[Quickpost] Il bello dei PontifeSSi…

… è che certe volte ti servono la battuta su di un piatto d’argento.

L’ilarità odierna deriva dall’ennesima intervista del Volpastro all’ennesimo emerito, Mons. Pierro, arcivescovo emerito di Salerno e Campagna:

MONS. PIERRO: AL ROSARIO AFFIDATE LA SALVEZZA DEL MONDO. MEZZO SICURO AD ALLONTANARE IL DEMONIO

Nello specifico ecco le frasi che mi hanno fatto sghignazzare:

“Il Rosario ci protegge dalle tentazioni del Demonio?

“ogni preghiera ci unisce a Dio e dunque, se siamo collegati a Dio, è ben difficile che Satana possa avvicinarsi. Nel particolare, il Rosario è una potente arma per sconfiggere le suggestioni e le seduzioni del nemico”.”

Mi perdoni Eminenza ma, personalmente, preferisco il metodo di Suor Yolanda

 

 Fonte delle risate:

http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/11666-mons-pierro-al-rosario-affidate-la-salvezza-del-mondo-mezzo-sicuro-ad-allontanare-il-demonio

11 pensieri su “[Quickpost] Il bello dei PontifeSSi…

    1. adminadmin

      Gennaro invece di mettere solo il link, possiamo anche mostrare il suo “commento”.. 😉

      Il Maldestro infatti risponde come leggerete più sotto al seguente messaggio di Betta:

      Intanto La ringrazio per la risposta.
      Lei fa una serie di considerazioni tutte basate su dogmi di fede. Ai dogmi si può decidere di credere, oppure no. Io non ci credo, credo che i dogmi non siano affatto ispirati dallo spirito santo, credo che siano interpretazioni più o meno fedeli date da uomini per uomini.
      Ovviamente, dal vostro punto di vista, questo pone al di fuori della chiesa cattolica, io mi limito a pensare che mi ponga solo al di fuori dell’idea che voi avete della chiesa cattolica.

      Detto ciò, c’è una cosa molto più importante da dire: la stragrande maggioranza dei cittadini del mondo non è composta da dotti studiosi delle scritture; pochissimo sono coloro i quali vogliono e possono dedicare gran parte delle loro esigenze agli studi religiosi.
      Quasi tutti siamo ignoranti più o meno volonterosi, ma abbiamo un cuore, un’anima, un cervello e l’onere/onore di fare delle scelte.
      Io vivo nel mio tempo, il mio tempo è un mondo a colori e io li voglio accogliere tutti.
      Voglio tenere la porta del cuore aperta per chi mi apre la sua, non mi sento superiore a chi crede in un Dio che si chiama in un altro modo, non penso che due uomini onesti che si vogliono bene gridino vendetta al cospetto di Dio e, sì, sono convinta che crociate, inquisizione, campagne in america latina siano state una ferita profondissima e una vergogna eterna.

      Ecco le parole di Carletto (in corsivo, con quelle di Betta in grassetto):

      […]
      Lei fa una serie di considerazioni tutte basate su dogmi di fede. Ai dogmi si può decidere di credere, oppure no. Io non ci credo, credo che i dogmi non siano affatto ispirati dallo spirito santo, credo che siano interpretazioni più o meno fedeli date da uomini per uomini.
      Credimi, ti rispondo con estrema sincerità, il discorso a cui fai riferimento è già stato, da te, proposto più volte.

      Ti ho risposto io, ti ha risposto Nik, ti ha risposto Banfi ed altri.

      Ti sono stati anche dedicati uno o forse due articoli.

      Non intendo ripetermi per 2 motivi:

      1) Sembri non voler comprendere;

      2) Se comprendi ma non accetti, pecchi contro lo Spirito Santo, quindi non voglio sentirmi tuo complice.

      Ti sono stati elencati chilometri di miracoli che, per altro, hanno confermato al 100% l’azione dello Spirito Santo nella unica e legittima Chiesa.

      Ovviamente, dal vostro punto di vista, questo pone al di fuori della chiesa cattolica, io mi limito a pensare che mi ponga solo al di fuori dell’idea che voi avete della chiesa cattolica.

