Se il Demonio pontifesso non sa far le pentole…

Chi possiede poca saggezza criticherà i suoi tempi. Ciò è all’origine dei disastri. Una persona prudente nel parlare sarà utile in tempi prosperi ed eviterà guai in tempi nefasti.

Hagakure I, 135

“Quando qualcuno non c’è gli si può far dire quel che si vuole” Diceva qualcuno. Orbene soprassedendo sul fatto che l’oggetto di questa questione non ci sia in senso fisico o semplicemente spaziale abbiamo la prova che quel qualcuno non aveva tutti i torti.

Già abbiamo più volte analizzato la possibilità delle interviste farlocche PontifeSSe, e sino ad allora ci siamo quasi sempre (tranne nei casi più eclatanti che non fanno ovviamente testo) mantenuti nel dubbio perché contrariamente a certi soloni del sito nostro coinquilino teniamo ancora alla nostra dignità. Detto ciò non pensavo si potesse arrivare al punto di far parlare in proprio favore lo stesso Heliel ben Shaham [הלל שחם היטב] meglio conosciuto come Diavolo.

Oggi infatti è spuntata a mo’ di funghetto innocente un articolo che per chiunque sarebbe oltre il ridicolo: un’intervista al demonio durante un’esorcismo. Una cosa da Radio Maria, il che è tutto un dire.

Durante un ufficiale esorcismo professato da un Sacerdote autorizzato ed in retta coesione con il Rituale Romano di Liberazione, ogni Prelato può, per interesse dell’umanità, estorcere preziose informazioni al demonio. Questa pratica, per quanto utile, può rivelarsi però eccessivamente rischiosa; il diavolo, difatti, nella sua dannata condizione, è in grado di mentire all’inverosimile, tanto da scoraggiare il Sacerdote nel compiere il Ministero affidatogli.

Bontà Divina: iniziamo già col Paradosso del Mentitore! Se egli è un assiduo mentitore pur di mentire dirà la verità di modo che credendo che lui stia mentendo agirai all’inverso del vero e trucchetti simili.

Come si fa quindi a sapere quando dice il vero e quando no?

Da questo si evince uno dei motivi per cui in nessun modo un laico o un religioso non autorizzato può interrogare il Maligno o praticare Esorcismo; questo è tassativamente vietato dalla Santa romana Chiesa per vari motivi.

Il dubbio viene semplicemente eluso. Non vorrà mica far credere che basta il placet dei Superiori e amen?

In un esorcismo riportato da Padre Domenico Mondrone nel suo libro “A tu per tu col Maligno”,  Satana testualmente afferma:

Aspetta aspetta aspetta. Chi è costui? Le parole riportate sono a mo’ di intervista? Perché da quel che ne so in situazioni molto simili a crisi isteriche, maniacali o disturbi di personalità quali quelle demoniache (e uso il termine solo per evitare altre discussioni futili) è difficile che la persona, perché sino a prova contraria è la persona che fisicamente parla, intavoli discorsi lunghi e tediosi o quantomeno coerenti.

Non sarà così si spera: solo uno stralcio di parole rimesse insieme, no?

“Non vedi che il Suo regno si sgretola ed il mio si allarga giorno per giorno sulle rovine del Suo? Provate a fare il bilancio tra i Suoi seguaci ed i miei. Tra quelli che credono nelle Sue Verità e quelli che seguono le mie dottrine, tra quelli che seguono la Sua Legge e quelli che abbracciano le mie.

Appunto. Niente di tutto ciò.

Piuttosto curioso, ma il bello deve ancora arrivare…

Pensa soltanto al progresso che sta facendo l’ateismo militante, che è il rifiuto totale di Lui. Ancora poco tempo ed il mondo cadrà in adorazione dinanzi a me”.

Già: niente di più comodo per denigrare. Secondo il proprio metro. Il che annulla qualsiasi pretesa di oggettività di questo articolo PontifeSSo…

Ma ecco che arriva la puntualizzazione:

Quest’ultima affermazione è, a mio parere, una delle tipiche menzogne del Maligno.

Donde venga questa sicurezza non è dato sapere. Per di più non è chiaro: è peggio un mondo in mano al Maligno o lo stesso mondo decimato alla Fine dei Tempi per bontà dell’Altissimo?

Mah.

“Sarà completamente mio. Pensa alle devastazioni che sto portando in mezzo a voi servendomi principalmente dei vostri ministri.

Il fatto che le teorie PontifeSSe e quelle demoniache coincidano punto per punto non desta alcun sospetto. D’altronde dovremmo essere abituati alla pervicace malafede di Volpastren e co. che citano solo quel che è a loro comodo.

