bash dentro prompt msdos

CdP ci riprova e -come sempre succede- esagera. E sbaglia.

bash dentro prompt msdos

Shell unix (bash) dentro un prompt dei comandi di Windows.

E’ comparso un un nuovo “articolo” Pontifesso. Perchè come abbiamo notato, CdP continua a “scrivere”. Vi offro subito il link da cui leggere le ultime geniale affermazioni.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/5807-il-caso-drive-beer-prestosi-e-birra-morena-qnel-mio-nome-sarete-perseguitatiq-dice-il-signore-purtroppo-e-capitato-anche-a-questi-nostri-benefattori-le-calunnie-sul-web-e-le-email-moleste-dei-nostri-detrattori-la-legge-ci-dara-ragione

Carletto esordisce con il solito vittimismo. Il complotto sodomita-saffico trama e congiura contro Pontifex da più di un anno. Noi non abbiamo conoscenze dirette con queste persone per cui ci limitiamo alle solite generiche affermazioni relative ai complotti. Carletto manifesta risentimento perchè componenti del complotto si sono iscritti al loro sito, prontamente “beccati” da Charles che è capace di ricondurre gli indirizzi email a persone fisiche.

Ricorda anche l’episodio delle segnalazioni fatte circa 6 mesi fa (aprile 2010) ad Aruba. Non conosciamo il contenuto delle comunicazioni intercorse tra Aruba e Pontifex.Roma. Ci limitiamo a prendere atto del fatto che Carletto ha sporto denuncia (non ci è dato sapere per quale reato) contro chi aveva segnalato il loro pregiatissimo sito ad Aruba. Ne deduciamo dunque che siano disponibili prove documentali di queste denunce. E deduciamo quindi che CdP è in possesso dei nominativi di chi ha segnalato il suo sito ad Aruba.

Ricorda le segnalazioni copiose fatte ad AdSense (Google) per le inserzioni pubblicate sulle pagine di Pontifex. Non si capisce per quale motivo i Pontifessi possono scrivere quello che vogliono mentre gli utenti non possono lamentarsi di quello che Pontifex scrive. Bah. Anche in questo caso secondo CdP sono partite regolari denunce nei confronti di chi ha fatto le segnalazioni “mendaci e calunniose”. Quindi, nuovamente, Charles conosce le idendità di chi ha segnalato i contenuti di Pontifex a Google. Quindi, nuovamente ci sono denunce, carte che supportano le affermazioni di CdP.

Ricorda anche le telefonate fatte da alcune persone agli inconsapevoli inserzionisti che, tramite le telefonate, hanno scoperto che il loro nome era presente sulle pagine di Pontifex. Al solito Carletto riporta le cose a modo suo, parlando di persecuzione nei confronti dei suoi amici inserzionisti. Beh a nostra memoria nessuno ha perseguitato quelle persone. Che ci risulti alcuni amici si sono limitati a telefonare (i numeri erano pubblicamente visibili su Pontifex) chiedendo se gli inserzionisti erano consapevoli della presenza dei loro nomi sulle pagine Pontifesse. Vi lasciamo immaginare lo stupore degli inserzionisti. Infatti quelle inserzioni scomparvero nel giro di poche ore. La teoria di CdP fa acqua da tutte le parti. Perchè io, nei panni di un inserzionista molestato, invece di chiedere a Charles di togliere l’inserzione avrei provveduto a denunciare il molestatore. In questo caso invece è CdP a denunciare gli “untori”. E sottolinea che i nomi sono sempre gli stessi. Quindi Charles conferma la nostra teoria: è in possesso di tutti i nomi della cospirazione. E sono sempre gli stessi.

Ricorda l’esperienza di Facebook. Ed anche in questo caso riporta la sua versione dei fatti. La nostra è ovviamente diversa. Perchè CdP afferma che i vari gruppi su Facebook sono stati chiusi (non si capisce da chi) perchè “gli untori” erano tutti occupati a denigrare le loro persone. A noi risulta che i gruppi siano stati chiusi per la segnalazione pretestuosa di violazione dei diritti d’autore. Ma probabilmente Carletto parla di altri gruppi, non di quelli che noi frequentavamo.

