le scuse dell’amico Charlie.

questo pomeriggio è uscito sul notro sito preferito, pontifex, un piccolo editoriale a firma Carlo di Pietro. eccolo :

 Pontifex.Roma: toni duri ed a volte “indisponenti” ce ne scusiamo, nessuno è perfetto. Le Verità rivelate tuttavia rimangono tali

ora la domanda sorge spontanea. perchè questo editoriale? un’altra “mano tesa” come quella di due settimane fa? la stessa mano tesa che portò all’oscuramento di tutti i gruppi su Facebook?

faccio una proposta provocatoria : sarebbe disposto, Carlo di Pietro, a farsi intervistare da uno degli editori di pontilex? visto che il buon Carlo ritiene di non essere stato capito, ammettendo che anche pontifex non ha usato il linguaggio più adatto, sarebbe disposto a farsi intervistare per spiegare con chiarezza le reali posizioni di pontifex e dei suoi sostenitori?

molto probabilmente Carlo di Pietro è a conoscenza di questo sito (Pontilex) e ne legge anche i post. bene, sappia che questo è un invito ufficiale ad essere intervistato e pubblicato su Pontilex. E’ pronto a spiegarci le sue posizioni in modo da fare chiarezza su cosa è “esagerazione” e cosa è reale contenuto?

10 pensieri su “le scuse dell’amico Charlie.

  1. stefano

    Vuoi sentire la viva voce di Carletto il geniale webmaster? Secondo te chi è il tizio che vende una jaguar in provincia di Potenza? Se vuoi copioincollo anche qui la URL dell’inserzione della jaguar 😉 …

    Rispondi
  2. AlbertoBAlbertoB

    Ciò che mi lascia un po’ perplesso è la questione delle “Verità Rivelate”. Mi spiego.
    Non entro nel merito delle questioni teologiche non avendo nè le capacità nè le conoscenze per farlo , ciò che da sempre infastidisce me e credo altri sono gli editoriali , o meglio ciò che viene spacciato per editoriale quando nella sostanza si tratta di mera propaganda , spesso piuttosto puerile.
    Tralascio comunque taluni articolisti , Toffali per fare un nome a caso , il quale ogni volta che mette mano alla tastiera crea dei danni , soprattutto a sè stesso e alla già scarsa considerazione che il resto del mondo ha di lui.
    E’ dunque piuttosto evidente , quando si leggono frasi lapidatorie del tipo “via gli islamici dall’Italia” , che certe affermazioni le si riterrebbero più consone ad un blog che abbia come orientamento politico la destra più radicale e becera : non un blog che si autodefinisce di “libera informazione cattolica”. E lungi da me il concetto di buonismo o quello di pietismo , sto parlando di semplici dati di fatto : oltre alla questione che personalmente non sono mai stato un “sinistro” , ma un “destro” sostenitore della laicità dello Stato , moderato e fondamentalmente liberale.
    “Via gli islamici dall’Italia” non è una Verità , è un’Opinione : chiamiamo le cose con il proprio nome.
    Spargere letame per mesi sul ministro per la Pubblica Istruzione per poi osannarlo quando propone la lettura della Bibbia nel scuole e trasformare il succitato letame in un semplice buffetto , non è una Verità , è Ipocrisia.
    Condannare la Lega Nord per le idee secessioniste salvo poi condividerne le ideologie di base non è una Verità , è scarsa Onestà Intellettuale.
    Questi sono semplici esempi , solo i più recenti : un contenitore che si vuole fregiare della dicitura “Libera Informazione” dovrebbe evitare come la peste la propaganda politica , ci sono già i Feltri e i Belpietro che che si occupano i questo. Mi riferisco anche agli attacchi a Fini , reo di essere promotore di una Destra moderna e laica , e a Vendola , reo di essere comunista e omosessuale ; ovviamente poi ci sono le lodi a Berlusconi , faro nella notte bolscevica , e le interviste all’autorevole (sic) opinionista donna Assunta Almirante.
    Tutto ciò di Libero ed Imparziale non ha nulla , mentre ha parecchio di Foglio di Partito.
    Ciò detto , nessuno vuole vietare di esprimere le proprie idee politiche , ci mancherebbe… la tanto sbandierata onestà intellettuale vorrebbe però che venisse cambiata la definizione del blog in Destra Militante Cattolica , aut similia. Guarda caso è proprio in questi ambienti che Pontifex riscuote i maggiori successi.
    Dio , Patria e Famiglia.

