Oppsala´…pontifeSSi!

Oggi, leggendo una delle ultime esternazioni demenziali di produzione pontifeSSocidippiniane e, non sapendo se mettermi a ridere o piangere…ho tentato un esperimento!

Ho inviato un questionario ad alcuni membri della famiglia pontilexa perché volevo testare quali risposte suscitano in noi certe domande.

Ammetto che non é tutta farina del mio sacco quindi, in spirito di profonda umiltá ringrazio per l´ispirazione Satana e Cidippinen  ):D ):D ):D

Condivido con voi alcune risposte anonimizzate.

Buona lettura.

 

PS: Se volete partecipare anche voi, fate pervenire le vostre risposte al nostro pipistrelloso admin.

 

Il pontifeSSo è malato?

Il PontifeSSo forse non è malato. Non nel senso medico. Sicuramente dal punto di vista etico e morale soffre di una gravissima patologia: l’intolleranza. Questa patologia viene poi corroborata da una forma maligna di presunzione, che degenera fino a portare il PontifeSSo a credere di essere vittima di un complotto. Un quadro clinico-etico-morale davvero preoccupante, indeed.

Il pontifesso non può essere malato, poichè obbedendo alla sana dottrina del mini-magistero, non ha contatti con altri, nemmeno i microbini (satanistici), eccetto che il proprio esorcista confessore con tanto di copia autografata ed autorizzata dell’ultimo libro di padre Amorph. Per l’atto conugale dovuto deve chiedere diretta dispensa a sua santità Brunello da Murat XXI/XII/2012#

No.

È malato e si deve curare. Però è anche un vizioso e deve farsi esorcizzare. Dipende da come mi gira.

L’OMS è divisa sul punto, anche se ha stabilito che non è una malattia. Ma come non tener conto che nel decidere c’erano diversi membri dell’organizzazione che ritenessero una malattia la pontifeSSeria.

C’è da precisare che al mio interno ci sono due correnti di pensiero: la prima, che fa capo all’omino del cervello, che dice che il pontifeSSo è malato. La seconda, che fa capo alla tenia nel mio corpo, dice che il pontifeSSo non è malato. Per far felici entrambi, quando ci penso dico che son malati, quando rifletto seduto sulla tazza dico che non sono malati.

Beh, „malato“, diciamo che „non sta troppo bene „ ecco!Del resto una vita „contronatura“ fatta di repressioni, paure, stress e rodimenti di fegato … ):D….non é che faccia poi cosí bene ehhh??

No, ma del suo essere Pontifesso se ne fa una malattia. Ad esempio passa il tempo a scrivere fiumi di parole contro chiunque, affaticando inultimente la sinapsi mente-occhi-dita che potrebbe essere altrimenti impiegata in attività ludico-biologiche nella zona meridionale-anteriore del corpo umano con maggior beneficio per la pische.

Inoltre il Pontifesso tende a crogiolarsi nella propria drammatica situazione, peggiorandola ulteriormente.

E’ sano di mente?

E se la domanda fosse diversa? Usa la mente? Forse la loro mente è anche sana. Dubito però che venga mai usata. Quindi potrebbero anche metterla all’asta su ebay.

Il pontifesso non può essere sano di mente, nè malato di mente: non ha una mente, il mini-magistero pensa per lui con commenti diretti sempre dagli Illuminati Emeriti a riposo

Si.

La pontifesseria è stata esclusa dal novero delle malattie mentali nel 1998 nel grande conclave sul palo della luce di Potenza. La votazione non è valida perché alcuni partecipanti hanno votato svolazzando e hanno cercato di ipnotizzare gli altri giurati che si distraevano appiccicando fegati e congiungendosi carnalmente con altri giurati quasi quotidianamente.

Oddio parlare di mente mi sembra un parolone, ma diciamo che se mai esistono forme di vita cerebrale nei pontifessi, è una vita che viene messa a dura prova da chi comprensibilmente li percula

Siii, almeno quanto lo psicokiller che chiamano „dio“.

Il problema non è se il Pontifesso è sano o è malato di mente. Il problema è il che il Pontifesso non usa la propria mente nel modo corretto ma piuttosto come betoniera di scemenze.

Ha disturbi della personalità?

Ormai è assodato che la violenta omofobia che li contraddistingue lascia presupporre che non riescano ad accettare la loro omosessualità, reagendo alla pressione che deriva da questa loro tendenza (che contrasta con quello in cui dicono di credere) in maniera esagerata. E’ un disturbo della personalità? Non saprei, non sono uno psicologo.

