Le donne governino la casa (e ci restino!)

[…] Molte donne italiane, in relazione al controverso caso Berlusconi, hanno deciso di scendere in piazza il 13 febbraio prossimo: ” la dignità della donne si difende non con le marce, ma con vite esemplari e  i sacrifici, guarda caso chi va in strada quel giorno sono prevalentemente donne famose e dello spettacolo. La donna pensi a svolgere degnamente il suo ruolo, di mamma e casalinga, perché da quando ha abdicato a questo, in parte anche giustamente per motivi di entrate finanziarie, la famiglia é andata a rotoli.

Sono le parole di Monsignor Serafino Sprovieri, arcivescovo emerito di Benevento intervistato da Bruno Volpe.

Il compito della donna ? Lo stesso che aveva secoli fa: cucinare, stirare, lavare, spolverare, accudire i bambini, essere sempre incinta del prossimo figlio, e stare sempre a casa.

La moglie di un pontifeSSo, signora indiscussa della casa, mentre siede sul suo trono, reggendo i tipici simboli della propria regalità

Donne insegnanti ?

Donne avvocati ?

Donne in politica ?

Sono il grande male di questo mondo. Se la società va a rotoli è tutta colpa delle donne che dimenticano la Tradizione e vanno a lavorare come uomini… vergogna !

Solo una domanda sorge spontanea… ma la Binetti cosa ci fa in Parlamento ? Non dovrebbe stare a casa a fare la casalinga, come dovere di ogni vera donna cristiana ?

1-Timoteo
2, 12
Non concedo a nessuna donna di insegnare, né di dettare legge all’uomo; piuttosto se ne stia in atteggiamento tranquillo. Perché prima è stato formato Adamo e poi Eva; e non fu Adamo ad essere ingannato, ma fu la donna che, ingannata, si rese colpevole di trasgressione. Essa potrà essere salvata partorendo figli, a condizione di perseverare nella fede, nella carità e nella santificazione, con modestia.
2 Colossesi
3, 18
Voi, mogli, state sottomesse ai mariti, come si conviene nel Signore.
3 Tito
2,  5
[le donne] …ad essere prudenti, caste, dedite alla famiglia, buone, sottomesse ai propri mariti, perché la parola di Dio non debba diventare oggetto di biasimo.
4 1-Corinzi
14, 34
Come in tutte le comunità dei fedeli, le donne nelle assemblee tacciano perché non è loro permesso parlare; stiano invece sottomesse, come dice anche la Legge.
5 1-Corinzi
11,8  NT
E infatti non l’uomo deriva dalla donna, ma la donna dall’uomo; né l’uomo fu creato per la donna, ma la donna per l’uomo.
6 1-Corinzi
14,35
Se vogliono imparare qualche cosa, interroghino a casa i loro mariti, perché è sconveniente per una donna parlare in assemblea. Forse la parola di Dio è partita da voi? O è giunta soltanto a voi?
7 Efesini
5, 22
Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, lui che è il salvatore del suo corpo. E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto.
8 1-Corinzi
11, 7
L’uomo non deve coprirsi il capo, poiché egli è immagine e gloria di Dio; la donna invece è gloria dell’uomo. E infatti non l’uomo deriva dalla donna, ma la donna dall’uomo; né l’uomo fu creato per la donna, ma la donna per l’uomo. Per questo la donna deve portare sul capo un segno della sua dipendenza

Parole di Paolo. Non di Gesù, ma di Paolo. L’opinione personale e misogina sulle donne da parte di un solo uomo ha determinato il ruolo cristiano delle donne nei secoli a venire. Gesù amava e stimava le donne, Paolo no. Vabbè che Paolo non aveva simpatia per molte, moltissime cose. Resta il fatto che un singolo uomo dettò a tutta la cristianità il modo in cui andava concepito il ruolo delle donne nella società. Dunque cristianesimo o “paolinismo” ?

“non l’uomo deriva dalla donna, ma la donna dall’uomo”

Ma davvero? Ricordiamocelo ogni volta che una donna partorisce un maschio.

Gianfranco Giampietro

Ipazia, filosofa e scienziata del IV d.C. Sono le donne come questa che distruggono la famiglia e la società! Ma per fortuna i cristiani le diedero una bella lezione!

Le mogli di alcuni pontifeSSi... no, un attimo, forse ho fatto confusione...

56 pensieri su “Le donne governino la casa (e ci restino!)

  1. OscarWilde

    e certo, state a casa a fare i cappelletti mentre noi uomini duri portiamoa casa il pene, pardon il pane…
    ma cosa siamo ancora nel medioevo?
    Chissà perchè ce l’hanno tanto contro le donne.
    Devo riuscire a capirlo.