    Rispondi
  3. sibilla

    scusate, come avete rilevato voi stessi, l’ultima volta che dal tipo in questione è venuta la “mano tesa”, poi c’è stato l’oscuramento delle pagine. ma ancora ci cascate? e non capisco: che chiarezza volete fare sulle cose che pubblica? non sono già sufficientemente chiare?
    “le verità rivelate rimangono tali”… e l’ultima chicca, che maometto era un pedofilo, pure quella è una verità rivelata?

    Rispondi
  4. [email protected]

    Vi riporto una bell’aforisma di John Fitzgerald Kennedy che magari già conoscete: “Perdona i tuoi nemici, ma non dimenticare mai i loro nomi”. Pertanto, perdoniamo le offese ma ricordiamoci chi ce le ha fatte, perché, a meno di conversioni miracolose e assai rare nel breve periodo, come si suol dire: il lupo perde il pelo, ma non il vizio.
    Cosa voglio dire? Di certo, non che Charlie sia un nostro nemico.
    Credo che, ogni tanto, l’angioletto di Di Pietro gli dica di fare ammenda e lui la fa, salvo poi riprendere il solito andazzo.
    A me non preoccupa che Charlie ci tenda la mano; mi preoccupa cosa farà, nel contempo, con l’altra mano, quella libera.

    Come già ricordato da altri, l’ultima volta che Carletto c’ha teso una mano – di cui si potrebbe entrare nel merito di quanto poco fosse tesa – con l’altra ha fatto chiudere tutti i siti e si è messo i diritti d’autore, interpretando erroneamente le leggi medesime.
    Caro Charlie: è inutile porci la tua mano aperta e libera quando l’altra è armata.
    Abbiamo notato tutti che, dopo la tua offerta di compromesso, i toni vostri su Pontifex si sono abbassati e le tematiche sono state più eterogenee.
    Ma dopo che i tuoi 3-numero-biblico studi legali ci hanno fatto chiudere, avete ripreso ad andarci giù pesante.
    Ora caro Carletto, parlo a titolo personale e le domande che ti pongo te le fa un presunto cattolico:

    1) Con quale titolo tu puoi tenere lezioni sul Magistero, sulla Dottrina e sulla Moralità professate dalla Chiesa Romana?
    Hai effettuato studi in seminario? Hai delle rivelazioni private? Perché un conto è riportare pedissequamente le parole delle gerarchie vaticane, altro conto è parlare – come fai tu – da sedicente biblista e conoscitore, direi da teologo. E’ vero che l’apostolo Paolo elenca quei peccati che, a dette sua, non fanno entrare nel Regno dei Cieli, ma perché ci si ferma solo sugli omosessuali? Paolo dice che chi ruba va all’Inferno. Se un genitore ruba per necessità, perché proprio non poteva fare diversamente e muore all’improvviso, secondo te va all’Inferno?

    2) Parli di verità rivelata: dove c’è scritto, sulla Bibbia, che gli omosessuali sono malati e sono vessati dal demonio? Dove nella Bibbia gli islamici vengono chiamati beduini? Nel tuo articolo riporti 1 Cor 6,9-10. Avresti dovuto aggiungere anche un altro passo dei Corinti: 1 Cor 13,1-13.

    3) Da ammiratore e conoscitore di P. Pio, per quanto non devoto a lui come a nessun santo, ti suggerisco di non paragonare né te né gli altri di Pontifex a lui. Anche se poi, subito dopo, hai detto che non ti paragoni a lui, però il senso globale del capoverso è quello. Non paragonarti perché: primo, lui non era burbero con tutti; secondo, aveva un livello di santità tale che, i suoi rimbrotti, erano “ispirati”. Non so quale sia la tua santità, ma anche avendola, tu non sei un consacrato e, pertanto, non puoi assumere le espressioni e i modi di un maestro, di un sacerdote, di un consacrato. Sei un laico e sei obbligato solo alla correzione fraterna, che implica sì parole ferme ma mai durissimee.

