Lo strano caso di T. De Girolamo.

Anche l’articolo sulla multa agli omosessuali in Russia scritto da T. de Girolamo è una summa di sciocchezze:

(1) Dal fallimento della truce e sanguinaria dittatura comunista, la più terribile mai conosciuta dal genere umano…: anche se l’articolo è scritto da questo fantomatico T. De Girolamo di cui non si sa nulla, è un concetto molto simile a quello che esprime Volpastren: “ci sarebbe anche la dittatura nazisa, ma si sa che per questa gente il nazismo fu grave ma mai quanto il comunismo”.

(2) Tutta la pippa sull’omosessualità come depravazione, disordine e reato: ci siamo già espressi in massa su Pontilex. E’ omofobia pura, schifosissima, squallida, pessima, volgare ed ignorante. Non ci sono giustificazioni. E l’atteggiamento repressivo russo è contrario ai principi di libertà e di rispetto dell’essere umano, universalmente riconosciuti nel mondo civile. Meno questi principi vengono riconosciuti, meno si fa parte del mondo civile.

(3) la Russia – unico paese al mondo autosufficiente, disciplinato, pulito e senza debito pubblico: qua una summa di scemenze. La Russia ha un debito pubblico che in rapporto al PIL non sarà alto, ma che in tempi di crisi sta aumentandoLa Russia non è autosufficiente, perché è uno dei maggiori importatori mondiali di prodotti agricoli. Sul disciplinato e pulito sono termini molto astratti che non hanno nessun riscontro nè a favore nè contrario. Se di politica economica internazionale sai poco, caro De Girolamo/Volpastren, evita di scrivere.

Concludo chiedendomi: chi è questo T. De Girolamo che usa espressioni molto ma molto similili a quelle di Volpastren? Sì dico omosessualisti, per esempio. O come il nazismo si va beh è grave, ma è peggio il comunismo? Secondo me T. De Girolamo è solo un alter ego di Volpastren. Gli articoli sono molto simili tra loro contenendo addirittura espressioni e concetti perfettamente uguali.

Confessa, Volpastren: questo nome indica una passione segreta per Nunzia De Girolamo, parlamentare PDL molto affezionata a Berlusconi, o per San Girolamo, primo traduttore della Bibbia e strenuo sostenitore del celibato clericale (poi imposto per legge nel 420 d.C. dall’imperatore Onorio)?

13 pensieri su “Lo strano caso di T. De Girolamo.

  1. adminadmin

    Sandro il problema delle identità molteplici è una vexata quaestio che ci trasciniamo da sempre… Sotto forme diverse ed in modi diversi da sempre il sito Pontifesso è infestato di commentatori (ed autori) dalle molteplici personalità… 😉

    Rispondi
    1. SandroSandro Autore articolo

      Può darsi sia anche Cidippinen, vista la sua contestuale scomparsa da mesi ormai, ma ciò di cui sono quasi sicuro è che sia un autore fake … salvo essere smentito incontrovertibilmente ):D

      Rispondi
  2. Hiram Abif

    da bravi fascistelli hanno imparato dal trucco dei carri armati di mussolini. ne avevano solo 10 pero’, spostandoli in continuazione sembrava che fossero migliaia.

    lo stesso fanno su pontifex. uno solo scrive ma si firma sempre con nomi diversi, cosi spera di sembrare centinaia.

    sono solo dei poveracci. a volte mi sento in colpa perche invece di infierire su questi pezzenti dovremmo aiutarli consigliando loro un buon medico, specializzato in psichiatria, ovviamente.

    Rispondi

Rispondi