 Ho scatenato nel Suo gregge uno spirito di confusione e di rivolta che mai finora ero riuscito ad ottenere. Avete quel vostro pecoraio vestito di bianco che tutti i giorni chiacchiera, grida e blatera, ma chi lo ascolta? Io ho tutto il mondo che ascolta i miei messaggi e li applaude e li segue. Ho tutti dalla mia parte. 

Notare la contraddizione a chiare lettere: se i Ministri (presumibilmente Cattolici) sono strumenti del Diavolo, allora la gente che non li segue dovrebbe essere quanto meno cristianamente corretta?

No: pur di complicarsi la vita deve fare una contrapposizione.

Che si decida: o l’uno o l’altro! Tertium Non Datur.

Ho le cattedre con le quali ho dato scacco alla vostra filosofia.

Altro esempio di demonizzazione. Nel senso letterale del termine.

Ho con me la politica che vi disgrega.

…Ma ciò non s’è mai applicato in precedenza come nei casi di Berlusconi o Mussolini. Entrambi beniamini dei Nostri. Guarda un po’.

 Ho l’odio di classe che vi dilacera.

Fatemi capire: prima dice implicitamente che i politici non vanno bene e poi va contro l’odio di classe?

Ho gli interessi terreni, l’ideale di un paradiso in terra che vi accanisce gli uni contro gli altri. Vi ho messo in corpo una sete di denari e di piaceri che vi fa impazzire e vi sta riducendo ad una accozzaglia di assassini. 

Ovvio che la polemica vuol essere contro i Testimoni di Geova, ma detta così sembra l’ideale gnostico puro. Ma ci pensano prima di pubblicare queste ciofeche?

Ho scatenato in mezzo a voi una sessualità che sta riducendovi ad una sporca mandria di porci. Ho la droga che presto farà di voi una massa di miserabili larve di folli e di moribondi”.

Basta vedere tutti gli ossessi, i malati di mente, di allucinazioni e di paure frutto dell’assunzione di sostanze stupefacenti.

Con la buona pace del metodo scientifico. Ma perché questo mi ricorda qualcosa?

“Vi ho portati ad ottenere il divorzio per sgretolare le famiglie. Vi ho portati a praticare l’aborto con cui fate strage di uomini prima ancora che nascano.

Questa non la commento neanche.

Tutto quello che può rovinarvi non lo lascio intentato, ed ottengo tutto ciò che voglio: ingiustizie a tutti i livelli per tenervi in continuo stato di esasperazione; guerre continue che devastano tutto e vi portano al macello come pecore; ed insieme a questo la disperazione di non potervi liberare da queste sciagure con le quali devo portarvi alla distruzione.

To’: di nuovo quella sensazione di Déjà vu, ma aspetta!

Così parlò Ahura Mazda a Spitama Zarathustra: “Io ho creato ogni terra cara ai suoi abitanti sebbene essa non presenti ovunque luoghi piacevoli, o Zarathustra, e se non avessi creato altri luoghi piacevoli, anche se non dovunque, l’intero mondo sarebbe invaso l’Airyana Vaeja (nota: qualcosa come “patria, culla, germe degli Irani”, ma anche rifugio per tutta l’umanità). La prima delle buone terre e dei paesi che io, Ahura Mazda, ho creato, è stato l’Airyana Vaesja, posta lungo il fiume Vangui daitya (nota: il buona Daitya, identificato con l’Araxes, che dalla terra degli Irani scorre fino ai monti della Georgia). Subito dopo è giunto Angra Mainyu, che è tutto morte, e con la sua magia ha creato per contro il serpente nel fiume e l’inverno, opera dei daeva (nota: altra versione (pazand) “Per primo Ahura Mazda volle creare una terra di tale qualità che potesse piacere a tutti i suoi abitanti e che non ci fosse nulla di più delizioso di lei. Poi, colui che è tutto morte, volle opporre una contro-creazione”). Dieci sono i mesi in questa terra, due estivi; e poi quelli freddi per le acque, freddi per la terra, freddi per gli alberi: e l’inverno che vi arriva è il peggiore dei flagelli. La seconda delle terre che io ho creato è stata la pianura (nota: testo dubbio) popolata in Sughdha (nota: la Sogdiana). Subito dopo è giunto Angra Mainyu, che è tutto morte, e con la sua magia ha creato la locusta, che porta morte a bestiame e piante. La terza delle buone terre che io, Ahura Mazda, ho creato è stato il forte e santo Mouru (nota: l’odierna Merv).Subito dopo è giunto Angra Mainyu, che è tutto morte, e con la sua magia ha creato la peccaminosa concupiscenza (nota: testo dubbio, per altri “il saccheggio”).

Avesta, Yu(va)tdevidat/Videvdat/Vendidad, Fargard I, 1-5. Ed. UTET, 2008 a cura di Arnoldo Alberti

Ma to’, chi se lo sarebbe mai aspettato?

