I vendicativi Pontifessi…

Quest’oggi il sollazzo deriva dallo sfogo vendicativo che proviene dalla pancia di Brunello. Stranamente oggi l’anonimo Tommasi dott. R. non contribuisce alla flatulenza di BV, il “giornalista” con trascorsi di avvocato, abitante nel ridente quartiere di Murat (a Bari).

Il titolo del pezzaccio di Foxy è decisamente ambizioso:

IL DELIRIO DELL’ONOREVOLE CONCIA: PENSI AI SUOI PRIVILEGI E NON PARLI DI MEDICINA O DI RELIGIONE!

Qual è la colpa della Concia? Semplice: aver rilasciato una breve intervista, 9 domande in tutto, ad AgoraVox.

http://www.agoravox.it/Il-17-maggio-e-la-giornata.html

L’errore fatale di Paola? Semplice, menzionare chiaramente il bel sito Pontifesso ed i particolare esprimersi, come leggerete, sul fantapsicologo Francesco Bruno, spesso ospite degli amici Pontifessi. Leggiamo insieme cosa dice Paola Concia:

Ecco, un grosso incentivo al conservatorismo sembra provenire proprio dalla Chiesa Cattolica e dai suoi sostenitori. Lo psichiatra cattolico Francesco Bruno, ad esempio, dalle pagine di Pontifex esterna: “L’Organizzazione mondiale della sanità ha deciso che non si debba parlare di malattia, a proposito dell’omosessualità, e sappiamo con quali criteri ha scelto. Io rimango della mia idea e le denunce dei gay non mi fanno paura. L’omosessualità è anormale”. C’è la tendenza nel mondo cattolico a proporsi come palestre istituzionalizzate di intolleranza?

«Purtroppo Bruno si pone al di fuori di quello che dicono trent’anni di studi psico-sociali, i pareri dell’Organizzazione Mondiale della sanità, degli ordini degli psicologi e degli psichiatri internazionali. Ora, o l’intera comunità scientifica è fatta di imbecilli e il professore Bruno è l’unico intelligente, oppure siamo di fronte ad un uomo irresponsabile che semina intolleranza e parla a vanvera. Non è un caso che scelga un sito estremista come Pontifex per fare le sue esternazioni, di certo in altri mezzi di informazione cattolici moderati non avrebbe avuto lo stesso spazio».

Con la consapevolezza delle parole usate dalla Concia, leggiamo ora cosa si inventa Brunello.

In un’intervista, l’onorevole del Pd, Paola Concia, lesbica dichiarata e attivista gay, si scaglia contro il noto psichiatra e criminologo professor Bruno ed ovviamente contro Pontifex, bollato come sito estremista.

In che modo Paola Concia si sarebbe “scagliata” contro Bruno? Ha solo rilevato l’ovvio, l’autoevidente: Francesco Bruno è in ortogonale contrasto con l’ortodossia degli psichiatri. Perchè l’avvocato “giornalista” Brunello è libero di prendersi ogni giorno la libertà di scagliarsi contro chi diverge da quella che eSSo considera la corretta ortodossia cattolica (non supportato dalle alte sfere, ovviamente) mentre Paola Concia non può riportare la semplice e pura realtà delle cose? E’ chiaro e lampante a chiunque che Francesco Bruno si pone in contrasto con la psichiatria. Non occorre nessuna laurea in medicina. Così come non giova l’appartenenza all’ordine dei giornalisti oppure la laurea in Legge.

Similmente non comprendiamo la reazione stizzita di Brunello alle parole di Paola Concia sul suo bel sito Pontifesso: non erano proprio gli articoli Pontifessi ad esaltare l’estremismo, a condannare chi non prende posizione, “i tiepidi”?

Leggiamo queste frasi e queste riflessioni.

Lo dice l’Apocalisse di San Giovanni: Vi vomiterò, riferito a chi é tiepido. Tiepido significa che non decide, che non prende posizioni, che rimane a mezz’acqua. 

[…]

Bene, oggi assistiamo a tanti tiepidi anche nel clero che conta, tra coloro i quali dovrebbero guidare il gregge, ma hanno paura di passare per vecchi o tradizionalisti, non sanno affrontare di petto le insidie del mondo, ammiccano a chi vuole le unioni gay, gli aborti e se da qualche parte si suona musica satanica, facciamo finta di nulla. 

[…]

Oggi abbiamo bisogno di vescovi che vogliano fare i vescovi, che guardino la realtà, che la finiscano di fare i politici, gli attori, gli esperti di cinema, i politici o i sindacalisti.

E poi ancora…

A questo punto mi viene da sottolineare il perché l’estremista venga considerato male dall’opinione comune e dalla stampa, quando anche il dizionario sembra esprimere un concetto positivo di chi crede in ciò che fa e sposa la giusta causa fino in fondo, mirando all’estirpazione del male.

