Ora et Labora

Tra i due c’è una bella lotta: tra CdP e Fuchs è difficile dire chi emerga.

Eppure oggi mi sento di poter prendere una posizione netta, non buonista, rigorosa e rispettosa del mio Magistero: Volpe è sicuramente il mio leader, colui che rende la mia vita degna di essere vissuta e l’articolo su San Benedetto pubblicato oggi mi conferma in questa difficile scelta.

Fuchs invoca San Benedetto contro il satanico concerto che si terrà questa sera: non essendogli rimasto altro, dopo che il Vescovo di Bari non se l’è filato, dopo che i “media” non hanno dato eco a questo sacrilegio, dopo che nessuno ha aderito al boicotaggio del concerto. E’ comprensibile quindi che rimanga solo il santo a cui rivolgersi:

http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/8432-san-benedetto-pensarci-tu-metti-in-fuga-i-demoni-il-vescovo-di-bari-guarda-altrove-liberaci-dai-satanisti-e-dai-gay-arroganti

Una volta tanto lo scomodiamo: caro santo, manda via i demoni che questa sera (una pioggia torrenziale non starebbe male) affliggeranno con melodie inneggianti al male e a Satana.

Previsioni del tempo: http://it.meteo.yahoo.com/italia/puglia/bari-710722/

Mi spiace: niente pioggia ed anzi un gran caldo per meglio simulare le fiamme dell’Inferno in cui i giovani posseduti e drogati andranno incontro a pericoli di ogni sorta.

Del resto, nemmeno il Vescovo, forse accalorato, si interessa alla salvezza dei baresi, che fare di più? Magari chiedere per intercessione di San Benedetto che il Papa ci mandi altro pastore.

E’ drammatico: il Vescovo di Bari non si interessa della salvezza dei baresi e meno male che c’è Fuchs a ricordarcelo e a farsi carico di questa croce. E’ per questo che l’ho scelto.

Ma adesso arriva il pezzo forte:

che Bari sia liberata dai gay ormai insopportabili ed arroganti e che una lezione (etica) la meriterebbero, dagli extracomunitari che pretendono di imporre a noi il loro credo barbarico

Il volo pindarico che lo rende unico, surclassando Carletto sotto ogni profilo. Dal concerto satanico al male in tutta la sua estensione: gay ed extracomunitari. Questi sì che sono i veri problemi non di Bari, ma di tutto il Mezzogiorno!

piuttosto, vestano come si deve, si lavino perché puzzano, non siamo a carnevale e i loro vestiti piumati se li tengano nella Savana o a casa loro.

Ahi, Ahi Signor Volpe! Il mio entusiasmo nei suoi confronti qui ha vacillato: per un attimo ho pensato che lei fosse un razzista, omofobo, con pesanti ed evidenti lacune di conoscenza della lingua italiana (“San Benedetto, Pensarci Tu”…pure il titolo è sbagliato, a leggerlo sembra scritto da un extracomunitario). Ma poi ho compreso le sue reali intenzioni e mi sono tranquillizzato:

A poco alla volta, spinti da un buonismo fastidioso come lo scirocco, dal dialogo mieloso del fallimentare Vaticano II, abbiamo dimenticato anni e secoli di Magistero e di Tradizione e pensiamo che i primi a dovere essere evangelizzati siamo noi.

Ad averne di persone rette come lei che indicano la retta via, a tal punto da esprimere una serena critica sul “fallimentare Vaticano II”, da cui lei devo immaginare che si dissoci nonostante i proclami di Carletto.

E scelgo Volpe anche per il suo spirito crociato:

Intanto cacciamo a calci nel … , Pisanello e soci e tutta la risma di effemminati, atei, apostati e massoni che ci capitino a tiro. Una cacciata di Fede, si intende.

Fuchs armato di questo spirito crociato e missionario può sicuramente andare al concerto satanista ad annunciare la retta via e a prendere a calci nel…. Pisanello e soci, i quali certamente porgeranno l’altra guancia.
PS: Volpe qui non si tratta di essere fedeli, tradizionalisti, retti, rigorosi, non buonisti. Si tratta di farsi vedere da uno veramente bravo, cattolico o meno.

5 pensieri su “Ora et Labora

  1. paopao

    Davide: ahahaahhahahaha,pensa alla faccia di Volpastren “der Fuchs” quando scoprirá che anche San Benedetto gli ha girato le spalle e, da buon metallaro, sará in prima fila al concetto a proteggere i rockfans dagli anatemi pontifeSSi!

    Rispondi
  2. adminadmin

    Da tempo abbiamo ben compreso le dinamiche…

    Carletto è una specie di “prima linea” del sito Pontifesso… A lui il compito di provocare e di sollevare polveroni e polemiche, attraverso contributi raschiati dal fondo degli altrui barili. Talvolta anche senza prendere accordi con il proprietario del barile raschiato.

    Brunello invece sceglie sempre una linea più defilata: non parla mai (o quasi) in prima persona. Come un abile puparo muove i fili delle sue interviste e si esprime attraverso i concetti che suggerisce (tramite domande mai rese pubblicamente visibili) ai suoi intervistati.

    L’ultimo (last but not least) è don Strazy. Lui è il motore immobile, la regina Borg. Lui ci mette le idee malsane e lascia che gli altri due, principalmente Carletto ma non solo, s’offrano (secondo una simmetrica interpretazione: soffrano) al posto suo.

    All’interno di questo amoroso triangolo si inseriscono poi tutta una serie di altre macchiette e personaggi curiosi, più o meno veritieri e reali… 🙂

    Rispondi
  3. AlbertoBAlbertoB

    E’ tutto vero cazzo!
    Basta con questo buonismo cazzo!
    Adesso vado in cantina e vedo se ho ancora dello Zyklon e poi gliela faccio vedere io a questi satanisti , omosessuali e immigrati cazzo!

    Rispondi
    1. diego

      una precisazione… Lo Zyklon B era un semplice insetticida completamente innocuo agli esseri umani!! Susu, ancora ad ascoltare ste fandonie.

      Fonti:

      tradizione.biz e compagnia bella, migliaia di testimoni soppravissuti all’inalazione del Zyklon B e che si sono disassociati dalla potente lobby ebraica.

      Rispondi
    2. adminadmin

      ma trovati un lavoro cazzo,
      trovati una ragazza, cazzo!
      Me lo diceva mia madre da ragazzo
      Lo disse al figlio anche la madre di Marra…zzo

      Rispondi

Rispondi a diego Annulla risposta