E il bello è che il modus ponens è pari pari lo stesso.

 Conosco fin dove arriva la stupidità degli uomini e la sfrutto fino in fondo. Alla redenzione di Quello che si è fatto ammazzare per voi bestie ho sostituito quella di governanti massacratori, e voi vi buttate al loro seguito come stupidissime pecore. 

Già dimenticata la storiella dell’odio di classe?

Con le mie promesse di cose che non avrete mai (però è l’eterno mentitore… ripeto: come si fa a sapere che mente anche quando ammette di mentire?), sono riuscito ad accecarvi, a farvi perdere la testa, fino a portarvi facilmente dove voglio. Ricorda che io vi odio infinitamente, come odio Colui che vi ha creati. […] .In un secondo momento mi lavorerò uno per uno i parroci rispetto al loro Pastore.

Questo è semplicemente ridicolo. Quale principe del male sbandiererebbe al primo idiota i suoi piani?

Qualcuno non s’è letto il manuale a quanto pare…

Oggi il concetto di autorità non funziona più come una volta. Sono riuscito a dargli uno scossone irreparabile, il mito dell’ubbidienza sta tramontando. Per questa via la Chiesa sarà portata alla polverizzazione”.

Qui mi verrebbe da citare Shopenhauer ma… ma sì dai:

 “…dice Seneca << unusquisque mavult credere quam judicare>> ovvero ognuno preferisce credere che giudicare. Si ha dunque buon gioco quando si ha dalla propria parte un’autorità che l’avversario rispetta. Ma per lui ci saranno tante più autorità valide, quanto più sono limitate le sue conoscenze e le sue capacità. Se queste sono di prim’ordine, per lui ce ne saranno pochissime, prossochè nessuna. Egli accetterà, tutt’al più, l’autorità di persone competenti in una scienza, arte o professione a lui poco nota o del tutto ignota, e anche questa con diffidenza. Al contrario la gente comune ha profondo rispetto per gli esperti di ogni genere. 

Essi non sanno che chi fa professione di qualcosa non ama questa ma il suo guadagno: nè sanno che chi insegna una certa cosa raramente la conosce a fondo, perchè a chi studia a fondo di solito non rimane neppure il tempo per insegnare. Solo per il vulgus ci sono molte autorità che trovano rispetto….anche pregiudizi generali possono essere usati come autorità…sì, non c’è alcuna opinione, per quanto assurda, che gli uomini non abbiano esitato a far propria, non appena si è arrivati a convincerli che tale opinione è universalmente accettata…l’universalità di un’opinione, parlando seriamente, non costituisce nè una prova nè un motivo che la rende probabile. 

Coloro che lo affermano devono ammettere: 1) che la distanza nel tempo priva quella universalità della sua forza probante: altrimenti dovrebbero riportare in vigore tutti gli antichi errori che un tempo erano universalmente considerati verità: per esempio dovrebbero ripristinare il sistema tolemaico oppure nei paesi protestanti il cattolicesimo 2) che la distanza nello spazio produce lo stesso effetto: altrimenti l’universalità di opinione fra chi professa il buddhismo, il cristianesimo e l’islamismo li metterà in imbarazzo. Ciò che così si chiama opinione generale è a ben guardare l’opinione di due o tre persone; e ce ne convinceremmo se potessimo osservare come si forma una tale opinione universalmente valida. 

Troveremmo allora che furono in un primo momento due o tre persone ad avere supposto o presentato e affermato tali opinioni, e che si fu così benevoli verso di loro da credere che le avessero davvero esaminate a fondo: il pregiudizio che costoro fossero sufficientemente capaci indusse dapprima alcuni ad accettare anch’essi l’opinione: a questi credettero a loro volta molti altri, ai quali la pigrizia suggerì di credere subito piuttosto che fare faticosi controlli. Così crebbe di giorno in giorno il novero di tali accoliti pigri e creduloni: infatti, una volta che l’opinione ebbe dalla sua un buon numero di voci, quelli che vennero dopo l’attribuirono al fatto che essa aveva potuto guadagnare a sè quelle voci solo per la fondatezza delle sue ragioni. I rimanenti, per non passare per teste irrequiete che si ribellano contro opinioni universalmente accettate e per saputelli che vogliono essere più intelligenti del mondo intero, furono costretti ad ammettere ciò che era già da tutti considerato giusto. A questo punto il consenso divenne un obbligo. D’ora in poi i pochi che sono capaci di giudizio sono costretti a tacere e a poter parlare è solo chi è del tutto incapace di avere opinioni e giudizi propri, ed è la semplice eco di opinioni altrui: tuttavia, proprio costoro sono difensori tanto più zelanti e intolleranti di quelle opinioni. Infatti, in colui che la pensa diversamente, essi odiano non tanto l’opinione diversa che egli professa, quanto l’audacia di voler giudicare da sè, cosa che essi stessi non provano mai a fare, e in cuor loro ne sono consapevoli. 