    4) Con quale autorità criticate preti e vescovi? Siete dei fedeli, dei laici. I consacrati possono essere rimproverati da esperti del settore, ossia altri consacrati. Aggiungo anche da grandi studiosi. Pertanto, l’unico cattolico che possa affermare che un prete o un vescovo debba essere destituito non può provenire da un laico cattolico.
    Certo che uno possa dissentire da quello che dice un prete; ma certe accuse lasciatele a chi ha i titoli per farle.

    5) Come puoi scrivere libri sui diavoli? Chi è il demonologo? Per me è un nulla, nel senso di figura professionale. I demoni li conoscono solo gli esorcisti e coloro i quali hanno carismi particolari. Questi possono parlare dei diavoli e scrivere libri. Se tu non rientri in queste categorie, dovresti smetterla di scriverli. Io ne so molto più di te sui diavoli, credimi: lo dico perché ho letto qualche corbelleria. Eppure non scrivo testi.

    6) Smettetela di pensare di essere voi i veri cattolici e gli altri no; siate più caritatevoli verso il prossimo, anche verso i pagani.

    7) Toglietevi l’assurda idea che il cattolico debba essere osteggiato sempre e da tutti, mentre se è compiaciuto lì c’è il diavolo. Gesù ha detto: “Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me…”. Gesù ha detto “Se”, quindi implica un’ipotesi, non una costante realtà.

    Detto questo, trovo riprovevole gli attacchi fisici che sono stati condotti contro la tua persona e contro quella di altri pontifexiani.
    Il mondo conosce come la Dottrina della Chiesa la pensi sull’omosessualità, nella duplice veste di tendenza e di atto sessuale; così come sa il suo pensiero in materia di aborto, coppie di fatto omo/eterosessuali, eutanasia.
    Non sarebbe più proficuo creare uno spazio volto ad affrontare nel concreto certe tematiche? Esempio: come fare per evitare che una donna decida di abortire? Come limitare il numero di aborti? Come far passare il concetto che le droghe portino solo all’autodistruzione? Ossia aprire uno spazio di discussione per cercare di trovare dei punti in comune, anche con chi non è cattolico.

    Rispondi
  5. Gianfranco Giampietro

    Queste scuse di Carlo di Pietro sono accettabili solo a metà. Ovviamente si è più che disposti a capire il fatto che siamo tutti mortali e umani e che si possa involontariamente esagerare con i toni… Ma se poi si torna a spalare letame in faccia agli altri, con critiche, insulti e anatemi per chi non la pensa come loro, c’è poco poi da chiedere scusa. Qui non si vuole insinuare che la gente di Pontifex debba amare gli omosessuali e i musulmani. Ma basterebbe usare delle premesse diverse ai loro discorsi.

    Esistono modi anche per dire le stesse cose in modo diverso…

    faccio un esempio… ad una persona io posso dire “prego, siediti pure” oppure “parcheggia il tuo cazzo di culo su quella sedia!” … il concetto è lo stesso, ma le parole ed i toni usati implicano realtà molto diverse.