Alla fine arriva alla vera ragion d’essere della sua filippica. Noi. Perchè anche se gli è proibito di leggerci, ci legge.

Ci conferma una serie di ipotesi fatte in passato. Ci rammaricavamo proprio ieri sera per l’impossibilità di vedere la faccia di Carletto quando ha provato ad interpellare whois per capire chi stà dietro questo sito. Infatti ci risponde così:

Poi la svolta: un non ben specificato individuo ha aperto un sito, su provider straniero, ben camuffando la propria identità e dichiarandosi un “creatore di ponti legalmente” … che significa? Che senso ha? Cercando su Google, come si evince dalla intro, sempre questo ignoto individuo (di cui alla fine siamo venuti a conoscenza delle generalità), definisce il suo sito “legale” come: ” Blog di critica delle affermazioni omofobe razziste xenofobe e sessiste offerte da Pontifex.Roma.”

Questo visionario, che quotidianamente istiga i suoi lettori alla calunnia ed alla diffamazione nei nostri confronti, accusa Pontifex.Roma, sito di apologetica della Fede Cattolica, di omofobia, razzismo, sessismo e udite udite xenofobia.

Interessante. Dichiara di essere venuto a conoscenza della nostra identità. Ci definisce “visionari”. Dichiara che “istighiamo” i lettori alla calunnia ed alla diffamazione. Dichiara che accuseremmo Pontifex.Roma di omofobia, razzismo, sessismo e xenofobia. Da quando la libertà di espressione tutela solo Pontifex? Da quando accusare qualcuno di omofobia, razzismo, sessismo e xenofobia è un reato?

Qui nessuno si cammuffa. Qui siamo consapevoli di come funziona Internet. E cerchiamo di tutelare in ogni modo possibile l’identità delle persone. Perchè Internet è un luogo molto rischioso. E Carletto dovrebbe saperlo, visto che si lamenta tanto dei danni che ha subito alla sua macchina, delle mail minatorie, delle telefonate anonime. Evidentemente non impara dai suoi stessi errori.

Si lamenta del fatto che il nostro sito è ospitato su server esteri. E’ per caso proibito dalle legge? Noi non siamo ricchi, non scriviamo libri, non cerchiamo donazioni, non abbiamo sponsor. Abbiamo fatto quindi una semplice ricerca ed abbiamo scelto un fornitore che garantiva i servizi necessari al prezzo minore possibile. Dovremmo vergognarci di questo?

Poi esagera (perchè quando è furente, Carletto non ha mezze misure e sempre esagera).

Beh, che dire, l’assunzione di droghe gli avrà fatto molto male.

Spiace deludere Carletto. In questa casa nessuno assume droghe. E neppure si fuma in questa casa. Smoke free. A differenza del padre di Carletto. E forse di Carletto stesso, costretto ad acquistare un semplice posacenere su ebay (magari era un regalo per il padre). Non sappiamo quali siano le abitudini del fratello di Carlo. Da Roma si limita a supportare criptiche associazioni cattoliche che condividono la sede con scuole di ballo. E poi si lamenta del WakaWaka Francescano!

Continuiamo la lettura del delirio.

E’ uno che cerca di azzittire il Vangelo, il Magistero e la Dottrina che, ovviamente, non è assolutamente riconducibile a quanto esso millanta. La querela è partita anche in questo caso.

Grazie a Dio abbiamo molti legali cattolici che ci difendono gratuitamente.

