La meravigliosa arte di fare le pulci… ce la spiega Jean Pignolon

Per affrontare il tema della incredibile “inchiesta shock” di Don Luigi Villa su Giovanni Paolo II, intervistiamo l’immaginario agente segreto Jean Pignolon, agente con 16 attentati alla sua vita certificati da Novella 2000 e dalla rivista Max (ha posato anche per un calendario su questa rivista), nominato presso il segretissimo Khanato Khazaro Invisibile, operativo a Parigi, e al servizio di potentissime lobbies che nell’ombra controllano il destino del nostro pianeta, quali

– la lobby degli ebrei sionisti antisionisti di Karakorum;

– la lobby omosessualista dei satanisti collezionisti di francobolli di Viterbo;

– la lobby terzomondialista del Comitato Sovietico dei Clown da Circo di Kathmandu;

– la lobby modernista dei massoni cattolici terzomondialisti di Rennes-le-Château;

– la Chiesa Riformata del culto di Dagon e Cthulhu

e molte altre di cui non possiamo fare il nome senza metter a rischio la vita e la sicurezza spirituale di voi lettori…

Prima di iniziare l’intervista con il nostro agente segreto, forniamo le coordinate alla stupefacente inchiesta shock sulla vita di Giovanni Paolo II…

– Gianfranco Giampietro: cominciamo con la nostra intervista. Jean Pignolon, è solo su sua richiesta che, presentandola, ho specificato il fatto che lei è stato vittima di almeno 16 attentati certificati e documentati. Sicuramente io prego per la sua salute e salvezza, ma… non è un tantino esibizionista elencare i propri attentati quasi come un biglietto da visita, anche quando non in tema con l’argomento affrontato?

– Jean Pignolon: mio giovane amico, lei deve capire che per noi “agenti segreti” l’essere oggetto di attentati è importante e rappresenta praticamente il nostro “curriculum”, il nostro biglietto da visita, il nostro “marchio qualità”. Quando ci ritroviamo tra colleghi per una bevuta insieme al pub, è inevitabile per noi giocare a gara di “chi ce l’ha più lungo” e vantarci dei nostri attentati alla vita ricevuti. Le basti pensare che il più giovane di noi, Baptiste Sfigon, può vantare solo un unico attentato subito, quando una mattina una signora anziana ha per sbaglio fatto cadere un vaso di fiori dal terzo piano e ha quasi colpito il nostro collega… inutile dire che lo prendiamo sempre in giro. Un altro mio collega, Gaston Polpetton, può invece vantare ben 32 attentati alla sua vita. Giustamente ne è orgoglioso e non manca occasione di ricordarlo nelle sue presentazioni, dicendo “piacere, Gaston al vostro servizio, 32 attentati contro la sua vita documentati e pubblicati su Le Figaro”

– GG: certo, posso capire. Mi racconti ora di quanto da lei scoperto e analizzato. Cominciamo con l’analizzare la figura di Don Luigi Villa, chi è costui ?

– JP: guardi, credo che mi limiterò a riassumerle un paio di cose che ho letto in giro per la “massonica” rete di internet… Cominciando da questo link possiamo dire che Don Luigi Villa sia un soggetto molto noto e apprezzato del sottobosco di “cattolici” ultraconservatori, gli unici a prenderlo così seriamente. Don Luigi Villa è il balocco preferito di ogni lefebvriano o complottista cattolico che vede ovunque Massoneria, satanismo, comunismo e complotti. Questi, é animatore di un Centro di studi cattolici “Mater Ecclesiae” che, sempre a Brescia, stampa la rivista “Chiesa Viva”. Editrice Civiltà é legata a doppio filo con l’associazione “Pro fide catholica et caritate”, curatrice del libello (il numero di telefono é lo stesso della casa editrice)… Attraverso i suoi siti e le sue pubblicazioni è possibile delineare il volto di questo anziano sacerdote che vede la massoneria davvero dappertutto.

– GG: alcuni esempi ?

– JP: certamente! Visitando in questi giorni il sito di http://www.chiesaviva.org/ e il sito http://www.chiesaviva.com/ (noterete che l’icona del sito accanto all’indirizzo è la stessa di Tradizione.biz) è possibile per esempio leggere le teorie complottiste su un presunto “tempio satanico costruito in onore di Padre Pio”. Ma nella fantasia di Don Luigi Villa scopriamo che l’Italia è incredibilmente piena di chiese dedicate a Satana e alla Massoneria ! Basta una stellina a cinque punte qua e là, e la “firma” del diavolo è più che dimostrata ! Spero e prego che Don Luigi Villa non veda mai una bandiera del Marocco, o stamperà qualche pubblicazione per dimostrare che i marocchini sono tutti massoni con quella stella a cinque punte in bella vista sulla loro bandiera !

