BRUNO VOLPE, GRANDE IPOCRITA

Oggi ho pensato che fosse il caso di scrivere un intervento su Bruno Volpe che fosse in un certo senso il seguito di un altro che avevo intitolato in modo simile, “Bruno Volpe, grande imbroglione”.

Si tratta in fondo della stessa cosa (una persona ipocrita che tenta di fare dell’informazione è quasi sempre inevitabilmente un imbroglione, perchè vizia e manipola l’informazione a proprio vantaggio), ma il tema è ovviamente diverso e riflette le assudità sparate da Volpe in questi giorni. Pur di darsi un pò di notorietà, la “Volpe” (ma sarebbe meglio dire “lo Sciacallo”) questa volta si è spinto fino al punto di strumentalizzare la morte (ma non è la prima volta) di un povero ragazzo, Francesco Pinna, morto sul lavoro mentre aiutava a montare un palco per l’esibizione in concerto a Trieste del cantante Jovanotti. Nella sua contorta mentalità Bruno Volpe ha addossato la “responsabilità” dell’incidente su Jovannotti, in principio definendo l’accaduto come una sorta di “punizione divina” da parte di Dio nei confronti di Jovanotti e per la sua “presunta” vita dissoluta (dissoluta di che? sinceramente credo si possa dire che, di tanti artisti in circolazione, Jovanotti è uno di quelli dallo stile di vita più semplice e che meno offre occasioni su cui spettegolare e fare gossip) e in particolare per avere fatto il “buffone” (secondo Volpe) “parlando positivamente del profilattico” nell’ultima puntata del varietà di Fiorello “Ilpiùgrandespettacolodopoilweekend”. In un secondo momento Bruno Volpe ha rincarato la dose, addossando a Jovanotti delle responsabilità molto più “terrene” all’incidente di Trieste, in termini di mancaza di rispetto di protocolli sulla sicurezza sul lavoro e dipingendo Jovanotti addirittura come un avido “negriero” tipicamente “di sinistra” che sfrutta sul lavoro persone che ne hanno bisogno come Francesco Pinna… tutte cose di cui Bruno Volpe parla a sproposito SENZA CONOSCERE ASSOLUTAMENTE NIENTE SULL’ARGOMENTO (che io sappia non sono i cantanti a monitorare direttamente e di persona ciò che è necessario fare per montare il palco per il concerto, nè si occupano della sicurezza sul lavoro, cosa che viene delegata a persone sicuramente più competenti del settore… che io sappia un cantante si trova lì solo per cantare e per fare spettacolo, e non certo per dare direttive su come si monta un palco)…

Non credo di dovermi dilungare ulteriormente sul fatto di quanto poi sia ridicola la pretesa di presunta “punizione divina” (ipocritamente attenuata da Volpe in un mellifluo “Dio non manda il male, MA lo permette per fare redimere le persone”) sull’accaduto, perchè insulta la fede di chiunque creda veramente in un qualche genere di “Dio”, da Volpe assurdamente dipinto come una isterica e vendicativa entità pronta a permettere la morte di persone innocenti, che non c’entrano niente, per “punire” (??) in maniera obbliqua, contorta e indiretta altre persone. Un esempio di questa ridicola logica da uomo del medioevo (senza offesa per le persone di maggiore buon senso rispetto a Volpe vissute nel medioevo) era già stata dimostrata quando Volpe ha strumentalizzato recenti tragedie come il terremoto in Giappone e l’alluvione a Genova, “segnali” (chiari soltanto a Volpe) della “volontà divina” di castigare il genere umano per ragioni e motivazioni assolutamente… assurde! Ci tengo infatti a ricordare che Genova, secondo Volpe, è stata recentemente colpita dall’alluvione… per avere dato i suoi natali al comico Crozza! La dice lunga questa…

