Consuete domande senza risposta

Prendo spunto da questa pubblicazione del mai dimenticato CdP:

http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/laici/10206-perche-i-gay-proliferano-mentre-i-cattolici-si-estinguono

Solite menate su gay e lobby omosessualistiche che non fanno più notizia e che evidenziano le costanti e ridicole contraddizioni pontifesse.

Poche e brevi considerazioni su alcuni passaggi:

“Il prof. Francesco Bruno non ha detto nulla di errato o di anomalo e, mentre la stampa pilotata dai gay – abili comunicatori e pubblicitari (che dimenticano di citare la fonte o sbagliano di proposito l’url)”

Un passaggio da incorniciare:eSSI che perennemente e da sempre copiano e incollano a caso senza mai citare una fonte o un riferimento si permettono di dare lezioni di comunicazione.

Ancora:

“penso che Pontifex.Roma debba continuare a combattere una delle tante battaglie in difesa della fede che, nella fattispecie, riguarda le depravazioni, la pornografia, la pedofilia, lo stupro, dunque, la lussuria.”

Sono d’accordo e supporto pienamente questo generico enunciato.

In tema di depravazioni e lussuria e in difesa della fede, ho una domanda da porre: è B.V., 49 anni all’epoca dei fatti, residente nel quartiere di Murat di Bari, arrestato in flagranza di reato per stalking, riconducibile a Bruno Volpe, giornalista pubblicista del sito Pontifex Roma che cita articoli e notizie senza mai riportare una fonte?

Anche io mi sento un pò Pontifesso in questa battaglia in nome della fede e dei tradizionali valori.

 

13 pensieri su “Consuete domande senza risposta

  1. adminadmin

    A proposito di battaglie, di fede e di valori… Se sul sito Pontifesso Bruno (Francesco) si fa intervistare da Bruno (Volpe) ed il cameo che ne risulta è al limite tra il ridicolo ed il fastidioso, altrove (in Sicilia) un Vescovo vero (non un emerito pensionato) ha parole davvero ortogonali a quelle Pontifesse.

    http://qn.quotidiano.net/cronaca/2012/01/11/651009-vescovo_urso_stato_riconosca_unione.shtml

    Leggete cosa afferma mons. Urso: Sono convinto che la Chiesa debba essere una casa dalle porte aperte per tutti. Per gli immigrati, per le donne in fuga da mariti violenti, per chi è omosessuale e si sente escluso
    Ed inoltre: Mettere sullo stesso piano il criminale e il clandestino è un errore sotto il profilo intellettuale, culturale e giuridico
    Poi: Quando due persone decidono, anche se sono dello stesso sesso, di vivere insieme, è importante che lo Stato riconosca questo stato di fatto. Che va chiamato con un nome diverso dal matrimonio, altrimenti non ci intendiamo

    Ecco, queste sono le parole del vescovo Urso. Chissà cosa ne pensa Padre Alberto Maggi su questa vicenda. 😉

    Rispondi
  2. francesco t

    molti cattolici invece dovrebbero pensare alle cose più serie, come alla pedofilia nel clero, che, per quanto si voglia dire, è troppo presente.

    vorrei potervi citare una puntata del telefilm the practice, in cui si parlava proprio di questo.
    e c è stata una parte in particolare che dovrebbe far riflettere : la parte in cui il protagonista principale afferma ” noi cattolici non siamo arrabbiati”.
    per la cronaca, la puntata è la 7×06, crisi spirituale.

    Rispondi
    1. francesco t

      frase clichè, ovvio. eppure pontifex dimostra ogni giorno che sono dei maghi nel criticare gli altri ma nell evitare di criticare se stessi.

      io almeno ho sempre sostenuto che sarebbe fantastico cambiare nome al circolo mario mieli….loro invece arrivano a difendere il fascismo, i signorini.

      Rispondi
  3. Davide Autore articolo

    Admin! Anatema!
    Come Cardano nel 1570 venne condannato per eresia per aver scritto l’oroscopo di Gesù, anche te sarai arrestato, tenuto in carcere per parecchi mesi e costretto ad abiurare Coram Congregatione insieme a questo vescovo apostata

    Rispondi
    1. adminadmin

      E sia apostasia! Voglio anche io la mia piccola chiesa, come la minuscola chiesa fondata dagli amici Pontifessi, con il loro minuscolo dio vendicativo e pieno di ira, con il loro magistero minuscolo fatto soltanto dalle righe che fanno comodo alla loro “causa”… 😀

      Rispondi
  4. francesco t

    tra parentesi, il prof bruno ha parlato di PATOLOGIA PSICHICA(disturbo della personalità) o “””cause organiche”” (???), che di fatto è MALATTIA o malformazione.
    bruno volpe ADORa giocare con le parole , ma solo perchè nell articolo non compare la parolina magica “malattia” non vol dire che non ne parli , soprattutto considerando, appunto, i giochini di parole che piacciono tanto al pecorone omofobo dall anima alquanto simile ai signori di sodoma .

    un grosso VAFFANCULO a quest ultimo, peraltro, vista la dedica che muove nei miei confronti (di nuovo, con i suoi sporchi giochetti da codardo) :
    “Questo sia chiaro anche per chi si finge vittima e non sa che i suoi genitori, nel venire a conoscenza della sua triste condizione, soffrono, eccome.”

    BRUNO VOLPE SEI UNO SCHIFOSO che si permette di parlare dei genitori ALTRUI senza conoscerli.
    oltretutto codardo perchè eviti di specificare il soggetto.
    io invece il soggetto lo cito, eccome: BRUNO VOLPE. bruno volpe , falso cristiano dall anima di abitante di sodoma, pervaso dall egoismo, dal cuore duro, dall odio, dalla mancanza di rispetto per li altri e per i genitori altrui, nonchè per i minorenni.
    bruno volpe, un caprone omofobo.

    sono uno scaricatore di porto? detto da un “criminale” lo prendo come un complimento.

    Rispondi

Rispondi