    A nessuno è proibito pensare che l’omosessualità sia una malattia. Ma sia per questa, che per altre affermazioni dovrebbe valere il limitare ad esprimere soltanto delle opinioni personali. Se quelli di Pontifex si limitassero a dire “secondo la nostra opinione l’omosessualità è una malattia ed è condannata dal nostro Dio, senza avere nulla di personale contro tali persone” io credo che nessuno avrebbe molto da ridire. Il mondo è bello perchè è vario, e se uno pensa per i fatti suoi cose per la quale io non sono d’accordo, nessuno ha da ridire… tu pensa quello che ti pare, non mi interessa. Ovviamente la cosa cambia quando si comincia ad essere pesantemente offensivi e diffamanti. Ed è intile che quelli di Pontifex piagnucolino che anche loro vengono offesi e diffamati: è una diretta conseguenza karmica delle loro azioni. Come dire, io posso anche pensare che quella donna seduta lì in fondo sia grassa. Lo penso, non ci posso fare niente, e in un certo senso ho tutto il diritto di poterlo pensare. Ma se mi alzo per prenderla in giro e dirle in faccia “quanto sei grassa! ma lo sia che sei grassa da fare schifo? Le persone come te fanno schifo. Fanno schifo anche a Dio. Bleah, che schifo!” … beh, in quel caso credo di meritare karmicamente un sacco di legnate, e anche belle pesanti. Non possiamo vietare a nessuno di pensare le proprie immondizie mentali, ma quando si comincia pubblicamente a diffamare ed a offendere pesantemente, non si può più stare zitti. Un sito che spala letame contro ebrei, omosessuali, gente di altre religioni, persino contro altri cattolici di diverso pensiero e opinione, non si può rimanere indifferenti. Ben vengano poi le scuse, ma solo se ci si dimostra pentiti. Inutile chiedere scusa a qualcuno mentre stai sparando sulla fiancata dell’auto del tuo vicino con una sparachiodi. Inutile chiedere scusa al vicino per il cane, se poi il giorno dopo lo porti di nuovo a cagare nel giardino del vicino. Scusate le parolacce, ma volevo fare degli esempi volutamente forti.

    Poi un’ altra cosa gravissima è la disinformazione. E’ un pessimo servizio offrire un sito in cui vengono diffuse un sacco di false notizie su altre culture e costumi che non si conoscono affatto. I casi più tipici sono quelli riguardo gli “effetti collaterali dello Yoga” (possessione demoniaca, suicidio, bestemmie incontrollate da sindrome di Tourette, problemi psichici, strane malattie…) oppure l’iterpolazione delle Sure del Corano… o persino del vero contenuto delle dichiarazioni delle persone intervistate da loro, come pare più di qualcuno abbia avuto modo di lamentarsi…

    Non credo che tutte queste azioni si possano sempre giustificare con la scusa che “ce lo impone il Magistero”. Alla fine, con tutta questa storia del Magistero, quelli di Pontifex arrivano a giustificare tutte le loro azioni.

    Come ha fatto notare Sibilla, non credo che queste cose facciano tutte parte della “verità rivelata”. Non credo faccia parte della “verità rivelata” dire che Vendola sarebbe stato meglio se non fosse mai nato, o incitare il gregge ad impedire persino ad un cantante di potere cantare ad un proprio concerto, o ancora fare allusioni alla puzza di piedi che viene dai musulmani… boh.

    Rispondi
    1. S_Raffaele

      “Poi un’ altra cosa gravissima è la disinformazione. E’ un pessimo servizio offrire un sito in cui vengono diffuse un sacco di false notizie su altre culture e costumi che non si conoscono affatto. I casi più tipici sono quelli riguardo gli “effetti collaterali dello Yoga” (possessione demoniaca, suicidio, bestemmie incontrollate da sindrome di Tourette, problemi psichici, strane malattie…) oppure l’iterpolazione delle Sure del Corano… o persino del vero contenuto delle dichiarazioni delle persone intervistate da loro, come pare più di qualcuno abbia avuto modo di lamentarsi…”

      una delle ragione per la quali a suo tempo fui bannato, è stata proprio questa: mettere in luce che quanto raccontavano delle altre credenze religiose era falso e volutamente fazioso. Molti commenti furono cancellati da Carletto ed alla fine quando domandai perchè erano così disposti a credere che una donna potesse restare incinta senza conoscere uomo, ma non che un animale potesse avere l’anima fui bannato ad vitam. E’ la disinformazione condita di personali estremismi a farmi paura, perchè condisce le paure personali dando sapore ai mali peggiori.