Infine oggi scopro sul sito di Pontifex che Bruno Volpe avrebbe, dice lui, querelato Rosario Fiorello per “diffamazione aggravata”. E di cosa sarebbe presumibilmente colpevole Fiorello? Di avere vagamente citato Bruno Volpe in uno dei suoi video per commentare negativamente le inopportune sparate di Volpe fatte su Jovanotti. C’è da precisare che Fiorello NON HA MAI FATTO IL NOME DI BRUNO VOLPE, facendo soltanto una vaga allusione che può essere compresa soltanto da chi conosce il signor Volpe e il suo sitarello Pontifex in questione (disgrazia che, grazie al cielo, è ancora risparmiata a molti)… Anzi, la posizione di Fiorello è stata davvero chiara quando ha espresso il desiderio di non farne nemmeno il nome per non rendergli la notorietà di cui Volpe è sempre a caccia facendo a gara nel fare le affermazioni più di cattivo gusto del momento su qualsiasi argomento attuale. Al contrario, continuando a calcare a tutti i costi la mano in questo modo, Volpe rende ancora più chiaro il fatto che lui stia solo cercando una scusa qualsiasi per continuare a farsi notare. Contento lui se pensa che una settimana di notorietà a tutti i costi facendo parlare di sè meriti persino l’impopolare figura di CACCA (la “cacca”, altro argomento che ha toccato nel profondo del cuore la sensibilità del povero Volpe) che sta facendo con queste sue sparate contro Jovanotti e Fiorello.

MA LA COSA CHE PIU’ DI TUTTE HO TROVATO RIDICOLA (e che mi ha dato il reale pretesto per scrivere ufficialmente su Pontilex, cosa che ultimamente non sto facendo spesso) è stata la seguente “caxxata” sparata da Volpe:

[da un editoriale di Bruno Volpe] “Fatti curare, ha detto.

L’ho fatto, perché a seguito di quelle parole, mi sono sentito male come da referto medico.

Le linee di Pontifex sono saltate per interventi di apologeti di Fiorello, con gravi danni.

Di tanto Fiorello dovrà rispondere, e ci sta un mezzo: saper chiedere scusa. Ma gli arroganti che credono di comandare in base agli indici di ascolto, non prestano orecchio.

Si credono invincibili, ma davanti a Dio nessuno lo è.”

Quando ho letto questa cosa sono scoppiato a ridere, nonostante il nervoso che dia leggere simili castronerie. Intanto è insopportabile questo vittimismo da bambino che finge di avere il mal di pancia per non andare a scuola: “mi sono sentito male come da referto medico” è una frase a dir poco ridicola, e mi stupisco che non si sia spinto fino al punto di pubblicare una copia del referto medico per far venire i sensi di colpa a Fiorello. Ma poi soprattutto mi viene da cogliere la profonda ironia del caso. Ma come? Bruno Volpe che si sente male perchè Fiorello, SENZA FARNE IL NOME, ha detto che il tale che ha scritto quelle cose (ed io aggiungo che sono cose vergognose da scrivere) gli ha consigliato con ironia (e si meritava ben altro che dell’ironia) di farsi vedere da uno psicologo? E Jovanotti come dovrebbe sentirsi leggendo queste parole piene di malignità di Volpe sul suo conto?

[da un editoriale di Bruno Volpe] “Ma dietro questa morte, esiste fortunatamente un lato positivo: la fine anticipata del tour di Jovanotti. Siamo felici che il menestrello rimanga a becco asciutto, senza esibire le sue blasfemie in tutta Italia.

Jovanotti è un cantante che ha vissuto, secondo alcuni, al di sopra delle sue reali possibilità e del suo valore, a parer nostro, meglio avrebbe fatto a rimanere un dj.

In pratica: non vale una cicca, ma è stato pompato dai soliti parrucconi del buonismo, solitamente di sinistra o anarchici, pronti a stracciarsi le vesti per la difesa della libertà ma … pronti a censurare, bestemmiare, minacciare e calunniare chi non la pensa nella loro triviale maniera.

Quello che assieme a Fiorello ha combinato in Tv, grida vendetta al cospetto di Dio e non saremmo affatto meravigliati se presto la giustizia divina si farà sentire sulla testa di Jovanotti e del suo amico di merende.

Solo in questo modo si potrà purificare degnamente la memoria del morto. Jovanotti, vergogna”

Sono queste le parole di Volpe che poi “si sente male” se Fiorello gli consiglia un buon psicologo. Ripeto, come dovrebbe allora sentirsi Jovanotti leggendo simili cattiverie senza ritegno?

Ma chi diavolo sei Volpe, che pensi di potere interpretare per tutti la volontà di Dio? Che addirittura metti in bocca a Dio presunte “punizioni” di cui solo tu riesci ad intendere la logica? Come ti permetti di pontificare altre presunte rappresaglie divine contro Jovanotti e Fiorello scrivendo “non saremmo affatto meravigliati se presto la giustizia divina si farà sentire sulla testa di Jovanotti e del suo amico di merende” ? Quando parli male di questo paese, hai ragione Volpe. Anch’io ne parlo male quando vedo che in questo paese le apologie al fascismo, alla violenza e al razzismo hanno carta bianca nonostante precise leggi che in teoria non dovrebbero consentirle dopo averle ben conosciute di persona. Così come anche io parlo male di questo paese quando vedo che cani e porci come te hanno il permesso di calunniare in modo così gratuito le persone, salvo poi querelarle quando provano a risponderti. Sono la prima persona che si schiera sempre dalla parte della libertà di espressione, ma ci sono casi in cui si esagera. Capisco bene le persone come Fiorello che hanno il buon gusto di ignorarti come il matto di turno in cerca di gloria e attenzione.

