Una breve riflessione…

Vorrei pubblicare una mia breve riflessione su Monsignor Babini e su quanto ha dichiarato nell’intervista pubblicata in questo articolo del sito Pontifex.Roma.it ( Io, Vescovo: non denuncerei un prete pedofilo. Auspicare la sua conversione e il pentimento. Bagnasco ha fatto bene. Il mondo cerca la Verità )

Secondo Babini, provo a sintetizzare quanto credo di aver capito, denunciare un prete pedofilo è sbagliato, perchè poverino poverello potrebbe essere suscettibile di pentimento e conversione (cosa che io non capisco… forse che in prigione qualcuno non abbia la stessa possibilità di pentirsi e convertirsi ? io non ho mai visto il carcere come luogo di punizione, ma come luogo di contenimento di persone che nel loro stato attuale sono in condizione di nuocere al prossimo), sarebbe più saggio tacere la cosa e farlo sparire dalla circolazione spostandolo in un’altra diocesi nella speranza che cambi (sinceramente a me sembra più che altro un semplice tentativo di nascondere e insabbiare l’accaduto).

Per esprimervi come la penso vi faccio questo esempio…

Prendiamo il caso differente di un serial killer che uccide numerose vittime…

Come dovremmo comportarci nei suoi confronti ?

Metterlo davanti alle sue responsabilità e impedirgli di nuocere ulteriormente?

Oppure nasconderlo, non fare sapere niente in giro, e mandarlo in un’altra città, SPERANDO che si penta e converta e non continui ad uccidere persone?

Secondo voi ?

E le eventuali possibili nuove vittime, sia del serial killer o del pedofilo, come le dovremmo giustificare? Come strumenti sacrificabili per la via verso la conversione e la santità del pedofilo o dell’assassino? Le famiglie delle vittime non potranno poi far altro che “gioire” per la conversione del colpevole, sapendo che i loro figli sono serviti per una buona causa…

Monsignor Babini: “un prete diocesano é figlio del vescovo e un padre misericordioso non cerca la morte de figlio, ma la sua conversione”.

Forse un padre non cerca anche di responsabilizzare suo figlio, mettendolo davanti alle proprie responsabilità? Chi sbaglia deve pagare senza favoritismi… è la prima cosa che un genitore dovrebbe insegnare ad un proprio figlio.

Se mio figlio dovesse violentare una ragazza, uccidere qualcuno o molestare sessualmente un bambino, sarei io il primo a trascinarlo in questura o in commissariato.

Non farei mai il solito ragionamento tipico di certi genitori italiani che proteggono a priori il sangue del proprio sangue, qualunque cosa faccia e per quanto sbagliata possa essere.

Monsignor Babini, se lei ragiona così, lei è davvero un pessimo esempio di “padre” !

Gianfranco Giampietro

 

12 pensieri su “Una breve riflessione…

  1. francesco t

    per babini, e quindi anche per pontiflex, un prete pedofilo, praticante, recidivo, molestatore, spacciatore , adescatore di bambini minorenni,che drogava questi ultimi per poi abusarne, è più degno del paradiso, del perdono, della comprensione, del beneficio del dubbio, di un cominsta,omosessuale,ebreo,musulmano,ateo, che mai hanno fatto niente di tutto ciò. da questo si potrebbero concludere MOLTE cose.

    Rispondi
    1. diegopig

      E che vuoi farci? Per loro credere in dio è la salvezza per tutto.
      E, come è ben noto, dire “io credo in dio” è gratis. 😀

      Rispondi
  2. summertime

    ma no, ma no… lo avete male compreso!! intendeva forse dire che bisogna seeeeeeeempre essere buonini con tutti quanti. un prete è sempre e comunque una persona DI DIO e come tale ispirato in tutto quello che fa e quindi secondo le scritture e quello che poi è stato detto milleepassacento anni fa…
    ……
    …mh. santo cielo. non sono mai stato capace a fare mirror climbing. è un’arte per pochi…

    e purtroppo certe affermazioni al mio palato hanno un retrogusto come di… istigazione a delinquere. che ricordiamo essere un reato. certo, forse non nelle loro menti, sia di chi dice certe cose, sia di chi le avalla, ma nella legge dello Stato Italiano si.

    e… il pedofilo soffre per la sua condizione, da qui l’esigenza di spostarlo sperando in una conversione altrove? sarà mica che viene spostato per evitargli il linciaggio?? certe “conversioni” avvengono e devono avvenire da uno psichiatra, oppure in carcere. non con un andazzo permissivista alla stregua del “ma si dai, tanto male che vada mi spostano”.

    Blessed Be

    Rispondi
  3. S_Raffaele

    Credo che qui siamo tutti d’accordo che l’unica cosa da fare per l’emerito di Grosseto sia una casa di riposo e tanta tanta penitenza, magari riesce anche a trovare ja fede…per il resto GG per loro non puoi paragonare serial killer ai pedofili: i secondi uccidono l’anima della persona mica il fisico? Piuttosto per loro serial killer è qualunque Onanista…pensa in un colpo solo quanti omicidi!

    Rispondi
    1. Gianfranco Giampietro

      Ah ah ah, grande idea ! Mi immagino già il titolo dei prossimi articoli su Pontifex… “il vero Olocausto non è quello della Seconda Guerra Mondiale che continuano a propinarci i perfidi ebrei con la loro giornata della memoria, ma quello perpetuato ogni giorno dai satanici onanisti!”

      Rispondi
  4. adminadmin

    Apprendiamo dalla stampa che questo don Seppia oltre ad essere un criminale, un pervertito ed un sacerdote, era pure sieropositivo.

    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2011/05/16/visualizza_new.html_868330496.html

    Ma secondo gli amici Pontifessi (oltre che secondo i commenti del nostro trollone preferito) l’AIDS ha il compito di sterminare gli omosessuali: dunque questo Seppia è un danno collaterale? E’ un errore di percorso? E’ una mutazione genetica negativa?

    Il Maldestro ci fornisce già la risposta. Nel suo ultimo “ficcante” articolo. Di una imbarazzante bassezza e bruttezza.

    http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/7675-dio-avalla-le-sacrosante-verita-dottrinali-ricordate-al-mondo-dal-prof-de-mattei-don-riccardo-seppia-e-un-degenerato-dunque-viene-punito-con-laids

    Oppure è semplicemente la dimostrazione che tutte le idee dei nostri amici Pontifessi su AIDS ed omosessualità sono semplicemente destituite da ogni fondamento?

    Rispondi

Rispondi