This is Halloween… but, gosh, who gave you the degree?

 

♪♫ Questo è Halloween, questo è Halloween... ♫♪

Temer si dee di sole quelle cose | c’hanno potenza di fare altrui male; | de l’altre no, ché non son paurose.

Divina Commedia, Dante Alighieri

 

Chi ha paura del Solstizio d’Inverno? Chi ha paura del giorno in cui le notti son più lunghe? Chi ha paura dell’irrisione della paura? Chi? Chi? Ma sempre i Nostri. E chi altri?

Già, totalmente dimenticandosi che Halloween fu una festa cristianizzata e non già paganizzata, memore il nome (All-Hallows-Even: vigilia d’Ognissanti), i Nostri si mettono a sbraitare come fosse crollato il mondo contro un’evento socializzante a quanto pare loro avverso. Così cupi e male accetti.

Iniziamo dal più ridicolo, perché checché ne dica è ridicolo prendersela con delle feste: il solito Amorth.

“Halloween, una trappola del demonio, che le prova tutte”: lo dice padre Gabriele Amorth, decano degli esorcisti nel mondo.

Già, elli ‘o disse. Ipse dixit. Autòs èipa. S’è vero che le persone son già giudicabili dalla loro prima farse in pubblico, direi che dovrei sin d’ora cominciare a fare il verso e bonariamente parodiarlo. Aimeh, egli è già una parodia di qualcosa ben più ampio ergo lascio correre…

Padre Amorth, qual é il suo giudizio su Halloween? “intanto, fa schifo e mi fa schifo. Si tratta di una roba pagana, anticristiana ed anticattolica, proveniente da terre nordiche ed esplosa negli Usa.

Ah-ah-ah: importata da quando, come? Devo ricordare ‘l gentil esorcista che ci furono ben prima dell’invasione Celtico-Longobarda le Brumalia e le Saturnalia, che, per mirabile coincidenza, finivano entrambe il 25 dicembre?

Vero che la celebrazione è piuttosto diversa, nel festival di Attis per esempio si metteva l’effige del dio in una grotta con delle palme dopo una lunga processione, ma la ricorrenza dubito sia nuova.

Questa robaccia, pretende, e talvolta ci riesce anche, di mettere in secondo piano ed offuscare la Solennità di Tutti i Santi che celebriamo con gioia il primo novembre. E siccome, appunto, il suo scopo é quello di mettere intralcio alla santità, é una ideazione del demonio che intende scompaginare i piani di Dio. Halloween é una festa pagana”.

Bene, se la prenda con i Padri della sua Chiesa che hanno deciso di sostituire Samhain/Brumalia-Saturnalia con Ognissanti, mi chiedo perché si scaldi. Gli da fastidio non poter partecipare o cosa?

Nel merito: Halloween come tutte le ricorrenze simili (la notte di Chernabog etc. etc.) hanno questo scopo volutamente in quanto essendo la natura in letargo, e quindi nell’accezione antica morta, si credeva che la morte, alias per le tenebre, vincessero per un attimo su tutto. Indi per cui si esorcizzava la cosa. O si celebravano i funerali degli astri maggiori (sole e venere in primis), ma questa è un’altra storia.

Una dimostrazione della scaltrezza del Nemico: “il diavolo cerca di mettere zizzania tra Dio e uomo, non tanto per ostilità verso l’uomo, quanto per voler offendere Dio, che é il suo bersaglio preferito, e talvolta, riesce in questo scopo, anche se verrà sconfitto per sempre”.

A che si riferisce? Che sappia io la ricorrenza di sostituire i ruoli tra ricchi e poveri e/o eleggere un Rex Sacrorum fittizio sacrificale è bell’e morta da quel dì. Bah…

Don Amorth, ma per quale ragione questa festa é (è, è. Porco di quell’Aeshma Daeva!) tanto seguita, specie dai giovani?

“loro, seguono le correnti e questo avviene con maggior intensità in culture ed epoche scristianizzate come questa. Lo ripeto: il demonio sa come operare”.

Insomma abbiamo capito. Ma come mai solo in maggioranza in quel giorno e non altri? Forse che pure il nostro sia stato colpito da quel pivot culturale-astronomico-astrologico da lui tanto denigrato? Per non dire: chi disprezza compra, eh… ?

Qui Amorth termina con la solita sparata sessista-misogina nel classico stile PontifeSSo. La riporto solo per onor di cronaca.