Insomma: a esser capaci di pensare sono pochissimi, ma opinioni vogliono averne tutti: che cos’altro rimane se non accoglierle belle e fatte da altri? Poichè questo è ciò che accade, quanto può valere ancora la voce di cento milioni di persone? ….in genere si troverà che quando due teste ordinarie disputano fra loro, l’arma comune che essi scelgono sono le autorità: con queste si battono l’un l’altro….”

“io lo dico, tu lo dici, ma alla fine lo dice anche quello:/dopo che lo si è detto tante volte, altro non vedi se non ciò che è stato detto” (Goethe, dalla Farbenlehre)

(Schopenhauer, L’arte di ottenere ragione, Adelphi, pag. 47 in poi)

http://www.fallacielogiche.it/index.php?option=com_content&task=view&id=66&Itemid=78

Questa è un’altra menzogna del diavolo, Dio non permetterà mai l’annientamento della Chiesa che è Corpo Mistico di Cristo.

Se lo dice lui…

“Intanto vado avanti con la decimazione continua dei preti, dei frati e delle suore, fino ad arrivare  allo spopolamento dei seminari e dei conventi; tolti di mezzo i Suoi operai della Vigna subentreranno i miei ed avranno via libera nel loro lavoro definitivo”.

Oh, per Ardavi Sura Anahita… !

Satana infine mostrando una folla sterminata di giovani in piazza disse:

“Guarda, guarda che spettacolo meraviglioso! … È tutta gioventù passata dalla mia parte. È gioventù mia. Molta l’ho conquistata con la lussuria, con la droga e l’alcool, con lo spirito del materialismo consumistico ed ateo. Quasi tutti sono venuti su senza i soliti sciacqui  battesimali.

Rieccoci nel cliché classico. Prevedibile? Un tantino…

Notare l’accostamento denigratorio tra l’ateismo e l’alcoolismo/dipendenza da droghe.

Questi giovani sono passati attraverso scuole programmate su ateismo sindacale. Lì hanno imparato che non è stato quello di Lassù a creare l’uomo. Ora sono agguerriti ad una lotta contro di Lui, che resiste a non scomparire”.

Perché questa polemica con la scuole e l’evoluzione mi ricorda tantissimo i TeoCon à-la Sanctorum/Bush? Davvero: tutto ciò poggia sempre sui soliti sofismi del cavolo.

E Dio mai lo farà, non ci abbandonerà per nessun motivo, fino al giorno del Giudizio. Senza il suo aiuto, saremmo come indifese pecore consegnate ad un branco di lupi.

Contento tu. Onestamente mi ci vedo assieme ad Admin a combattere contro una serie di demoni inferociti tipo Devil May Cry o Dante’s Inferno. Nel caso, io preferisco occuparmi della parte strategica.

“Questi miei giovani hanno imparato a disfarsi di tutte le cosiddette verità eterne. Per essi esiste solo il mondo materiale e sensibile. È stato un gigantesco lavaggio al cervello, e ci serviremo di questo per tutti coloro che osassero ancora tenersi aggrappati alle vecchie credenze. Egli deve scomparire in modo assoluto sulla faccia della terra”.

Fatemi capire: il Dio cristiano sarebbe come un specie di divinità à-la Guida Galattica (più specificatamente del capitolo postumo E un’altra cosa…) che scompare a comando quando non è desiderato mentre di contro il Diavolo, evidentemente più pratico, si contenta che si agisca come esso vuole, sia pur inconsapevolmente, per esistere?

Che storia è mai questa?!

Il diavolo tenta, con queste affermazioni, di scoraggiare l’esorcista, ma egli sa benissimo che il Mentitore è tale proprio perché già sa di aver perso in partenza, ma non vuole ammetterlo.

Per essere un’entità metafisica ha reazioni preoccupantemente umane. O sbaglio?

“Le poche cose di resistenza che non riusciremo ad eliminare con la nostra filosofia, le cancelleremo con il terrore. Uno dopo l’altro devono cadere ai miei piedi, abbracciare il mio culto, riconoscere che l’unico signore del mondo sono io …”.

Rimanendo nel discorso di prima, qui qualcuno diagnosticherebbe un bel deficit da carenze affettive misto a una buona fetta di senso di impotenza e/o manie di grandezza.

Ma Satana non voleva distruggere l’uomo? Va be’.

Che il demonio sia il principe del nostro mondo non è una novità, difatti lo stesso Gesù nella Sacra Scrittura dichiara:

“Questa voce non è venuta per me, ma per voi. Ora è il giudizio di questo mondo; ora il principe di questo mondo sarà gettato fuori. Io, quando sarò elevato da terra, attirerò tutti a me”. (Giovanni 12, 30-32).