E’ possibile apprendere dettagli inediti sulla vita di Martin Lutero, ovviamente anche lui noto “satanista”, “omicida” e morto “suicida” (dopo una “orgia serale”).

Insieme a Franco Adessa il Villa ha prodotto un “dossier” che “dimostra” la natura “satanica” e “massonica” dei partiti politici del Pci-Pds-Ds, ovviamente attraverso lo studio di “eclatanti” simboli che, a loro dire, dimostrano l’inequivocabile filiazione alla massoneria.

– GG: ho appena finito di dare una rapida lettura alla pubblicazione in formato pdf di Don Luigi Villa intitolata La Massoneria e la Chiesa cattolica … vorrei chiederle: cosa c’è di vero e cosa non c’è di vero in tutto questo? Anche in relazione a tutto questo parlare di massoni infiltrati ovunque, o alle presunte chiese o cattedrali costruite con simboli massonici…

– JP: allora… se noi dicessimo di non vedere da nessuna parte la presenza della massoneria o dei suoi simbolismi, non saremmo da meno di chi invece la vede e la infila dappertutto nella sua immaginazione contorta e complottista. La massoneria c’è, esiste, non è una favola. Però ci sono molte favole raccontate sulla massoneria. Che cos’è davvero la massoneria? E’ una società “segreta” che nasce intanto in europa, e che soltanto nel mito ha origine presso gli ebrei ai tempi di Salomone ( il mito di Hiram Abif ). Essa non viene fondata da ebrei, ma ne eredita i simboli. Nulla di strano, se si pensa che che anche il cristianesimo eredita inevitabilmente gli stessi simboli, il nome delle stesse entità angeliche, parte della Bibbia e tutto il resto. Il fatto che il nostro continente fosse permeato dai simboli e dalla cultura cristiana portava anche inevitabilmente a contatto con l’immaginario ebraico. Mi meraviglio del fatto che possa sfuggire l’evidenza di questa ovvietà. Il cristiano apre da secoli la Bibbia e legge di Abramo, di Mosè, di Giacobbe… e sempre dalla bocca dei profeti ebraici apprende della figura del “messia”, che il cristiano identifica con Joshua ben Joseph, Gesù, anch’egli ebreo e nato in mezzo ad ebrei. Da sempre il sentimento antiebraico si scontra contro l’evidenza assoluta che la religione cristiana e la cultura europea cristianizzata si ricollegano inevitabilmente alla cultura ebraica. Se si odiano così tanto gli ebrei e la loro onnipresenza culturale nella nostra storia, allora non si doveva importare una religione che fondamentalmente è intrisa di elementi culturali ebraici. Ma “scippare” elementi della cultura ebraica e poi lamentarsi di tale influenza culturale, o della presenza dei simboli di questa cultura nella nostra, è tipico di queste persone così poco abituate a pensare.

Il cattolico tradizionalista vede i simboli massonici, ne riconosce l’influenza ebraica ed esclama “i massoni sono ebrei”… E dov’è la novità? Non si tratta della stessa influenza culturale che circola inevitabilmente nelle vene del cristianesimo? Non è a causa del cristianesimo che molti europei oggi portano nomi ebraici come “Matteo”, “Giuseppe”, “Giosuè”, “Giovanni”, ecc. ?

Dicevamo… la massoneria nasce in Europa, ereditando quei simboli ebraici di cui tutta la cultura cristiana europea era già pregna. Essa nasce inizialmente come corporazione di muratori. Nel medioevo le corporazioni (o gilde) erano associazioni di mutuo soccorso tra membri della stessa categoria professionale. C’erano quindi corporazioni o gilde di notai, architetti, conciatori, ecc. ecc.

Come avvenne che dei semplici architetti e costruttori di edifici diventassero membri di questa strana società conosciuta oggi come “massoneria”, e che certo non raccoglie solo architetti? Cosa c’entra l’architettura con la religione e la spiritualità?

