Non ci leggono… no no.

L’uom superbo si pone sopra gli altri, e crede che gli si debba ogni cosa; gli altri, per lo contrario, lo mettono nell’ultimo grado, né gli concedono nulla.

Confucio

 

Sorvoliamo sul fatto che Volpasten ne fa una più del diavolo, giungendo a criticare la stessa Chiesa a cui si dice fedele mentre dovrebbe esserne sottomesso:

Divenuto membro della Chiesa, il battezzato non appartiene più a sé stesso, ma a colui che è morto e resuscitato per noi. Perciò è chiamato a sottomettersi agli altri, a servirli nella comunione della Chiesa, ad essere «obbediente» e «sottomesso» ai capi della Chiesa, ed a trattarli «con rispetto e carità»

(1269)

Sorvoliamo altresì sull’altezzosità del suo ideale di missionario, della serie: armiamoci e partite e sorvoliamo anche sulla suo implicita, e magari anche involontaria, messa alla berlina della vita monacale della quale il sacerdozio dovrebbe rappresentare la versione soft [Come la Croce, la vocazione missionaria ha due dimensioni: verticale, verso Dio, orizzontale verso l’ umanità. Nessuna delle due abbia mai la meglio sull’ altra. Nel caso di totale  dedicazione alle opere, si avrà filantropia pura, nel secondo inutile chiusura agli altri.]. Siamo buoni e sorvoliamo anche sull’insana passione per la purezza che caratterizza unicamente le persone intolleranti e/o mentalmente chiuse. Ma soprattutto fanatiche. E sorvoliamo anche sui classici luoghi comuni in cui il Nostro si perde.

Soffermiamoci piuttosto su questa risibilissima frase:

Torniamo un attimo sulle minacce ricevute: qualche cretino o cretina   parla di mera ipotesi, ma anche la sola ipotesi non lascia sereni.

Qualche altro o altra tipo succo di frutta e forse dai capelli biondi finti, grida e vuole risposte in due giorni, ma le o gli diciamo: tornatene nel tugurio immondo nel quale vivi, Satana.

Sappiamo bene a chi si sta riferendo, la cosa non necessiterebbe di ulteriori commenti (specie su quel dettaglio curioso dei capelli biondi, forse che il Nostro non sappia riconoscere l’avatar cartoonato di una donna da una donna vera?). In definitiva: sì, Volpe c’ha di nuovo letto. Che si può fare? Prevalebunt a quanto pare e non c’è Non che tenga…

Questi signori sempre che lo siano, ma sembrano vacui cantinieri, meritano la dura correzione fraterna.

Tutt’un programma insomma, eppure se Pontilex è una cantina bisogna per forza di cose aggiungere che lui è il bagordo che vi si ubriaca una sera sì e l’altra pure.

 

Volpe Volpe Volpe, sii coerente: se dice di non leggerci non ci legga. Non è difficile da capire, non le pare?

 

P.S.: complimenti per la moderazione dei commenti 😉 :

 

Fonte di questa amichevole e amicale bacchettata, oltre che degli innumerevoli sorvoli: http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/9220-chiesa-missionaria-chiamata-a-convertire-chi-non-crede

7 pensieri su “Non ci leggono… no no.

  1. SandroSandro

    Quando ho letto il commento di un Sandro che ha dato ragione a Volpe m’è preso un colpo al cuore. Perché su Pontifex ho commentato proprio con quel nick qualche mese fa, ma ovviamente per criticare Volpe e Pontifex tutto.

    Poi, ripresomi, ho dedotto che sia un caso di omonimia … perché non è un fake giusto? Non è un “gentile” omaggio a chi pone delle domande giusto?

    Ah, aggiungo: Brunello caro visto che leggi Pontilex, vedi di rispondere alle domande che ti vengono poste. Ok? Non vorrei mai dover dire che sei scortese.

    Rispondi
  2. giuxgiux

    si ma i controsensi poi nel suo articolo non mancano:
    eSSo dice:

    Qualche esempio: gli ebrei perfidi che non accettano Cristo.

    I marxisti, che considerano la religione oppio, i gay, specie che reagisce sempre scompostamente ogni qual volta si afferma la realtà: sono e vivono contro natura, offendendo Dio.

    Ma se gli ebrei sono perfidi significa che rifiutano Cristo, quindi NON possono essere convertiti, quindi la missione presso di loro è inutile.
    I marxisti rifiutano ogni religione e come tale non possono essere portati a nessuna religione (premesso che il primo a portare il pensiero che la religione è oppio dei popoli è stato lo stesso Cristo, guarda caso fu scannato dai preti).
    Convertire i gay, ma il gay segue la propria natura e non può essere quindi convertito, perché non può essere portato contro la sua natura.
    etc..
    E lo stesso Cristo dice:
    Dovunque qualcuno non vi riceva o non ascolti le vostre parole, uscendo da quella casa o da quella città scuotete la polvere dai vostri piedi. cit. Giovanni 10:14

    Rispondi
    1. adminadmin

      Ipotizzo si stia scagliando contro Pao… Vuole regolare i conti che ha lasciato in sospeso con lei. Quelle strane sparate sull’idioma spagnolo… Ecco. 😀

      Rispondi

Rispondi