Rispondendo a Carletto

Riporto quanto scrive carletto e i  miei commenti in rosso

Prima di iniziare a scrivere l’articolo, vorrei riportare una pericope molto suggestiva e fondamentale tratta dal Vangelo di oggi, con un brevissimo commento dei Benedettini di “Liturgia Silvestrini” (che ringrazio): «Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, predicando il vangelo del Regno e curando ogni malattia e infermità». Così si afferma nel mondo il Regno di Dio; è la vittoria di Cristo sul male, in ogni sua manifestazione, e la liberazione dalle seduzioni e invasioni del demonio. Tutto mira a ridare libertà all’uomo da ciò che l’affligge nell’anima e nel corpo.
E’ qui la differenza tra coloro che adorano il Padre in spirito e verità e i “falsi profeti”… Gesù mai e poi mai vorrebbe che una persona morisse nel peccato: …non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori…, …io non voglio la morte del peccatore ma che si converta e viva… Il capitolo 15 di Luca che tante volte ho richiamato è un susseguirsi di parabole che mettono in evidenza come l’animo con il quale il Signore si propone all’uomo non è quello del giudice vendicativo ma del padre misericordioso… egli a me, a te ad ognuno di noi dice …vos autem amicos dixit: vi ho chiamato amici. Poiché come ci ricorda bene la Dei Verbum il Signore …parla all’uomo come ad un amico e si intrattiene con loro…
Veniamo all’articolo … Qualche giorno fa ho pubblicato un editoriale intitolato: “Omosessualità, anormalità, deformità, verità antropologiche, oscenità gay da sanzioni penali, violenze psicologiche, Vendola corrompe quindi meglio morto, Dio e l’ira virtuosa. Questa è Dottrina. Risposta alle domande di Sandro” in cui affrontavo, seppur in maniera molto “ruspante” il problema dell’omosessualità rispondendo alle domande di un utente di nome Sandro.
Alla fine dell’articolo, in maniera ironica ma non troppo, scrivevo ” NB: offro 1.000 euro a qualsiasi teologo cattolico possa smentire quanto scritto nel presente articolo !!! (escludo dalla scommessa il Santo Padre, non mi permetterei mai)”.
Il fatto che tua affermazione fosse ironica è ed è rimasto nella tua testa (infatti non vi è alcun accenno all’ironia, ne un’epressione che possa portare a tale pensiero… quella che hai fatto si chiama, a casa mia, ma Brunello può esserti di aiuto a riguardo, “promessa fatta in pubblico” che, a norma dell’art. 1989 Codice Civile, deve essere onorata. Ma tranquillo… per quel che mi riguarda i 1000 euro ti prego di volerli devolvere in beneficienza… starà poi alla tua onestà dare seguito o meno a quanto promesso.
Devo dire che l’iniziativa ha suscitato qualche risata, varie telefonate da parte di colleghi giornalisti / scrittori che non sentivo da tempo, numerose email di risposta, messaggi Facebook ed anche articoli pubblicati sul web.
Immagino che in tanti abbiano riso… è difficile non farlo davanti a tante scempiaggini condensate in un unico articolo…
Su segnalazione di una mia amica Facebook (Silvia) apprendo che un certo Sig. Simone ha pubblicato un suo contro articolo di smentita, ospitato presso un sito [1] di satira rosa e nera, un sito [2] che propone idee di mezza via mescolate tra loro; un sito [3] che sembra ispirarsi sinergicamente a Fabrizio Corona, Stalin, Martin Lutero, Rudolf Steiner, Charles Taze Russel, Charles Babbage, Sai Baba, Flavia Vento, Rino Barillari, Prahlad Jani, Ikemefula “Ike” Charles Ibeabuchi, Mary Poppins, il Geometra Luciano Calboni e l’immancabile Mazzetta [4].
Ammesso e non concesso che il sito pontilex.org si ispiri a queste persone che tu sopra menzioni (cosa che comunque non mi risulta), il mio articolo è scritto da me, non dal sito. E io quando mi ispiro lo faccio alla luce del Vangelo e del Magistero di Santa Romana Chiesa… quindi lascia fuori chi non c’entra e non fare, come al tuo solito, di tutta l’erba un fascio…
L’articolo datato 2 Luglio 2011 [5] di tal Simone è lungo e profondo, molto interessante e ben scritto (non sto ironizzando). Devo dire che l’ho letto con grande passione, nonostante la stanchezza, ed appare evidente che è stato scritto da un religioso ben addentrato in materia di Fede o da uno studioso del settore. Complimenti !
Ringrazio per i complimenti!
Il problema è che tal Simone mi chiede i 1.000 euro, come da me promessi in caso di smentita al mio articolo, ed io non sono disposto assolutamente a bonificarli !!!
Perché? Sono tirchio? No!!! Sono povero? Grazie a Dio no!!! Millanto? No!!!
Semplicemente perché il sig. Simone non ha smentito un bel niente, forse non conosce l’esistenza della Congregazione per l’Educazione Cattolica e forse ha delle lacune in materia di Magistero della Fede.
Oddio… prima mi dici che sono ben addentrato in materia di Fede e due righe dopo mi dici che ho lacune in materia di Magistero… I conti non tornano: vi è una inconsistenza nel tuo ragionamento… non può essere una cosa e il suo contrario nello stesso momento…
Comunque ho smentito il fatto che la Chiesa parla degli omosessuale come di malati… e tu infatti non riesci, neppure arrampicandoti sugli specchi come tenti poco sotto, a smontare questa mia affermazione.