      Rispondi
  6. S_Raffaele

    Facciamo per un attimo un passo indietro. Guardiamo a Pontifex come ad un prodotto commerciale e non ai suoi contenuti oppure ad i suoi autori. Se io voglio “vendere” il mio prodotto devo renderlo appetibile alla platea. La platea in questione (vera o troll che sia) tende ad annoiarsi molto in fretta e ad essere abituata allo scontro senza quatiere in parole opere o missioni. Basta dare uno sguardo alla televisione ( che oramai da alcuni anni non guardo più). Il tipo di scontro a cui mi riferisco non è una diatriba lessicale tra opposte fazioni: a nessuno interessa sapere chi ha ragione, l’ìmportante è l’azzuffata. Noi stessi che scriviamo su queste pagine abbiamo obbedito all’istinto ed abbiamo reagito, anche con veemenza, a ciò che è stato scritto. In altre parole anche noi abbiamo subito il “fascino” di Pontifex. Ovviamente abbiamo anche avvertito che nello spettacolo offerto esiste un fondo dissonante di falsità ed è a quello che ci riferiamo. Però il lettore-tipo continuerà a leggere le scaramucce ( prova ne è ancora una volta il fatto che i post a tema religioso sono evidentemente snobbati). Ma il popolo di utenti da zuffa ha bisogno anche dei momenti del “volemose bbene”, se poi farciti di vittimismo e di ” te l’avevo detto io” meglio ancora! In effetti do merito a Foxy di essere un ottimo “venditore”, mentre a il Gatto di Pietro…beh mi auguro che sia altrettanto bravo nelle “vendite” perchè altrimenti una capatina da uno bravo per le personalità multiple ci vorrebbe…

    Rispondi
    1. Gianfranco Giampietro

      Personalmente, più che “affascinato”, rimasi disturbato dalla grande mole di disinformazione e abissale ignoranza propagata da questo sito… Ho conosciuto Pontifex a causa di un paio di link su facebook che mi avevano taggato degli amici… La mia reazione fu in parte quasi di difesa della Chiesa cattolica, nel senso che i link in questione su Facebook riportavano titoli di articoli talmente ridicoli e assurdi che francamente mi venne da pensare all’invenzione. La prima cosa che pensai fu “quelli che ce l’hanno contro la Chiesa adesso stanno esagerando al punto di inventarsi o di credere a tutte le voci e pettegolezzi che sentono in giro. Mi sembra evidente che nemmeno la Chiesa può arrivare ad affermare tanto”. Invece mi sbagliavo: gente simile esiste davvero. E fu in particolare un articolo in cui le religioni orientali “e in particolare il buddhismo” venivano diffamate come “socialmente pericolose” che mi fece venire il desiderio di postare commenti nel loro blog, per dire che quanto dicevano era solo pura disinformazione bigotta e ignorante. In occidente, con questo ritorno fortissimo all’intolleranza e alla xenofobia, c’è ultimamente già un sacco di ignoranza e di pregiudizi riguardo le altre culture diverse dalla nostra, un sacco di “pettegolezzi” e di “leggende metropolitane” che sembrano tornare quasi dal medioevo, ci mancano pure questi quattro ignoranti che fanno finta informazione su argomenti di cui sono completamente ignoranti. Poi in seguito fui bannato perchè in un articolo contro Obama (“ex musulmano”), perchè fornivo le fonti riguardo al fatto che esistono anche forme di islam tollerante e aperto al dialogo con l’occidente. La tesi dell’articolo era che TUTTI i musulmani sono a priori dei terroristi, perchè il Corano è un testo che predica appunto il terrore. Io avevo fatto notare che nel Corano invece la violenza è spesso condannata, e invocata solo per legittima difesa. Certo non è un libro improntato al “porgi l’altra guancia”, ma non è nemmeno l testo “demoniaco” che viene descritto qui in occidente, o come viene manipolato dagli stessi leader del terrorismo. Il Corano per esempio condanna il coinvolgere i civili nei conflitti di guerra, come anche le guerre di conquista. Tutte cose che basta prendere una copia del Corano per controllare. Inoltre certe realtà quelli di Pontifex non le possono negare. Perchè per esempio gli alevi e i sufi sono una realtà che conta almeno, se non più, 10 milioni di persone… Non si possono negare dicendo che sono come gli unicorni rosa, e che quindi non esistono. Non importa se sono una minoranza… sono la dimostrazione che l’islam civile e moderno può esistere, e quindi smontano tutta la tesi di Pontifex secondo cui i musulmani sono tutti mostri terroristi e nemici del genere umano occidentale, e che quindi non si debba nemmeno provare a dialogare con loro, ma legarli tutti insieme e buttarli fuori dall’occidente, magari in attesa che si presenti la buona occasione per cancellarli dal resto del mondo. E siccome non lo possono negare (i fatti sono alla portata di tutti), allora devono cancellare e bannare chiunque possa “confondere la mente dei deboli di fede” (immagino che essere “forti di fede” equivalga quindi all’avere un paio di paraocchi nei confronti del mondo e della realtà) con fatti difficili da confutare e rimanipolare a loro piacimento. Ma non sono stato l’unico, perchè come ben sai c’è stata una vera e propria epurazione. Un utente aveva per esempio scoperto che alcune loro notizie erano manipolazioni di notizie originali tagliate, rimaneggiate, e a volte persino ribaltate, come nel caso della coppia gay che aveva chiamato i carabinieri perchè dei bigotti moralizzatori li importunavano mentre si baciavano pubblicamente in una spiaggia già ben conosciuta per l’essere frequentata come tale da coppie omosessuali. Quelli di Pontifex avevano rovesciato la notizia, dicendo che erano stati i turisti a chiamare i carabinieri e a fare sloggiare la coppia gay colpevole di baciarsi, complimentandosi ovviamente per l’azione.

