Altro ceffone al sito pontifesso [UPDATE]

Uscendo dalla metro ho preso la mia solita copia di Metro News edizione di Roma e chi ti trovo?

Lo stimato prof. Bruno prende le distanze dal sito pontifesso, anzi lui i gay li ama.

Tuttavia il prof.  non ne esce bene, perchè nella sostanza rimane un pontifesso anche se per ragioni di opportunità e immagine ne prende le distanze.

[UPDATE]

Se poco sopra mi ero limitato a dire che il prof. non ne usciva bene, adesso si può affermare che ne esce malissimo.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/varie/10219-professor-bruno-qconfermo-lintervista-a-pontifexq-qpretendo-rispetto-per-le-mie-ideeq

Sitmatissimo e consideratissimo Prof: faccia pace col cervello. A Metro dice che non ha mai detto questo, a Repubblica dice che non ha mai detto quello e da B.V. nega tre volte se stesso: proprio come Pietro prima che il gallo canti tre volte.

eSSi si manifestano solo per quello che sono: ridicoli opportunisti senza alcun senso del pudore, scarsi anche nell’arte del free climbing sugli specchi.

41 pensieri su “Altro ceffone al sito pontifesso [UPDATE]

  1. francesco t

    non mi è chiaro. quale sarebbe il fattore economico per cui uno dovrebbe “diventare” gay?

    a ogni modo nemmeno con la storia dell obesità c azzecca.
    se lui non avesse i soldi per mangiare, il diabete l avrebbe comunque, e il diabete non è la causa dell obesità.
    la causa dell obesità può essere o genetica(la tendenza all obesità quanto meno, non l obesità in sè a meno che non vi siano grossi problemi di digestione), o perchè la persona mangia relativamente male, ovvero la persona è un PORCO.

    Rispondi
  2. brunello il cazzaro

    quindi, non solo Bruno sbugiarda brunello… ma sostiene che brunello si presenta nelle sue inteviste telefoniche come UN PRETE !!!
    PS: continuerò ad utilizzare il nick “cazzaro” finquando ci saranno prove evidenti che brunello è un CAZZARO

    Rispondi
    1. francesco t

      in effetti ti immagini? brunello che ora si spaccia pure per un prete? sarebbe fantastico , considerando quello che ne conseguirebbe haha XD

      Rispondi
  3. Sandro Storri

    che poveracci! ma non si vergognano a fare tutti i giorni figure come queste? ma non gli e’ mai venuto il sospetto che forse dovrebbero andare a nascondersi per un bel po’?

    il prof. bruno (le minuscole sono volute) da l’ennesimo esempio di “arrampicata sugli specchi”, sport molto diffuso dalle parti di pontifex, ovvero giustificare l’ingiustificabile, distorcere la realta fino a crearne una nuova, insultare tutto e tutti salvo poi essere intervistati a “la zanzara” e ritrattare tutto balbettando.

    questi sono i cattolici, quelli ai quali noi, in modo coatto, siamo costretti a devolvere l’8 per mille delle nostre tasse. e’ a questi tristi personaggi che diamo anche dei soldi!.

    PRETI VERGOGNATEVI! andate a nascondervi perche non siete degni neanche di guardare in faccia la gente onesta come noi.

    Rispondi
    1. francesco t

      a dirla tutta io penso che siano una minoranza di cattolici. tu credi veramente che la maggior parte dei cattolici in italia sia pro- rapporti sessuali dopo il matrimonio e al solo scopo riproduttivo?
      credi che la maggioranza sia contro il divorzio?
      credi che la maggioranza sia contro i gay?

      oh no, proprio no. i cattolici non cristiani come volpe e altri simili, sono una sana minoranza , molto più dei gay.
      infatti, basti pensare che la maggior parte di tali cattolici sono preti , vescovi et simila, ma tra gli stessi ci sono molti preti etc che non condividono tale aspetto conservatore.
      molti di meno sono i cittadini con le medesime idee conservatrici di tali preti etc.
      solo che l ignoranza di anche uno solo di loro, ha un risalto enorme a causa dell enormità della stessa.