Chi cerca di azzittire il Vangelo? A dire il vero qui diamo spazio a chi il Vangelo lo conosce, non a chi lo piega al proprio servizio, come avviene invece altrove. Come se tutto lo sproloquio ancora non fosse sufficiente, arriva lo sprint finale. Carletto infatti parla delle inserzioni comparse recentemente nella testata di Pontifex. Pubblicità ad una birra analcolica e ad una società che eroga prestiti, mutui e carte di credito. La novità ha catturato il nostro interesse e probabilmente qualcuno ha pensato di contattare le aziende per verificare se erano consapevoli della presenza del loro marchio sulle pagine di Pontifex. Bene, leggiamo cosa racconta Carletto di questo episodio. Charles, prima descrive le cattolicissime aziende benefattrici, parla del loro fatturato e poi aggiunge:

si sono visti minacciare e disturbare da email (provenienti dai soliti 4 squilibrati)

Sarei proprio curioso di leggere queste minacce. E non capisco cosa si intende con “disturbare da email”. Se si pubblicizza un indirizzo email poi ci si lamenta se si ricevono contatti? Curiosa questa teoria. Perchè allora non evitare del tutto la pubblicazione dell’indirizzo email (come pare faccia una delle due società “sponsor” di Pontifex) ??

Chi ha inviato mail ai due sponsor è pregato di inviarne copia al webmaster di pontilex in modo che possiamo valutare insieme come rispondere alle illazioni di Carletto, che è anche un geniale webmaster ma alle volte ci sembra esageri davvero.

Riportiamo per dovere di cronaca l’inqualificabile frase, riferita a non-si-sa-bene-chi (forse a chi ha inviato le mail agli “sponsor” di Carletto, sponsor prontamente rimossi come in passato).

Bisogna aver paura di questi personaggi, in quanto oggi mandano una mail ma domani te li ritrovi sotto casa con un coltello, pronti a sgozzarti, solo perché ti piace la vagina invece del pene. Siamo alla cloaca più totale.

Non credo sia necessario aggiungere altro. Se non che la coda dell’articolo Pontifesso è di una tristezza inenarrabile. Semplice e pura pubblicità.

38 pensieri su “CdP ci riprova e -come sempre succede- esagera. E sbaglia.

  1. Gan

    Ma quindi io che sono un affezionato lettore di Pontilex sarei anche un potenziale omicida? Ma se il Carletto non lo toccherei nemmeno con un badile!
    Ah, per la cronaca vorrei ricordargli che da che mondo è mondo, un sacco di gente è sgozzata, impiccata, massacrata e pestata, spesso con tutti i crismi dell’ufficialità, perché preferisce il pene alla vagina. Mai il contrario. Mai, nemmeno una volta.

    Rispondi
  2. stefano

    Faccio notare che io personalmente ho partecipato ad una delle iniziative di cui si lamenta Carletto. E posso provare (documenti alla mano) che non ho alcun carico pendente ne tantomeno processi penali a mio carico. Sicuramente gli sarò sfuggito. Ora scannerizzo la mia “fedina penale” e la metto a disposizione ASAP.

    Rispondi
      1. stefano

        Non sono solito querelare le persone per le loro opinioni. Anche perchè sono già cliente di un avvocato per ben altre più importanti vicende. E quindi non mi diletto tirando la giacchetta agli avvocati. Neppure quelli “amici”. Quindi tranquillo, con le droghe siamo messi bene. Nel senso che posso fare un tossicologico in qualsiasi istante senza il timore di risultare positivo ad alcuna sostanza stupefacente. Chi gradisce può ricevere anche i miei capelli per fare il test “del capello”. Gli esami del sangue? Tutto ok , grazie :-)

        Rispondi
          1. stefano

            Hmmm non saprei. Non ho fatto esami al riguardo. Ma posso comunque affermare senza timore di smentita che posso entrare in edifici consacrati senza cadere in preda a crisi convulsive. E riesco a seguire l’intera Messa senza strapparmi i vestiti, senza urlare, senza ringhiare… :-)

          2. filipposole

            Pensate…. Io non sono neppure un sodomita… Eppure sono qui a difendere i diritti dei miei PARI commentando le spesso inopportune uscite dei Signori di pontifex

          3. Diego

            noooooooo che hai fatto?????????? le chiese si saranno sconsacrate automaticamente!!! devi riferire in quali chiese sei stato, così CDP non ci andrà più!!

          4. Diego

            e con la psiche come sei messo?? dovresti farti un esame pontifesso, vai da Bruno ed esponi la teoria del creazionismo, della terra piatta e qualche complottismo…

  3. giuxGiux

    ciao,
    io non sono certo una cima con l’informatica, ma come tecnico di rete nel garr qualcosina riesco a capire….