Ho smentito il fatto che sia meglio che una persona muoia per evitare che faccia più peccati… e anche questo mi sembrava fosse un tema abbastanza trattato nel tuo articolo (e della cosa qui neppure fai accenno quindi vuol dire che hai riconosciuto il tuo errore).
Credo quindi di aver smentito alla grande il tuo articolo…
Con questo non voglio dire che io sia migliore di lui, ci mancherebbe, il Sig. Simone potrebbe essere molto più intelligente di me, più preparato ed anche più bello.
Più intelligente? Bha chissà… alla sera della vita quello che conta è l’intelligenza del cuore, non tanto quella del cervello. Più preparato? Con tutta modestia direi di sì, non fosse altro perché trovo alcune tue uscite davvero raccapriccianti e distanti anni luce dal Magistero. Più bello? Chi lo sa… quello che conta è la bellezza del cuore, dell’anima. Siamo chiamati a conformarci al bel pastore non tanto per l’esteriorità quanto per la Sua interiorità. Poi de gustibus…
Risposta al Sig. Simone (ma laico o “frate” forse di Galatina?):
Galatina? No sono del nord… veneto se tanto ci tieni a saperlo (anche se reputo che una persona vada valutata per i suoi contenuti a prescindere da tutto il resto: quasi che il mio essere consacrato o laico o del nord o del sud aggiungesse o togliesse qualcosa al valore del mio dire…).
Quello che dici è falso. Non è vero che la Chiesa non riconosce malati gli omosessuali.
La Chiesa non riconosce malati gli omosessuali perché non li definisce mai tali. Vuoi forse dirmi che la Chiesa non dice la verità? Vuoi forse dirmi che colei che per prima è chiamata a seguire il comandamento de …il vostro parlare sia si si no no e nulla di più, tutto il resto viene dal maligno… osa dire dei ni o dei so… Ti ho ben specificato che è stato fatto un concilio per decidere se una i vada o meno in una parola, a significare l’attenzione della Chiesa a ciò che dice nei documenti ufficiali, capirai quindi come se quella dell’omosessualità fosse stata una malattia… l’avrebbe senza riserve chiamata con il suo nome.
E’ vero il contrario e lo dimostra il fatto che Papa BenedettoXVI, ha ordinato che non vengano accolte nei seminari vocazioni religiose e sacerdotali omosessuali.
Se rientrassero nella normalità, la Congregazione per l’Educazione Cattolica non avrebbe emanato norme disciplinari per i seminari così severe.
Se è per questo è vietato l’accesso al sacerdozio a muti… spero tu non consideri loro malati
E’ vietato il sacerdozio alle donne o agli uomini sposati… spero non le consideri malate…
Non puoi portare l’appartenenza ad una categoria (che brutta parola categoria per il sacerdozio… me ne scuso ma rende l’idea) a giustificazione del fatto che gli omosessuali sono malati… è assurdo, è un arrampicarsi sugli specchi.
Infatti, nel documento la Chiesa dice: “Le tendenze omosessuali profondamente radicate sono oggettivamente disordinate” per tali non possono essere accettate.
Tali persone, recita la regolamentazione: “si trovano in una situazione che ostacola gravemente un corretto relazionarsi con uomini e donne”.
Al di là del fatto che allora riconosci che ci sono due tipi di omosessuali: quelli con tendenze radicate molto e quelli con tendenze radicate poco… perché allora non hai mai fatto distinzione della cosa in nessuno dei tuoi articoli, ma sempre e comunque era meglio che morissero o cose del genere? (non che reputi importante la quantità di gayezza di una persona, sia chiaro)
Poi, per quanto riguarda l’anomalia omosessuale, tu stesso ti giudichi, perché dici che normalità deriva da “norma”, e la norma è che un uomo sia maschio non solo fisicamente, ma anche psicologicamente.
Se uno ha un corpo maschile e dentro la sua psicologia è femminile, questo non rientra più nella normalità, è appunto una variante anomala.
Se gli omosessuali sono, secondo alcuni studi, solo il 4% nel mondo, allora la normalità appartiene al 96% rimanente.
Al di là che io non so da dove arrivino queste percentuali, e quindi non posso valutarne l’attendibilità, resta il fatto che tu mi insegni che non sempre corrisponde a verità il fatto che vox populi, vox Dei… non fosse altro che se la maggioranza avesse sempre ragione… ben giusta sarebbe stata, secondo la tua visione, la crocefissione del Signore in croce. Giusto per la cronaca a me risulta che il 50% degli uomini abbia avuto fantasie gay… ma non sapendo quanto siano attendibili questi dati di certo non li porto a sostegno della mia tesi.
Con la mia “battaglia” per la verità non intendo aggravare il disagio psicofisico che gli omosessuali vivono, ma è giusto battersi contro la cultura dominante gay che oltraggia la verità e Dio stesso.
Ciò che oltraggia la Verità, oltre che la verità, è la distorsione della Parola del Signore, è il confondere sempre e comunque il peccato con il peccatore, l’errante con l’errore, è il presentare il volto di Dio come un Dio che punisce e castiga, che vuole la morte dei peccatori (se non è lui stesso ad ucciderli) quando mai e poi mai il Signore si è presentato in questo modo barbaro e falso all’uomo.