    Rispondi
        1. paopao

          OscarW:scusa ehh..é un dato di fatto!

          “Dio creò l’uomo a Sua immagine; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina lo creò…”versione ufficiale!!!

          Sorry, in realtá le cose andarono diversamente!
          Oddio, non sono un´esperta ma qualcosina del Catechismo forzato é rimasta.
          Da cosa creó Dio l´uomo? Dal fango, dalla melma …giusto? Non per essere pignola ma non si puo´pretendere che un coso creato dal fango, una specie di Golem, sia un granché perfetto! Era una prova, un prototipo.

          Infatti Dio non l ha distrutto, segno che era abbastanza soddisfatto… infatti , tuttoggi alcuni uomini sono semplicemente ..meravigliosi.
          Secondo me, Dio penso´tra sé e sé „Ok, non male peró non sono soddisfatto, eppoi non mi rassomiglia molto!Riproviamo cambiando materiale.“
          Prese la parte di Adamo che tanto non serviva (e non voglio pensare alla scena) e creó la donna !
          Ora io vi chiedo: creó Dio altri esseri dopo la donna? Non mi risulta.
          Ergo siamo perfette!!!
          :D

          Rispondi
          1. OscarWilde

            Prese la parte di Adamo che tanto non serviva
            L’appendice? :P

            Ora io vi chiedo: creó Dio altri esseri dopo la donna? Non mi risulta.
            Per forza, esiste qualcosa di più perfetto di un bel paio di tette? :P
            Assolutamente no!!

            Ergo siamo perfette!!!
            Con me, sfondi una porta aperta. :D

          2. paopao

            Oscar: ho sbagliato io…
            dovevo scrivere “le parti di Adamo che tanto, non servivano!!”

            La donna é di per sé bella e perfetta, solo che ad alcuni esemplari del prototipo A richiamano l´attenzione solo alcuni dettagli ..carnali. E vabbeh, non é tutta colpa loro!

            ):D

          3. Gianfranco Giampietro

            C’è anche da dire che il femminino è stato il primo aspetto venerato dalle religioni dell’uomo rispetto al culto del mascolino.

            Lasciando da parte l’ovvio e conosciutissimo esempio delle “veneri” preistoriche, è risaputo che molte delle religioni più antiche abbiano venerato prima questo aspetto.

            E dal punto di vista antropologico è anche abbastanza elementare e ovvio.

            Per il semplice fatto che l’uomo viene dalla donna, e non la donna dall’uomo.
            L’esatto contrario di quanto affermato da San Paolo.

            Vedendo che la vita umana veniva dal femminile, è probabile che l’uomo nell’antichità abbia identificato anche la provenienza di questo mondo da uno “spirituale” a partire da un principio femminile.

            Anche nell’ebraismo questo principio femminile della divinità era inizialmente presente come “Shekinah”. Ovviamente per femminile si intende la polarità, e non qualcosa di sessuale.

            Poi si è perso con l’imposizione di una società fortmente patriarcale e maschilista.

            Nel mondo arabo preislamico era molto venerata la Dea triplice Uzza-Allat-Manat.
            La famosa Kaaba della Mecca (e la pietra nera ivi custodita) erano precedentemente dedicati a questo culto del femminino, che fu poi soppiantato e sostituito dalla religione coranica. Anche il colore verde e il simbolo della mezzaluna sono stati trasferiti nella nuova fede, ma richiamano al culto precedente (il colore verde è il colore tradizionalmente attribuito al pianeta Venere… la stella accanto alla mezzaluna è l’astro più brillante che splende al mattino e alla sera accanto alla luna, ovvero sempre il pianeta Venere, sacro alla Dea)

            In oriente, precisamente in India, la sposa-polarità femminile della divinità viene chiamata “Shakti”. E’ una parola orientale molto poetica, perchè significa sia “sposa” che “forza, energia vitale, vita” (e che è anche la traduzione ebraica del “nome” Eva).
            Quindi è come dire che la “sposa” è “la forza, il sostegno” dello sposo, tutt’altro che secondaria e “inferiore” a lui.

            Un concetto e un modo di concepire la donna molto distante dal modello opprimente e misogino (dai fatto sono davvero troppe le religioni, o le storpiature di queste ultime, che considerano la donna inferiore all’uomo) che purtroppo si è imposto in tantissime culture, compresa la nostra.