Il pontifesso non ha una personalità, al massimo ha cilicien da usare abbondantemente in caso di pur minimo pensiero, con gravissimo violazione dell’editto di Costantino

Si

Non sono uno psicologo ma posso esprimere lo stesso la mia opinione. Esiste la  pontifesseria distonica che si manifesta copulando come ricci e cercando preti eretici per farsi assolvere. Ti senti pontifesso e non lo accetti. Oppure ti senti normale ma vorresti essere Pontifesso. Attratto dalla vita all’aria aperta e dalle marce su Roma.

Assolutamente sì. L’omofobia è curabile ed è sintomo di omosessualità repressa.  Questa repressione comporta una serie di patologie, specie se si vive in certi ambienti.

Si, vari, e quel che peggio é che sono „fuori dalla grazia di Dio!“
Si e sono innumerevoli. In particolare il Pontifesso, nella fase acuta dei suoi disturbi, tende a creare alter-ego alternativi del proprio sè cosciente. La storia clinica dei soggetti portatori di Pontifesseria ne ha individuati due, tali Cielo e Rosy.

Esistono origini genetiche nel pontifeSSismo?

Molto probabilmente no. Non si tratta di una caratteristica che deriva dalla combinazione di geni. Anzi, è noto che loro, di geniale, hanno proprio poco.

Eresia! La genetica non esiste! Il mini-dio pontifesso ha creato tutti gli esseri viventi e tutte le cose, compreso i complessi di inferiorità di Cidippinen!

No.

Alcuni studi fanno pensare che siano diretta evoluzione del ramarro

No, pontifeSSi si diventa: crescendo con genitori pontifeSSi, o stando a stretto contatto con emeriti pontifeSSi.

In campo scientifico si mormora sottovoce che siano state scovate  tracce di dna pontifeSSo in  alcune lattine di „carne Simmenthal „ vicino Bari. Ció sosterrebbe  l´ipotesi, non ancora del tutto scartata, che i pontifeSSi possano avere origine terrestre.Forse sono mutazioni genetiche di scarti di materia bovina miste a qualche strano mitocondrio.

Personalmente sposo la teoria che eSSi non siano „umani“ ma „alieni“ frutto di qualche esperimento fallito.Probabilmente sono  stati abbandonati  da extraterrestri  di passaggio che non vedevano l´ora di disfarsene e sono perció  letteralmente „piovuti dal cielo“!

No ma secondo i ricercatori di Prypjat (Chernobyl, Ucraina) la Pontifesseria sarebbe originata dal contatto con sostanze tossiche e/o radioattive come ad esempio uranio 238 usato per confutare il Darwinismo, Bibbie scadute e testi angeologici e/o demonologici scritti nei pressi di Campagna. Questa tesi è stata confermata da recenti esperimenti condotti su normali cavie da laboratorio che messe a contatto con le sopracitate sostanze hanno subito una mutazione che ha reso i topi particolarmente devoti a San Gaspare e contrari alla fecondazione eterologa.

Come comportarsi con il pontifeSSo?

L’esperienza maturata in questi anni mi ha insegnato che eSSo deve essere lasciato libero di fare quello che vuole. Riesce a rendersi ridicolo da solo, senza bisogno che dall’esterno si intervenga in qualche modo. Certo, usare la fraterna correzione potrebbe anche sembrare una buona idea. Perchè forse il pontifeSSo soffre di qualche patologia fisica. Sembra infatti essere sordo. Completamente sordo. Ed anche cieco. Quando gli fa comodo, diventa sordo e cieco.

Il pontifesso va amato e accolto bonariamente con la preghiera, prevedendo un ciclo di terapia riparativa nei casi eccellenti a base di film di tipo commedia all’italiana di serie B (Giovannona coscialunga serve a Cidippinen, così non si sbaglia con le belle trans)…Per Brunello, a Murat l’unica cosa riparativa e rinchiudersi in casa prima che qualcuno lo prenda a legnate.

Sopprimerlo 😀

Credo che la correzione fraterna sia la cosa migliore. Qualche anno di galera e un po’ di terapia riparativa non hanno mai fatto male a nessuno. Nei casi più duri può essere decisiva la terapia angelica. Chiuso in una stanza ad ascoltare gli ebook sulla demonologia.

Bisogna pregare per il pontifeSSo e correggerlo bonariamente usando la sedia stercorara.

Principalmente andrebbe appeso per i piedi  o messo in lavatrice e poi strizzato.In realtá il pontifeSSo é una creaturina sensibile…suscettibile che richiede cure ed attenzioni almeno quanto un criceto!

1)Evitate di contraddirlo in continuazione, potrebbe cadervi in depressione!