Credo che Dio benedica l’omosessuale umile e sincero, che riconosce la sua diversità e con l’aiuto di Dio e di un saggio direttore spirituale cerca di sublimare il suo disagio sviluppando una dimensione più verticale dell’amore che appaga tutto l’essere. Dio ti benedica caro Simone (non vado oltre con l’articolo perché sono stanco).

Dio benedica anche te, caro Carlo e apra il tuo cuore al Suo amore

Simone

10 pensieri su “Rispondendo a Carletto

  1. Davide

    Caro Simone,
    apprezzo i tuoi tentativi di dialogo, ma credo che non ci sia peggior sordo di chi non vuole sentire.
    Se le parole di Pontifex fossereo solo dettate da un problema interpretativo o da sensibilità diverse in seno alla Chiesa Cattolica, allora la discussione potrebbe essere costruttiva. Purtroppo credo che le aspirazioni di CdP & Co. siano anche di altra natura nel maldestro tentativo di costruirsi una sgangherata reputazione o essere riconosciuti come ” d’area”. Non è un caso che CdP sia così presuntuso da ritenersi infallibile in tema di Codice di Diritto Canonico piuttosto che Magistero della Fede.
    C’è un problema serio di mercanti nel tempio e di farisei; se tornasse Gesù il pontifesso di turno sarebbe il primo a mandarlo al rogo.

    Rispondi
    1. diegopig

      In, invece, sono dell’idea che gli articoli di Simone siano molto utili, nella critica dei pontifessi: niente di meglio che colpirli proprio dove dicono di essere più forti.

      Rispondi
      1. Davide

        Non dico che siano inutili, dico che è molto improbabile, per ragioni molto “pratiche”, che un pontifesso ne faccia uso.

        Rispondi
  2. Sandro

    Smaltita la soddisfazione di aver appreso che Carletto e alcuni utenti di Pontifex seguono il blog posso confermare: dialogare con queste persone è impossibile. Non c’è nulla di costruttivo in loro e nei loro modi di fare

    Rispondi
    1. Sandro

      Doverosa aggiunta: fermo restando, Simone, che le tue argomentazioni sono assolutamente di livello ottimo. L’avevo dato per buono, ma sempre meglio essere completi.

      Rispondi
  3. adminadmin

    Straordinario! Grazie Simone… Come sempre, grazie.
    Carletto ipotizza una tua provenienza da Galatina perchè da quella bella cittadina proviene un frate francescano contro cui si erano scatenati gli amici di Pontilex in passato. Nella nostra replica ci eravamo limitati ad indicare che non scrivi dalla Puglia. Tu ti sei spinto oltre… :-)

    Ti chiedo cortesemente un parere sulla nostra risposta a Carletto.

    http://pontilex.org/2011/07/spericolatamente-funambolico/

    Rispondi
  4. framasseo

    Simone ti ringrazio tantissimo per questa tua risposta a Carletto. Oramai sappiamo che il sano etero Carletto non conosce il dialogo, il confronto… crede di essere proprietario della verità. Io ti ringrazio, e ringrazio tutti i membri di questo blog, perchè apri sempre nuove via di confronto e di riflessione.
    GRAZIE! :-)

    Come diceva Andrè Gide, credete a chi cerca la verità, non credete a chi la trova!
    Un saluto a tutti!!!!!

    Rispondi
  5. Giacomo

    Simone, voglio ringraziarti davvero di cuore per il tuo tentativo di dialogo continuo e per il buon gusto con il quale rispondi a Carletto.
    Anche io credo profondamente nella forza del dialogo e sono certo che prima o poi vincerà contro la chiusura e la discriminazione. Forza! :)

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  http://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif 
 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.