          4. OscarWilde

            solo che ad alcuni esemplari del prototipo A richiamano l´attenzione solo alcuni dettagli ..carnali.
            “Alcuni”?? hahahaahha
            bella battuta. :D

            La donna é di per sé bella e perfetta
            ti rispondo con una frase in inglese:
            “Never trust anything that bleeds for 5 days and doesn’t die” :D
            forse è per questo che i PontifeSSi non si fidano di voi :P

          5. OscarWilde

            Il mio Italiano non fa una piega:
            cito me stesso (e mi sparo pure la posa epica):
            … i PontifeSSi non si fidano di voi
            inequivocabilmente i PontifeSSi. :D

            Ps. in effetti non ho preso in considerazione la possibilità di PontifeSSi allo stesso tempo anche inglesi…

  2. Don Luigi Villa

    Salve, sono Don Luigi Villa, otto attentati alla mia vita documentati.

    Scrivo solo per segnalare che la prima immagine in alto a destra mostra una donna irata dalle molte braccia.

    Si tratta di una chiara ed evidente raffigurazione pagana del demone indiano Kali, come dimostra questo importante documento: http://www.sepiamutiny.com/sepia/archives/Killa%20Kali-thumb.jpg

    La Dea Kali è una chiara ed evidente raffigurazione del Maligno.

    Questo dimostra che l’autore di questo articolo è un chiaro adoratore del Demonio !

    L’autore inoltre si firma sempre usandi una doppia G

    La “G” è una lettera dell’ alfabeto di origine massonica, come dimostra questo importante documento:

    http://ildemocratico.com/wp-content/uploads/2010/09/massoneria.png

    La lettera G sullo stemma massonico ricorda inoltre l’affiliazione della massoneria con la lobby femminista e la lobby freudiana, infatti richiama l’immaginazione verso il fatidico ” punto G ” femminile, l’idolo adorato da tutti i massoni.

    Se poi scriviamo le iniziali di nome, cognome e sopranome dell’autore, otteniamo una triplice G, ovvero GGG

    La G maiuscola è una lettera dell’alfabeto che i miopi scambiano spesso con la cifra 6

    Quindi GGG è un codice segreto che nasconde la cifra 666 , numero del Maligno.

    Questo articolo è pertanto palesemente “massonico” e “satanico”.

    Grazie per l’attenzione.

    Don Luigi Villa, 8 attentati non riusciti alla sua vita.

    Rispondi
    1. Diego

      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah
      ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah

      Rispondi
    2. OscarWilde

      GG da oggi sei ufficialmente un mio idolo.
      Ma come cacchio ti vengono?! ahhahaHAhahahahhahaHAHAhAHAHAHAH :D :D
      Geniale!! semplicemente Geniale!
      Sìsì con la G maiuscola! ahahaahha :D

      Rispondi
  3. Diego

    Le mogli di alcuni pontifeSSi… no, un attimo, forse ho fatto confusione…

    Io mi ero sconquassato dal ridere con questo:

    Insomma, l’amore e il rispetto dei musulmani verso le donne è così grande che in alcuni paesi le coprono con dei teli protettivi per impedire che la loro pelle si rovini per effetto dei raggi UV, chiamati burqa.

    Se una donna, per caso, espone la sua pelle, gli islamici non si fanno problemi e spesso l’aiutano prontamente a curarsi dai danni solari con l’uso dei sassi, pratica curativa molto in voga in Afghanistan o in Turchia, su cui è d’accordo un medico su dieci.

    La Sharia prevede anche notevoli facilitazioni burocratiche per le donne in caso di eredità, nel senso che non ereditano affatto, e in caso di divorzio, nel senso che sono libere di girovagare per strada senza soldi. Alla luce di questo perfino un paese all’avanguardia come l’Inghilterra ha adottato la Sharia per le cause civili riguardanti i musulmani.

    Al contrario di quanto si potrebbe pensare, invece, la sodomia è consentita e incoraggiata, tanto è vero che le donne musulmane lo prendono nel culo praticamente sempre.

    ma quando ho letto il comemnto di don Luigi Villa mi son capovolto.

    Bene bene, la pagina “Dona un neurone a chi è meno fortunato di te” comincia a riempirsi.

    Rispondi
    1. OscarWilde

      Bene bene, la pagina “Dona un neurone a chi è meno fortunato di te” comincia a riempirsi.
      io non esisto su Librofaccia, ma fate conto che abbia cliccato “mi piace” e che mi ci sia iscritto.
      Sono mentalmente e spiritualmente solidale. :)

      Rispondi
    2. Gianfranco Giampietro

      Credo che Aisha potrebbe confermarti molte delle mie parole.
      Tecnicamente il burqa è anti-islamico. E’ una imposizione talebana tipica soprattutto della regione dell’Afghanistan, e come ben sappiamo i talebani sono simili ai nostri amici pontifeSSi: prendono il Corano e se ne fanno una versione ultra-tradizionalista a proprio uso e consumo personale e misogino.

      Il Corano non è il mio libro preferito (diciamo che milito nella squadra opposta a quella in cui giocano il “democraticissimo” Dio dell’Antico Testameno e tutti i suoi cloni), e prescrive alla donna di indossare il velo.

