il significato delle parole

oggi l’avvocato e giornalista B.V., 49enne barese del quartiere Murat, sale in cattedra e propina una lezioncina.

per chi sentisse il bisogno di imparare qualcosa di nuovo sul significato delle parole, ecco il link alla lezioncina

visto che siamo in vena di lezioncine allora anche il sottoscritto fa un tentativo e cerca di spiegare il senso di alcune parole :

OMOFOBOchi manifesta avversione ossessiva nei confronti degli omosessuali (Diz. Hoepli )

OMOFOBIATutte le parole che finiscono in fobia indicano un disturbo, una paura immotivata, come quella per gli stranieri, per i luoghi chiusi, per la gente in piazza e così via. Dunque la omofobia non é odio verso i gay o quello che é omosessuale, ma uno stato psicologico della persona a livello fobico, che cerca di eliminare ossessivamente da sé stessa, la convinzione di essere gay in modo latente (Prof. Francesco Bruno, Criminologo)

ANTISEMITA : chi è ostile nei confronti degli ebrei (dizionario. net)

ANTISEMITISMOOstilità, avversione preconcetta contro gli ebrei; 
politica persecutoria nei loro confronti

NAZISTASeguace del nazionalsocialismo; membro del partito fondato da Hitler e basato sul nazionalsocialismo, (estens.) Persona dai modi prepotenti o che approva e applica metodi crudeli e spietati. (dizionario online Corriere della Sera)

RAZZISMO : Ideologia che, fondata su un’arbitraria distinzione dell’uomo in razze, giustifica la supremazia di un’etnia sulle altre e intende realizzarla attraverso politiche discriminatorie e persecutorie; (estens.) Ogni atteggiamento o manifestazione di intolleranza

RAZZISTA : fautore del razzismo

INTEGRALISTA : fautore dell’integralismo, caratterizzato da integralismo: posizioni, tendenze integraliste; (estens.) intransigente, intollerante (dizionario.net)

STALKINGtermine inglese che indica una serie di atteggiamenti tenuti da un individuo che affligge un’altra persona, perseguitandola e generandole stati di ansia e paura, che possono arrivare a comprometterne il normale svolgimento della quotidianità. Questo tipo di condotta è penalmente rilevante in molti ordinamenti; in quello italiano la fattispecie è rubricata come atti persecutori (articolo 612 bis del Codice penale), riprendendo una delle diverse locuzioni con le quali è tradotto il termine stalking. Il fenomeno è anche chiamato sindrome del molestatore assillante.

STALKER : che pratica lo stalking

siamo sicuri che B.V. (che non ci legge) , avvocato e giornalista 49enne barese del quartiere Murat, saprà apprezzare la nostra aderenza alla retta dottrina della lingua italiana.

 

Questo articolo è stato pubblicato in Non meglio categorizzati il da .

Informazioni su sandro.storri

Progettista e sviluppatore di software precario (Sandro, non il software). Tipico prodotto delle periferie della capitale (aho!, che me 'mpresti na' sigaretta?). Appassionato di cinema e letteratura, usa l'italiano come un dialetto alternativo alla sua lingua madre, il romanesco. Sostiene la battaglia per i diritti civili anche se riconosce che spesso tratta la questione con degli incivili. Ha un pessimo senso dello humor e si vede, anche in questa breve biografia.

5 pensieri su “il significato delle parole

  1. adminadmin

    l’avvocato e giornalista B.V., 49enne barese
    Seeeee… ormai ha compiuto i suoi primi 50 anni… Il suo corpo ha superato la metà del secolo. Della sua testa, non si hanno notizie. 😉

    Rispondi
  2. francesco

    OT : oggi risulto esser stato bannato da pontifex, con mail annessa.
    quello che non comprendo è che accanto alla motivazione del mio ban sia venuto fuori il nome dell utente nik, con il quale io non ho praticamente mai conferito parola.
    il ban è motivato , pare, dai commenti che metto qui su pontilex che si spingono “ben oltre la critica”.

    aspetto quindi le prove di queste accuse che mi vengono mosse.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Interessante: vieni bannato sul loro sito per cose che pubblichi altrove. Eppure giusto poco tempo addietro sostenevano di non aver mai bannato nessuno… 😀

      Rispondi

Rispondi