Attento Volpe , il diavolo fa le pentole ma…

… si dice in giro che abbia parecchi problemi con i coperchi.

Qui sopra si può leggere l’estratto di un articolo del buon Volpe datato 6 gennaio 2011 : uno dei tanti articoli dedicati alla famosa biologa/hostess 26enne , impiegata presso la ditta del famoso Cetto.

 

Queste invece sono le parole rivolte ad una persona specifica che scrive in questo specifico blog.

Ecco dunque che prende forma il Metodo Volpe , degno erede del Metodo Boffo. Rimane la speranza che la sorte della persona che scrive sulle pagine di questo blog sia migliore di quella capitata alla sfortunata biologa/hostess.

Eppure Volpe dovrebbe avere ormai compreso che certi giochi sono molto pericolosi

 

10 pensieri su “Attento Volpe , il diavolo fa le pentole ma…

  1. Dark_AnsemDark_Ansem

    Volpastren vuole il governo dei colletti blu… quando comincerà a vestire egli stesso tale divisa, visto che per ora l’unico lavoro che fa è digitare sulla tastiera e spiaccicare fegato in luoghi inopportuni?

    Rispondi
  2. paopao

    AlbertoB: innanzitutto grazie per le tue parole solidali.
    Leggendo Volpastren, e leggendolo fra le righe, si nota la sua personalitá assolutamente disturbata e confusa. Per noi pontilessi e per i nostri lettori é chiaro capire a chi si riferiscono i suoi deliri..ma vi immaginate l´effetto delle sue perle su un lettore qualsiasi estraneo ai fatti? ):D
    Credo che quel poveretto ce l abbia con me, con la biologa (forse bionda boh) e con il mondo femminile in generale..i suoi deliri si sovrappongono alle sue fantasie ed anch io, illustre volpastrenologa di fama mondiale, faccio fatica a decifrarlo..ma credo non si debba avere una laurea in psicoanalisi per predirgli che se continua cosí finirá in galera o recluso in qualche istituto psichiatrico.
    Per quanto riguarda la mia sorte, posso rassicurarvi..non ho il citofono! uah uah uah uah ):D

    Rispondi
    1. AlbertoBAlbertoB Autore articolo

      Eh… il buon vecchio Sigmund ne avrebbe di cose da dire. E’ anche curioso (per me che di psicologia ne so una beneamata cippa) notare gli schemi ricorrenti di certe menti palesemente disturbate , una volta che si è compresa la struttura è semplice andare a trovare corsi e ricorsi.
      Un percorso circolare insomma.

      Rispondi

Rispondi