Quasi quasi ci mancavano le Vaccate!

Come ampiamente previsto Brunello ci ha riservato per la festività di Cristo Re una dose massiccia di pensiero emerito. Ci ha dispensato una spolverata di pensiero del Vacca ed ha integrato con un forte apporto di Cozzate (cioè le parole dell’emerito Cozzi, che riposava tranquillo prima della telefonata di Foxy in quel di Melfi).

Partiamo dal Vacca che parla delle recenti anticipazioni offerte da molti giornali e relative al contenuto del prossimo libro-intervista di PapaRazzo. L’emerito di Alghero dice che è sbagliato trarre conclusioni affrettate e che è bene leggere il libro prima di parlarne. Poi con una inaspettata apertura ci informa che probabilmente:

Queste valutazioni del papa smentiscono la fama che lo aveva circondato all’inizio del suo pontificato

Il Vacca vuole forse intendere che BXVI non è poi così tradizionalista come auspicato da Carletto e dalla sua cricca?

Il pensiero emerito seguente è il tentativo di fornire una scialuppa di salvataggio per Foxy e Carletto, quando si scaglieranno contro il contenuti del libro in oggetto. Ecco la Vaccata:

ossia che un atto non proveniente dal magistero é criticabile e se ne può discutere, senza cadere in eresia. Dunque dissentire da affermazioni del papa espresse non in qualità magisteriale é permesso ed é lecito. Ovviamente ogni critica o dissenso deve avere il dovuto garbo e i modi giusti, si intende

Chissà se Brunello fornisce al Vacca anche qualche suo edittoriale oppure i vaneggiamenti di Carletto, prima di sottoporre le sue domande all’emerito. Perchè è facile parlare di “modi giusti” senza aver letto la violenza e l’assurdità di taluni affermazioni che si leggono su Pontifex.Roma. Il Vacca poi si esercita nel classico sport italiano, l’arrampicata libera sugli specchi. Messo alle corde da Foxy si esprime in questo modo:

Lei darebbe l’assoluzione a chi ha usato il condom?  “in caso di pentimento questa non si nega, ma bisogna anche vedere il motivo reale per il quale lo ha usato e capire se era davvero consapevole del peccato e lo stato di necessità del momento”.

Sembra di sentire le parole di Fisichella (non ancora emerito, ma crediamo ci manchi poco) che invitava a “contestualizzare” la bestemmia del nostro “presidente del consiglio”. Orribile. Ognuno ha gli emeriti che si merita.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/6062-il-papa-non-ha-mai-aperto-al-profilattico-che-rimane-un-attentato-alla-vita-e-alla-procreazione-il-libro-non-e-atto-magisteriale-e-puo-essere-discusso-con-garbo-il-ruolo-dei-cattolici-e-il-servizio

Da Lecce l’emerito mitico (anzi cosmico) Cosmo Ruppi si limita a parlare della festività di Cristo Re, quindi lasciamo che le sue parole si spargano in tutto il cosmo senza interferire più di tanto. Probabilmente la badante di questo emerito gli somministra con regolarità le medicine. Così come è regolare nella somministrazione anche la badante di Babini che, dopo i nostri richiami, ha ricominciato a verificare (facendo alzare all’emerito di Grosseto la linguetta biforcuta) che prendesse le sue pilloline senza ingannarla (come faceva su suggerimento di Foxy).

La parola dell’emerito Cozzi torna a riempire le pagine di Pontifex. Mancava da molti mesi.

Sapere essere miti, umili, puri di cuore, amare con carità gli altri donare e donarsi, accogliere i fratelli nella difficoltà, non chiudersi in scelte egoiste o razziste, saper comprendere chi sbaglia e perdonare di cuore.

Ci parla con toni diversi da quelli di febbraio, quando appoggiava esplicitamente le parole degli altri emeriti adorati da Pontifex (indovinate il tema? l’omosessualità ovviamente). Ma facciamo così paura? Perchè gli emeriti hanno paura di dare scandalo? Eppure proprio l’emerito Cozzi conclude con queste parole:

Il cristiano deve sapere dire anche di no, costi quel che costi.