    E il signore mi deve spiegare come mai, se il loro sito è ospitato su macchine aruba condivise, debba occuparsi lui della sicurezza della rete come firewall etc….
    Mi sembra una sparata! oppure tra le altre cose è pure sistemista presso la sede di aruba????

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      ESTIQUASSI! :D Il Mitttico GARR :-)
      Ho avuto il piacere di visitare la sede di Bologna (tanti eoni addietro). Ma che bello sentir parlare ancora del GARR.. :-)
      Il massimo che può fare come proprietario di un host condiviso sui server di Aruba è configurare una blacklist per impedire l’accesso a Pontifex da parte di indirizzi IP sgraditi. Sempre che 1) sappia individuare indirizzi IP sgraditi 2) sappia configurare la blacklist ;-)

      Rispondi
      1. giuxGiux

        eh:) Siamo migliaia dai… la maggior parte dei centri di ricerca, istituti università etc utilizzano la rete garr. I privati la usano senza saperlo in quanto ci sono moltissimi mirror, sicuramente tu ti ci appoggi per gli aggiornamenti della tua distribuzione linux;)

        E per me è la rete migliore che abbiamo in italia, la connessione con l’estero è senza dubbio migliore che quella di telecozz &company, magari un pò più lento verso l’italia.

        Secondo me da come appare la qualità del suo sito web quell’uomo sa a malapena le basi… magari mi sbaglio!

        Rispondi
        1. adminadmin Autore articolo

          Ero stato inviato in Cineca per analizzare un problema nell’accesso alla posta elettronica (leeeeeeentissimaaaaaa) degli utenti della rete Nettuno. Ma si parla di almeno 12 o 13 anni fa, quando gli utenti si collegavano a Nettuno usando i modem… E tutte le mailbox stavano su un piccolo server E-Class di HP :-)

          Il nostro piccolo Pontilex gira su un linux non meglio identificato, su un server virtuale negli States. Sono caxxi dei miei fornitori l’aggiornamento del sistema operativo :-)

          In casa mia gira tutto su una SAN iSCSI e due server ESXi :) … Dentro i server c’è di tutto. Ubuntu, Freebsd, Windows… Ed il bello è che nessuno di questi host ha qualcosa a che vedere con Pontilex :-)

          In effetti quando scarico da freshmeat lascio che sia la loro intelligenza a scegliere il mirror più vicino. E di solito vado a cascare su un nodo GARR… :-)

          Rispondi
  4. Furio Detti

    la cosa ridicola, che fa davvero sbellicare, è che Pontifex per primo, nonostante ci si registri regolarmente per commentare, censura i commenti sgraditi. tant’è. me l’aspettavo ma non si può accusare nessuno a priori prima di provare.

    la conseguenza è che ora nella email mi arriva la mailing list dei loro deliri. ovviamente, siccome amo l’umorismo involontario sopra ogni cosa, seguo il sito. meglio di Zelig.

    altro pezzo grandioso è che loro citano Cristo perseguitato, ma non porgono certo l’altra guancia, infatti a differenza del Cristo evangelico sguinzagliano gli avvocati, chiamano la magistratura e querelano. come ricorrere ai centurioni romani…

    bella coerenza!

    una precisazione: credo che ci siano gli estremi della querela se si accusa in modo specifico una persona di un reato. ben altra è la critica e esprimere l’opinione di considerare razziste o discutibili certe affermazioni.
    o sbaglio?

    cordialmente. seguo Pontifex da mesi, non vedo perché non dovrei seguire voi.

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Noi non abbiamo amici avvocati che lavorano pro bono al nostro servizio. Ci limiteremo a rispondere con la tastiera alle affermazioni pesantemente offensive di Pontifex.
      Faccio presente che noi pubblichiamo sempre i link ai loro articoli, per consentire a chi ci legge di formarsi una propria opinione basata anche su quanto scrivono gli amici Pontifessi. Loro si limitano a lanciare accuse ed insulti, senza mai nominarci ma indirizzando i loro utenti verso queste pagine.
      Un comportamento che sembra ricordare quello dei mafiosi.