“Ora io vi dico la verità: è bene per voi che io me ne vada, perché, se non me ne vado, non verrà a voi il Consolatore; ma quando me ne sarò andato, ve lo manderò. E quando sarà venuto, Egli convincerà il mondo quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio. Quanto al peccato, perché non credono in me; quanto alla giustizia, perché vado dal Padre e non mi vedrete più; quanto al giudizio, perché il principe di questo mondo è stato giudicato”. (Giovanni 16, 7-11).

Di nuovo: qualcosa di non così Gnostico, e slegato dagli altri per altro per ammissione degli stessi biblisti, no?

Satana, inoltre, afferma:

Aspettate aspettate. Un attimo di tregua: state per leggere la più bella supercazzola pseudo-filosofica della storia di Pontilex. Immagino.

“Io copro di rovine il mondo, lo inondo di sangue e di lacrime; io deformo ciò che è bello, rendo sordido ciò che è puro,

Inutile ricordare la preoccupante similitudine con l’Avesta sopraccitata.

abbatto ciò che è grande

To’, che allusione al Fedro fuori luogo. Ma continuiamo:

faccio tutto il male che posso e vorrei poterlo aumentare fino all’infinito. Io sono tutto odio, niente altro che odio.

Come Angra Mainyu che è tutto morte. Ma guai a dirlo in giro, eh…

Se conosceste la profondità, l’altezza e la larghezza di questo odio, avreste una intelligenza più vasta di tutte le intelligenze che vi furono fin dal principio del mondo, anche se queste intelligenze fossero riunite in una sola.

A che serve l’ultima frase? Che significa? Mah, misteri della dialettica PontifeSSa.

E quanto più odio, tanto più soffro, ma il mio odio e le mie sofferenze sono immortali come me, perché io non posso più(?) odiare, come non posso che vivere sempre. 

Chi ha detto a questo fiammifero alato che l’esorcista è anche un consulente psicologico? Perché si sta sfogando manco fosse un emotivo represso dopo l’ennesimo schiaffo di una ex? Perché rimarca il concetto dell’eternità?

Ciò che accresce in me questa sofferenza, ciò che moltiplica questo odio è il pensare che io sono stato vinto, che odio quindi inutilmente e che faccio tanto male per nulla.

Ma’, non capisco: questo coincide con le farneticazioni di sopra. Ma ciò contraddice la storia dell’eterno mentitore, ma questo significa che ha mentito sul fatto che mente? Rieccoci nel paradosso.

E nel caso sia effettivamente come ha detto il tipo, donde viene questo sprazzo d’onestà?

Ma che dico per nulla? No, una gioia la ho, se posso chiamarla tale; è l’unica gioia che io abbia; quella di uccidere le anime per le quali Egli ha versato il Suo sangue, per le quali è morto, risorto e salito in cielo. Ah, si! Io rendo vana per molti la Sua incarnazione, la Sua morte; le rendo vane queste cose per le anime che uccido. Capite? Uccidere un’anima!

Perché si stupisce? Lui: l’essere quasi-onnipotente?

Di nuovo una reazione umana.

Egli l’ha creata a Sua immagine e somiglianza, l’ha amata di un amore infinito, per lei fu crocifisso. Ma io quest’anima gliela prendo, gliela rubo, la uccido e la perdo con me. Io quest’anima non la amo, ma la odio solamente; eppure essa mi ha preferito a Lui.

A quale scopo non è dato saperlo. Come molte altre cose d’altronde.

Come mai io dico queste cose? 

Bella domanda: se lo stanno chiedendo tutti in sala.

Vi potreste convertire anche voi! Potreste scappare da me! Eppure debbo dirle queste cose, perché Egli  mi costringe. 

Va be’. Che retorica umana. Troppo umana.

 Volete sapere quanto io soffro e quanto odio? Io sono capace di odio e di dolore nella stessa misura in cui ero capace di amore e di felicità. Io, Lucifero, sono diventato Satana, l’avversario.

Anche questa è una reazione fin troppo umana: risentimento, desiderio di vendetta. Nulla più.

In questo momento io ho tutta la terra nel mio pensiero, tutti i popoli, tutti i governi, tutte le leggi. Ebbene io tengo la direzione di tutto il male che si prepara. E, dopo tutto, quale vantaggio me ne viene? Io sono stato vinto già prima! Tuttavia qualche vantaggio l’ho ricavato; io Gli uccido delle anime, delle anime immortali, delle anime che Egli ha pagato sul Calvario”.

Ma siamo sicuri che sia sincero? C’è uno psicanalista in sala per questo qui?

