Zucca dura chi, Volpastren?

Caro Volpastren,

che voi PontifeSSi siate a corto di idee s era capito, non ti preoccupare!

Ormai sono giorni che ci rifilate, in tutte le salse, la brodaglia del medico ebreo che si é rifiutato di operare il paziente dal vistoso tatuaggio nazista sul braccio destro (non sul petto, per le cronache!) e degli ebrei „perfidi „perche senza fede.

Insomma, conoscendovi e terrorizzata dal fatto che la cosa potrebbe protrarsi nei secoli, ho deciso di chiarirti un paio di cosette, brutto ignorante! (perché bello non sei e perché ignori) nella speranza che cambi tema.

Ordunque, il paziente in questione era ricoverato per farsi asportare la tiroide, un´operazione non poi cosí significante e nemmeno vitale.

Quando il medico l´ha visitato ed ha notato il vistoso tatuaggio nazista, ha alzato le mani e, vuoi perché preso da scrupoli, da paure oppure semplicemente per scelta personale, ha deciso di non operarlo e di lasciarlo nelle mani della primario .

Vedi Volpastren,  in Germania i pazienti hanno diritto a scegliersi il medico ed i medici possono scegliere i pazienti , sempre che non si tratti di casi d´emergenza.In questo caso l´emergenza non sussisteva..comprí?

Da qui a sputare veleno e improperi su tutta la stirpe ebraica mi é sembrato un tantino  esagerato, sia da parte tua che da parte degli emeriti imbecilli *(nel senso di infermi, languidi o col bastone)!

Abbiamo chiarito adesso? Spero di si.

22 pensieri su “Zucca dura chi, Volpastren?

  1. adminadmin

    Correggerei solo la parola dopo “emeriti”, a scanso di equivoci… 🙂

    A parte questo, le tue puntualizzazioni sono estremamente utili (visto che a differenza di Carletto e Brunello, tu in Crante Cermania ci abiti e non da poco) 🙂

    Grazie Pao!!

    Rispondi
  2. AlbertoBAlbertoB

    Al di là delle sacrosante puntualizzazioni vorrei però porre l’accento su una questione : trovo comprensibile il comportamento del medico , lo inserisco in una sorta di contesto di “obiezione di coscienza”.
    C’è però da dire che potrebbe creare un pericoloso precedente , del tipo che un altro medico potrebbe rifiutare di curare un malato perchè ebreo , oppure perchè islamico , oppure omosessuale , oppure di colore sentendosi “giustificato” dalla propria coscienza. A me , a noi , è chiaro che il contesto e le motivazioni sarebbero differenti , però… in giro c’è molta gente “un po’ particolare”.
    Altra affermazione che mi ha dato da riflettere invece è quella relativa al fatto che “nazismo e fascismo non sono il male assoluto”. Innanzitutto andrebbe chiarito cosa si intende per male assoluto. Poi mi è venuto in mente il mio povero nonno , buon’anima , che nel ’45 ebbe modo di farsi una bella vacanza a Dachau come prigioniero di guerra in quanto giurò fedeltà al Re e non a Mussolini e si comportò di conseguenza . Mio nonno che voleva partire volontario per il Fronte Russo ma gli fu impedito da un ufficiale con la testa sul collo che sapeva a cosa sarebbe andato incontro (così per capire che pasta d’uomo fosse mio nonno). Fortunato , tornò a casa , pesava 50 kg. (un omaccione di un metro e ottanta) ma è tornato. Quante cose vide mio nonno e quante cose avrebbe da dire : a Volpe , a Babini , a questi emeriti pensionati , ad Abrahamowicz , ai fascistelli cattolici. Tra l’altro dov’erano i padri e i nonni di questa gente durante la guerra? Sui camion , con il manganello e il bottiglione di olio di ricino? Finirono a Salò? Oppure vestivano la camicia nera la domenica , imboscati per evitare la guerra in qualche maniera , giusto perchè lo voleva il Partito? Sarei proprio curioso di sapere la risposta.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Grazie, la testimonianza di tuo nonno vale molto più delle parole di 20 emeriti.
      Circa la tua osservazione sull’obiezione di coscienza. Concordo in pieno (anzi mi ero espresso in questo senso in un mio precedente intervento). Infatti avevo chiesto a Foxy la sua opinione in merito. Opinione che ha espresso per tramite delle parole dell’emerito pensionato Babini.
      http://pontilex.org/2010/11/lultima-puntata-pontifessa/