      Esistono però molte “scuole di pensiero” su questo… per la maggior parte dei musulmani si tratta semplicemente di coprirsi i capelli (infatti io dalle mie parti vedo molte donne musulmane a volto scoperto, che si coprono solo i capelli).

      Le scuole di pensiero progressiste (l’equivalente dei nostri “cattocomunisti” ? :D )
      sostengono che si tratti alla fine solo di un invito fatto alle donne ad avere costumi (costumi intesi sia in senso di abbigliamento che di abitudini) “sobri”. Insomma una via di mezzo tra il modello occidentale forse un pò eccessivo della “velina” e la donna con lo “scafandro” dell’afghanistan.

      Riguardo alla questione dell’eredità, in realtà mentre molte donne occidentali del medioevo non ereditavano un fico secco, nello stesso periodo nei paesi islamici la garanzia di questo diritto era una delle punte di diamente del “diritto islamico”. Maometto stabilì delle regole molto rigide a riguardo.
      I punti essenziali erano:
      – la donna è libera di avere una attività commerciale e di godere dei propri guadagni (la prima moglie di Maometto, Khadija, era appunto una donna di questo genere, che amministrava da sola l’attività mercantile e carovaniera ereditata dal padre)… Quante donne occidentali potevano farlo nel medioevo ??
      – la donna NON è tenuta a dover usare il proprio patrimonio per partecipare alle spese della famiglia
      – Il marito, il maschio, al contrario è tenuto e obbligato a mantenere la moglie e i figli
      – Il marito non ha nessun diritto sul patrimonio della propria compagna, che rimane inviolabile
      – Non è la famiglia della figlia a dover offrire una dote allo sposo, ma è l’uomo che chiede la mano della donna, a doverle offrire una dote. Tale dote non potrà essere reclamata indietro dallo sposo, nemmeno in caso di divorzio. Nella società occidentale il divorzio non esisteva, se non per casi speciali di nobili e sovrani (la storia non cambia mai… se hai soldi puoi fare quello che vuoi, indipendentemente dall’epoca) e solo con il permesso specifico ed eccezionale della Chiesa.
      – A causa del maggior numero di spese di mantenimento e di dote a cui l’uomo è tenuto (senza contare il fatto che può arrivare ad avere fino a quattro mogli) rispetto alla donna, l’uomo eredita due terzi, mentre la possibile sorella solo un terzo. Il tutto viene rivisto nelle giuste proporzioni in caso di numero vario di eredi.

      http://www.huda.it/books/libri_donne_islam_13.htm

      Molti allora possono obiettare “ma se questo è il vero diritto islamico, perchè in medioriente la donna spesso non ha diritti?”
      La risposta è semplice… nei vangeli non c’è scritto di amare il prossimo, di non fare guerre e di non uccidere ? Questo ha forse mai impedito ai cristiani occidentali di continuare a fare guerre, di uccidere e massacrare in aperta ostilità a quanto predicato e insegnato da Gesù ?
      Lo stesso vale per molti “musulmani”… la storia insegna che molto spesso di una religione ci si ricorda di praticare solo ciò che fa comodo, e il resto si provvede a storpiarlo in base ai propri interessi personali.
      Nulla di nuovo. Molti cristiani nel tempo non hanno ignorato o deformato il messaggio di Gesù (e credo anche le scritture sul suo conto) ? Lo stesso vale anche per l’Islam. Infatti quando leggo certe ambigue sure del Corano, rimango perplesso per la forte “stonatura” con altri suoi passi. E mi viene facile sospettare che nel passato ci sia stata qualche manipolazione del Corano. Circolavano diverse versioni del Corano fino alla decisione del Terzo Califfo, Othman (che secondo me ha avuto un ruolo nell’islam molto simile a quello che ebbe Costantino per il cristianesimo), di stabilire una versione “canonica”, ordinando la distruzione di tutte le altre copie. Non mi ricordo il nome del tizio, ma mi ricordo l’episodio di uno dei detentori delle ultime copie del Corano pre-Othman, amico in vita del Profeta, che si rifiutava di consegnare la sua copia e di farla distruggere accusando Othman di aver manipolato il vero significato del Corano… per tutta risposta si beccò una rafficata di mazzate dai servitori di Othman.

      Insomma, io ho abbastanza fiducia e stima dei fondatori di queste religioni. Mi fido invece molto poco di coloro che ci mettono le mani dopo, adattando la rivelazione ai propri interessi e scopi.

      Ora, tornando al diritto giuridico coranico, ovviamente tutto questo è in gran parte molto superato agli occhi di noi occidentali del XX secolo.