Preferisco non aggiungere ulteriori commenti, anche un ateo può comprendere, a malincuore, ciò che Satana è appena stato obbligato a rivelare. Se non lo avete già fatto vi prego di rileggere con attenzione questo articolo e di confrontarne il suo conforme contenuto con la realtà che viviamo.

Io noto una banale rivisitazione di questo:

Lodo nel nome di Minoan Mino, che moltiplica la Creazione e che è meritevole di essere lodato, che sempre era, sempre è e sempre sarà, il cui nome è Ahura Mazda, il Dio che è il più grande tra tutti, il Creatore, l’Aiuto, il Protettore, il Tollerante, ašavan (nota mia: che possiede l’Aša, l’ordine universale), il Signore di santità e di rettitudine, il Misericordioso e il Dispensatore di pura giustizia. Sia ringraziato l’eccelso Signore del mondo, che con il suo potere e la sua grazia ha creato i sei Ameša Spenta, i più eccelsi, e i numerosi Yazata, il Garothman, il Paradiso splendente, i cieli che lo circondano, il caldo sole, la splendente luna, le numerose stelle, il vento, l’atmosfera, il fuoco, l’acqua, la terra, gli alberi, il bestiame, i metalli, l’umanità intera. Adoriamo e preghiamo il giusto Signore che, allo scopo di governare la gente e per far marciare la gente insieme per combattere contro i daeva, ha concesso all’uomo di parlare e gli ha dato la facoltà di pensare, facendolo così superiore a ogni altra creatura di questo mondo. Io mi riverisco e m’inchino alla presenza dell’onnisciente Signore, che ha cura di tutte le creature. Egli ha inviato attraverso Zarathustra Spitama, una faraši adorabile, allo scopo di rendersi amica la gente [Attraverso Zarathustra egli ha inviato in terra] la saggezza e la religione, degne di fede, grazie anche all’uso dell’intelligenza naturale e della conoscenza scientifica, poiché la saggezza, è la miglior guida per ogni uomo che è stato, è e sarà. Attraverso la saggezza e la religione, l’anima viene liberata dalle sofferenze dell’Inferno e può raggiungere lo splendente, fragrante, eternamente felice dimora del Giusto. O tu, Signore Protettore, in obbedienza al tuo comandamento rimango fermo alla pura religione e prometto di pensare, parlare e agire sempre con rettitudine. Perdona Tu i miei molti peccati; e possa io mantenere sempre la mia condotta pura e secondo i tuoi desideri, o giusto Signore, possa io mantenere incontaminati i sei poteri dell’anima: lavoro, lingua, pensiero, ragione, memoria e intelletto. E al fine di ottenere benefici nell’altro mondo mediante buoni pensieri, buone parole, buone azioni, io ti celebro così che io possa aprirmi una via verso lo splendente Paradiso; e che la pesante punizione dell’Inferno non possa essermi inflitta e possa io, oltrepassando il Ponte Clinvat, raggiungere le fragranti ed eternamente felici dimore del Paradiso, adorne di ogni bellezza. Lode sia al Signore per i doni che elargisce a coloro che obbediscono ai suoi comandamenti, in premio ai giusti desideri, e che alla fine dei tempi libererà i trasgressori dell’Inferno e abbellirà il mondo con la purezza.

Avesta, Khordah Avesta (preghiere e litanie), Dal Denkart. Ed. UTET, 2008 a cura di Arnoldo Alberti

Povero Diavolo: persino dai PontifeSSi dev’essere ridicolizzato.

Fonte del ridicolo: http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/laici/10237-il-demonio-interrogato-durante-un-esorcismo-fotografia-di-una-societa-morente

26 pensieri su “Se il Demonio pontifesso non sa far le pentole…

  1. francesco

    se questo tipo fosse stato un minimo onesto , cauto e quantomeno furbo, avrebbe fatto delle registrazioni per dimostrare che questa parabole di parole (che suonano quasi come un intervista di un politico e niente di più) fosse vera.
    e invece ecco ce ci ritroviamo con un pugno di mosche, o poco più , ovvero un reportage scritto, che quanto validità vale quanto le indagini SCRITTE di chi cerca fantasmi,alieni, spiriti della terra e via dicendo. SCRITTI, pertanto senza prove.
    voglio dire, perfino i ghost hunters sono più credibili, in quanto utilizzano apparecchiature di un certo livello e perchè REGISTRANO ciò che fanno.

    conclusione: ndo stanno le registrazioni? io l unica che ho sentito riguardava l esorcismo di emily rose, ma i diavoli (perchè non era uno solo) non si sono messi a parlare del più e del meno come fossero a un dibattito politico davanti a una tazza di thè.

    Rispondi
  2. Gianfranco Giampietro

    Ma porc… ma nemmeno al povero Diavolo risparmiano le loro “interviste” ??