A tale proposito Gesù mi sembra essere l’estremista del Padre, in altre parole l’uomo che più di chiunque altro ha sposato la giusta volontà del Padre ed ha messo in atto tutto ciò che Egli chiedeva Lui, fino a farsi addirittura crocifiggere per salvarci, rimanendo fedele alla Verità…

[…]

Questo ulteriore preambolo circa il significato del termine estremista l’ho inserito semplicemente per farvi intendere che il mio punto di vista circa l’atteggiamento estremo (finalizzato al bene) è positivo, anzi, come lo stesso Gesù ci dice, non esistono vie di mezzo, sfumature di grigio o mezze misure

[…]

Quindi i moderati, i laicisti, i diplomatici e tutti coloro i quali travisano le Scritture con false interpretazioni, sappiano che sono vittime di Satana. !!!

Paola Concia a questo punto non ha affatto attaccato il sito Pontifesso, visto che sono gli amici Pontifessi stessi ad autodefinirsi “estremisti”.

Leggiamo la risposta (davvero piccata) di Brunello alla Concia.

In quanto al paragone col professor Bruno ci limitiamo a dire: se la parlamentare avesse la metà delle competenze e dei titoli del professor Bruno forse avrebbe titolo a discettare sul tema specifico, ma siccome non li ha, meglio che taccia.

Di grazia, può Brunello raccontarci le sue qualifiche e competenze in ambito teologico? Perchè se siamo certi del fatto che Bruno Volpe è iscritto all’albo dei giornalisti e del fatto che è un avvocato, non ci è dato conoscere la sua preparazione teologica. Quando potremo vedere il “curriculum” di Brunello? Un consiglio a Foxy: fino ad allora, meglio per eSSo che si astenga dal prendere posizioni assurde sulla teologia ed il catechismo.

Arroccata nel suo fortino di privilegi, la Concia si occupa solo di questa facezie (della sua causa di lesbica dichiarata, dimenticando che di queste “blaterazioni” alla gente che non arriva alla terza settimana non importa nulla); lei ha rivendicato il diritto alla spesa sanitaria di stato per la compagna (moglie contratta all’estero).

Bah non ci pare che la crisi oppure i privilegi della politica fossero argomento dell’intervista. Perchè Brunello non prova ad intervistare Paola Concia per sapere cosa pensa del fatto che gli italiani non arrivano alla terza settimana? Perchè Foxy non prende l’iniziativa e pungola direttamente la Concia, come farebbe un giornalista serio, mettendola in crisi con domande che la inchiodino alla sua presunta ipocrisia? Un giornalista serio prenderebbe immediatamente il suo telefono per contattare direttamente Paola Concia. Appunto, un giornalista serio. Bruno Volpe preferisce invece parlare, lanciare invettive dal comodo nido del suo sito. Al massimo concede una nuova intervista a Klaus Davi… Patetici tutti questi gay repressi che criticano gli omosessuali!

Insomma, Paola Concia, meglio un buon tacere e, lo ribadiamo, pensi ai suoi privilegi, quelli sì scandalosi quanto e come la sua oggettiva condizione personale.

Brunello, la saggezza popolare si applica anche a te medesimo: meglio un buon tacere. Ogni volta che apri bocca riesci sempre nell’arduo compito di produrti in figuracce epiche, sempre più epiche.

Ci tornano alla mente le parole del titolo Pontifesso. E ci domandiamo in quale parte della sua intervista la Concia avrebbe parlato di religione. Il solito titolaccio ad effetto, senza alcuna attinenza con l’articolo o la realtà…

Shame on you, Foxy. Shame on you, coward!

Le fonti a cui abbiamo attinto per questo capolavoro:

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/11609-il-delirio-dellonorevole-concia-pensi-ai-suoi-privilegi-e-non-parli-di-medicina-o-di-religione

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/8380-dio-vi-vomitera-signori-tiepidi

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/opinioni/laici/11033-il-cattolicesimo-e-tradizionalismo-non-puo-esistere-un-cattolico-non-tradizionalista-non-seguirebbe-limitazione-di-cristo

13 pensieri su “I vendicativi Pontifessi…

  1. Cagliostrovocelaicista

    Concordo con Volpe che sarebbe buona prassi parlare di argomenti specifici solamente se si ha cognizione di causa. 
    Infatti mi domando come faccia Padre Francesco Compagnoni (che non è psicologo) ad affermare in quest’altro articolo di Pontifex che: “l’omosessuale ha problemi con sé stesso, un fatto ormonale e cerebrale“.
    E – nello stesso articolo – mi domando come faccia Volpe  ad affermare che: “Il dott. Perloff (psicologo, ndr) ha rilevato la quantità crescente di ricerca che contraddice il concetto popolare che non è possibile cambiare il proprio orientamento sessuale“.
    Non mi sembra che Volpe e Padre Compagnoni siano psicologi: come possono affermare quanto detto?
    Forse sarebbe meglio che anche loro……dimenticavo che esiste l’Art. 21 della Costituzione: vale anche per loro.

    http://vocelaicista.wordpress.com/2012/05/05/166/

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      L’adorabile incoerenza degli amici Pontifessi. Loro non giudicano gli altri ma gli omosessualisti sono certamente preclusi dalla grazia del loro minidio Pontifesso… Loro sono per la vita ma alcuni sarebbe meglio se alcuni non fossero mai nati… Fino a rasentare il ridicolo quando Carletto prima afferma di non aver mai bannato nessuno ma viene qui e ci saluta con “Salve cloni e bannati”… Poverelli… Cosa pretendi da omuncoli simili? 🙂

      Puoi trovare l’intera collezione di commenti lasciati in passato da Carletto sul nostro sito al seguente indirizzo: http://pontilex.org/2012/02/riassumiamo-carletto/

      Rispondi
  2. Cagliostrovocelaicista

    Ho ricevuto questo “tweet” dall’ On. Concia. Lo condivido qui. Ma non pensate di sbarcare su twitter?