      Però immaginate questo nel medioevo… bisogna riconoscere una certa superiorità del diritto immaginato e prescritto da Maometto rispetto a quello medioevale generale, sempre ovviamente parlando della posizione della donna.

      C’è anche da dire una cosa: Maometto si comportò esattamente all’opposto di Berlusconi e della sua abitudine di fare leggi “ad personam”. Maometto aveva una moglie molto ricca, un grande patrimonio, e lui cosa stabilì ? Stabilì che il marito per legge non può mettere per nessuna ragione mano sul patrimonio della moglie, che è libera di usarlo solo per se stessa !

      Io sono una persona per cui vale l’idea del “riconoscere a Cesare ciò che è di Cesare”.

      Ci hanno sempre fatto la testa piena dell’idea propagandistica e xenofoba che i musulmani siano sempre stati “quattro selvaggi” in croce. In realtà nel medioevo, culturalmente e scientificamente, il mondo arabo era persino leggermente più avanzato e civile del nostro.

      Loro sono partiti in vantaggio. L’occidente successivamente li ha raggiunti e superati per una semplice ragione: con i secoli noi abbiamo continuato a svilupparci culturalmente e a fare grandi conquiste sul piano della giurispludenza e dei diritti universali dell’uomo, mentre gran parte del medioriente è rimasto fermo alle sue tradizioni.

      Intendo dire che il diritto del Corano era persino “rivoluzionario” ai tempi in cui fu concepito (sempre parlando di medioevo, e non del mondo antico… voglio dire che nè cristiani nè musulmani abbero mai nel medioevo una “Ipazia” libera, indipendente e che potesse sentirsi alla pari dell’uomo) , ma ritengo che sia ovviamente superato dalle conquiste successive della cultura occidentale.

      E’ infatti questo il grande limite delle religioni: il fatto di pensare spesso erroneamente che il fondatore della loro religione abbia stabilito delle regole, una morale e dei principii che sono “perfetti” e andare bene per tutti i secoli a venire. Una stronzata colossale.
      Un Gesù, un Buddha, un Maometto, un Zio Pallo qualsiasi può dire cose grandi e rivoluzionarie solo per il proprio tempo. Non a caso le cose insegnate da un Cristo, da un Buddha o da un Maometto furono sempre grandi rivelazioni e grandi idee del loro tempo. Ma non possono adattarsi a tutti i tempi a venire.

      E faccio un altro appunto. I cristiani cercano sempre di vantare le conquiste democratiche e civili dell’occidente spacciandole per conquiste “cristiane” (che in realtà sono state merito anche del precedente retroterra grecoromano)

      In realtà il merito dell’occidente sono state le conquiste “laiche”, nel senso cioè della progressiva separazione della religione dalla sfera giuridica e dei diritti.

      Se l’occidente fosse rimasto legato alla religione e alla Bibbia, noi oggi non saremmo tanto diversi dai regimi talebani. E infatti basta vedere la considerazione che hanno i “cattolici tradizionalisti” della democrazia, dei diritti della donna, della libertà religiosa e personale.

      Altro che “superiorità del cristianesimo”… andate a leggere cosa pensano i cristiani integralisti sugli omosessuali: http://www.albatrus.org/italian/potpourri/sermoni/cosa_dice_dio_omosessualita%27.htm
      Se avessero il potere non farebbero agli omosessuali meno di quanto non si faccia oggi nei paesi non democratici e teocratici.

      Se l’occidente non avesse fatto le sue conquiste laiche, noi oggi leggeremmo e metteremmo ancora in pratica dalla Bibbia l’idea che la donna è un essere inferiore.

      Quando la religione istituzionale (che rappresenta sempre un potere conservatore e mai innovatore) non mette il becco nel diritto e nel libero pensiero, diventano possibili le conquiste dei diritti fondamentali dell’uomo e della donna.

      A Cesare quello che è di Cesare… si parla tanto male della “massoneria” e del suo “piano per la conquista del mondo”, però intanto andatevi a leggere le conquiste fatte dalle dichiarazioni dei diritti fondamentali dell’uomo, di matrice laica e razionalista.

      Secondo me è questo il vantaggio avuto dall’occidente rispetto ad altre realtà forse un pò troppo legate all’influenza religiosa. Il mio ovviamente non è affatto un discorso antireligioso.
      Il senso religioso e spirituale è una delle vette più elevate dell’uomo che non vive solo per mangiare, dormire e riprodursi, ma la religione istituzionale che non si muove nel tempo e si congela nel passato è da sempre una forza altamente negativa.

      E sono strasicuro che sia qualcosa che va anche contro il pensiero di questi grandi fondatori delle religioni, visto che al loro tempo sono stati tutti degli innovatori, e non dei rigidi conservatori.