    Comunque ho sempre trovato ridicola la figura di un demonio che, sa già che verrà sconfitto, però ci prova lo stesso. Non solo, per quanto esiliato dal Regime dei Cieli di Dio è pur sempre l’immortale “padrone” da queste parti, potrebbe spassarsela alla grande e invece sa solo pensare alla distruzione del mondo e bla bla. Persino i cattivi dei cartoni animati sono più credibili e hanno progetti e motivazioni migliori…

    ciò che moltiplica questo odio è il pensare che io sono stato vinto, che odio quindi inutilmente e che faccio tanto male per nulla

    e allora sei pirla… trovati qualcosa di meglio da fare, no?

    Rispondi
  3. Compagno Z

    “Satana infine mostrando una folla sterminata di giovani in piazza disse:”

    Ma non era la trasrizione di una “intervista” al Diavolo durante un’esorcismo? Dove lo stavano facendo l’esorcismo, in cima al Cupolone?
    o forse eSSi vogliono farci credere che il Diavolo proietta le immagini sui muri a mò di drive-in-fai-da-te?

    Alla fine ha ragione Francesco, ghost hunters e “giaccobiani” simili hanno più credibilità…

    Rispondi
  4. Caffe

    Povero Satana, che ci riferisce per filo e per segno strategia e tattica che impiega nei nostri confronti per fregarci l’anima e precipitarci all’inferno strappandoci così all’amore del buon Dio; dichiara che ormai è a buon punto per raggiungere questo obiettivo ma poi, sconsolato, ammette che la partita, contro il bene, verrà comunque persa. Se quanto letto è l’effettiva trascrizione di un esorcismo, il diavolo, più che vestire Prada, beve Moschino (inteso come grappa); io però non credo che se pure esistesse, il demonio, con tanto di corna e zoccoli caprini oppure semplicemente in borghese, possa essere così mentecatto, al contrario di noti esponenti del nostro sito non secolarizzato preferito, che saluto. :bye:

    Rispondi
  5. Caffe

    Ops admin, temo di non aver usato la procedura corretta per inserire una simpatica faccina animata; se me lo spiegate, la prossima volta Satanasso ve lo intervisto io.

    Rispondi
    1. adminadmin

      E’ colpa mia: sperimento sulla vostra pelle le diverse soluzioni possibili per rendere più flessibile la gestione delle faccine… Come inserire una faccina in un commento? Non lo so ancora. Ci provo. E ti faccio sapere.

      Le fantainterviste al fantasatanasso Pontifesso lasciale a Carletto… 😀

      Rispondi
  6. Davide

    Ricevo e volentieri pubblico:
    “In merito alla mia intervista pubblicata sul sito Pontifex Roma e a difesa della mia onorabilità, comunico che il contenuto dell’intervista da me rilasciata è stato completamento stravolto ed in particolare l’immagine non era sulla piazza, ma sul quartiere Murat di Bari dove un mio adepto compie riti in mio onore appendendo fegati ai cancelli. Come tutti sapete, sono un ottimo costruttore di pentole ma quanto a coperchi non è il mio forte e quel demente del mio adepto s’è fatto beccare mentre leggeva al contrario sul citofono il cognome di una giovane biologa. Se contina così, credo che il mondo non lo conquisterò mai.
    Cordialmente.
    Satana”

    Rispondi
  7. Caffe

    Off topic, so che era inevitabile, me lo aspettavo ma leggere quanto segue fa comunque cadere le braccia:”Fratelli ,amici ,una nave del peccato e della lussuria ha subito un grave disastro, cosa pensare di una cosa del genere ? quale mano invisibile lo avrà permesso ? Ancora non sento niente in proposito …” così ha scritto gladiator alias altri dieci pseudonimi, oggi su pontifex.Roma. Questo orrore è classificato come semplice reato di opinione e per questo non punibile o passibile tuttalpiù di una blanda sanzione dal nostro ordinamento, ma questo idiota con tanto di certificato di garanzia, andrebbe comunque punito; mi piace pensare che sarà il suo piccolo dio, collerico e meschino, a dargli prima o poi quello che si merita.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Qui è difficile andare “off topic”… Non siamo dei professionisti del topic, come gli amici Pontifessi. Loro si che sanno tenere coerentemente una linea editoriale. Come le famose domande per Fiorello: avete letto tutti le risposte di Fiore al caro Brunello, vero? BWHAHAHAHAHAHAHAH

      Rispondi
    2. adminadmin

      Per altro sia Carletto sia Gladiator/Muffas contravvengono ai dettami del fantasmagorico e misterioso amministratore Pontifesso, pubblicando commenti anche se più volte hanno dichiarato che nessuno (neppure gli utenti registrati ed abilitati) avrebbero dovuto farlo… Io nei panni del Geniale Webmaster del Magnifico Sito Pontifesso infliggerei sanzioni esemplari, ad esempio rimuovendo il meccanismo stesso dei commenti… 😉