2)Fatelo sentire importante, un essere superiore, potente ed incoraggiatelo leccandogli.. (ehm no, non si puó esprimere cosí) insomma, dedicandogli qualche titolo improbabile „dott.“ „prof.“ „cav.“ „on.“ oppure sorprendetelo con  qualche regalino: una laurea possibilmente „estera“ in Giurispudenza, Informatica, Teologia …

 

(fra le piú apprezzatee  che  potrete procurarvi con  poche decine di euro a Tirana, Chișinăuo  ecc, o creare con Photoshop).Gradito anche del fegato animale appeso ad un citofono, basta poco per far brillare di gioia  gli occhi di un pontifeSSo.

3)Lasciate che si sfoghi! Il pontifeSSo adora sentirsi onnipotente e credere di poter decidere sulla vita del prossimo o essere vittima di non meglio definite  persecuzioni mondiali da parte di pericolosissime lobbies massonichedeicideomosessualistichecomunistiche al soldo di Satana. Ascoltatelo attentamente o fate finta, quando condanna all´inferno eretici e darwinisti, omosessuali Vendola e Monti!

4)Se ogni tanto gli chiederete  un consiglio su come scacciare Satana o risolvere la crisi economica mondiale o curare l´omosessualitá  o estirpare il Comunismo dalla faccia della Terra, ve ne sará eternamente grato.

5) Non bruscatelo! Mai condannare apertamente la Mafia, la Sacra Corona Unita , il Berlusca  o il Fascismo, il pontifeSSo é suscettibile e vendicativo, potrebbe ricoprirvi di insulti, minacce anatemi, maledizioni salmiche o peggio vessarvi per mesi con puntate interminabili su Medjugorie, GPII eurogendfor o i danni causati dalle droghe!  Evitiamo, grazie!

Nonostanze queste  accortezze il pontifeSSo alla lunga stufa, comprensibile perció la tentazione di abbandonarlo nel deserto, affogarlo in mare o portarlo alla discarica.. ma attenzione, il pontifeSSo non é un rifiuto riciclabile ed e´altamente inquinante!

 

Per relazionarsi correttamente con il Pontifesso basta tenere in considerazione i consigli della Guida Galattica per Autostoppisti, di Pontilex.org e, soprattutto del TG2.

Quindi:
– Niente panico !
– Tenere un asciugamano sempre a portata di mano;
– Lasciarlo sfogare allo stato brado. Al massimo avvicinarsi travesiti da tartarughina da salvare;
– Evitare accuratamente di mettere nel campo visivo del Pontifesso oggetti quali: pipistrelli purpurei, succhi di frutta, falci & martelli, statue di Buddha;
– Basta bere molto.

Cosa dirgli?

E’ difficile resistere alla tentazione di indirizzargli insulti a vagonate. Ma per quanto detto qui sopra (cecità e sordità temporanea) risulta essere inutile. Meglio non dirgli nulla.

Basta cilicien! Il pornoshop è pieno di gadget mooolto fetish, consiglio un giro in Germania…magari a Berlinen ! (nota di pao: questa non resterá impunita,vessaten!) 

Niente.

Usare frasi roboanti, tipo non preavalebunt, Lepanto, il sangue dei martiri. Dare sempre ragione. Pazientare nel periodo maniacale, sostenerli nel periodo depressivo.

Qualunque cosa gli si dica non la capiscono perché ottenebrati dalla pontifeSSeria.

 

Hai giá preso le pilloline rosse?

E’ inutile parlare al Pontifesso in quanto il suo drammatico stile di vita gli ha procurato una menomazione glottologica-auditiva che lo rende incapace di comprendere l’idioma delle persone non-Pontifesse.

Il genitore che ha un figlio pontifeSSo cosa deve fare?

Non vorrei mai trovarmi in questa condizione drammatica! Massima solidarietà per chi ha la sventura di ricevere „in dono“ un figlio pontifeSSo.

Dopo essere ricorso alla terapia riparativa, all’esorcismo, ed alla cura per capelli stressati, al genitore non resta che sperare nella misericordia divina, con un bel fulmine che incenerisca tutti…

… niente oramai ogni speranza è persa...

Pazienza. Dimenticarlo. Cercare di farne un altro.

Se non vuol pensare al suicidio, invece di dire no al colesterolo deve dire no alla pontifeSSeria: se presi in tempo i pontifeSSi guariscono senza problemi, altrimeni ci vuole padre Amorf.

Spiaccicarlo alla parete!

ll genitore del Pontifesso deve prendersi cura del pargolo afflitto da questa angosciosa situazione al fine di curarlo e guidarlo sulla retta via. Qualora ciò non fosse possibile deve sconocchiargli le vertebre cervicali in un impulso di amorevole correzione parentale.

La storia cosa ci insegna sui pontifeSSi?

La Storia ci insegna che eSSi sono destinati a ripresentarsi periodicamente. Oggi sono i pontifeSSi, nel Medio Evo cambiavano i nomi ma l’atteggiamento era lo stesso. L’umanità ha superato questi periodi bui e drammatici. Confido che anche questa volta la Storia ricaccerà questo germe arretrato nella fogna da cui proviene ed in cui prolifera.