      OT:
      impressionante l arrampicata sugli specchi di cdppino quando parla di castità, evitando accuratamente , per l appunto, la CASTITà e mettendoci in mezzo l “amore” senza sesso.

      ora, è ovvio che può esserci amore senza sesso, come può esserci sesso senza amore.
      e il fatto che sia normale provare amore non facendo sesso, non dimostra in nessun modo che esser casti sia naturale.

      l unico modo è osservare la natura: esistono animali casti? no.
      la castità, in natura, non esiste, e il perchè è ovvio: perchè la castità è una SCELTA. una scelta contronatura in quanto non presente in natura e in quanto reprime la sessualità (castità intesa per ciò che è ovviamente: un astenersi da qualsiasi atto sessuale – NON “AMARE” SENZA SESSO, che è un altro discorso)

      e poi spiegatemelo….per la castità, che è una SCELTA, vale la scusa dell ammore , senza tener conto della natura e degli animali, ma per gli omosessuali invece no?
      suonino le campane , pontifex ha gridato ancora all ipocrisia!

      Rispondi
      1. StevenY2J

        Ho letto l’articolo di Di Pietro sulla castità. Il problema di fondo é sempre quello di definire che cosa é “normale” o “naturale” e che cosa non lo é. Per esempio, Di Pietro si domanda se il fatto che Madre Teresa rinunciasse al cibo per darlo ai poveri debba considerarsi “innaturale”? Si tira la zappa sui piedi, perché la risposta é “sì”. Non é “naturale” nel senso che va contro un istinto di sopravvivenza insito in qualsiasi animale, uomo compreso.

        Il problema, allora, non é definire se un comportamento é “secondo natura” o “contro natura” ma se é “eticamente accettabile” o “eticamente inaccettabile”. E, siccome il concetto di “etica” varia da persona a persona e da società a società, l’unico criterio valido per stabilire se un comportamento é tollerabile o no é domandarsi se, concretamente, fa del male agli altri (che, poi, é il criterio della legge penale post-illuminismo).

        Quindi, é sterile e inutile domandarsi se togliersi il cibo per darlo ai poveri sia “naturale” o “contro natura”. E’ un bel gesto e non fa del male a nessuno, quindi ben venga.
        Nello stesso modo, chi se ne frega – francamente – se l’omosessualità é presente in natura o meno. Un gay o una lesbica vivono le loro vite senza fare del male a nessuno e tanto basta.
        Anche la castità dei preti (e non solo loro… ho sentito parlare dei “matrimoni bianchi” dove gli sposi non fanno sesso neppure fra loro) é accettabile, perché é una loro scelta e non fa male ad altri. Ovviamente, non la condivido e non ne comprendo le ragioni, ma la rispetto come scelta altrui.

        Questo é l’unico modo di ragionare che permette di interessarsi ai problemi degli altri e, al contempo, di rispettarne le scelte e la persona. Chi scrive gli articoli di Pontifex non l’ha ancora capito ma, fortunatamente, sono una minoranza e va bene così.

        P.S. Avete letto la straordinaria proposta di Volpe di togliere la potestà genitoriale (!!!) a chi non educa i figli cristianamente? Praticamente, ignora il concetto di “laicità dello Stato”. No More Words.

        Rispondi
        1. adminadmin

          P.S. Avete letto la straordinaria proposta di Volpe di togliere la potestà genitoriale (!!!) a chi non educa i figli cristianamente?
          Si, ed ha reso memorabile la mia bella giornata. Mi sono letteralmente pisciato addosso dalle risate. Perchè se Brunello pensa veramente quell’accozzaglia di orrori è davvero messo molto, molto male. E se invece scrive empietà simili solo per qualche click, è veramente un poveraccio da compatire e commiserare.
          Praticamente, ignora il concetto di “laicità dello Stato”.
          Ignora il concetto di laicità dello stato, sfonda ogni limite della razionalità umana, mette alla prova gli schemi logici di questo mondo… Ho dimenticato qualcosa?

          Rispondi
          1. stevenY2J

            Vuoi dire che non li obblighi ad andare a messa tutte le domeniche??? attenta, che ti tolgono la potestà e ti scagliano contro un anatema

          2. paopao

            oh beh sai, un rischio calcolato visto che non me li puó togliere nessuno anche volendo ..
            sono maggiorenni 😉
            eppoi amano la loro mamma!