Però il problema è che, continuando ad ignorarlo, uno come Volpe può continuare a pensare di potere tirare la corda quanto gli pare. Ma di questo passo prima o poi qualcuno finirà con il querelare Volpe… e parlo di vera querela.

Qui di seguito riporto tutti gli articoli in cui Volpe ha parlato di Jovanotti e Fiorello, così che qualsiasi lettore possa vedere di persona.

CONCERTO DI JOVANOTTI: LA TRAGEDIA DI TRIESTE FACCIA RIFLETTERE

GLI SFRUTTATI DEI CONCERTI: A SINISTRA IN TV, NEGRIERI NEL PRIVATO E NEGLI AFFARI

RITA DALLA CHIESA PENSI AGLI ANIMALI. JOVANOTTI TRAGGA L’INSEGNAMENTO PER CONVERTIRSI. PIETA’ PER CASSERI

AVREBBERO ARRESTATO CRISTO PER MINACCIA. CASO PINNA: SI FACCIA LUCE. JOVANOTTI SIA PIU’ ATTENTO E SI FACCIA STRUMENTO DI DIO

CURARMI IO? SOLO LA CERVICALE, PER LA DROGA C’E’ TEMPO. LA “CACCA” PER FARE AUDIENCE, “ROBA DA MATTI”!

MORTE DI TRIESTE, CALA IL SILENZIO? FERMATO IL TURPE TOUR. LA GIUSTIZIA DIVINA SI FARA’ SENTIRE

PERCHE’ HO QUERELATO FIORELLO

A questi aggiungo anche questo, di natura del tutto incomprensibile (vengono chiamati in causa i gay e l’omosessualità, che mi chiedo cosa c’entrino) ma che sembra alludere allo stesso argomento

QUANDO GLI IGNORANTI SALGONO IN CATTEDRA. SARA’ GAY?

Da questo editoriale è possibile leggere

“Un signore che va in Tv, che pensa di aver ottenuto tutto dalla vita con alcune serate baciate dal pubblico (forse perché in concorrenza non vi era di meglio), mi ha invitato a farmi curare. Ciascuno guardi ai mali propri.

Anche io potrei obiettare che non ho rapporti con la cocaina, che delle somministrazioni di droga nei locali vip della Sardegna non ho neppure idea, che non ho fatto il cantante sulle navi e neppure ho deriso il segretario del Papa.

Chi attacca sfruttando il consenso popolare e la sua posizione di forza, è un uomo gretto e arrogante.

Non capisco, poi, per quale ragione sia montato in cattedra costui, essendo le mie considerazioni, ovvie, indirizzate a terzi.

Non ho spiegazioni plausibili, salvo che qualcuno sia caduto nell’omosessualità. E allora ci sarebbe da preoccuparsi, ovviamente per lui.

Bruno Volpe”

Qui Volpe sembra parlare di Fiorello, ma mi chiedo allora cosa c’entrino le presunte accuse di “droga”, o persino il dubbio di… omosessualità?? Vorrei ricordare a Volpe che Fiorello è regolarmente sposato con una bellissima moglie e che, come spesso accade, è più “tradizionale” la sua famiglia di quanto non lo sia quella di tanti presunti moralizzatori. Attento Volpe a non esagerare, altrimenti potrebbero saltare fuori i tuoi di scheletri nell’armadio, come anche di fegati appesi ai citofoni di qualche ragazza perseguitata di Bari…

Gianfranco Giampietro

_

Aggiornato il 18 dicembre 2011

PORTO FIORELLO ALLA COMMISSIONE DI VIGILANZA. CODA DI PAGLIA?