Al principia era il Verbo, il Verbo era presso Brunello Volpe ed il Prete di Campagna, ed il Verbo era loro. Poi il Verbo si incarnò e si fece uomo, ma dato che quel giorno gli uomini erano terminati, scelse Cidippinen. I due videro il loro operato e lo giudicarono giusto, noi vediamo il loro operato e optiamo per una nuova confessione o l’eutanasia…

Che sono odiosi

Sin dall’origine della storia pare ci siano stati pontifessi. Già Adamo ha dovuto subire rampogne e pistolotti per i suoi costumi adamitici da gay pride e per le relazioni di convivenza con la sua compagna, con la quale si congiungeva quasi giornalmente (e i giorni duravano un bel po’, a quei tempi). Sono sempre stati rifiutati da ogni cultura civile. Ogni regno, nazione, impero ha cominciato a decadere quando il turpe vizio del pontifessismo ha cominciato a diventare normale, spinto dalle potenti lobbies pontifesse.

Che tutto sono meno che cattolici.

Che é inutile tentare di prenderli sul serio e/o cercare un dialogo costruttivo.. ):D

Dalla Storia apprendiamo che i Pontifessi esistono da sempre e che quella del Pontifessismo è purtroppo una delle tragedie di menticate da questa umanità modernista, secolarizzata e relativista.

E la cattofobia in realtà cosa è?

La cattofobia è il semplice tentativo di volpi e lupacchiotti con il sangue alla bocca di farsi passare per agnelli vittime sacrificali. Una sega mentale, praticamente.

La paura del bestiame, infatti dall’inglese „cattle“, bestiame. E a ben donde eSSo pontifeSSo deve sentirsi parte principale in quanto bestiame di taglio poco pregiato

Il sano odio verso il male 😀

La paura dei catti. I catti sono sempre stati i peggiori nemici dei pontifessi. Dotati di fegato inestirpabile, di indole libera e libertina sono la loro nemesi. La cattofobia è stata inventata dalla potente lobby degli stalker che vogliono avere libero accesso al loro fegato.

E’ un’invenzione pontifeSSa per denigrare le persone che usano il dialogo pacifico e civile. La cattofobia non esiste.

La paura dei catti?

Molto semplicemente una sega mentale del Pontifesso

Come analizzare il peccato contro natura nel pontifeSSismo?

Beh è semplice. Tutto quello che non piace a loro diventa peccato e contronatura. Anche se hanno più volte dimostrato di non sapere bene come funziona la „natura“ a cui si appellano.

 Facile, diretto ed immediato: tutto ciò che è contatto umano è contro natura, quindi disapprovato dal mini-magistero, dal mini-dio pontifesso…ma soprattutto da Cidippino che sennó il prete di Campagna si arrabbia!

Non esistono i peccati.

La natura rifugge il pontifessismo. ll Pontifesso ha costante necessità di essere al centro dell’attenzione. Scrive milioni di parole al minuto e copianicolla senza leggere talvolta (senza capire più spesso). Tutte cose contro natura. Ha solo due strade. Tacere e stare in continenza o farsi curare da una bella terapia.

Un insigne studioso, Fra Cazzo da Velletri, ci dice che tutto ciò che assomigli ad un banale divertimento per i pontifeSSi è contro natura

C´e´poco da analizzare, il pontifeSSismo é tutto un peccato contronatura!

Con spirito compassionevole e di correzione fraterna. Senza dimenticare quanto detto sopra riguardo lo sconocchiamento delle vertebre cervicali.

L’amore pontifeSSo  è cristiano?

Rispondo con una domanda: provano amore? Credo che prima sia necessario fornire una prova a questa teoria.

Come avrebbe a dire il caro Babinix (è ancora vivo?) „per carità, l’amore è per le donnette, il manganello si che è cristiano! Un tempo sì che era così!“

Si

Amore, pontifesso, cristiano. Troppe antinomie per una sola frase.

Non esiste amore nel pontifeSSo. Per lo più odiano il prossimo.

Si, come io sono l´imperatore della Cina!

E’ amor cristiano in senso lato ovvero il Pontifesso ama, non solo in senso platonico, il Cristo Re ma soffre non sapendo se è ricambiato.

Ma la filosofia cosa ci insegna?

La filosofia ci ricorda ad ogni istante l’importanza dell’esplorazione. Esplorazione interiore ed esteriore. La crisi in cui versavano le scienze all’inizio del 1900 è stata superata proprio grazie alla filosofia. Un segnale, un sintomo. I pontifeSSi negano l’esigenza di qualsiasi esplorazione, dato che ogni risposta stà, secondo loro, nel minimagistero che si sono costruiti su misura. Contenti loro…

Se non si parla di Agostino e Tommaso di Aquino…tutto il resto è noia!