Oh, ma l’architettura è un’arte che c’entra da sempre con la religione ! Oggi si costruiscono chiese e templi di ogni forgia futurista e di ogni genere senza pensarci molto, ma lei deve sapere che anticamente la costruzione di templi e chiese era praticamente sempre legata all’osservanza di importanti simbologie sacre. I templi non erano solo luoghi di culto, ma veri e propri “libri” che svelavano, a chi ne conoscesse il “linguaggio”, ad ogni sguardo nuove informazioni, suggestioni fisolofiche e mistiche, e tanto altro ancora. E questo non vale solo per le nostre chiese e cattedrali. Questa Arte Sacra è presente un pò in tutte le culture e religioni dell’uomo. Si può tranquillamente dire che fin dall’antichità l’uomo abbia amato il linguaggio dei simboli, che li abbia sempre legati insieme alla spiritualità e che abbia cercato, e credo si sia anche un pò divertito, a intessere questi simboli giustamente nei luoghi costruiti in onore della propria spiritualità. E’ un fatto risaputo.

Quindi da questo punto di vista possiamo confermare che esiste davvero “l’arte sacra dell’erigere cattedrali e chiese”, e che molte di queste chiese e cattedrali portano la firma dei “massoni”.

Però ovviamente poi si finisce sempre con l’esagerare, e i cosiddetti complottisti finiscono sempre con il vedere simbolismi strani anche lì dove non ci sono. Il nostro Don Luigi Villa è il classico esempio, gente che se vede un vetro rotto o una statua leggermente inclinata in una chiesa comincia subito a domandarsi “quale sarà il significato occulto di questo satanico simbolismo ?” … da Villa a trasmissioni come Voyager o Mistero poi il passo è breve, e ci si ritrova a chiedersi se anche i cerchi nel grano non facciano parte di qualche oscura macchinazione della massoneria e del fantomatico NWO per il controllo del genere umano, o se la mucca pazza è il frutto di uno dei loro esperimenti per materializzare l’Anticristo.

Quindi la massoneria c’è, il suo simbolismo c’è ed è davvero in giro nelle nostre città, nelle cattedrali, nei cimiteri, su alcuni monumenti delle nostre piazze. Ma cosa sia questa davvero questa massoneria occorre capirlo in maniera obiettiva e senza isterismi da complottisti.

La massoneria ha avuto origine come un modo “spirituale” e simbolico di vivere la propria professione. Il massone delle origini era un uomo che cercava di conoscere meglio se stesso attraverso la “sacralizzazione” del proprio lavoro. Il lavoro inteso come via mistica, come momento catartico verso il risveglio di sè. Un classico simbolo del lavoro del massone era la “pietra grezza” (metafora della propria condizione umana iniziale) che il massone andava a scolpire e cercava di rendere “nobile”, come un Michelangelo che cercasse di “liberare” l’opera d’arte dalla prigionia della sua condizione grezza primitiva. Il massone erigeva le sue cattedrali, e nel farlo cercava di erigere la propria natura spirituale, cercava una via alla conoscenza di sè. Le tappe di questo “viaggio iniziatico” rimanevano impresse in questi imponenti edifici. Gli edifici in cui questa “Arte” rimase maggiormente impressa furono le famose cattedrali gotiche, soprattutto in Francia, da sempre terra di… “eresie”.

Con il passare del tempo è facile immaginare e comprendere come la massoneria entrò in contatto e “sintonia” con un altro importante simbolismo, quello alchemico. L’alchimia (che NON era veramente una ricerca dell’oro materiale, ma un insieme di simboli di una ricerca in realtà filosofica e spirituale) influenzò molto facilmente alcuni simboli dell’immaginario massonico.

Infine la massoneria subì l’influenza di una importante corrente “simbolista”, che era quella dello gnosticismo. Questa nota “eresia” fu sempre il grande “alter-ego” filosofico e spirituale antitetico del pensiero cattolico tradizionale, un “pericolo” a cui la Chiesa sapeva rispondere in un solo modo: con la persecuzione, con l’Inquisizione (si ricordi che l’Inquisizione nasce per la prima volta per estirpare l’eresia catara) e con i roghi. Ciò costrinse lo gnosticismo, per la sua stessa sopravvivenza, nel mondo “sotterraneo” dei simboli e dei segni segreti. Non vi è nulla di “diabolico” in questo, ma si tratta di una cosa abbastanza normale: quando si è perseguitati, sorge la necessità dei “simboli” e dei “segni”, ovvero di una comunicazione che permetta ai perseguitati o agli “indesiderati” di lasciare ai loro simili messaggi e segni del loro passaggio e della propria presenza, senza che altri possano vedere quello che solo “i diretti interessati” possono vedere e decodificare. Non dimentichiamo che i primi cristiani facevano esattamente la stessa cosa durante i periodi di persecuzione da parte dei romani.