      Vorrei precisarti che il mio punto di vista non è personale o singolare, ma è opinione ufficiale della Chiesa cattolica; ci tengo a ribadire il concetto perché, come spesso accade, “Tradisce la Sacra Scrittura chi la commenta facendo dire allo Spirito Santo ciò che non ha detto” (San Tommaso, Summa Theologiae, II-II, q. 11, a. 2, 2um).

      Per punto di vista ufficiale della Chiesa cattolica, non intendo che io sono il Papa, ma semplicemente che apro il Catechismo o altri documenti di Magistero e riporto.

      Non esiste un “voi avete” o un “loro hanno”; nella Chiesa cattolica cambiano carismi o spiritualità, ci sono molte peculiarità, ma davanti al Magistero non esiste un “voi avete” o un “forse” o un “però” o un “ma quel prete dice le cose diverse”.

      Lo Spirito Santo, tramite la Chiesa, ha fornito e fornisce tutte le risposte, dunque chi tenta di sovvertire il cattolicesimo, pur dichiarandosi cattolico, è eretico, è apostata, è disobbediente o è scismatico … dipende dai casi, che possono essere centinaia.

      Detto ciò, c’è una cosa molto più importante da dire: la stragrande maggioranza dei cittadini del mondo non è composta da dotti studiosi delle scritture; pochissimo sono coloro i quali vogliono e possono dedicare gran parte delle loro esigenze agli studi religiosi.

      Hai ragione, i risultati si vedono ed è colpa dei religiosi impreparati o eretici.

      Lo spirito missionario vero sta morendo, dove per “spirito missionario” si intende la formazione del catecumeno in ogni parte del globo; prima viene la formazione spirituale e poi la sussistenza materiale.

      Questo fenomeno che tu hai sintetizzato come sopra, si chiama frutto della secolarizzazione, del relativismo e del sincretismo.

      Quasi tutt i siamo ignoranti più o meno volonterosi, ma abbiamo un cuore, un’anima, un cervello e l’onere/onore di fare delle scelte.

      Io potrei essere il più ignorante di tutti, forse lo sono, ma so bene che “uccidere” non è una scelta buona, come non lo è “rubare”, come non lo è “sodomizzare”, come non lo è “tradire”, ecc … ecc…

      Questa è la legge naturale, impressa in noi da Dio al momento della Creazione; con il peccato originale si perde la “perfezione”, ma non la “consapevolezza della legge naturale”, di ciò che è “giusto” e di ciò che è “sbagliato”.

      Io vivo nel mio tempo, il mio tempo è un mondo a colori e io li voglio accogliere tutti.

      Nessuno te lo vieta.

      La Chiesa cattolica è l’unica fede che conta decine di migliaia di missioni nel mondo ed aiuta tutti.

      Cristo non discrimina e non fa differenze di “colori”, bisognerebbe, però, saper contraccambiare il Suo Amore; lo si fa con l’Osservanza.

      Voglio tenere la porta del cuore aperta per chi mi apre la sua, non mi sento superiore a chi crede in un Dio che si chiama in un altro modo, non penso che due uomini onesti che si vogliono bene gridino vendetta al cospetto di Dio e, sì, sono convinta che crociate, inquisizione, campagne in america latina siano state una ferita profondissima e una vergogna eterna.

      Qualcuno te lo vieta?

      Tu puoi pensare ciò che vuoi e nessuno ti obbliga.

      Cattolicesimo è libera scelta, non è coercizione.

      Bisogna, però, capire che non si può pretendere di insegnare a Dio ciò che è giusto da ciò che è sbagliato.

      Esistono 4 peccati che gridano vendetta la cospetto di Dio e, fra questi, c’è anche il sesso impuro contro natura.

      La Scrittura e la Chiesa ci hanno specificato molto bene le differenze di “amore”: quello che si deve a Dio, al coniuge, ai genitori, ai parenti, agli amici e via dicendo.

      L’amore omosessuale è intrinsecamente disordinato e non può essere accettato. Va corretto con rette catechesi, preghiera e adeguate cure pastorali. E’ necessario aiutare l’errante, affinché si ravveda in tempo e non sfoci il suo disordine in atti contro natura.

      Un prete cattolico che ammette o che sponsorizza le unioni gay o l’amore (sponsale) fra persone dello stesso sesso, è eretico.