Continua senza pudore il volpotto a rincarare la dose per attirare l’attenzione di Fiorello, e scrive

“Ancorato alla “cadrega” della popolarità e favorito da antichi privilegi di casta, sin qui, Fiorello non ha risposto alle nostre domande che ogni giorno sino alla stanchezza, continueremo a rivolgergli. Quanto ha pagato la Rai per il suo invito a Benigni? Quanto è costato ai contribuenti italiani disperati e poveri, l’elogio della cacca? Attendiamo risposta? A che titolo suo fratello ha partecipato allo show? GLI ITALIANI CHE PAGANO IL CANONE E CHE NON ARRIVANO A FINE MESE VOGLIONO SAPERE. Forse costui ha la coda di Paglia, ma noi non ci stanchiamo. Non basta. Dopo la querela per diffamazione, seguiranno altre iniziative. La canzone di Benigni sulla cacca in diretta Tv era decisamente contraria alla pubblica decenza, perché usava un linguaggio scurrile e pedestre, non adatto alla tv, ma nemmeno alla pubblica via.” Bruno Volpe

Rispondo io… qualcosa alla Rai sarà pur costato lo spettacolo di Fiorello. Il varietà costa sempre qualcosa rispetto alla tv a buon mercato e a costo quasi zero offerta dai reality per riprendere con le telecamere quattro deficienti che litigano per ogni cavolata su un’isola “deserta” o in una comoda casa di Canale 5… però io ringrazio che si siano spesi un paio di euro in più per un pò del buon vecchio varietà di una volta. E se a Volpe scandalizza tanto “l’elogio della cacca”, a noi scandalizzano molto di più i suoi elogi del “Dio vendicatore”, sul razzismo, l’omofobia e l’antisemitismo. Quella sì che è vera “cacca”.

Gianfranco Giampietro

 

10 pensieri su “BRUNO VOLPE, GRANDE IPOCRITA

  1. AgnosticoAgnostico

    Per Volpe sarebbe calato il silenzio sulla vicenda di Trieste: peccato che proprio oggi il Corriere riportava di nove avvisi di garanzia per l’incidente (http://www.corriere.it/cronache/11_dicembre_16/jovanotti-palco-avvisi-garanzia_55ce14f0-27fe-11e1-a7fa-64ae577a90ab.shtml). Ovviamente Jovanotti e’ fuori discussione che Jovanotti sia penalmente e moralmente responsabile e mi auguro che il tour riprenda al piu’ presto…..per celebrare una persona non servono molte lacrime ma magari dedicargli un fantastico concerto a Trieste: The Show must go on.
    Secondo me Volpe ha fatto un passo mooooolto falso. Se ha veramente denunciato Fiorello si puo’ tranquillamente prendersi una denuncia per calunnia: basterebbe che Fiorello affermasse che non si stava riferendo a lui (d’altronde nomi non ne ha fatti) e Volpe si prenderebbe una denuncia per calunnia. Se invece non lo ha denunciato Fiorello potrebbe denunciarlo a sua volta per diffamazione. Insomma ora ha due vie d’uscita: o sperare che la sua denuncia vada in porto (molto improbabile) per non avere una denuncia per calunnia (in cui si procede d’ufficio) o – nel caso non l’abbia presentata – sperare nel buon cuore di Fiorello perche’ non lo denunci.
    Per il resto se aver cantato sulle navi da crociera (ma Fiorello lo ha fatto???) e’ una vergogna, cosa ne pensa Volpe di Berlusconi che cantava proprio sulle navi da crociera da giovane??

    Rispondi
  2. Marco Nettuno

    Ora il nostro non stalker di Murat dovrà anche querelare “Il Ruggito del Coniglio” che questa mattina ha parlato del suo sito di apologetica citandolo per nome e chiedendo l’intervento censorio dell’authority per l’imbecillità. I suoi orizzonti si stanno allargando a dismisura, non mi stupirei di vederlo presto (almeno quando gli finirà il domicilio coatto) in qualche talk show a “pontificare” in compagnia degli scienziati Gianni Meluzzi e Pinotto Bruno.
    Ribadisco però un’opinione già espressa: per me il Volpe sta tentando di costruirsi un paravento di semi-infermità mentale per quando dovranno giudicare il suo compaesano coetaneo molestatore e feticista.
    Avete presente Edward Norton in “Schegge di Paura”?

    Rispondi
  3. paopao

    Giagia: personalmente gli auguro che il suo dio cominci ad amarlo molto..ma proprio tanto tanto e cominci a premiarlo con ogni tipo di castighi.. ma solo per il suo bene, s´intende! ):D

    Rispondi
  4. adminadmin

    Modifico leggermente il tuo articolo. L’opera di citazione delle parole di Brunello ha portato all’interno del nostro sito un link alle pubblicità di cui Brunello farcisce ogni suo articolo (edintorni). Rimuovo il link… :D

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif