Alla sera della vita…

Rinnovo il mio stupore nel vedere come le parole del Papa sull’omosessualità, sebbene pronunciate non ex cathedra siano diventate l’argomento prediletto degli amici di pontifex e ce ne si fa vanto su vanto, si squillano le trombe, si suonano i tamburi: il Papa ha dato ragione a noi, ecco il Papa dice quello che diciamo noi.
Purtroppo così non è ma, ammesso e non concesso che così fosse, stiamo parlando di insegnamenti ex cathedra o no? E se no perchè li si prendono per tali? Se no e quindi possono essere tranquillamente criticati, perchè tanto clamore per così poco?
Tralascio i commenti sul dottor Bruno che si ammanta di gloria nel presumere di dire quello che dice il Papa, neppure fosse il suo suggeritore ufficiale (ma che tristezza queste persone…). Addirittura brunello esordisce con frasi del calibro: il Papa le ha dato ragione… ma vi rendete conto della pazzia di simili affermazioni, ma brunello esci dal tuo mondo incantato e affronta il mondo vero, esci e scopri la vita: il Papa non pende dalle vostre labbra, ne segue i vostri insegnamenti (vedi ad esempio la sua concezione di ebrei come amici, per voi un’eresia).

Tornando al discorso omosessualità: il dr. Bruno parla di deviazione oragnica significativa… dov’è che era scritta questa cosa nel libro del Papa… che io me la sono persa? Mi devo comperare un paio di occhiali: tutti vedono cose che io non riesco a vedere…

Poi c’è una frase del dottor Volpe che mi fa pensare un attimo (ovviamente stiamo parlando di omosessualità):
Certo, é anche possibile avere delle scelte successive dovute alla educazione, all’ambiente in cui si vive, ma esse sono sempre comunque orientate da una grave e significativa deviazione di natura organica.

Questo vuol dire che, correggetemi se sbaglio, sebbene sia possibile diventare omosessuali dopo, in linea di massima lo si è da sempre… o ho interpretato male io?

Ma allora… brunello come la mettiamo?

Il dottor Bruno si dilunga sulla misericordia di Dio che credo brunello conosca ben poco visto le sue trovate poco piacevoli in passato e il fatto che all’inferno ci manda quasi tutti (papi compresi).
Scriveo Bruno:
Ossia Cristo perdona, ma a condizione che non si torni a peccare e anche al peccatore dice pentiti e ripara il danno.

Ma suvvia dottor Bruno non dica fesserie: Dio perdona a chi è pentito, questa è la condizione prima ed ultima che è richiesta per la confessione. Certamente una persona si ripronone di non peccare più successivamente ma una cosa è la volontà di non cadere più in peccato e la seconda è la capacità di riuscirci sempre. Se come dice Lei il Signore perdona solo a chi non pecca più… poveri noi saremmo tutti condannati (eccetto i santi brunello e CdP ovviamente).

Poi brunello chiede ad un criminologo come vada vissuto il tempo di avvento. Per tutto il rispetto che ho per i criminologi e per il dottor Bruno in quanto tale… ma una persona più qualificata a cui chiederlo no, vero?
Ma brunello che mi combini…

Infine sottolineo una frase del dottor Bruno che spero ognuno di voi tenga a mente e soprattutto il mio Brunello… che ne ha tanto ma tanto bisogno:

alla sera della vita saremo giudicatti sull’amore

E’ una frase bellissima di San Giovanni della Croce che riprende un po’ la frase che Gesù dice alla peccatrice “Le sono perdonati i suoi molti peccati, perché ha molto amato”
Non solo si perdona perché si ama, ma si è perdonati perché si ama.
Gesù non nega lo status di peccatrice a questa donna, ma è capace di andare oltre. Osserva la sua profondità, osserva la sua capacità di riconoscere l’altro da sé, in questo caso il Figlio di Dio, pronto alla croce.
Alla sera della vita non ci verrà infatti chiesto nè quante case abbiamo, nè quanto siamo stati importanti o potenti o grandi o geniali sulla terra, non ci verrà chiesto neppure quanto abbiamo peccato.
Una cosa sola ci sarà chiesta: “Quanto hai amato?”
Perchè sola da questo “sapranno che siete miei figli” e solo per questo “io vi riconoscerò davanti al Padre mio”.

E tu brunello… quanto hai amato?

A tutti voi faccio gli auguri di un buon cammino di avvento e lo faccio veramente di cuore anche agli amici di pontifex, perchè questo periodo sia veramente una strada che li aiuti a scoprire il prodigio di Dio che si rivela in un bambino che è venuto per salvare e non per condannare.

simone

Qui l’articolo: http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/varie/6084-ora-se-credono-denuncino-anche-il-papa-dice-quello-che-sostengo-io-sullomosessualita-si-tratta-di-una-deviazione-organica-rilevante-e-lo-accettino-la-misericordia-non-e-un-condono

4 pensieri su “Alla sera della vita…

  1. adminadmin

    Grazie Simone. Leggendo la recente produzione Pontifessa ero preso dallo sconforto: continuano a tirare la talare di PapaRazzo … Grazie perchè hai rimesso le cose al loro posto: PapaRazzo sul tavolo a fare colazione mentre parla con il suo intervistatore e gli amici Pontifessi dall’altra parte del telefono che rosicano perchè a loro il Papa non li caga neppure di striscio 😉

    Rispondi
  2. Diego

    il dr. Bruno parla di deviazione oragnica significativa

    quindi un omosessuale è chiaramente riconoscibile… una deviazione organica e pure significativa!!!

    dai che a questa palla non ci crede neanche chi l’ha detta, figurati un dottore!!! E’ chiaramente un’invenzione del Brunello, che ci dimostra chiaramente che la sua significativa ignoranza.

    Qui l’articolo: http://www.pontifex.roma.it/index.php/interviste/varie/6084-ora-se-credono-denuncino-anche-il-papa-dice-quello-che-sostengo-io-sullomosessualita-si-tratta-di-una-deviazione-organica-rilevante-e-lo-accettino-la-misericordia-non-e-un-condono

    urka, pure il papa l’ha detto!!!

    Immaginate un’omosessuale colpito da elefantiasi al pene!!

    Rispondi
  3. giuxGiux

    … mi viene in mente un film francese di qualche anno fa…

    quando una donna restava gravida faceva le analisi sul feto, le dicevano pure se il figlio sarebbe stato gay, nel caso le consigliavano l’aborto.
    Credo che quello sia il paradiso per molti eh?:)
    Tanto qualsiasi cosa farete nasceranno sempre ragazzi gay e ragazze lesbiche. Amici di pontifex rassegnatevi, non potete vincere questa battaglia.
    … e tante altre!

    Rispondi

Rispondi