Tutto questo con il tempo andò a formare quella che potremmo definire come la “cultura sotterranea” della storia dell’Europa”, un fenomeno peculiare e forse unico della nostra cultura occidentale. Quindi non possiamo dire che “non ci sia”… si pensi per esempio ai padri fondatori degli Stati Uniti: erano quasi tutti massoni. Molti grandi intellettuali e artisti europei erano massoni, quali Voltaire, Mozart, Garibaldi… spesso si trattava di persone anche molto diverse tra loro, sia negli scopi che nelle idee. Per fare un esempio, Casanova era massone e allo stesso tempo fu agente al servizio della Chiesa di Roma. Insomma, come al solito ci troviamo davanti a qualcosa di complesso e vario da analizzare, che ovviamente sfugge a chi pensa di potere scrivere una storia in cui tutto sia “o bianco o nero, o con noi o contro di noi”, come appunto pensano molti cattolici ultraconservatori.

Oggi questa “cultura sotterranea” è tornata di moda anche “grazie” ai numerosi “cacciatori del sensazionale”, e molti romanzi fantasiosi sono stati scritti sui simboli “occulti” del nostro passato. Tante dicerie, tante storie, spesso anche affascinanti e che si vendono bene nelle librerie o al cinema, come anche tante invenzioni ed esagerazioni. Un “serbatoio” di enormi dimensioni da cui attingono un pò tutti: appassionati, studiosi, scrittori, come anche svitati, cacciatori di “occulto”, cospirazionisti, fanatici di varie religioni e sette… tra questi “spazzini” della nostra ricca storia “occulta” figurano appunto anche le figure come Don Luigi Villa.

– GG: ma alla fine esistono davvero i massoni-gnostici-comunisti-satanisti che “controllano il mondo”, che controllano i parlamenti, i troni, l’istruzione, il mondo del cinema e le nostre banche?

– JP: la massoneria è stato nel corso dei secoli un fenomeno che ha attirato diversissimi generi di persone, e così oggi ci sono molti che credono o affermano di essere “massoni”, “gnostici” o “rosacroce”, spesso con scopi e affinità completamente diverse. Quando la massoneria cominciò a diventare una “moda” dei nobili o degli intellettuali soltanto come “passatempo sociale”, molti autentici valori filosofici e spirituali della massoneria vennero persi… Come accedde molto prima nella Chiesa cattolica con le cariche vescovili e cardinalizie, molti gradi e titoli all’interno di molte logge massoniche vennero progressivamente comprati in base alla nobiltà del proprio titolo o in base a “generose donazioni”… Successivamente, quando i titoli nobiliari vennero meno, la massoneria subì una forte “borghesizzazione”.

Oggi, ai giorni nostri, sono davvero poche le logge che conservano le antiche e nobili vocazioni spirituali e filosofiche (quelle di “libertà, fraternità e uguaglianza”, giuto per capirci)… molte logge assomigliano a quelle descritte da Kubrick nel film Eyes Wide Shut: sono un semplice ritrovo “esotico” per gente ricca e annoiata, oppure un ritrovo per gente ricca e influente che discute strategie comuni.

Logge americane come la “Bones and Skulls”, o logge italiane come la nota “P2”, sono classici esempi di questo genere.

E anche riguardo a questo sono nate tante leggende e tanti miti. Ovviamente sempre esagerazioni di una ben più banale e semplice realtà. Magari una realtà che può deludere i più accaniti fan dei complotti mondiali.

Cerchiamo di stabilire cosa NON è la massoneria, e a cosa NON è legata.

La massoneria NON è legata in alcun modo al marxismo e al comunismo. Sono tra loro corpi estranei e senza contatto storico. Ovviamente i cattolici come Don Villa tendono a prendere i “nemici” e a buttarli tutti nello stesso unico calderone, che per loro ha sempre come mandante la stessa persona, che è il demonio. Ma se invece si esamina soprattutto la massoneria ai giorni d’oggi, essa è spesso ritrovo dei più illustri capitalisti: famosi imprenditori, banchieri, politici… tutta gente che nella realizzazione del comunismo non può anzi che vedere solo un nemico. Basti pensare che nella P2 milita il vostro Berlusconi, che non nutre certo simpatia per i comunisti.