      Riguardo il gusto perverso degli esseri umani per le zuffe e i battibecchi, ho avuto modo di notarlo. Ed è una delle ragioni per cui ho smesso di guardare televisione, che ormai in Italia propone solo tv spazzatura incentrata su questa presunta “reality tv” in cui possiamo farci i cazzi degli altri per il gusto di poterli vedere litigare in un Grande Fratello o in qualche talk show da quattro soldi. ( http://www.youtube.com/watch?v=n_JWopObvZc ; http://www.youtube.com/watch?v=SWoFZT2Fpgg ; http://www.youtube.com/watch?v=65lir9fpQzc ; http://www.youtube.com/watch?v=wDUCxUq2eg0 ) Sono ancora più disgustato da questo “mercato della sofferenza” in cui ci si diverte a fare talk show in cui qualche presentatrice ipocrita finge di essere dispiaciuta nell’intervistare i drammi di altra gente che viene a piangere in televisione per commuovere il pubblico a casa (e molte di queste storie sono spesso inventate, come aveva svelato più di una volta Striscia la Notizia).

      Personalmente, io godo solo nell’assistere ad un dibattito arguto tra persone preparate e non ignoranti, aperte al dialogo e al confronto onesto nonostante le divergenze di opinione. Uno spettacolo che in televisione si fa sempre più raro, dando posto solo a cafoni privi di capacità di dialogo che nemmeno lasciano parlare gli altri perchè per loro conta solo il loro pensiero, e quello degli altri non conta un c…. ( http://www.youtube.com/watch?v=r_hbTIFon30 ; http://www.youtube.com/watch?v=uQi_LrsG_k4 )

      Rispondi
      1. usve

        Anch’io ho provato più volte a far notare che non si può generalizzare sui musulmani, ma inutilmente.
        D’altra parte per raccogliere consensi è una buona tattica fingere che siano gli altri ad avere posizioni estremiste. Berlusconi, con i suoi ‘comunisti’, docet.

        Rispondi
  7. usve

    Le loro scuse lasciano il tempo che trovano.
    Se notate sono sempre generiche e mai relative a loro affermazioni specifiche.
    Papa Giovanni Paolo II ha sempre chiesto scusa a nome della Chiesa per fatti ben precisi.
    Se fossero sinceri avrebbero già chiesto scusa a fratel Ettore ‘Barabba Guevara’ Marangi, che non ha mai scritto nulla di offensivo su di loro.

    Rispondi

Rispondi