla. Sagaci! 😉

      Rispondi
  4. IsilIsil

    Di norma non rido delle ‘disgrazie’ altrui, ma…
    Ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah xD
    Aspetto con ansia il prossimo articolo-sfuriata sulla cattofobia di twitter..

    Rispondi
    1. adminadmin

      Leggendo i tweet del loro “volontario” troppo solerte si evince una cosa soltanto: sono alle prese con problemi enormi. Le parole che usa il loro “volontario” gli procureranno decine di denunce per diffamazione. E dunque, stando alle parole di Carletto, decine di violazioni del quinto comandamento! Moriranno in stato di peccato mortale! Poverelli…

      Rispondi
        1. adminadmin

          Abbiamo le parole di Carletto che equipara la diffamazione ad una violazione del quinto comandamento!

          E se lo dice il predicatore laico Di Pietro c’è da stare tranquilli! 😉

          Rispondi
        2. adminadmin

          Riporto per completezza le parole caritatevoli che Carletto ci ha indirizzato.

          Per evangelizzazione vi informo che la calunnia, ovverosia il gravissimo peccato che voi commettete contro Dio, a danno del sottoscritto, non è una “falsa testimonianza”, bensì è un peccato mortale che rientra nell’ambito delle precise violazioni al 5° comandamento: NON UCCIDERE. Per calunnia si intende “uccidere la persona nella dignità”

          Quindi secondo Carletto chi calunnia (forse intendeva dire “diffama”) viola il quinto comandamento. Parola di Carletto!

          Rispondi
    2. adminadmin

      Rispondendo al nostro caro Cagliostro, il loro fantomatico “volontario” afferma:

      Bruno ha altri impegni. Lei organizzi e non si preoccupi che qualcuno di noi interverra’ volentieri. 60gg di anticipo.

      Davvero molto ben informato questo “volontario” 😉

      Rispondi
    3. Pier91

      La “signora” ha scritto che lei piuttosto che “molestare noi avrebbe preferito farsi sfondare da un gruppo di negri” (riportiamo le testuali parole).

      Le è stato fatto presente che determinate parole rendono offesa alle donne; è stato detto alle “figlie di Sion”, che sta appunto ad indicare tutte le donne.

      ma che ricostruzione di ‘sti quaccheri è stata fatta? alla faccia delle “testuali parole”! Il post di Giulia aveva una frase diversa, e inoltre si parlava di “Figlie di Eva”, mica figlie di sion.. bah

      Rispondi
      1. adminadmin

        Occorre salvare rapidamente tutti i tweet sull’argomento. Quanti più possibile. Temo che gli amici Pontifessi abbiano già cominciato a fare sparire quelli più compromettenti (cosa già accaduta in passato, in altri contesti).

        Rispondi
        1. Pier91

          io sto aprendo tutte le conversazioni e lascio la tab del browser aperta, nel caso iniziassero a cancellare qualcosa copincollo tutto anche io

          Rispondi
      2. adminadmin

        La ricostruzione proposta da Pontifex è quanto di più falso si possa immaginare. Basta cambiare qualche parola per mutare il senso delle frasi!

        Gli amici Pontifessi mostrano pubblicamente la loro faccia razzista, xenofoba, omofoba e sessista!

        Rispondi
        1. Pier91

          (Pontifex.Roma ‏@PontifexRoma):
          “@FedeEvangelisti se solo studiassi lo sapresti. Se non studi e parli a sproposito sei ugualmente ignorante. lo studio allontana il razzismo”

          che autogol!

          Rispondi
    4. adminadmin

      Delirio totale…

      Cinguettio di tale “L’ammazza tweet” indirizzato agli amici Pontifessi:

      E alla fine della storia @PontifexRoma ha fatto la figura del bigotto. @giuliaviolante della troia, senza offesa.

      Risposta piccata del “volontario” (abbiamo l’impressione che si chiami CdP, questo “volontario”)

      @L_ammazzaTweet il termine bigotto e’ invenzione di chi non e’ in grado di resistere al peccato. E’ razzismo anti cattolico.

      Interviene tale Riccardo che mette la ciliegina sulla torta:

      @PontifexRoma @L_ammazzaTweet http://dizionari.zanichelli.it/parola-del-giorno/2006/03/02/la_parola_del_giorno__bigtto/ la zanichelli non concorda con voi sull’etimologia (e penso abbiano ragione)

      Rispondi
    1. SandroSandro Autore articolo

      Non è che ti hanno bannato? Con i miei potenti mezzi, nonostante un ban, vedo che l’ultimo twit è di una mezz’oretta fa.

      Rettifico: anche i miei potenti mezzi che aggirano il mio ban sull’account twitter confermo che l’account è nuovamente sospeso. Ho fatto a tempo a fare lo screen shot di alcuni tweet da denuncia.