Niente.

Tra i filosofi è pieno di pontifessi (nella loro caratteristica tendenza alla masturbazione mentale). Certo. A non fare un cazzo tutto il giorno…

Un insigne filosofo russo, Mikail Vafanalof, dice che il pontifeSSo si autoriproduce per induzione.

Ad evitarli! ….(mia filosofia personale) 

Per quanto riguarda il rapporto fra Pontifessismo e Filosofia ricordo il celebre motto di Epicuro sulla condizione pontifessa:”It Doesn’t matter. Have Sex. (Not with the Pontifexus obviously)”.

E la Chiesa bimillenaria?

Sorry. Mi fermo all’uomo bicentenario.

Chiedo l’aiuto del pubblico ?_?

1000E1modi per rubare …

La chiesa si è espressa chiaramente contro i pontifessi. Sin dalla sua fondazione il capostipite ha chiaramente fatto capire di non gradire ipocriti, farisei, parolai, rompicoglioni che giudicano gli altri, imbecilli che cercano di insegnarli il mestiere, maghi e fattucchiere. Se anche un papa dovesse esprimersi a favore del peccato contronatura della pontifesseria sarebbe ipso (e de) facto eretico e nessuno sarebbe tenuto a obbedirgli.

Non si è mai interessata dei pontifeSSi … visto che non parlano di religione.

Che fregare il prossimo con ricatti morali e Guerre Sante non é peccato!

La Chiesa Cattolica Apostolica Romana ha chiaramente espresso la propria posizione sul Pontifessismo attraverso l’enciclica ” De Rosa Rosae Rosae Rosam Rosa” di Papa Tegame 1X2 in cui, in Dolce Stil Novo, si legge “In tutta sincerità e franchezza d’animo a noi dei Pontifessi non ce ne frega una bella sega!”

E la Sacra Scrittura ci parla di pontifeSSismo?

Si. Ne parla abbondantemente. Hai presente la parte in cui si raccontano le vicende legate ai farisei? Ecco…

Certo! Li cita sempre“falsi profeti“, „sepolcri imbiancati“,“non giudicare o sarai giudicato“, etc. Etc.

Si.

Si. nel libro di Giobbe abbiamo un chiaro esempio di Pontifesseria. Ricordiamo che Giobbe fu colpito da una serie di sfighe mostruose a causa di una scommessa fra il buon signore e il demonio (scommetti che se lo colpisco poco poco smette di essere adorante e comincia a bestemmiare? Non credo Giobbe è troppo buono! Scommetti? Va bene proviamo). Mentre Giobbe si rotolava nella sua disperazione e si grattava la rogna con un coccio soffrendo senza posa, arrivarono i suoi tre amici pontifessi e cercarono di consolarlo cercando di fargli capire che se soffriva è perché aveva fatto qualche cosa, dicendo anche che anche se lui non sapeva cosa aveva fatto, sicuramente dio lo sapeva e siccome era giusto la sofferenza di Giobbe era sicuramente giusta. Cosa che provocò l’arrivo di dio sulle nubi, a rimproverare i protopontifessi e a non dare risposte, come da suo costume.

No, anzi le Sacre Scritture  si dissociano dal pontifeSSo.

Si, quando parla di sepolcri imbiancati…

Si. Ezechiele 25:17 è molto chiaro sulla questione del Pontifessismo.

Come può vivere un cattolico pontifeSSo?

Male. Non ci sono dubbi. Male. Vive nella costante illusione di essere felice. Vive compresso tra i suoi desideri e la volontà del loro minidio. Vive decisamente male.

La lobotomia è ammessa?

Non lo so… è tenuto a farlo?

Deve avere pazienza. Pregare molto. Stare lontano dal computer. Una prima terapia può essere tentata facendogli usare il PC privo del tasto ctrl.

Male … è ovvio.

Un cattolico pontifeSSo non vive, vegeta..come gli  zombies.

Cercando di vivere la propria condizione nel modo più sereno possibile. L’importante è che non venga a rompere i cogliunaj al sottoscritto.

 Il pontifeSSo  può fare il militare?

No. Al massimo si può inventare una milizia a caso (basta prendere il nome di qualche Santo ed il gioco è fatto) per sfogare i suoi desideri di dominio e di controllo.

Se e solo se si tratta di Milizia Christi o un qualsiasi movimento armato nel nome „della Fede“…’Spe chi aiutarono i Vescovi italiani a Genova per scappare in Argentina?

No.