Ma perché i genitori lasciano fare?

“perché non sanno più educare i figli, ecco la ragione”.

Che cosa vuole dire con questo?

“molti genitori hanno abdicato al compito di educatori e per mania di modernità, lasciano fare ai figli quello che vogliono. La colpa più grave mi sembra quella delle mamme”.

Cioè?

“quando entrambi i genitori vanno a lavorare, i figli crescono senza guide sicure. La forma di controllo migliore é la vigilanza della mamma, ma se questa va a lavorare e molte volte non ce ne sta bisogno, i figli crescono sbandati. Ben gli sta ai genitori questo castigo, poi vengono a piangere, davanti a figli ribelli “.

Bruno Volpe

Insomma la donna deve stare a casa. La solita pappa…

E ora passiamo al caro Francesco Bruno, che pure lui prende granchi, seppur con più eleganza. Al solito, vediamo anche qui del terrorismo psicologico tirato fuori con le pinze dal Nostro intervistatore al già confuso psichiatra e criminologo(?). Poi, come già detto, può darsi che fuori da queste cose sia anche bravo, ma quando fa così non lo da neanche a vedere.

In gran parte del mondo si vedono zucche, scheletri e via discorrendo: il paganesimo ricorda Halloween.

Più giusto, ripeto, sarebbe dire che Halloween ricorda il paganesimo. Brunello vuol sol tirare acqua alla sua macina, e si vede… altro che se si vede.

Ne discutiamo, per capire quali effetti possa avere sulla psiche, specie dei bimbi, con il noto psichiatra e criminologo, professor Francesco Bruno. Professore, che cosa é di fatto, questa festa? “come sapete, ha origine anglosassone e viene da noi importata, considerato che sino a qualche tempo a questa parte dalle nostre parti non se ne parlava o quasi. Ritengo che sia una forma, rozza, di esorcizzare la morte, un orribile carnevale pagano”.

Insomma, val bene vivere nel terrore, il riso è diabolico e lo scherzo è anticristiano. Ebbene, mi chiedo con che coraggio tiri avanti se lui stesso dovrebbe inibire questo terrore che non vuol esorcizzare dato che il suo credo predica la vita dopo la morte ma nessun rimedio per superare la paura di questa in vita…

Esistono pericoli concreti per coloro che entrano a contatto con questo tipo di “s”cultura? “ce ne sono ed anche molti. Intanto la festa si muove nella dimensione del male, con una ricerca di esorcizzare streghe e maghi. Quello che maggiormente dovrebbe fare riflettere é un’altra conseguenza”.

Come già detto, è normale che sia così. Visto che Halloween si colloca in un giorno solstiziale, cioè dove le tenebre vincono. Ma dubito sappia qualcosa d’antropologia, d’altronde: che bisogno c’hai di conoscere la cultura d’origine d’una persona per aiutarla nei suoi problemi?

Quale? “in menti deboli e predisposte, il fatto di ricordare una dimensione delle tenebre, può causare disturbi anche abbastanza marcati”.

Che io sappia, il mal di stagione non ha mai ucciso nessuno. Al massimo mette una leggera depressione, ma è solo metabolismo.

Infine è come dire che qualunque cosa dirà a seguito di questa immane stronzata (sì: ho usato una parolaccia, non me ne vogliano i lettori) sarà una caduta dalle nuvole che manco Prometeo osò fare…

Ovvero?

“si banalizza la morte e si irride alla solarità, viaggiando in un mondo di tenebre. I rischi più concreti sono quelli della induzione alla schizofrenia, o all’isteria. Forme di alterazione molto gravi”.

Davvero? E quanto è sensibile l’organismo di Bruno? E soprattutto, sa realmente cosa significa schizofrenia o l’ha detto così, per mettere un po’ più di pathos ad una debolissima argomentazione?

In questo punto c’è una salto pindarico epico: se prima ci parlava di Halloween ora dove va a parare? Ma ovvio: sulle sette. 😀

Si ha una propensione a cadere nelle sette?

“si può anche favorire questo risultato. Le sette sono dannose alla salute, sia del corpo che della mente, e specie per chi ha problemi di socializzazione, i rischi sono molto forti. Le sette, alla fine, riducono la libertà individuale e chi vi aderisce addirittura diventa dipendente, persino propenso, dietro istigazione, a compiere fatti gravi o delitti”.