Dove è finita la solidarietà per gli altri emeriti? Dove stà il coraggio dei cristiani? Caspiterina emerito Cozzi, servono messaggi più incisivi, non queste interviste da pappemolli. Siamo sicuri che presto Foxy ci delizierà con nuove e mirabolanti esternazioni. Delle vere e sane Cozzate.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/religiosi/6064-il-regno-di-cristo-si-serve-in-umilta-semplicita-fedelta-al-vangelo-gesu-vero-dio-e-vero-uomo-e-venuto-per-aiutarci-e-migliorare-la-nostra-vita

Notevole l’articolo della regina Borg che, tornato sano e salvo dal “confronto” con le luci della ribalta new-age, ci dispensa perle di saggezza sugli angeli ed i morti.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/consacrati/3174-il-rapporto-angeli-e-defunti-secondo-il-cristianesimo

Dobbiamo parlare ancora di Toffali? No, evitiamo… Ne facciamo volentieri a meno. Ha già troppo spazio altrove, qui preferiamo passare sotto silenzio le sue inutili parole.

Altra fotocopia (questa volta da un sito pro-Israele) a firma di  Luca Negri. Non ci pare nulla di interessante… Il solito mucchietto di affermazioni decontestualizzate e tutte da verificare. Gli amici pontifessi si fidano di Luca. Noi no, magari ci dedicheremo a qualche approfondimento delle sue parole, le uniche che destano qualche interesse.

Last but not least, un paio di perle dal caro Ernesto Caro, tutte da leggere senza respirare… Infatti arrivano dagli albori di Pontifex e puzzano parecchio di chiuso… Vengono rispolverati (è proprio il caso di dirlo) ed anche se hanno preso aria, sentono ancora di stantio. Davvero incredibili gli amici Pontifessi. Disposti a tutto pur di garantire ai loro discepoli dei necessari 10 update quotidiani! 😀

http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/esteri/853-la-sicurezza-dellanima

http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/esteri/682-i-centri-di-culto

PS abbiamo parlato solo di 8 nuove pontifessate: lasciamo alla vostra fantasia ed al vostro coraggio la scoperta dei due articoli mancanti 😉

8 pensieri su “Quasi quasi ci mancavano le Vaccate!

  1. paopao

    aaaahh, o insuperabile admin, grazie per aver cozzato contro le emerite vaccate di turno ed avercene filtrato il contenuto..
    Non sono sicura che Stanzone sia tornato, credo sia un articolo riciclato. Il nostro esorcizzante don stará ancora dilettandosi nelle giravolte spaziali in quel d´Emilia insieme a Xenu, il mago Merlino e gli angeli.

    Diego: non hai detto una vaccata, quelle sono una specialitá degli emeriti pontifeSSi.
    Naturalmente se uno é sieropositivo e contagia altre persone commette un attentato alla vita.
    Probabilmente e secondo la logica della Chiesa come per uso del preservativo, é un attentato alla vita con attenuante se consumato a scopo procreazione.

    Ed hanno ancora la faccia di definirla Santa Madre Chiesa!!!…Scusatemi lo sfogo, o ancora cattolici e moderati, ma
    né Santa ne ´Madre!

    Rispondi
  2. Diego

    ci sono: un sieropositivo che infetta altre persone infrangerà forse il comandamento “non uccidere”, ma essendo l’AIDS un castigo del signore la diffusione della malattia non può essere fermata da noi semplici mortali. Tanto dall’infezione alla morte passano un po’ di anni quindi si potrebbe anche morire per altri motivi, e sicuramente il “non uccidere” si intende con una scadenza di qualche giorno.

    Comunque non vedo il motivo di scomodare tanti emeriti perchè il papa ha aperto il preservativo.

    Rispondi
  3. FSMosconiFSMosconi

    Ah! Ecco una di quelle Supercazzole con scappellamento a sinistra (o a destra?) come fosse Antani – e anche come se piovesserero mastri appaninati scollegati, precisiamo 😉 – tipici di PontifeSS! 😆

    Rispondi
      1. Ale Cr

        Hehe… peccato che proprio non si degnino di dare qualche fonte per le loro sacre verità magisteriali… a questo punto, consiglierei loro, per non perdere la faccia, di inventarle e farle approvare dal Papa o qualche emerito random.

        Rispondi

Rispondi a Ale Cr Annulla risposta