          3. AlbertoBAlbertoB

            Beh , Volpe essendo un buon padre di famiglia educa i suoi figli in modo cristiano e retto.
            Come? Volpe non è sposato? E non ha neanche figli?

            … ma allora di cosa cazzo straparla , per l’amor del cielo?????

            Questa è una cosa che mi manda in bestia : parlare di cose che neanche si conoscono lontanamente e ritenersi detentori della Verità.Che stracazzo ne sa Volpe di Famiglia? Uno che a cinquant’anni vive con sua madre , come un dodicenne. Per tacere poi di quell’altro fenomeno del circo Barnum , 120 kg. di pura ignoranza , che vaneggia riguardo la castità quando lui stesso fa fatica a distinguere gli uomini dalle donne (sua stessa ammissione).

            Donne e famiglia , cose che entrambi non possono ottenere se non a pagamento… e forse neanche.

          4. paopao

            AlbertoB: l´hai notato anche tu?
            Ultimamente mi sono divertita molto con l´articolone di CalimeroMSSMS
            “perché i gay proliferano mentre i cattolici si estinguono”.
            Ho pensato, non sarebbe irrisolvibile… si sposano, si mettono a figliare come criceti e nel giro di 30 anni..
            ah, giá ..ma chi li sposa quelli?? 😀

  4. adminadmin

    Il modo scelto da Francesco Bruno per prendere le distanze mi sembra davvero bizantino. Affermare che con “anormale” intendeva dire “fuori della norma” è un giochino che ha fatto molte volte lo stesso Brunello, dunque non fa altro che confermare la sua aderena al minimagistero Pontifesso.

    In sintesi dunque: pubblicamente dichiara di dissociarsi ma per farlo usa lo stesso artifizio ampiamente inflazionato e sfruttat più volte dal suo intervistatore. Curioso, ‘nevvero?

    Rispondi
  5. Gianfranco Giampietro

    Mi fa piacere vedere il professore Bruno che dichiara che Pontifex stravolge le sue dichiarazioni durante le interviste (è stato intervistato da un prete di Pontifex? Questo non mi è chiaro), ma rimane sempre e comunque della stessa pasta. In altre parole, questa gente quando si trova tra propri simili si lascia volentieri andare in libere chiacchierate “tra amici” in cui dichiarano quello che pensano veramente, salvo poi cercare di “ridimensionare” quando sono intervistati dal resto della società normale e dell’opinione pubblica più diffusa, cioè quella non omofoba e non xenofoba. Bruno in questo trafiletto è identico a Volpe quando è stato intervistato da quelli della Zanzara: giri di parole che cercano di ridimensionare quello che pensano realmente.

    Rispondi
      1. plinioplinio

        no, seriamente. lo stile è quello, si. soltanto che, forse, don Strazio in quanto prete mi sembra un po’ più accreditato per intervistare i vari emeriti rispetto ad un signor nessuno come Volpe. il quale, poi, dovendo pubblicare, si riaggiusta le interviste a modo suo.
        è soltanto un’ipotesi, sia chiaro.
        ora… Bruno è un laico. ma perchè evrebbe detto di esere stato intervistato da un prete?

        Rispondi
        1. adminadmin

          Plinio, quello che sappiamo con sufficiente certezza è che Brunello in passato ha lavorato a stretto contatto con gli ambienti della Sala Stampa del Vaticano. In quella fase della sua vita ha potuto entrare in contatto con le persone che attualmente dichiara di intervistare. Probabilmente si è presentato a loro attraverso i telefoni della Sala Stampa oppure è stato presentato da qualche intermediario di cui gli emeriti avevano stima. Il risultato è che gli emeriti hanno molto probabilmente reale stima di Brunello e dunque si fidano di pensieri e confidenze che, magari, immaginano resteranno riservate. E che invece vengono trasformate in interviste.