La massoneria NON è ebraica, come le ho già spiegato… essa prende dall’ebraismo solo il suo simbolismo.

La massoneria NON è satanista e NON è atea. Al centro del pensiero deista massonico vi è sempre stata l’idea di un Dio unico universale, chiamato Architetto. Il simbolismo rivolto a questo Essere Supremo è spesso affine alla rappresentazione dell’ebraico Jehovah, ma i massoni non seguono una religione fideistica, quanto piuttosto l’assunto filosofico dell’esistenza di questo Dio unico che è alla base di molte religioni.

La massoneria in proposito dichiara

“I nomi usati per indicare l’Essere Supremo offrono a uomini di fedi diverse, che altrimenti sarebbero rimasti estranei gli uni agli altri, la possibilità di riunirsi insieme alla gloria del Dio in cui ciascuno di essi crede, senza che i contenuti delle invocazioni possano causare dissensi tra loro.
Non esiste un dio massonico: il Dio di un massone è il Dio della religione che egli professa.
I massoni si riuniscono nel comune rispetto dell’Essere Supremo che rimane supremo nelle loro confessioni religiose.
La Massoneria non tenta in alcun modo di fondere assieme le singole religioni. Non esiste, pertanto, alcun Dio massonico sincretico.”

Non vi è quindi nessuna massoneria che cerca di attentare alla vita delle altre religioni o di eliminarle “in nome del demonio” … toglietevi quindi dalla testa immagini false come questa http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/immagini/baphomet_massoni.jpg

Riguardo alla storia della massoneria che “controlla il mondo”… sicuramente la massoneria è molto influente. Manca però una sostanziale unità tra le varie logge. Possiamo parlare di una determinata banca controllata da una determinata loggia massonica. Possiamo parlare di una determinata azienda o società completamente sotto il controllo di una loggia, e così via. Ma anche in questo caso la realtà è molto più complessa della fantasia, che immagina un’entità specifica e unica che secondo loro controlla tutto il mondo. Non è così. Persino l’americana “Bones and Skulls” che controlla l’università di Yale e la formazione della classe dirigente americana, non possiede affatto il controllo completo degli Stati Uniti.

C’è poi la storia del “cinema massonico” e pieno di simbolismi. La massoneria possiede il monopolio del cinema? In realtà bisogna ammettere un leggero monopolio, ma non da parte dei massoni, quanto piuttosto degli gnostici, che vengono spesso purtroppo confusi con i massoni per il fatto che ad entrambi piacciono molto i simboli. Lei stesso che in questo momento mi sta intervistando, me lo può confermare, perchè lei stesso è uno gnostico. Lo gnosticismo è una forma di spiritualità molto introversa, che detesta il proselitismo e il fatto di scocciare la gente per cercare di “colonizzarla” e “convertirla”. Lo gnostico ama riversare la propria storia, i propri miti e la propria filosofia nell’arte e nel simbolo. Arte, letteratura, teatro e cinema sono da sempre il terreno incantato di questo popolo sfuggevole. Lo gnostico non è un missionario cristiano che va in terra straniera per evangelizzare e convertire, ma è artista e filosofo. Egli preferisce essere “cantastorie”, regista o scrittore, in poche parole un “creatore di mondi”, come fu per esempio Philip Dick. Lo gnostico riprende spesso il mito della caverna di Platone, descrive un mondo fortemente relativo alla percezione sensoriale e spirituale (“la Verità non è venuta nuda in questo mondo, ma in simboli e in immagini… non la si può vedere in altro modo”), pieno di illusioni da cui l’anima umana cerca di risvegliarsi. Il palcoscenico è illusione, il cinema è ancora più illusione perchè in fondo che cos’è se non soltanto un gioco di luci e ombre proiettate su uno schermo ? Quale luogo migliore per stimolare l’uomo al risveglio tramite la narrazione e i giochi di specchi dei miti gnostici ? Praticamente tutti gli gnostici sono maniaci del cinema e dell’arte narrativa in generale… il cinema permettere di vivere le storie in prima persona e combina in sè tutte le arti esistenti… narrativa, musica, immagini, simbolismo. Quindi esiste veramente una piccola “lobby” gnostica del mondo del cinema, e una filmografia “gnostica” abbastanza vasta: The Truman Show, Fight Club, Waking Life, Dark City, Matrix, V for Vendetta, Vanilla Sky, K-Pax, Donnie Darko, Il Pianeta Verde… Non c’è invece un monopolio massonico del cinema, non avendo mai avuto la massoneria interesse per questo genere di comunicazione. I massoni sono persone pragmatiche, poco artistiche, e se devono controllare un mezzo di comunicazione, prediligono quelli di informazione (giornali, emittenti televisive, ecc.) Inoltre gnostici e massoni sono specularmente opposti, a cominciare dal fatto che l’Architetto dei massoni e il Dio dell’Antico Testamento costituiscono per lo gnosticismo la metafora del “nemico”, del tiranno crudele e privo di misericordia contro il quale liberarsi. Nella trilogia cinematografica di Matrix il Dio della massoneria e dell’Antico Testamento, l’Architetto, compare come colui che tiene l’umanità imprigionata, in completa opposizione al “cristo gnostico” rappresentato dal protagonista, che invece libera e risveglia. E’ un personaggio presentato con le caratteristiche tipiche che lo gnostico rimprovera al massone: calcolatore, freddo, privo di emozioni, che considera il genere umano come un numero di una equazione da bilanciare, opposto alla figura dell’Oracolo, che rappresenta il serpente gnostico che sfida il sistema di controllo e la paranoica “equazione perfetta” dell’Architetto.

