La Shoah..

„La shoa é un fenomeno storico ancora recente e dunque in fase di studio. Pertanto, come fatto storico, é suscettibile di valutazione. Ogni studioso ha la libertà di avallare le tesi che meglio crede, poi sarà il mondo a valutarlo. Ma elevare la shoa a dogma, neppure criticabile, ci pare sbagliato.“

http://www.pontifex.roma.itnyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/9343-crisi-finanziaria-castigo-per-tutti

 

La Shoah é un dato di fatto, analizzato, studiato ed accertato con prove documentate e testimonianze, non solo dei superstiti e dei vincitori (come ti piace credere e far credere) ma anche degli stessi aguzzini nazisti.

Insomma se ne sono occupate persone sicuramente piú competenti del nostro avvocatuncolo non secolarizzato… fattene una ragione Volpastren!

 

Piuttosto c´e´solo un motivo per dubitare della Shoah e per voler a tutti i costi falsificare la Storia:

la riabilitazione del  Nazismo e dei suoi criminali!

Lo stesso motivo vale anche per la riabilitazione di quel „grande statista„, burattino di Hitler che „non fu il male assoluto !“ (ma che caxxen significa non fu il male assoluto? Niente!… Come giá constatato da AlbertoB!)

Tanto amava il popolo italiano che, per costruire un paio di autostrade, rete ferroviaria, edifici in stile littorio (tanto cari a Volpastren) bonificare la Maremma e bla bla…,lo ha ridotto in miseria, mandando a massacrare in guerra migliaia di persone mentre se ne stava comodamente a casa in pantofole a sbraitare dal balcone.

I risultati si sono visti, l´Italia in cenere!

Andiamo bene, il nostro storico improvvisato pretende pure di analizzare e criticare  la Shoah…

E cosa di grazia, vorrebbe analizzare e criticare?

Sarebbe piú utile al nostro pontifeSSo coniglio  imparare meglio l´ italiano, evitare lo spagnolo e  magari risolversi uno o due problemi che stanno minando la sua salute mentale.

 

Non é colpa nostra e nemmeno degli ebrei, degli omosessuali, degli atei , dei massoni ecc…se sei un povero infelice!

 

Pao ):D

14 pensieri su “La Shoah..

  1. Faunita

    Dopotutto, se uno costruisce ponti ( 😀 😀 :D) ed autostrade, che sarà mai qualche migliaio di persone (compresi bambini e neonati) mandati nei forni??? Bischeri, ora che ci penso, anche il Mostro di Firenza ha sì fatto la pelle a sedici ragazzi, ma ehi, probabilmente ha detto “buongiorno” e “buonasera” a tutti i conoscenti (e poi a ben vedere ha anche evitato ben otto orribili episodi di sesso prematrimoniale ed oso affermare che la sua condotta responsabile e cristiana andrebbe tenuta nella giusta considerazione :D)…

    Fenomenale che, nel XXI secolo, in tempi di IPad2 e viaggi nello spazio, ancora i nostri amici parlino di “ebrei speculatori” che fecero incazzare quel sant’uomo di Hitler… mah, mi domando che razza di speculazioni monetarie facesse Anna Frank, scolaretta residente in un quartiere popolare di Amsterdam, o l’undicenne David Rubinowicz, contadino. Evidentemente, erano ragazzi davvero molto cattivi….

    PS. data la mia passione per la cronaca nera, ho salvato tutti gli articoli del “nostro” sito che parlano del delitto di Yara, con supercommenti criminologici. A parte il buco nel petto che umanamente provo pensando a quella bambina così fragile, m’è venuto fuori un commento crudele: il barbuto espertissimo (detto con rispetto, eh, anche mio babbo ha la stazza importante del dott. prof. in questione) ha toppato grandemente… mia cognata ed io, tra un pasticcino ed uno smalto per unghie, ne avevamo capito di più!

    Saluti atei conditi con profumo al pepe rosa 🙂

    Rispondi
    1. paopao Autore articolo

      Faunita: penso alle vittime della guerra in generale,a chi é finito sotto i bombardamenti, chi é stato mandato a morire al fronte, a chi é stato torturato ed ammazzato nelle galere.. ai perseguitati..ai colonizzati…insomma tutti, tutti.
      E adesso mi salta fuori il coniglio fascistone che non capisce na mazza di niente e pretende di dilettarsi con la Shoah.
      A me quell´essere provoca schifo, ribrezzo e qualche volta uno sgradevole senso di pena ..che peró mi passa subito quando leggo certe stronxate sul suo blog non secolarizzato.

      Rispondi
  2. Faunita

    Mah, immagino che il padre di Anna Frank, se fosse vivo, sarebbe sollevato di sapere che la sua bambina è morta perché (pur non essendo la loro famiglia particolarmente religiosa) speculatrice e dedita all’usura…. 🙁 a parte l’humour macabro, non capisco perché “discutere” o contestualizzare/ analizzare/ ridimensionare/ ecc. la Shoah, manco fosse un argomento da salotto. Noi parliamo di milioni di persone. Per qualcuno, quei “milioni” erano padri e madri, figli e fratelli, amici e parenti, compagni di una vita. Non esistono parole per commentare.

