Satura Lanx estne?

 

rappresentazione didascalica dell'Humor-Sense PontifeSSo...

Il buon senso c’era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune.

Alessandro Manzoni.

 

Che Volpe non avesse il senso dell’Humor è oramai assodato. Che ogni qualvolta provi a spiegarsi meglio col secondo fine di salvarsi in corner e così fallisca miseramente anche di più. Quindi che c’è da stupirsi di fronte a questa nuova caterva di malafede? Nulla, ovvio. Certo sarebbe meglio se non ci fosse e che il caro Bruno fosse giusto un poco più maturo, ma non posso chiedere la luna.

Come da me annunciato (e non lo devo dimostrare a nessuno, men che meno a siti di apostati della fede), ho denunciato Crozza, per il reato di offesa a Capo di Stato estero.

Insomma il solito paravento. Non fa testo che Crozza abbia fatto anche le imitazioni di altri Capi di Stato, l’importante è che il Nostro tiri avanti. Ovviamente la recidività a mostrare le prove è d’obbligo: non sarebbe Bruno Volpe altrimenti. Di contro sarebbe un bravo giornalis articolista.

So bene che questa denuncia sarà ignorata, che il tutto verrà archiviato all’insegna del “contro il Papa tutto è permesso”, nel nome del pluralismo.

Al complotto al complotto! 🙄

Tuttavia, in questo nome, risulta che il leader Idv Di Pietro, sia stato massacrato mediaticamente e indagato per aver osato criticare il Presidente della Repubblica, Capo di Stato. Ora, se il Papa è a questi assimilato, perché il Cesare è intoccabile e il “Dio”, no?

Oltre al fatto che Di Pietro è stato unicamente contestato e che non abbia contestato Napolitano direttamente bensì prima la Manovra prima e Monti poi, Volpe qui mostra di non sapere la differenza tra critica diretta e satira. La critica diretta è una contestazione e basta, la satira serve a far ridere e riflettere. Tant’è che non è così strano che agli stessi oggetti della stessa questa piaccia (vedasi Bersani che duettò con la sua imitazione)…

da notare poi come implicitamente si richiami allo Stato Teocratico: ma poco fa non aveva detto che la sua denuncia era limitata alla sfera dei rapporti internazionali?

La verità è che un malinteso senso del pluralismo (e di buonismo cattolico del tutto masochista), ha reso possibile il favorire di questa mentalità. Il Papa non ha alcuna tutela e di fatto, ciascuno si alza e lo insulta, tira un colpo e se va, salutato e riverito.

Ecco appunto. Notare le infantili generalizzazioni con il solito malsano tocco di vittimismo.

Pontifex, a costo di sembrare anacronistico, non ci sta. Siamo col Papa, nella difesa del suo ruolo. Oltre che Capo di Stato estero, il Papa è il Vicario di Cristo sulla terra, per chi crede e per chi è battezzato.

Si da il caso, che chi crede in lui, sia la maggioranza molto larga degli italiani.

Al solito: nella testa di Bruno la maggioranza in quanto tale può far tacere i dissensi come e quando vuole in totale sprezzo alla Libertà di Espressione.

E allora, non fosse altro che per rispetto di chi crede, come atto democratico e di tolleranza, il Papa, lo volete lasciare in pace?

La mitezza dei cattolici, rende possibile questa situazione.

La solita storia. Ormai l’avete capito…

Se avessero irriso su Maometto, o su un Rabbino, molto probabilmente, le lamentazioni sarebbero sorte ed anche molto di più.

Crozza, per altro, da qualche tempo a questa parte, ha preso di mira il Papa.

La finisca e sia più educato.

Oltre al fatto che l’unica imitazione di Ratzinger è stata quella, notiamo la solita velata minaccia: ringraziate che non “siamo” come loro perché se lo “fossimo stati” dovevate starvi belli che zitti. La solita logica da dittatore.

Quando sarà vecchio, quando la malattia lo affliggerà, quando un suo figlio starà male (e queste sciagure accadono), gli si affaccerà il dubbio: che cosa ho fatto? Me lo sono meritato?

Certo, se lo sarà meritato, eccome. Attento Crozza: oggi sembri un grande, domani chissà.

Questa non è “fattucchieria”, ma è il corso della vita, si chiama cammino spirituale (il Signore acconsente acché la vita ci provi e, se siamo lontani da Lui, affondiamo in disperazione e depressione).

Vale ancora la pena di commentarlo? 🙄

A scapito di equivoci, riposto nuovamente il video di Crozza:

Ecco cos’ha detto Crozza. Nulla più e nulla meno.

 

Fonte della solita cacchetta trita e ritritahttp://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/9860-perche-ho-denunciato-crozza-ignobile-scimmiottare-il-papa

3 pensieri su “Satura Lanx estne?

  1. Agnostico

    Credo che Volpe – rispetto a Di Pietro – non credo che si riferisse alla recente manovra economica ma si riferiva a quando Di Pietro da Piazza Farnese disse che Napolitano era poco arbitro: per questo il leader dell’IdV era stato criticato da molti esponenti politici. Essendo il fatto del 2009 magari era meglio che Volpe fosse piu’ chiaro.

    Rispondi
    1. Andrea Laforgia

      Fatto che, essendo l’espressione di un’opinione di valenza politica, non si configurava affatto come vilipendio a capo di Stato. Tanto è vero che Di Pietro ne è uscito indenne. Figuriamoci se debba essere considerato reato criticare il capo di uno stato che ha senso d’esistere solo per i credenti. Il Vaticano, a mio parere, non dovrebbe proprio esistere come istituzione politica.

      Rispondi

Rispondi a buddhist3 Annulla risposta