      Rispondi
    2. Gianfranco Giampietro

      E’ proprio questo continuo definirci autori di crimini la cosa più irritante… secondo lui siamo tutti sodomiti che avrebbero voglia di aspettarlo sotto casa con un coltello in mano… meno male che quelli che calunniano siamo noi…

      Rispondi
    3. Litigi Vacui

      Solo ieri (24 ottobre) per pur caso ho scoperto che il giorno 11 agosto il buon Carlo ha bannato decine di utenti, tra cui anche me (ma ero in vacanza, non lo sapevo). Non riuscendo a entrare, e non avendo avuto comunicazioni via email, pensai a un problema tecnico, così a suo tempo creaio un nuovo account come litigivacui2. Ma la cosa carina è che, pur essendo stato bannato, ho continuato a ricevere la newsletter.
      Ad oggi il mio attuale account è sottoposto a quotidiana censura: mi viene pubblicato un messaggio ogni 20; e chi mi segue sa che scrivo sempre in maniera educata. Che senso ha tutto questo?
      Non sarebbe opportuno, e moralmente corretto, che le persone bannate ricevessero una giustificazione? Ad agosto sono stato bannato con il solito messaggio di Carlo, della serie: i tuoi commenti non sono più graditi. Avrei piacere di sapere perché sono stato bannato, e quali erano i messaggi non graditi. Non è bello bannare una persona solo perché non è d’accordo con i contenuti del sito e lo esprime in maniera cortese.
      Chiedo pertanto al buon Carlo, appurato che non è tanto obbediente agli ordini provenienti dall’alto, di darmi delle giustificazioni, recuperando i messaggi che lo hanno condotto a bannarmi. Oppure a chiedermi scusa per un gesto ingiusto, oltre che inutile.
      Grazie!

      Rispondi
          1. Ale CrAle Cr

            Ah già… vero! Come ho potuto dimenticare che mangiai per prima la mela e alcuni insegnamenti del santissimo che puniscono i figli le colpe dei padri?!
            Domani vado a fare la via crucis in ginocchio sui ceci per pentimento.

      1. filipposole

        Litigi…. Secondo me ti fai troppe domande… Nell’ottica attuale possiamo paragonare il sito pontifex ad un ricevimento con obbligo di cravatta nera o anche ad una festa carnevalesca con obnligo di costume. Ecco in quest’ottica puoi ben capire che se non porti la cravatta nera, o meglio il travestimento carnevalesco, il proprietario della casa dove si svolge la festa ha tutto il diritto di rimandarti a casa.
        Ma se attraversi il ponte e vai dai dirimpettai…. troverai porte e finestre aperte ad accoglierti! ;-)

        Rispondi
  5. AlbertoBAlbertoB

    Si è incazzata e si mette a fare la pazza , nel pieno “stile checca isterica” che più gli si addice.
    Come sempre , solo balbettanti farneticazioni di un complotto mondiale contro Pontifex , insulti vari e allusioni talmente infantili da suscitare tenerezza. Il tutto condito dalla “crassa ignoranza” tanto cara all’ormai compianto Fede a Rate.
    Come sempre poi LA geniale webmaster pretende che LE si creda sulla parola : bordate (o meglio wannabe bordate) sparate ad minchiam… di nomi , circostanze precise e fatti verificabili… NEMMENO L’OMBRA.
    Niente di nuovo sotto il sole di Potenza.
    Spero solo che CDP abbia ricominciato a prendere la sua pastiglietta giornaliera , dato che ho paura che si sia dimenticata di prenderla per un paio di giorni con i risultati che vediamo , e che si sia messa a letto tranquilla. Non sia mai che le venga un coccolone e finisca poi il sollazzo per tutti.
    Che Iddio le preservi sempre la salute.