      Rispondi
    2. paopao Autore articolo

      Alberto:secondo me, attribuire l´obiezione di coscienza al medico ebreo é pura speculazione.
      Probabilmente il medico non si sará sentito di correre il rischio di operare una persona evidentemente filonazista oppure la sua emotivitá, probabilmente giustificatissima,ha avuto il sopravvento oppure in quel momento si é sentito male e non era in condizione di operare…non lo sappiamo, sinceramente non credo che Volpone e & co. siano piu´informati di noi.
      Insomma, scusate, ma io tutto sto scandalo non lo vedo.
      Se il medico avesse infranto qualche legge adesso sarebbe incriminato… sottolineo ancora una volta che non si trattava di un´operazione di emergenza.
      Il vero scandalo é che i PontifeSSi deformino ancora una volta l´informazione per fare dell´antisemitismo gratuito.

      Rispondi
      1. paopao Autore articolo

        Forse in Italia non piú molto, ma in Germania é ancora molto vivo il traumi del nazismo.

        Comunque, o misericordioso Volpastren, ti ricordo che parlare di codice deontologico e del giuramento Ippocratico vivendo in un Paese che non garantisce nemmeno assistenza agli extracomunitari e costringe i medici nel ruolo di denuncianti ..mi sembra semplicemente ridicolo!

        Rispondi
  3. paopao Autore articolo

    ma admin, intendo imbecille nel senso tradizionale del termine (col bastone, languido o infermo) e l´ho specificato tra parentesi, perche cambiare? ):D

    Rispondi
      1. paopao Autore articolo

        guarda admin, per farti contento gli ho pure aggiunto l´asterisco!

        Comunque admin, come i PontifeSSi insegnano, sono gli ebrei a non essere misericordiosi..i PontifeSSi non sono ebrei ergo sono misericordiosi..sono certa che mi amano… in fondo.

        Rispondi
    1. pao

      ):D Bio, suppongo che mi ami per via della mia punteggiatura caotica, il mio italiano “redisigned” e a volte, forse anche per i contenuti…
      si si, ma non sei l´unico, sono molto ambita, infatti sono certa che anche essi ..mi amano!

      Rispondi
  4. AlbertoBAlbertoB

    Pao ti rispondo qui sotto perchè altrimenti non si capisce più una mazza 😉
    “Alberto:secondo me, attribuire l´obiezione di coscienza al medico ebreo é pura speculazione.
    Probabilmente il medico non si sará sentito di correre il rischio di operare una persona evidentemente filonazista oppure la sua emotivitá, probabilmente giustificatissima,ha avuto il sopravvento oppure in quel momento si é sentito male e non era in condizione di operare…non lo sappiamo, sinceramente non credo che Volpone e & co. siano piu´informati di noi.
    Insomma, scusate, ma io tutto sto scandalo non lo vedo.”

    Essenzialmente stiamo dicendo la stessa cosa , solo con parole diverse. Anch’io non trovo scandalosa la cosa , anche perchè non mi pare che questo medico abbia lasciato il tizio a morire in mezzo a una strada.
    Le cose sbagliate imho sono due : una è il succitato “precedente”. L’altra è il voler strumentalizzare l’episodio , il definire TUTTE le persone appartenenti ad una determinata religione delle teste dure , per il semplice motivo che sono ragionamenti che a me piace definire “da contadinotto”. Altrimenti io , sulla stessa falsariga , potrei dire che tutti i cattolici sono fascisti e razzisti : e non farebbe una piega nella mente del contadinotto perchè , dato che io so che alcuni cattolici sono fascisti e razzisti , ne deduco che siano tutti così. Il ragionamento fila? Ovviamente no.
    Poi altra cosa che mi fa andare di testa è il non riuscire a fare un distinguo tra GLI EBREI e il GOVERNO DELLO STATO DI ISRAELE , eppure non è difficile… ma certa gente proprio non ce la fa…

    Rispondi

Rispondi