Poi c’è la storia della massoneria infiltrata nel mondo della musica… anche lì ci troviamo davanti ad un sacco di miti imbarazzanti.

Quindi ecco la conclusione… massoni, ebrei, gnostici, omosessuali, comunisti, ecc. Si parla in ogni caso di realtà separate, diverse, che possono avere contatti, ma che non delineano fantasmagoriche “lobbies” di controllo onnipervadenti.

Ma alla gente piace immaginare complotti, gruppi segreti e sette che controllano tutto il mondo, e se avanza spazio ci infilano magari anche qualche extraterrestre. Questo è appunto il mondo di Don Luigi Villa e Franco Adessa. Un mondo che, guardacaso, sembra avere spazio solo sui siti di estrema destra cattolica, dal sapore spesso antisemita, come Holy War, Agerecontra, Tradizione.biz, Pontifex…

– GG: credo che ci siamo un pò persi nel parlare di queste cose. Abbiamo senza dubbio delineato la figura di Don Luigi Villa, come anche abbiamo chiarito e smentito alcuni dei luoghi comuni di cui vive questa gente, facendo grossi minestroni complottisti di cose spesso persino diversissime tra loro, che nemmeno si sognerebbero mai di collaborare (un classico esempio è quello da lei fatto del comunismo e della massoneria, così distanti tra loro, e invece spesso buttati nello stesso calderone dai cattolici di matrice ultratradizionalista) … spianato il campo su questo argomento, riprenderemo questa chiacchierata in una seconda parte, esclusivamente dedicata all’inchiesta di Don Villa su Giovanni Paolo II

15 pensieri su “La meravigliosa arte di fare le pulci… ce la spiega Jean Pignolon

  1. adminadmin

    GG è dal primo pomeriggio che seguo le evoluzioni “in anteprima” del tuo scoop…
    E posso solo dire che il risultato è GRANDIOSO ;-)

    Sembri un fiume in piena… Aspetto il prossimo capitolo dell’intervista! :lol:

    Rispondi
    1. Gianfranco Giampietro Autore articolo

      Devo dire che non sono molto soddisfatto… Il fatto è che ci sono tante cose da dire… e il risultato è di una dispersività esasperante.

      La scaletta originaria doveva essere questa:

      – fare una osservazione ironica sul fatto che ogni volta Pontifex deve sottolineare il numero di attentati di cui Don Villa è stato vittima (ovviamente non prendo in giro gli attentati, quanto il fatto di usarli come “biglietto da visita”… voglio dire, è come se Giovanni Paolo II avesse passato la sua vita a tirarsela per essere stato vittima di un tentato omicidio)
      – presentare la figura di Don Villa alla luce delle sue numerose pubblicazioni su siti affidabili come Holy War, e compagnia bella, elencare le numerose pubblicazioni e teorie di Don Villa, come quella della chiesa dedicata a Padre Pio di ispirazione “satanica e massonica”
      – offrire un quadro più razionale e meno “mitologico” del reale ruolo della massoneria, dei suoi obiettivi, della sua reale area di influenza e dei legami con altri famosi “nemici” dei cattolici rispetto alle fantasie complottiste dei tradizionalisti.