    Rispondi
      1. AlbertoBAlbertoB

        In effetti mi è venuto un mezzo travaso di bile :D
        Prima si insulta e si fanno basse insinuazioni sul mio admin preferito. Guai a toccare la famiglia , cave canem e io oggi faccio la parte del canem :D
        Poi si fanno altre basse insinuazioni sulla mia persona e mi si chiama “feccia della società”. Io. Io che lavoro onestamente da quando avevo 20 anni. Io che pago le tasse. Io che in vita mia ho preso UNA sola multa. Io che ho la fedina penale pulita , come tutti noi d’altronde.
        Il tutto uscito dalla penna , anzi dalla tastiera , di un tizio in cura da uno psichiatra (parole sue).
        Beh , allora forse è vero , avrei dovuto essere più tollerante. Anzi condiscendente , come d’altronde si fa con quelli che si sono dimenticati prendere la pastiglietta.

        Rispondi
      2. matyt

        I post di Charlie il Maldestro ormai hanno le caratteristiche dei capricci dei bambini in età prescolare, che, incapaci di rimuovere in maniera efficace e “appropriata” la fonte del loro dissenso, si dimenano lamentandosi e rompendo le balle.

        Peraltro, la locuzione Crassa Ignoranza, attribuita a Mister Deposito Fidei, era in realtà mia…
        Gli deve essere piaciuta così tanto, che me l’ha rubata…

        Ma, non è che a parlare come gli eretici cattocomunisti, si diventi come loro?

        XD

        Rispondi
  6. pao

    Stamane m´e´arrivata la newletter dei PontifeSSi titolo:
    EDIZIONE STRAORDINARIA, EDIZIONE STRAORDINARIA..titolo a caratteri cubitali sulla Drive Beer, prestoSi e birra morena..(ho pensato si trattasse della sua colazione) segue un “nel mio nome sarete perseguitati” dice il Signore…o mamma mia! Mi sono fatta coraggio ed ho letto quasi tutto il suo articolo.
    Poi ho letto anch´io la sfilza di complotti ed attentati “satanicoterroristici”contro il buon sempre+stoned che rassicura i suoi quotidiani lettori che oscillano fra 3000 e 6000..(oh, a parte il caso fortuito che i lettori raddoppiano giorno dopo giorno, io ne vedo sempre tra 100 e 104 online,dei quali probabilmente 95 siamo noi, ..boh misteri della birra.. morena?)
    Che dire di questi neoperseguitati sottoposti al martirio mediatico??quasi quasi facciamo una colletta per i calmanti?
    Insomma Carletto Sempre+stoned ..don´t write drunk ..grazie!

    Rispondi
    1. adminadmin Autore articolo

      Ti seguo solo fino al fratello. Puoi aiutarmi a capire di quali finanziamenti parli?

      Per il fratello.
      Avrai notato comparire tra gli articoli Pontifessi delle predicozze di “frate Giuseppe”, vero?
      Queste predicozze sono riprese pari-pari da un sito registrato in quel di Roma a nome del fratello di Carletto.
      Secondo Google allo stesso indirizzo dove si presume risieda l’associazione del fratello di Carletto ci sarebbero anche un paio di scuole di ballo. E streetview conferma che la cosa più appariscente che si vede a quell’indirizzo sono i manifesti pubblicitari dei corsi di ballo. Niente croci, niente segni cattolici, nient’altro che i poster delle scuole di ballo. :-)
      Visto che Carletto acquista online posaceneri, ci domandavamo se erano per se stesso (forse fumatore), oppure per il padre (sicuramente fumatore) o ancora per il fratello “romano”. Tutto qui :-)

      Rispondi
  7. Andrea ☮ il giullare matto Speaks

    6.000 contatti giornalieri? forse intende le pagine visitate, delle quali 5.900 le visita chi amministra e posta articoli e commenti… e banna

    Rispondi
  8. francesco t

    secondo il suo ragionamento fantascientifico, se noi , solo perchè mandiamo della mail(non miancce, mai fatto e non so chi l abbia fatto) dobbiam oesser dei pazzi assassini, lui , con tutte le offes che spara ogni giorno che scrive articoli, cosa sarebbe?

    un sadico torturatore paragonabile alla faccia che si cela dietro “saw l enigmista”?

    ma la logica, quella convenzionale, semplice, come il fatto che 2+2 fa 4, la si usa ancora ?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.