Latest breaking news: terremoto!

Solo un veloce post per informare chi ancora non avesse ricevuto notizie in merito, del fatto che questa notte, attorno alle 4 del mattino, tre scosse telluriche hanno fatto svegliare molte persone tra Veneto, Lombardia, Emilia-Romagna, Marche, Toscana.

Ora inizia la conta dei danni. Campanili abbattuti, industrie rase al suolo. Tre morti. Chissà cosa voleva dire il minidio Pontifesso attraverso questa manifestazione della sua aerofagia…

Il nostro rispetto ed il nostro silenzio per questi morti.

http://www.ilpost.it/2012/05/20/il-terremoto-in-provincia-di-modena/

16 pensieri su “Latest breaking news: terremoto!

  1. paopao

    Ci sono messaggi di quello psicopata che sono percepibili solo da altri psicopati e malati di mente della stessa risma.
    Visto che noi non rientriamo in quelle categorie non ci é dato di sapere…strano peró che i pontizombies ce li rivelino solo quando torna comodo alla loro propaganda.

    Rispondi
  2. francesco t

    è stato il terremoto più forte che abbia mai sentito qui in emilia romagna.
    fortunatamente , essendo dotata di terreno sabbioso, i danni sono stati arginati notevolmente, considerando la potenza del terremoto.
    non deve stupire più di tanto la caduta di vari edifici storici come chiese ed edifici d epoca, visto che hanno l età che hanno e non vi era nessuna impalcatura per sostenerli o per tenerli fermi. i mattoni instabili sono abbastanza normali per queste strutture.

    molto triste che vi siano stati dei morti, forse dovuti più alla fatalità di trovarsi nel punto sbagliato al momento sbagliato che al terremoto stesso.

    ora mi auguro che pontifex, e nel particolare il putinista bruno volpe, non si mettano a fare terrorismo psicologico sui terremoti attribuendoli a un Dio incazzato, anche perchè son crollate delle chiese, quindi se Dio è incazzato, non sarebbe un buon segno per i pontifessi.

    Rispondi
    1. Andrea Laforgia

      “è stato il terremoto più forte che abbia mai sentito qui in emilia romagna.”

      Ahhhh ma allora si spiega tutto! Ci sei tu, in Emilia!

      Rispondi
        1. caterina

          “Egr. Sindaco,
          stanca di ricevere insulti, nonostante non abbia alcun legame di parentela con quel tizio che scrive fesserie sul sito Pontifex, chiedo all’anagrafe di codesto comune di cambiare nome.
          In attesa di un riscontro da parte Vostra porgo i più distinti saluti”.
          Una volpe

          Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Quisquiglie… Visto che le chiese sono molto diffuse (alla faccia della finta cattofobia che alberga solo nella mente di qualche spostato) va da se che la maggior parte dei danni ha coinvolto chiese… 😉

      Rispondi
  3. Pier91

    Quoto ogni parola del commento di Francesco!
    per fortuna qui è andata estremamente bene, solo un grande spavento e quasi nessun danno

    Rispondi
  4. caterina

    Ettipareva che i pontifessi non cogliessero la ghiotta occasione: leggete la chicca

    “E se la bomba di Brindisi volesse dire: signori del Palazzo, la base è stanca? A Brindisi i politici sono stati contestati. Siamo al punto di non ritorno?

    E in Emilia: voi ricca regione delle cooperative rosse, avete dato davvero quello che potevate dare ai poveri o avete pensato solo per voi? Regione della promiscuità e del comunismo, avete davvero ringraziato Dio per tutta la fertilità che vi è stata gratuitamente donata?”
    Per insultarli bisogna dargli un euro: troppo caro.

    Io sono emiliana, dalle mie parti per fortuna non ci sono stati danni, ma le foto di quelle povere vecchiette stringe il cuore.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Caterina, gli amici Pontifessi si dimostrano sciacalli. Animali pronti ad avventarsi senza ritegno su ogni morto, per cibarsene. Pusillanimi!

      Rispondi
      1. StevenY2J

        Si potrebbe far notare che:
        1. la bomba di Brindisi é esplosa per volontà e azione di un essere umano, quindi un eventuale dio c’entra poco
        2. i terremoti sono prodotti dai movimenti delle placche e, ora, la placca europea preme contro quella asiatica, a quanto affermano gli Scienziati (non i blogger tradizionalisti cattolici) e questo genera i terremoti
        3. i disastri naturali si sono sempre verificati anche quando la gente organizzava le sane processioni di riparazione e si frustava quotidianamente con il cilicio. Nei bei tempi che furono abbiamo avuto, ad esempio, il Titanic, il Vajont e una cosina chiamata bomba atomica.

        Una delle (tante) contraddizioni che non comprendo di questi ultrà-cattolici é questa. Loro ritengono che la società attuale stia andando in malora perché l’uomo ha abbandonato Dio… quindi, crisi economiche, guerre, povertà, disastri naturali…

        Ma, in precedenza, per esempio 60 anni fa, quando le nonnine vivevano sottomesse ai mariti, non si parlava di omosessualità se non in termini spregiativi, si andava a messa ogni giorno alle cinque del mattino e alla sera, si organizzavano le processioni, tutti avevano timore di Dio… eppure la povertà c’era lo stesso e molta più di oggi. Le guerre c’erano lo stesso, i disastri naturali c’erano lo stesso.

        Questa idea “disastro/guerra/crisi = punizione divina” é proprio quella che fa pensare ad un agnostico come me (=persona che usa il proprio intelletto) che Dio non esiste.
        Perché se non si prega, Dio castiga… ma se si prega, Dio castiga lo stesso… Come la mettiamo, quindi?

        Rispondi
      1. caterina

        Grazie, grazie. Apprezzo molto la vostra arguzia.
        Posso farvi solo un piccolissimo appunto? Non chiamate il Volpe, Brunello, i produttori di vino potrebbero incavolarsi, già le volpi sono in subbuglio.

        Rispondi
        1. adminadmin Autore articolo

          Noi lo chiamiamo indifferentemente Foxy o Brunello. Nel primo caso si incavola lui (e sostiene che lo paragoniamo alla carta igienica). Comprensibilmente dunque nel secondo caso si arrabbieranno i produttori di vino. 😉

          Non sappiamo invece come reagisce lo Stalker di Murat quando indichiamo sia lui che il caro Bruno Volpe con la comune sigla: BV. 😀

          Rispondi

Rispondi