    @annapaolaconcia: @IlLaicista puntuale ricostruzione 😉 penso che @pontifexroma non conosce vergogna eppure Gesù ne parla

    Rispondi
  3. adminadmin Autore articolo

    Ed immancabile arriva Cielo (cioè una delle innumerevoli emanazioni di CdP) che commenta l’articolo sulla Concia come segue:

    C’è un’ignoranza da analfabeti e un’ignoranza da dottori…..la tizia
    intervistata ne possiede almeno 100 di peggiori!!!

    Quanto a Pontifex, la tizia sicuramente sarà stata informata dai suoi unturelli che quì hanno scritto, disturbato, offeso, insultato con i loro storpiloqui i commentatori e i gestori del sito…..

    puro delirio di onnipotenza…. ma la tizia DEVE SPIEGARE AGLI ITALIANI I MOTIVI PER CUI LE ASSOCIAZIONI GAY come L’ILGA, DEBBONO PRENDERE I SOLDI DAI CITTADINI…..

    La tizia, DEVE spiegare agli italiani perchè questi soldi non DEBBANO essere dati ai poveri, quelli che non c’e la fanno ad arrivare a fine mese e quelli che preferiscono togliersi la vita.

    La tizia intervistata …..un giorno dovrà SPIEGARE al Creatore molte cose….e vediamo se sarà promossa….

    C’è l’ignoranza degli analfabeti, quella dei dottori e poi c’è Cielo, che è un pozzo senza fondo di ignoranza, superbia e narcisismo… 😉

    Se la Concia deve spiegare qualcosa, per quale motivo Brunello non la chiama e la intervista? 🙂
    Giusto oggi noi abbiamo pubblicato una nuova videointervista appartenente alla serie “Voci in Rete” (a proposito, grazie Hiram Abif) … Perchè gli amici Pontifessi invece non propongono mai nulla di nuovo? Sempre le solite voci, sempre le solite opinioni, sempre gli stessi toni, sempre gli stessi articoli… Monotoni, banali e prevedibili… Drammaticamente inutili.

    Rispondi
    1. Gianfranco Giampietro

      C’è l’ignoranza degli analfabeti… e infatti “Cielo” ce ne dà continuamente prova.

      Quindi i moderati, i laicisti, i diplomatici e tutti coloro i quali travisano le Scritture con false interpretazioni, sappiano che sono vittime di Satana. !!!

      Quindi se la diplomazia e l’essere persone moderate sono tipici di “Satana”, non oso immaginare cosa provenga invece dal dio pontifeSSo… estremismo, fanatismo e assoluta mancanza di sobrietà mentale.

      Rispondi
      1. adminadmin Autore articolo

        Ecco ora anche tu ti scagli a testa bassa contro il sito Pontifesso? Se loro si autodefiniscono “estremisti” ed elogiano l’estremismo allora va bene. Se lo fanno gli altri (come la Concia ed ora tu) invece è un reato… Il famosissimo doppiopesismo Pontifesso all’ennesima potenza: si auto-contraddicono… 😉

        Rispondi
  4. adminadmin Autore articolo

    Curioso. Paola Concia viene descritta dagli amici Pontifessi come una ignorante che, quindi, non può parlare di medicina o di religione. Poi, nel totale disinteresse dei loro lettori (e nell’impossibilità di muovere critiche alle loro scellerate scelte) oggi se ne escono tranquilli e sereni con questo titolo:

    NON C’È BISOGNO DI UNA LAUREA IN PSICOLOGIA PER PROTEGGERE E DARE INSEGNAMENTI SU DIO, SESSO E UMILTÀ

    Estigrandissimiquarzi… congratulations per l’involontaria comicità cari Pontimostri! 🙂

    Rispondi
    1. StevenY2J

      Non tanto curioso. Credo che questo sia l’essenza del famoso cielo-principio di non contraddizione:
      quello che scrive Pontifex é Verità. Tutto quello che é in contraddizione, é falso e blasfemo. Provenga anche da Dio in persona, infatti ritengono che le apparizioni della Madonna di Medjugorje siano false perché dice che tutte le religioni consentono di arrivare a Dio. Scommettiamo che se avesse detto qualcosa tipo “sbattete in galera i gay o fate tacere gli atei” sarebbe stata fatta “santa subito” tipo Giovanardi?

      Rispondi

Rispondi a Gianfranco Giampietro Annulla risposta