Tolta l’ultima parte (e prendendo per buono che B.V. sia B.V. e nessun altro), pare si riferisca proprio al Nostro sito non secolarizzato. Dettaglio più dettaglio meno. Ma forse sono solo io che son malizioso…

La massoneria é una setta?

“se vi si aderisce in modo legale, no. Diventa setta nel momento in cui cade nella segretezza, con una specie di scambio reciproco di utilità personali”.

Il burro ingrassa? Solo se grasso puro… insomma, il Nostro non ha nemmeno idea di come funzioni la massoneria, e ne parla un non affiliato faccio per altro notare. Ennesima caduta di stile, auguri.

E qui v’è infine l’ultimo salto pindarico. Un po’ filosofico da parte di Brunello (il Volpasten non Francesco Bruno n.d.t.) chiedersi perché non sia ben accetto. Eppur’è strano: non gli è lampante?

Per quale ragione siti acattolici hanno la pretesa, con insulti e calunnie, di attaccare i cattolici?

“l’ateismo se rimane nella sfera del buon vivere non fa del male a nessuno. Tuttavia, esiste una via estremizzata e pagana che sfocia nella invettiva e questo denota scarsa crescita intellettuale e molta intolleranza”.

Insomma la solita Proiezione. E Bruno sa a che mi riferisco, non faccia lo gnorri.

 

Insomma PontifeSSi: non vi piace Halloween? Pace. Ma non rendetevi ridicoli, se ci riuscite…

 

Fonte delle immani, gigantesche, idiozie: http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/9311-don-amorth-halloween-fa-schifo-figli-deviati-ben-gli-sta-ai-genitori-irresponsabili-e-una-trappola-del-demoniohttp://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/varie/9310-halloween-puo-causare-disturbi-del-comportamento-massoneria-setta-se-difende-il-segreto-siti-atei-attaccano-i-cattolici-forme-rozze-di-comunicazione

Cose che i Nostri si dovrebbero leggere (ma non leggeranno mai ché non hanno dimestichezza con la perfida lingua Albione):

8 pensieri su “This is Halloween… but, gosh, who gave you the degree?

  1. Compagno Z

    E mi pareva strano che non avessero ancora scritto qualcosa su Halloween! Peccato sia tutta roba riciclata dal mainstream del peggior “giornalismo” italiano (Studio Aperto, il Foglio di Ferrara, Panorama etc.)

    Il decano degli esorcisti di tutto il mondo poi, non è padre Amorth ma Don Zauker!! 😉

    Rispondi
  2. diego

    ma per scrivere é deve schiacciare ogni volta il maiusc??

    E poi è strana tutta sta mania per halloween da parte loro: i cristiani hanno messo apposta la festa di ognissanti dopo il Samhoin per ammorbidire la conversione dei pagani alla Verità Assolutamenta Vera e Veramente Assoluta. E ovviamente non viene in mente al povero Amorth (povero intellettualmente, se ogni esorcismo lo pagano dovrebbe essere straricco) che ai giovani piace far festa e ne approfittano del giorno festivo per andar per discoteche. Tutte le discoteche e locali festeggiano Halloween, comunque basta andar alla messa prima in quel di Paese al ritorno.

    Rispondi
  3. AlbertoBAlbertoB

    ai giovani piace far festa e ne approfittano del giorno festivo per andar per discoteche

    Trovo che in questa frase tu abbia focalizzato perfettamente una delle ragioni per quali non sopporto ‘sta gentaglia : il fatto che hanno perennemente conficcato un manico di scopa in da ass , fino all’altezza dell’esofago.
    Per ogni comportamento o azione ci deve essere sempre qualche scopo occulto o qualche mandante misterioso , di solito mefistofelico.
    E’ lampante che per il 99.9 periodico della gente Halloween non è altro che l’occasione per fare un po’ di caciara , staccare la spina agli stress quotidiani , socializzare e in generale farsi 4 risate magari travestiti da strega o vampiro.
    Poi sicuramente ci sarà qualche sciroccato che si dedica a fare qualche cazzata tipo sedute spiritiche o similia , il punto è che questa sparuta minoranza è la rappresentazione speculare di questi fondamentalisti cattolici. Sono UGUALI , fanatici e sostanzialmente dei pirla.

    Rispondi

Rispondi