      Rispondi
      1. Pier91

        No beh il mio account twitter non lo uso da ottobre dell’anno scorso, quindi non vedo come possano sapere quale sia la mia identità da bannare :LOL:

        Rispondi
      2. tizio che non dice il suo nome

        Sono un utente di Twitter, che però vuole rimanere anonimo: Confermo che l’accunt e tornato rapidamente sospeso.
        Prima era ritornato, con tanto di una rispostaccia da parte loro, dove mi accusarono di essere razzista.

        Rispondi
        1. Demart81

          “NOVITA’: ore 16:20, il nostro account risulta nuovamente sospeso per problema di “aggressive following behavior” IMMOTIVATO AL 100%. Stiamo cercando di risolvere il problema. Ci scusiamo per il disagio arrecato ai nostri utenti.”
          ROTFL

          Rispondi
          1. adminadmin

            Hai ragione… non creano mai disagio. Quando producono le loro Pontifesserie ci fanno ridere. Quando sono zitti ci dedichiamo ad altri siti… Hai ragione. 😉

    1. SandroSandro Autore articolo

      Ma tu che mi dici, gli asini volano …. grazie grazie, non riuscivo a capire cosa fossero quegli esseri volanti. Pensavo fossero gli alieni che avevano ordinato a Sara Tommasi di fare il porno.

      Rispondi
  5. francesco t

    una guerra totale in questi giorni XD tra quello che li ha denunciati, l eliminazione da twitter, si mettono pure a puntare il dito contro francesco zanardi che ha denunciato il fatto dell agapo (che propone cure per gli omosessuali). però c è qualcosa di strano se ci fate caso. niente di particolarmente acceso nei confronti di zanardi. nessun “sodomita,pervertito,invertito,ecc” in stile pontifesso. solo un gran copia e incolla di cose che ho gia smentito ampiamente pià e più volte sul loro stesso sitarello (ma si sa, su pontifex detta la regola : più lo posti, più è veritiero).

    evidentemente hanno così tante gatte da pelare che questo li ha fatti abbassare perfino quella cresta da galletti arroganti .

    Rispondi
    1. stevenY2J

      Beh, Francesco, la mistificazione c’é sempre perché questo Zanardi ha presentato un esposto non contro le terapie riparative di AGAPO in sé (che sono comunque una scemenza) ma sulle sovvenzioni della ASL al fine di accertare “perché, e in base a quali criteri, la Asl abbia fornito contributi pubblici per un servizio telefonico che, tra l’altro, funziona appena un’ora al giorno” (testuali parole ).
      Trattandosi di soldi pubblici e visto che si parla di tagli alla sanità, mi sembra una richiesta del tutto legittima che, come al solito, Pontifex maschera come razzismo, cattiveria, cattofobia e stupidaggini analoghe.

      Rispondi
      1. adminadmin

        Parafrasando il titolo Pontifesso…

        MONDO PONTIFESSO: I PONTIZOMBIES ATTACCANO FRANCESCO ZANARDI. PUBBLICA MANIFESTAZIONE DI IGNORANZA, CATTIVERIA, MALAFEDE ED INTOLLERANZA.

        Rispondi
        1. adminadmin

          Ma tu sottovaluti la potenza dei loro operatori telefonici! Sei cattofobico! 😉

          Visto che il contenuto medio della telefonata era “Guarda che si può guarire. Pagaci 1500 euro e vieni al posto X all’ora Y.”, capisci bene che in una singola ora si riescono a gestire senza problemi decine e decine di telefonate… 😀

          Rispondi
  6. adminadmin

    Sono passate le 21:30 e l’account twitter degli amici Pontifessi è ancora sospeso…

    Spero per loro che sia possibile per loro utilizzare il loro traballante italiano nelle comunicazioni con Twitter. L’alternativa è drammatica: memori degli scambi di messaggi con il team di WOT (in inglese) rischiano davvero grosso questa volta… 😉

    Rispondi
      1. adminadmin

        Beh loro ci provano. Ma poi si manifesta la loro asocialità… E’ più forte di loro: sono affascinati ed attratti dai social media. Ma gli esiti sono sempre gli stessi… Ricordiamo il caso di WOT… Ed ora Twitter… La storia si ripete… 😉

        Rispondi
        1. adminadmin

          Si si ora si. Sono tornati i loro epici cinguettii…

          Robaccia come:

          LA VICENDA #TWITTER vs #PONTIFEX E LE MENZOGNE DI @GQITALIA.IT . ECCO A VOI @GIULIAVIOLANTE

          Capito, le “menzogne” di GQ… Le menzogne! Loro, che stravolgono l’altrui pensiero. Le menzogne!

          Che pusillanimi!

          Rispondi

Rispondi