      Gesù non era un rigido conservatore. Maometto rivoluzionò praticamente tutto il campo del diritto del suo popolo arretrato. Buddha poi non ne parliamo…

      Tornando alla faccenda del velo islamico, la mia posizione si fonda sulla mia regola del libero arbitrio. Sono contrario al velo islamico solo quando esso è una imposizione contro la volontà della donna.
      Con mio grande stupore, ho avuto occasione di conoscere donne musulmane che sono contente di coprirsi il capo. Io personalmente non condivido l’idea che un Dio razionale che ha creato la donna così bella possa poi ordinarle di coprirsi il capo. Per me è come se un artista volesse nascondere il volto di una propria opera d’arte ben riuscita.

      Ancora, per quanto sia affascinato dalle conquiste fatte da Maometto nel “medioevo” nel campo del diritto della donna, io rimango un sostenitore della teoria dell’equivalenza dei ruoli.
      Anche se una società stabilisce ruoli abbastanza equilibrati dell’uomo e della donna, io sono contrario all’idea che l’uomo o la donna debbano avere ruoli precisi e separati. Non c’è un solo ruolo che una donna non possa fare come l’uomo, con l’unica eccezione dei lavori che richiedono il massimo esercizio di forza fisica. Allo stesso modo non c’è niente che l’uomo non possa fare come la donna, con l’unica eccezione del ruolo di madre. Ma per quale ragione per esempio l’uomo non dovrebbe sapere cucinare o stirare come la donna? O la donna lavorare in un ufficio come un uomo?

      Per esempio perchè l’uomo non può fare il babysitter ? Io ho fatto un sacco di volte il babysitter per conto di miei amici e ho un ottimo rapporto con gli amici. Però non posso rispondere ad annunci lavorativi di babysitteraggio perchè è un genere di lavoro concepito solo dal punto di vista femminile.

      Insomma, per me uomo e donna sono alla pari. E’ un concetto secondo me ovvio e razionale, m’importa poco se qualche Dio la pensa diversamente.

      Rispondi
      1. Ale CrAle Cr

        Conoscevo Albatros per altri articoli, ma questo è fantastico!
        Bellissima è la tabella per valutare se il tuo paese è in via di sviluppo o è in declino…
        Sviluppo: Esplorazione e Instaurazione, Conquista, Sviluppo e Commercio, Influenza e Intellettualismo, Educazione e Arte.
        Declino: Amore per il Lusso, Materialismo, Multiculturalismo, Pessimismo, Ossessione col Sesso, omosessualità, Arte bizzarra, Crescita dello Stato Welfare, Allontanamento dalla religione

        Attenti all’arte bizzarraaaaaa!

        Rispondi
        1. Gianfranco Giampietro

          Declino: … , Arte bizzarra , Crescita dello Stato Welfare , …

          se non sbaglio lo Stato Welfare e l’arte bizzarra furono la causa del declino e della distruzione di molte civiltà, tra cui l’impero romano, i Maya, la dinastia Qin, i Vulcaniani e il Consiglio Jedi.

          Molto strano però, i paesi del freddo nord europa seguono da decenni i modelli socialdemocratici di Stato Sociale, sono poco religiosi, sono multiculturali, eppure stranamente stanno ancora benissimo, soprattutto stanno molto meglio di noi.

          La tabella dello sviluppo è razionalmente condivibile

          1. Esplorazione e Instaurazione: “eccoci siamo arrivati!”
          2. Conquista: espansione
          3. Sviluppo e Commercio: ora che ci siamo ritagliati il nostro spazio è tempo di commerciare e prosperare
          4 & 5. Influenza, Intellettualismo, Educazione Arte: ora che abbiamo un pò di benessere e tranquillità, possiamo dedicarci allo sviluppo delle arti, del pensiero e della cultura…

          Ma le fasi negative del declino che criterio razionale hanno ? :D

          Ok, l’amore eccessivo per il lusso porta al materialismo, va bene.

          Ma il lusso e il materialismo portano al multiculturalismo ??

          Il multiculturalismo porta al pessimismo ?? (forse giusto al pessimismo dei leghisti :D )

          Il pessimismo poi OVVIAMENTE porta al sesso sfrenato… Tutti i grandi pessimisti della storia ce l’hanno lungo e duro. Rocco siffredi è un famoso pessimista.

          Fare troppo sesso poi, si sa, inevitabilmente porta all’omosessualità.

          L’omosessualità porta inevitabilmente all’arte “bizzarra”, perchè gli omosessuali sono noti artisti bizzarri

          L’arte bizzarra finisce sempre con il fare venire prima o poi qualche strana idea socialista o liberalista in testa a qualcuno

          Infine arriva l’allontanamento dalla religione

          L’allontanamento dalla religione OVVIAMENTE provoca infine il totale collasso della civiltà.