E chi lo salva poi dalle allegre camerate? Certo! A lui piacerebbe. Possiamo regarargli delle divise per giocare e medagliette di plastica. Poi possiamo inserirlo in strutture di contenzione psichiatrica che abbiano la parola milizia nel nome.

Certo che può fare il militare …. ma poi nulla sarà più come prima ….

Certo, e, con le sue capacitá, raggiungere il grado di pelapatate in qualche milizie angelica.

No perchè, pur manifestando baldanza & spirito marziale, è affetto da un disturbo psicofisico invalidante alla vita militare chiamato “sindrome del Volpeconiglio” o anche “fifa blu” che lo spinge a filarsela alla chetichella quando appena s’intraveda all’orizzonte un pericolo.

Perché  i pontifeSSi si sentono discriminati?

Perchè capita spesso che gli aggressori cerchino di farsi passare per vittime.

In romano mi sembra che si dica perchè altrimenti „nessuno se l’incula“?

 Se no di che parlano?

È il solito atteggiamento vittimista. Confondono la giusta indignazione che le persone normali hanno nei loro confronti con discriminazione. Nessuno dice che dobbiamo discriminarli, ma se cominciassero a dire le loro cose in pubblico potrebbero scandalizzare i bambini e gli anziani. Meglio facciano le loro porcherie a casa loro.

Perché altrimenti dovrebbero ammettere che hanno 3 lettori in tutto … a ‘sto punto meglio discriminati.

Perché sono mitomani e paranoici..in realtá non se li fila nessuno!

Purtroppo la società civile non è ancora pronta per accettare la condizione di Pontifesso e tutto ciò che comporta: inutili visite alle stazioni dei carabinieri, pseudodenunce, uso fuori luogo di espressione latine, continui proclami di crociate, campagne di disinformazione, salvataggio non voluto di tartarughe, cazziatoni contro confezioni di succhi di frutta. Di conseguenza il Pontifesso si sente comprensibilmente escluso, emarginato, incompreso.

Perché qualche delinquente li picchia?

Ma li hai visti? Ti pare una domanda da fare? Devono ritenersi fortunati che i delinquenti si limitino a picchiarli… Ho l’impressione che qualcuno potrebbe anche spingersi oltre…

Perchè hanno uno sfrenato desiderio di sadomaso, e quindi vanno di fantasia?

Li conosce bene …

Bisogna capire l’esasperazione. Ogni gesto di violenza è da esecrare, ma alle persone normali ogni tanto prudono le mani.

La violenza è sempre da condannare, ma ad un certo punto se vai a sbandierare la tua pontifeSSeria non puoi lamentarti di essertela andata a cercare.

Perché fanno perdere la pazienza anche ai santi..

Perchè questi figuri eccedono nello spirito di fraterna correzione e passano direttamente alla fase di sconocchiamento delle già citate vertebre cervicali.

Il medico cosa deve dire ad un pontifeSSo?

Beh grandi dosi di antidepressivi per iniziare. Poi litio, litio, litio.. litio come piovesse.

Iniziamo, il medico è riconosciuto dalla santa mini-dottrina, senno desisti! Se è riconosciuto ovviamente non potrà che dirti che devi andare dall’esorcista!

Niente…

Deve prima di tutto accoglierlo con carità cristiana e gentilezza. Poi chiamare l’ambulanza.

Niente: deve provvedere al T.S.O. immediato.

 „Lei é spacciato! Le restano poche ore di vita, vada dall´esorcista o si faccia dare l´estrema unzione, mica posso far miracoli io!” ):D

E chi sono io? Il Dottor House? Cosa volete che ne sappia!

 A scuola che succede?

Le scuole non lasciano libero accesso ai loro locali. Gli estranei rimangono alla porta. Spero.

Non hai bisogno della scuola, e se ci vai e ti molestano è colpa tua. Il mini-magistero basta ed avanza…

Niente … purtroppo

Purtroppo alcuni pontifessi manifestano le loro turpi voglie già da piccoli. I loro compagni li prendono in giro e li picchiano. Gli insegnanti dovrebbero punirli severamente (i pontifessi) e raddrizzarli da piccoli, chiamando i loro genitori e cercando con loro una soluzione al problema

Mi spiace il pontifeSSo rimane fuori potrebbe rovinare la vita a decine di bimbi.

A scuola? Boh, che almeno le sedie sono riscaldate…

La condizione Pontifessa rende il Pontifesso particolarmente inadatto all’istruzione e alla vita scolastica in genere a qualsiasi età. Il peggio arriva con la pubertà: in particolare nei Pontifessi maschi, al posto del desiderio per i tipici svaghi dell’età quali il calcio od i paginoni centrali di Playboy, subentra l’interesse per simbologie arcane e desuete, schiere angeliche e il sistema epatico dei bovini. Il reddito scolastico ne risente ma il Pontifesso non se ne cura, ponendo così le premesse per l’ingresso nello stadio terminale della condizione Pontifessa.