      Rispondi
    3. AlbertoBAlbertoB

      Io lo so di chi è la colpa del naufragio : la colpa è di quel COLLIONE di Affus. E in parte anche di Volpe , che sta facendo così incazzare quel coso che chiama dio che ormai la gente non muore più solo in Puglia , ma anche in giro per l’Italia. Statev’ accuorti…

      Rispondi
      1. Caffe

        Comincio ad avvertire un principio di psicosi per la faccenda di dio che non fa nulla per evitare disgrazie, terremoti e cadute di asteroidi su centri abitati, se questo serve a riportare sulla retta via le sue pecorelle smarrite; figuratevi che ormai cammino rasentando i muri, ho messo dei baffi finti sopra quelli veri e se devo prendere un mezzo pubblico cerco di capire al volo gusti sessuali, orientamento politico e religioso dei compagni di viaggio, per non trovarmi in mezzo ad un olocausto compiuto a fin di bene, si capisce, da quel divin simpaticone. Ma se pò campà così? :wacko: 😉

        Rispondi
        1. AlbertoBAlbertoB

          Oggi sono uscito di casa per farmi i miei 50 km in bici… dopo una trentina mi sono arreso per il troppo freddo (temperatura prossima allo zero e anche qualcosa in meno) e mentre tornavo a casetta , pregustando una lunga sessione di riscaldamento appiccicato al termosifone pensavo : ma porca puttana , cosa ha fatto di nuovo Volpe perchè il suo dio mandasse tutto ‘sto freddo infame?

          Rispondi
    4. adminadmin

      Tanto per restare off topic… Gli amici Pontifessi si dimostrano scaltri come colombe e candidi come serpenti… Hanno appena cinguettato allegramente:

      VENDOLA AUMENTA PREZZO ACQUA IN PUGLIA

      Anche trascurando l’insignificante dettaglio che non è certo Vendola a stabilire il prezzo dell’acqua, rimane stridente il contrasto del recente cinguettio Pontifesso con le dichiarazioni proprio del Vendola di ieri: Vendola ha infatti chiesto alla società AQP (Acquedotto Pugliese) di abbassare le tariffe.

      http://www.giornaledipuglia.com/2012/01/vendola-allaqp-abbassiamo-le-tariffe-vi.html

      Rispondi
      1. francesco t

        ma vendola fa parte della potentissima lobby gay che padroneggia sul mondo, e quindi è indubbiamente lui il responsabile dell aumento dell acqua, così come è responsabile dell estinzione dei dinosauri e della dermatite di mia nonna.

        Rispondi
          1. adminadmin

            NOOOOooooo… Un altro mattacchione che si diverte a rettificare e ri-rettificare le dichiarazioni? 😀
            Noi nel dubbio fotografiamo l’articolo in cui Brunello attribuisce (con un bel virgolettato) le seguenti dichiarazioni a padre Amorph…

            L’Italia si è affidata a Monti, che cosa ne pensa? “che è un capo massone, un massone che vuole distruggere la Chiesa o affamarla. Piaccia o meno, è uno strumento nella mani di Satana. Come la crisi finanziaria”.

            http://pontilex.org/?attachment_id=14538

            Chissà se Brunello si appiglierà a patetiche scuse come “il titolo non l’ho fatto io” o cazzate simili 😉
            Anzi ho l’impressione che presto troveremo un sacco di articoli sulle pressioni della massoneria cattocomunista sul povero padre Amorph per indurlo a ritrattare…

            Siamo sicuri che Brunello ha pronto il nastro anche per Amorph 🙂

          2. francesco t

            #Pontifex fa presente che quanto riportato da #TMNews circa una presunta smentita di don #Amorth non corrisponde a verità. E’ fango gratuito

            HAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

          3. adminadmin

            Notevole il bravo Cosimino… che biasima la stampa perchè riprende le notizie pubblicate dagli amici Pontifessi…

            http://cosimino.myblog.it/archive/2012/01/16/don-amorth-mai-rilasciato-interviste-c.html

            Qualcuno spieghi a Cosimino che se gli emeriti smentissero sistematicamente le minchiate scritte da “qualche sito”, non si porrebbe il problema e la stampa non prenderebbe neppure in considerazione quanto proposto da “certi siti”… 😀
            Mancando le smentite dei diretti interessati e stante il totale disinteresse del Vaticano per “certi siti”, ovviamente la stampa generalista attinge a piene mani a certe stronzate. Il problema è la stampa generalista oppure chi pubblica fantainterviste? Bah! 😀

Rispondi