      Quest’ultimo punto ha occupato troppo spazio, con il risultato che ho perso l’ispirazione generale, anche perchè mi sono un pochino stancato :P

      Alla fine quindi manca la parte più importante, ovvero Giovanni Paolo II e un bel commento alle “sconcertanti” e “scioccanti” immagini di Don Villa…

      Ad ogni modo per fortuna hai già scritto molto tu in proposito, gran bell’articolo!

      Rispondi
  2. Gianfranco Giampietro Autore articolo

    Ad ogni modo, davvero, consiglio di dare una lettura al pdf di Don Villa sulla massoneria… è davvero divertente, perchè presenta la massoneria come alcuni classici nemici dei cartoni animati…

    Il Piano di Conquista del Mondo e per la Distruzione della Chiesa è qualcosa di davvero esilarante !

    Basta dire che nel “piano” rientra l’obiettivo di non fare più coprire le donne che entrano in Chiesa con il velo…

    Incoraggiate le donne a non coprirsi la testa con il velo;
    in chiesa, i capelli sono “sexy”. Pretendete le donne
    come lettrici, e presentate come necessità democratica
    che divengano sacerdotesse. Fondate i movimenti per la
    liberazione della donna. Spingete a far entrare in chiesa
    con vesti trasandate, per sentirsi come a casa propria. Ciò
    diminuirà l’importanza della Messa.

    Distogliete i fedeli dall’assumere in ginocchio la Comunione.
    Dite alle Suore che debbono proibire ai bambini
    di tenere le mani giunte, prima e dopo la Comunione,
    dicendo loro che Gesù li ama così come sono, e li vuole
    vedere sempre a loro agio. Eliminate le genuflessioni in
    chiesa e lo stare in ginocchio. Rimuovere gli inginocchiatoi.
    Dite alla gente che debbono testimoniare la propria
    fede stando a proprio agio o, al massimo, in posizione
    eretta.

    Eliminate la musica sacra, in particolare l’organo. Introducete
    le chitarre, arpe giudaiche, tamburi, calpestio
    e “sacre” risate nelle chiese. Ciò distoglierà la gente
    dalla preghiera personale e dalle conversazioni con Gesù.
    Negate a Gesù il tempo di chiamare i bambini nella vita
    religiosa. Eseguite, attorno all’Altare, danze liturgiche
    in vesti eccitanti, teatri e concerti.

    è proprio un piano diabolico, non c’è che dire !!

    Rispondi
    1. FSMosconiFSMosconi

      Avrenno imparato dai seguaci del CCSG? No, perchè: gli argomenti lì sono tali e quali. :lol:

      Ad esempio: l’idea che i jeans attillati siano stati inventati dalla lobby ebraica :D per aumentare l’infertilità nel mondo, o anche che TUTTi, ripeto: TUTTI, i cantatnti che fanno rock siano comunisti-massoni-sionisti. Figurati che hanno citato persino i Punkreas. I Punkreas!

      :lol:

      Rispondi
  3. Gianfranco Giampietro Autore articolo

    Chiedo scusa per lo spam, ma devo assolutamente sottolineare questa notizia

    Ora di cosa possono ancora accusare Giovanni Paolo II ?

    Lo accusano di essere EBREO !!! Ecco un buon motivo per non beatificarlo secondo questi qua !!

    Ebbene, che Giovanni Paolo II fosse ebreo, lo ha testimoniato Yaskov Wise, uno studioso di genealogie ebraiche.

    Wise ha fatto ricerche sull’ascendenza del lato femminile della famiglia Wojtyla; già sapendo che, per decreto rabbinico, solo le madri, non i padri, trasmettevano l’ebraicità. Ora, la madre di Karol sposò un cattolico, ma il suo nome, Emilia Kaczorowski, fu un adattamento polacco di un nome ebraico, molto comune nel mondo yiddish: Katz.

    La nonna si chiamava Marianna Scizh, altro nome ebraico (Schulze, Schultz). Pure la bisnonna, Zusanna Rybicka, era altro nome di suono ebraico.

    Adesso, fanno anche i controlli sull’ebraicità di Giovanni Paolo II, per controllare che sia di “razza pura”, come facevano i nazisti !