          Ma cosa si fumano queste persone ? Vorrei provare anche io una roba così forte che ti fa vedere queste cose e chi ti ci fa pure credere :lol:

          Hai ragione, la tabella è la cosa più divertente… quando l’ho vista ho fatto un facepalm per parecchi minuti !

          Rispondi
          1. AlbertoBAlbertoB

            Io non finisco mai di stupirmi nel prendere atto della mole di STRONZATE che vengono dette/scritte/pensate in nome di Dio.
            Dio , se ce n’è uno , quando mette il suo occhio su queste cose scommetto che si fa delle grasse risate. Altre volte credo che si faccia prendere dallo sconforto e semplicemente pianga.

          2. Gianfranco Giampietro

            Se c’è un Dio intelligente, perchè non si mostra all’uomo?

            Ipotesi: per vedere l’uomo fino a che punto può arrivare a sparare cazzate nel suo nome

  4. Ale CrAle Cr

    Non per niente, uno è divorziato, uno è single e uno è sposato a una straniera… dura la vita quando devi guadagnarti il rispetto di una donna e non la puoi più sottomettere a tua piacimento, vero?

    Ricordo che molti dei passi attribuiti a Paolo e facenti parti delle sue lettere, come il famoso “Le donne non parlino in pubblico ecc….” sono in realtà aggiunte tardo antiche a lettere originali, e quindi dottrinalmente insignificanti.

    Rispondi
    1. paopao

      Ale Cr: peggio, peggio…
      uno, il divorziato o separato (non sappiamo), convive con una straniera..é il pontifeSSo che sbraita piu´di tutti sulla Retta Dottrina, la famiglia, Magistero e Tradizione!!
      Ora, probabilmente le straniere hanno i loro motivi ..

      Rispondi
      1. paopao

        No, era proprio questo che non volevo affermare, il fatto di essere donna e straniera non é fattore di inferioritá ma il fatto di essere donna e straniera e legata ad un pontifeSSo che comunque si distingue per l´evidente mentalitá misogina ..insomma non é il massimo della fortuna!!!

        Rispondi
      2. Ale CrAle Cr

        Il concetto, comunque, resta uguale: “tradizionalisti” per la donna schiava in casa, sottomessa alle loro pazzie, impossibilitata a ribellarsi, a dire no, ad autorealizzarsi liberamente secondo i propri desideri… e proprio per questo, si ritrovano ad essere uomini soli, con storie naufragate e ridotti a sposare-convivere con una straniera nonostante la celebrazione del proprio io-leghista… uomini, oggettivamente, disperati.

        PS: sono favorevolissima ai matrimoni con stranieri e straniere (come dimostra la mia famiglia)… ma non mi si venga a dire poi che si è leghisti! Come si direbbe qui, a nord del Po: pirla!

        Rispondi
        1. adminadmin

          Ale non vorrei sembrare troppo cattivo… Ma stiamo parlando di leghisti. Coerenti come Bossi: difende i valori cattolici dall’alto delle sue due famiglie con annesse separazioni e divorzi. Coerenti come chi combatte il nepotismo e la politica di Roma. E poi mette suo figlio in regione e ricatta lo psiconano per ottenere -dopo 20 anni- finalmente un aborto di federalismo morto prima ancora di nascere.
          Devo continuare?

          Il pesce puzza dalla testa!

          Rispondi
          1. Ale CrAle Cr

            Com’è possibile contestualizzare una bestemmia (peccato contro il secondo comandamento dato da dio stesso agli uomini e che nel 1500 era addirittura competenza di una magistratura, a cui era affidata la caccia e la punzione dei bestemmiatori) così immagino sia contestualizzabile pure il divorzio, hehe.

          2. AlbertoBAlbertoB

            Abbiamo detto Lega? Abbiamo detto “Federalismo ora oppure alle urne”? Abbiamo detto che la legge sul federalismo si è presa il primo stop dalla commissione , quindi la proposta deve essere rivista e quindi si parla di procrastinare il tutto a data… indefinita? Abbiamo detto che Boccastorta adesso alle urne non ci vuole più andare? Abbiamo detto PAGLIACCI? Sì , l’abbiamo detto.

          3. AlbertoBAlbertoB

            Poi , qualcuno con più tatto di me potrebbe cortesemente spiegare a quella parte di elettori padani che ritengono Federalismo = Secessione che la questione non è proprio così? Giusto perchè se lo faccio io potrei diventare molto volgare.
            Mi piacerebbe sapere quanti voti ha preso la lega da parte di lobotomizzati che l’hanno intesa così…

          4. adminadmin

            Alb quello che è successo è grave. Ma non darei all’episodio più peso del necessario. L’evento era carico di attesa per le parole di Bossi (se non passa il federalismo si va alle urne). Ma è ovvio, come ha fatto osservare Bocchino al povero ingegner Castelli, che la Lega ostenta sicurezza ma ha una terribile paura delle urne in questo momento. Perchè i leghisti che telefonano a quell’assurda radio che evito anche di nominare hanno manifestato chiaramente il loro disagio.