I bambini come possono relazionarsi con i pontifeSSi? 

Si. Ma l’unico risultato è che si spaventano. Vallo a spiegare tu ad un bimbo che appendere al citofono di una tua amica il fegato di un animale è un giochetto divertente…

Se il pontifeSSo in question è un prete…beh lasciamo stare…

Non so… forse dovrebbero spogliarsi?

I bambini lo sappiamo, sono innocenti. Quando vedono un pontifesso ridono e lo indicano. Purtroppo i genitori non aiutano, ridendo anch’essi e giustificando, in qualche modo, il comportamento poco educato dei loro figli. Non posso biasimarli, d’altronde. Meglio così, si fortificano e si preparano agli insulti della vita adulta.

Dico solo che se vedessi mio figlio anche a soli 10 KM da un pontifeSSo scapperei di corsa con lui strillando come un satanasso. I BAMBINI DEVONO STAR LONTANI DAI PONTIFESSI!!!!!

I bambini NON devono relazionarsi coi pontifeSSi, i pontifeSSi sono pericolosi  …lo dice anche il WOT! ):D

E’ consigliabile tenere i Pontifessi lontani dalla portata dei bambini. Esattamente come dal Baygon, il Vape e le canzoni di Justin Bieber.

 Il pontifeSSismo è contagioso?

Poco, per fortuna. Ma è contagioso. Tende ad auto-estinguersi perchè chi è dedito al pontifeSSismo tende a non riprodursi. Vuoi perchè diventa sacerdote di Campagna, vuoi perchè si separa dopo essersi sposato, vuoi perchè non approva i rapporti prematrimoniali ma non trova nessuna disposto a sposarlo.

Certo! S’è sempre detto l’ignoranza è contagiosa! Però basta usare le precauzioni, tipo: una mente attiva, leggere tanto, parlare con le persone, sorridere e fare tanto sesso sicuro.

Si.

Qualche mente labile può essere attratta dalle loro parole d’ordine. Sono così poche, però che generalmente il contagio è circoscritto. Presto l’indignazione lascia il posto alla presa per il culo. Bisogna stare attenti. Generalmente, poi, si riproducono per gemmazione, generando improbabili nik e parlando fra di loro. Non contraddizione! Medjugorie! Eretico! Di più tu! Scomunicato! Specchio!

Assolutamente si. Dopo un’ora di colloquio o sei pontifesso o sei in preda ad un attacco isterico derivante dalla loro pontifeSSeria. Ne conviene avere pochi e limitati contatti. E mai sotto i 25 anni.

Si, ma solo per le menti labili e mediocri e i caratteri deboli… fortunatamente sono pochi, per questo sono costretti ad  automoltiplicarsi ..);D

Sì pertanto si sconsiglia il contatto diretto con un portatore di Pontifessismo. Se attaccati da un Pontifesso provate a pungolarlo con un bastone appuntito per costringerlo ad allontanarsi. In ogni caso, prima di avvicinare un Pontifesso si consiglia di vaccinarsi mediante massicce dosi di Cultura(TM) (areare i locali prima di soggiornarvi e leggere il libretto informativo prima dell’uso).

I Santi come si sono comportati con i pontifeSSi?

Pensa a San Michele, costretto ad avere un manipolo di militari che non ha certo chiesto lui… Secondo me i Santi lanciano anatemi contro i pontifeSSi!

San…chi?

I Santi sono pontifessi 😀

I santi hanno sempre schifato il pontifessismo. Sono i pontifessi che cercano di appropriarsi dei santi.

I Santi sono Santi proprio perché non hanno reagito ai pontifeSSi … se no erano Jack lo Squartatore.

I Santi ed i pontifeSSi sono pappa e ciccia, tant´é che hanno un posto d´onore: ogni giorno titolo d´apertura del blog pontifeSSo.

Come è noto a tutti, i Santi sono dotati di maggiore pazienza dei comuni mortali pertanto riescono a sopportare meglio i Pontifessi. Tuttavia si riservano il diritto di sconocchiargli le vertebre cervicali per motivi quali capriccio o noia.

 Esiste una geografia delle principali comunità pontifeSSe?

Certamente. Campagna, Pignola, Murat… Qualche caso viene segnalato anche in Veneto, ma si tratta di casi destinati a scomparire presto.

Non pervenuto

no.. purtroppo

I pontifessi abitano accanto a noti delinquenti. Abitano vicino ad abituali tagliatori di capelli seriali, si ritrovano tracce nello stesso quartiere di alcuni pericolosi stalker. Forse per convertirli. In generale, però abitano nella rete e nella testa di alcuni personaggi

Si, rintracciabile in tutte le caserme delle forze dell’ordine.