    Rispondi
    1. paopao Autore articolo

      Al coso lá questo non interessa, il suo modo di ragionare é molto piú semplice (ha ragione l admin quando afferma che fa concorrenza alla cozza):
      se sono comunisti, ebrei, massoni atei, omosessuali od antiberlusconiani non meritano di vivere..
      non gli frega che siano innocenti, bambini , donne , uomini, il pontifeSSo odia la vita..
      questo il succo del pensiero pontifeSSo ..oh, peró é contro l aborto..!
      ):D

      Rispondi
      1. giuxgiux

        xkè i pontifeSSi non provano sentimenti per nessuno sono troppo persi nel loro odio, hai ragione Pao quando dici che loro stanno già all’inferno !

        Rispondi
        1. paopao Autore articolo

          eSSi vivono l´inferno perché eSSi sono l´inferno, Giux!..sono incapaci di provare sentimenti umani come amore, caritá, compassione,perdono.. solo odio, solo frustrazione ed amarezza, gongolano delle disgrazie altrui..ma quanto sono malati?

          Rispondi
  3. Faunita

    A ben vedere, in un sito che rigurgita odio contro le seguenti categorie (elenco non esaustivo, attenzione!):
    – Comunisti;
    – Gente di sinistra;
    – Gente NON di estrema destra;
    – Ebrei;
    – Musulmani;
    – Buddisti;
    – Indù;
    – Atei;
    – Donne;
    – Femministe;
    – Donne genericamente non schiave del proprio uomo;
    – Omosessuali;
    – Gente che fa sesso fuori o prima del matrimonio;
    – Donne che abortiscono;
    – Gente che divorzia;
    – Gente che festeggia Halloween;
    – Gente che va ai concerti;
    – Gente di colore;
    – Rom, sinti e “camminanti”;
    – Tossicodipendenti;
    – Persone comunque disagiate;
    – Portatori di handicap (e pure tanto a giudicare da quanto facilmente accusino chicchessia di essere tardo, tonto o diversamente intelligente)…
    un sito che, dicevo, odia a morte (ma davvero) tante categorie di persone solo in quanto tali, difficilmente può definirsi “cristiano”… credevo, stupidamente, che “cristiano” evocasse ben altri principi…. carità, accoglienza, disponibilità verso il prossimo…. invece su Pontifex le sole preoccupazioni sono sugli embrioni abortiti – o meglio su come punire le madri che abortiscono – e su come “raddrizzare” chiunque non si adegui…

    Mah…

    Rispondi
      1. paopao Autore articolo

        i soliti raccomandati!!
        noi succhi di frutta invece veniamo emarginati…appena appena una frasetta dedicata qua´e lá quando si ricorda!):D

        Rispondi
  4. Faunita

    Ho diversi amici omosessuali e sono tutti persone fantastiche. Forse BV ed i suoi seguaci – che mortificano la loro sessualità fino a recapitare pezzi di fegato e sms osceni a ragazze ree di rifiutarli – li invidiano perché persino in un Paese bigotto, ipocrita e fintomoralista come questo, molti gay hanno il coraggio di vivere la propria vita senza nascondersi e, anzi, con molta felicità e soddisfazioni.

    Da questo punto di vista, i membri del club “Dio non vuole, va’ all’Inferno” mi fanno un pochettino pena….

    Rispondi
    1. adminadmin

      Attenta a non fare confusione. Bruno Volpe è giornalista non professionista (quindi non può affermare che il suo lavoro sia fare il giornalista) con trascorsi da avvocato, ha 50 anni, abita nel quartiere Murat di Bari e da questa amena località guida con piglio deciso il suo manipolo di fedeli PontifeSSi. BV è uno stalker arrestato in flagranza di reato, abita nel quartiere Murat ed ha circa 50 anni. Ed in passato lavorava come avvocato. Possiamo affermare con certezza che BV ha ottime attitudini musicali vista la sua abilità nel suonare i citofoni. Ed ha anche fegato da vendere, al punto da appenderlo sul citofono della casa della sua molestata.

      E tu parli di BV, vero? 😀

      Rispondi
      1. Faunita

        Ebbene sì amico mio…. certo che codesto bivì è proprio crudele: si direbbe che abbia assunto le sembianze d’un nostro carissimo amico proprio per farlo finire nei guai….!!!

        Certo che il Bv del quartiere Murat di Bari, già avvocato, che se l’è presa lungamente e con toni irripetibili con una giovane collega che non corrispondeva le sue attenzioni (“BV, Dio non vuole va’ all’Inferno [o più modernamente “vaffanellostoppino”]!!!” Capperi, c’è chi così dicendo è diventata santa e chi invece ha subito molestie per mesi, com’è curiosa la vita, mio caro Homer di Vitruvius 😀 😀 😀 ) è davvero un soggetto squallido e spregevole…. molestie, minacce, brandelli di fegato…. accipicchia, se Jeffrey Dahmer buonanima fosse ancora tra noi, gli scriverebbe un bigliettino per complimentarsi…

        Rispondi
        1. adminadmin

          Homer di Vitruvius mi mancava! 😉
          Aggiudicato: il mio nome sarà Homer di Vitruvius. Così Brunello la finirà di piangere perchè non riesce ad individuare la mia identità nella vita reale… 😉

          Rispondi

Rispondi