    Si sono messi a spulciare l’albero genealogico di Giovanni Paolo II per trovare i suoi antenati ebrei. Questa gente fa schifo !!!!!

    http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/consacrati/6630-karol-wojtyla-beato-il-magistero-impone-che-e-diritto-dei-cattolici-sollevare-dubbi-ed-e-dovere-della-ccs-rispondere-adducendo-motivazioni-valide-inchiesta-shock-parte-quarta

    Rispondi
    1. FSMosconiFSMosconi

      Tralaltro: se GPII è ebreo perchè d’origine ebrea, allora anche Hitler dovrebbe esserlo no?
      Ma accendono i neuroni quando sparano ‘ste minchiate? :|

      Rispondi
  4. brigett

    ninguno de ustedes saben quien oh de quien hablan.tantas inteligencia. tanto lindo serebro tantas bellas parole.maa .saben ustedes de que cosa estan hablando?que cosa es veramente el cuervo diavolo?ohohoho el vino a mi casa…y le puedo decir que el bajo que tiene ese animal es terribleee a asufre solfo. tienes una cola asquerosa terribleeeee. los ojo salido fuera de sus orvita boca con pico es terrible.ninguno de los massone saben a quien veneran .tutto al tro. que nostro amore ..un cielo ci guarda con amore una tessoro nostro papa DIO un rey che ci difende de una cosa una cosa. cosa? un animal que se hace pasar por un angel negado eso esooooo’no dejen a un dios bueno por un animal che solo con el bajo nosotros no le isiramos fieste altro correrian come gallina …aferense a DIOS dejense de disegnitis skifosi. buschen de un DIOS che vieron mis ojos. un cielo che no e cielo es un rostro. yo lo vi yo lo vi tierraaaaaaaaaaajenteeeeeeeeeeeeeeearrodillenseeeee.ciao

    Rispondi
      1. adminadmin

        Il filtro antispam aveva -forse correttamente- bloccato questo messaggio. Non contiene link o altre amenità simili quindi l’ho lasciato passare… Anche se non ne comprendo il significato. :D

        Rispondi
        1. francesco t

          qualche interprete dello spagnolo?
          io , anche se è simile all italiano, non l ho mai capito.

          saei curioso di capire il significato di questo commento XD

          Rispondi
          1. paopao

            ti accontento ma ti avverto, te ne pentirai France:
            “Nessuno di voi sa oh di chi parla tante intelligenze, tanti bei cervelli tante belle parole , ma sapete voi di cosa state parlando? Che cos´e´veramente il corvo diavolo? Ohohohoho é venuto a casa mia e posso dirvi che sotto quell´animale é terribile ..a zolfo
            Ha una coda schifosa terribileee , gli occhi sporgenti, fuori dalle orbite , bocca con becco
            (madó´ma é volpastren sputato! ahhahahahha) nessun massone sa chi venera..bla bla bla
            …. DIO un re che ci difende da una cosa, cosa? Una animale che si fa passare per un angelo , ecco eccooooooo non lascino un dio buono per un animale che solo con il „basso“ (mboh) non gli faremmo festa altro correrebbero come gallina… offritevi a dio , mettetela coi disegnini schifosi cerate un dio che i miei occhi videro uncielo che non é cielo ma un volto io l ho visto ol ho visto io ho vito terra inginocchiatevi gente ciao.”
            gira robba buona in casa pontifeSSa .

            (é tutto sbagliato, trattasi di un italiano che conosce un po di latinoamericano e traduce con google translator.)

        2. paopao

          hay presente un delirio á la muffas tradotto in pessimo spagnolo latinoamericano?
          (non saprei da dove cominciare a correggere)
          ecco.. non ti perdi nulla admin, credimi

          Rispondi
  5. Mirko

    Buonasera, mi sono avvicinato alla massoneria leggendo il romanzo, formato e-book ( amazon) di Michele Allegri, dal titolo “Identità perduta” dove il protagonista, un discendente della famiglia Saint Clair è contemporaneamente un ex ispettore di polizia ed un ex maestro venerabile di una loggia riservata che cerca di capire chi abbia ucciso un povero curato di campagna di Alet-Les-Bains un paesino vicino a Rennes-Le-Chateau..pare, nella realtà, che in quella zona ci siano state alcuni morti sospette e circolano strane leggende su un misterioso popolo sotterraneo dedito ad una religione anti-tradizionale…
    Consiglio vivamente la lettura perché si può capire quale sia l’humus storico ed esoterico della massoneria

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.