      Non lo dico io e non lo dice Pontifex, ma lo scrive la Chiesa cattolica a CARATTERI CUBITALI da 2.000 anni circa.

      Crociate, Inquisizione, campagne in America Latina, pedofilia ed altro sono fenomeni umani da analizzare stoicamente e con il dovuto discernimento.

      Oggi si accusa la Chiesa di pedofilia ma, dati alla mano, tutti sappiamo che l’80% – 90% dei casi di abusi sui minori non rientrano nella pedofilia ma nell’efebofilia omosessuale.

      Oggi, documenti alla mano, possiamo confutare e dire: “se parli di pedofilia menti”.

      Crociate, Inquisizione e campagne in America Latina non possono essere condannati come “fenomeni” a priori e vanno studiati con correttezza e con oggettività.

      Molti uomini di Chiesa hanno sbagliato, questo è innegabile, tuttavia “chi è senza peccato scagli la prima pietra”.

      Buona notte.

      San Michele ti protegga.

      Rispondi
        1. Compagno Z

          Devo dire che Betta è un angelo sopportatore: anche se i Pontizombies le rispondono in questo modo, lei pacificamente continua a difendere il suo punto di vista direttamente sul sito non secolarizzato. Io al posto suo gli avrei già rifilato un boffangulo formato famiglia!

          Grande Betta

          Rispondi
          1. Betta

            Ci sono vicina….il fatto è che sono esilaranti. Li prenderei a testate nei denti, ma mi faccio anche delle crasse risate e mi mancheranno.
            Stasera mi chiedono pubbliche scuse per aver offeso lux.
            Gli ho risposto. Non scusandomi, ovvio.

          2. StevenY2J

            Betta, io ammiro il modo in cui continui a commentare su Pontifex. Sinceramente, io ho perso ogni voglia da quando sono comparsi alcuni utenti (non sto a ripetere i nomi) per i quali il dialogo non esiste (ovvero “dialogo=dobbiamo pensarla tutti nello stesso modo e darci ragione a vicenda”) e che, se tu fai notare un pensiero fuori dal (loro) coro, ti insultano dandoti dell’ignorante, dell’analfabeta e, poi, pretendono pure che tu “ti scusi” per aver osato pensare qualcosa di diverso da loro.
            Però, leggo sempre e apprezzo i tuoi bei commenti.

            Per quanto riguarda la risposta di Carlo faccio notare che il “non rubare”, “non uccidere”… non derivano da un fantomatico “diritto naturale”

            Infatti, quando l’uomo era un selvaggio vigeva, al contrario, la “legge del più forte” che impone proprio di uccidere il più debole, il “malato” del branco, di rubare a quello che non può difendersi, ecc…
            I principi indicati nascono, invece, dal contesto culturale, etico e religioso, dall’evoluzione sociale e anche dal benessere economico, nonché dalla creazione del diritto positivo (= Stato e le sue leggi). Basterebbe dare una scorsa veloce alle opere di Rousseau, Hobbes e Locke.
            Gli esempi di Carlo arrivano, paradossalmente, a dimostrare, proprio, che non esiste un “diritto naturale o divino” e che, di conseguenza, i rapporti e le relazioni omo sono perfettamente “naturali” (= esistono in natura).

    1. adminadmin

      In che senso “l’ennesimo articolo contro il Concilio Vaticano II” ?? Quest’oggi il loro sito sembra dedicato a questo argomento! 🙂
      La pubblicità al libro di tale Brunerio Gherardini, del quale viene ripreso un brano relativo al “deicidio”…

      E che dire dello spazio dato ad un sacerdote Lefebvriano (tale Ugo Carandino) ordinato da un “vescovo” scomunicato ??

      Sono semplicemente imbarazzanti.

      Rispondi
  1. Gennaro

    Intendevo dire che il libro di cui viene fatta la pubblicità contiene critiche al Concilio Vaticano II, cmq l’articolo è stato ripreso dal giornale on line Corrispondenza romana, di proprietà della fondazione Lepanto diretta dal professor Mattei http://it.wikipedia.org/wiki/Roberto_de_Mattei. Leggete l’ultima parte, non vi ricorda qualcuno di nostra conoscenza?

    Rispondi

Rispondi