Dunque vediamo..Murat, Campagna, Potenza…Thailandia! ):D

La fenomenologia Pontifessa è presente su tutto il territorio nazionale. Essa è descrivibile secondo il noto schema “a macchia di leopardo” o anche secondo il metodo “scemo del villaggio”.

 E il pontifeSSismo cos’è?

Bella domanda. Posso evitare di rispondere? Non voglio grane con la giustizia.

L’arte di avvalersi di luoghi comuni detti qua e là da vecchietti rincitrulliti per attirare l’attenzione di gente troppo semplice, troppo pigra o semplicemente troppo prevaricatrice per poter capire che alla fin fine siam tutti fratelli mortali.

L’applicazione della religione

Chiagne e fotte.

Mi spiace ma insultare non mi piace … però ricordo che Fantozzi disse una cosa … ma non ricordo se era sulla Corazzata Potemkin o sulla pontifeSSeria.

È la NON VITA!

Lo ripeto: il Pontifessismo è una condotta disordinata nei rapporti etico-sociali che sfocia in una condizione psicofisica malata.

Perché molti uomini sposati usano frequentare i pontifeSSi?

Perchè sono affascinati dalle apparenti certezze… Poi dopo due minuiti che li sentono parlare, scappano a gambe levate.

Perchè così le mogli pontifeSSe sono contente…e loro possono poi farsi passare certi pruriti con le trans che purtroppo poi sono molto femminili, sebbene diaboliKe.

Non lo capisco!

Spesso si stancano della loro vita ragionevole e cercano per un momento un brivido gotico e medievale. Sentono sulla loro pelle l’invito lussurioso della demenza.

Capita con certi matrimoni in crisi … ma vai a capire perché.

Non mi risulta, amenoché non lo facciano per telefono!

La scienza non ha ancora una risposta ha questa domanda. Si tratta molto probabilmente di soggetti a loro volta tendenti al Pontifessismo e che, seguendo il naturale decorso della loro sventurata condizione, si riuniscono in branchi allo scopo di eleggere il capo-branco secondo il rituale comunemente chiamato “chi spara la boiata più grossa”.

 Il pontifeSSismo è una scelta o è una imposizione?

E’ una scelta, perchè eSSi si sottomettono alla volontà di un minidio che si sono costruiti. Quindi dichiarano di essere „costretti“ a fare e dire certe cose. Ma lo fanno solo perchè si sono costruiti un loro minidio privato.

E’ una libera scelta imposta per comodità, convizione o semplice stupidità.

Una scelta

È una scelta perché non esiste in natura e non è agevole da mettere in pratica. Però da quando hanno inventato il computer è molto più facile rompere i coglioni al prossimo.

E’ una libera scelta autoimposta.

Un´imposizione scelta.

I termini della questione possono essere riassunti nel dilemma parmenideo:”Ci sono o ci fanno?”. E’ molto probabile che i Pontifessi ci siano e non possano non esserci (affermazione non smentita quindi vera)

 


16 pensieri su “Oppsala´…pontifeSSi!

  1. adminadmin

    Bene, qui sopra potete leggere le risposte di un noto psichiatra, di un famoso teologo e di un notissimo uomo qualunque (tutti e tre hanno chiesto di mantenere l’anonimato).

    Siamo in attesa delle risposte di molte altre persone, a cui è stato somministrato lo stesso questionario. Appena riceveremo le risposte, provvederemo ad integrare il presente articolo. 😉

    Rispondi
  2. paopao Autore articolo

    grazie a questo esperimento ho cominciato a rivalutare la tecnica cidippiniana del “copiaeincolla”!
    Che faticaaaaaaaaahhhh! (comunque voi partecipate, partecipate pure, vorrá dire che chiederó l´aumento del soldo al “diversamente eterosessuale che ci governa
    incontrastato dalla nuvola di “fumo satanico”

    Massimo rispetto al mostro pontifeSSo …
    ):D

    Rispondi
    1. adminadmin

      Caterina, se vuoi partecipare puoi inviare le tue risposte a me: webmaster [at] pontilex [punto] org … Provvedo poi io a concentrare le risposte ed inviarle a Pao 😉

      Rispondi
  3. faunita

    Con piacere amici…. Confesso che la mia curiosità sui pontifeSSi mi fa salire alle labbra non poche domande… Dal teologico allo psicologico al gastronomico (Carneade e Ganimede m’hanno fatto sorgere il dubbio che i pontifeSSi doc si nutrano unicamente di fegato, roba che manco una versione estrema della dieta Dukan personalizzata da Hannibal Lecter…)!

    A presto amici!!!

    Rispondi

Rispondi