          Rispondi
  6. Dave

    Ribadisco ancora una volta, quella che è una convinzione che ho maturato negli ultimimi tempi. Pontifex non è affatto un sito di pochi pazzi, ma è un sito che incarna pienamente il vero animo della chiesa cattolica. La chiesa é questo, e ancora di più. Orgoglioso di non fare più ufficialmente parte di questa organizzazione

    Rispondi
  7. francesco t

    twitt dei pontifessi :

    PROF BRUNO: “CONFERMO INTERVISTA PONTIFEX E RETTIFICO REPUBBLICA”.

    ma cos è sto prof bruno? prima dice così, poi cosà, poi di nuovo così…. allora?
    oppure “qualcuno” si è inventato il twitt ? ):P

    Rispondi
    1. AlbertoBAlbertoB

      Considerando che potrei anch’io scrivere un tuìt del tipo :” I PORCI HANNO LE ALI , IPOTESI CONFERMATA DA CAMILLO BENSO CONTE DI CAVOUR” e considerando anche che la credibilità di questa specie di sottoprodotto della cultura cattolica è pari a quella del mago Zurlì … direi che possono scrivere un po’ quello che cazzo gli pare , tanto non devono rendere conto di niente a nessuno in quanto nessuno li considera ad un livello superiore alle zecche.

      Rispondi
    2. Gianfranco Giampietro

      Una scrittina sul Twitter non è che faccià granchè…

      Quasi quasi mi metto a giocare su Twitter anche io, e scrivo: “BRUNO VOLPE DICHIARA CHE PONTIFEX E’ UN SITO BUFALA AD OPERA DI TROLL E CHE LUI A DIRE IL VERO NON E’ NEMMENO CATTOLICO, MA PASTAFARIANO”

      Rispondi
      1. francesco t

        Ore 10:30 esclusiva intervista: PROFESSOR BRUNO: “CONFERMO L’INTERVISTA A PONTIFEX”

        non mantengono nemmeno gli impegni presi…e sono gia le 11 u.u

        Rispondi
        1. adminadmin

          L’intervista è arrivata davvero… Ma resta un problema di fondo: ora chi mai si sognerà più di dare spazio a Bruno Francesco, dalle idee mutevoli come bandierine e dall’affidabilità pari a quella di un polpo? Un giorno si e l’altro pure eSSo cambia idea ed opinione, smentisce e smentisce le smentite… Io trovo che questo comportamento sia imbarazzante: è incredibile. Inteso come “privo di credibilità”… Speriamo che quest’ometto (Bruno Francesco) scompaia presto dall’attenzione dei media: ha già fatto sufficienti danni.

          Rispondi
        2. Gianfranco Giampietro

          Io proporrei a Bruno Volpe una iniziativa simile a quella vista qui su Pontilex: la videointervista.

          Con le videointerviste da parte di Volpe finirebbe una volta per tutte la storia degli intervistati che dicono “ma io intendevo questo, ma io non ho detto quest’altro”, avremmo l’immagine e soprattutto le parole realmente pronunciate dagli intervistati, senza SE e senza MA

          Rispondi
          1. adminadmin

            Ahahahahahahah 😀
            Questa è una delle più belle barzellette che io abbia mai sentito nella mia vita.. 😉
            Brunello non ha mai reso disponibili i famosi nastri delle sue interviste. E vedrai che declinerà l’invito adducendo qualche banale scusa come “il lavoro di Pontifex è basato sul volontariato e non c’è nessuno disponibile per le videoriprese” oppure “io vorrei, ma sono costretto dall’arretratezza tecnologica del quartiere Murat ad una linea analogica da 56k” o forse “gli emeriti sono troppo lontani, non usano internet”.

            No, tranquillo, non lo farà mai. E sappiamo tutti che le ragioni che addurrà sono solo scuse visto che la ragione fondamentale è ben altra… 😉

  8. AlbertoBAlbertoB

    Ma Bruno è il nome o il cognome?
    Ma soprattutto questo dovrebbe essere un serio professionista oppure è un fiero appartenente alla masnada dei cazzari che tutti conosciamo?
    E ancora , chi ha il coraggio di dare da lavorare a un ciarlatano del genere?

    Quesiti importanti imho.

    Rispondi

Rispondi