            La realtà è che il governo è totalmente in balia degli interessi di pochi sbandati. Esattamente come è sempre successo negli ultimi 20 mesi.

            No news. Purtroppo non sono good news.

        2. paopao

          AleCr:..non so se avevi fatto in tempo a leggere uno sfogo di Cdppino, la donna deve essere serva dell´uomo e deve essere chiusa in gabbia (per impedire che possa peccare d´infedeltá) , ma, anche se chiusa in gabbia, peccherebbe comunque… con il pensiero!!!!
          Poi l ´ha cancellato frettolosamente perché si é reso conto che una bella denuncia non gliel´avrebbe tolta nessuno!

          brrrrr, il Norman Bates pontifeSSo!

          Rispondi
          1. OscarWilde

            Tra l’altro la “domanda dell’Utente” che trovate in fondo…è mia!! :P
            ero io quell’ utente eheh :D

            Ha saputo rispondere solo con il suo blabla sul magistero e sul fatto che le cose “stannocosìnonchiedertiperchèfidatichevannobenecosìnonfartidomandecredieobbedisci”.
            E io che a quel tempo gli ponevo domande pensando di dialogare in maniera intelligente.
            Se avessi saputo che mi avrebbe risposto con un “è scritto così, ubbidisci e non chiedere” non avrei nemmeno posto la domanda.

            Peccati di gioventù :P

          2. adminadmin

            Gli strumenti di CMS (tra cui annoveriamo sia il nostro WordPress sia lo Joomla che usa CiDiPi) generano in automatico la URL in base al primo titolo che si digita. Successive modifiche del titolo (o del contenuto) non si propagano all’interno dell’indirizzo. In diversi altri casi il titolo e la URL non corrispondono e consentono di comprendere meglio il pensiero di Carletto ;-)

          3. Ale CrAle Cr

            Intanto, faccio notare che LUI una donna non ce l’ha!
            Inutile che si tormenti con questi quesiti…. hahaha!

  5. adminadmin

    GG che dire … Semplicemente perfetto.
    Gli amici Pontifessi fanno di tutto per costringerci a stanare i loro errori e documentare le loro stramberie.

    E noi non possiamo evitare di condividere articoli come questo. ;-)

    GRAZIE!

    Rispondi
  6. AlbertoBAlbertoB

    Riporto qui , dato che sono in tema , le parole di due poveretti :

    “Il 13 febbraio in Italia ci sarà una marcia di donne a difesa della loro presunta dignità. Ma come la mettiamo con San Paolo che dice: donne siate sottomesse ai mariti?: ” quel brano é valido e sempre, fa parte del Nuovo testamento a tutti gli effetti. Il senso non é un arbitrio indisciplinato da parte dell’ uomo al quale anzi si chiede di più, morire e dare la vita, ma nella economia del piano della famiglia, per la sua salute, Dio ha posto come capo l’ uomo. Chi ride o dice il contrario mente sapendo di mentire”.”

    Già le parole “presunta dignità” possono essere pronunciate solo da un poveretto , un rancoroso. Fa specie che a pronunciarle sia una persona che con le donne si suppone abbia avuto diversi problemi. E infatti , visto in quest’ottica , il ragionamento fila.
    Il resto , detto da un prete che come tale conosce le donne solo perchè ne ha letto qualcosa sui libri , è semplicemente ridicolo oltre che patetico. Quindi , se la matematica non è un’opinione , un poveretto più un altro poveretto uguale due poveretti.

    Rispondi
      1. OscarWilde

        La mia unica e grande consolazione è che questi piccoli individui non seli caga più nessuno.
        L’unico modo che hanno di predicare i loro dogmi assurdi, è tramite mezzucci come Pontifex appunto.

        pensateci bene, che vadano in tv, che scrivano un libro, che parlino in piazza con al gente, o addirittura in comizio durante una messa…. quale penaste sarà la reazione della gente?
        ve lo dico io: si oscillerebbe dalla risata cacofonica al lancio di ortaggi.

        Ma come la mettiamo con San Paolo che dice: donne siate sottomesse ai mariti?:
        parafrasando il buon Fiorello in un’imitazione dei suoi più riusciti personaggi, rispondo con un “suca”.

        Rispondi
  7. gabriele

    Paolo di Tarso, la persona che con la strutturazione del cristianesimo ha deciso a chi dare il potere all’interno della chiesa…molto semplicemente.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.