La donna..questo mostro!

 

Avevo cominciato allegramente a raccogliere il materiale per  una fantaintervista a Volpastren,

ma poi,

man mano che leggevo certe affermazioni mi sono sentita rivoltare lo stomaco..e mi é passata abbastanza la voglia di commentare.

 

La donna, come dovrebbe essere secondo Volpastren…

„La donna é, secondo la scrittura sottomessa all’ uomo (lo dice San Paolo..che é ordinatore ed architetto della famiglia e il suo ruolo biologico é quello di madre e sposa.“

Oppure….

…secondo Monsignor Vincenzo Franco, vescovo Emerito di Otranto (Mr. „Mussolini- non fu il male assoluto“)

La donna di oggi forse dovrebbe ispirarsi a lei (la Madonna)

” certo, ma purtroppo i tempi sono radicalmente cambiati e direi in peggio, con donne spesso ribelli nel nome di un femminismo esagerato, che pretende di cambiare il corso della natura e della storia.

Non lo dico io, ma San Paolo

La donna sia sottomessa al marito che rimane pur sempre il capo della famiglia non per capriccio, ma per rispetto di un ordine costituito. Queste cose, che non ho inventato io, ma sono nella scrittura, andrebbero ribadite con maggior fermezza,ma oggi spesso si sorvola per quieto vivere”.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/interviste/religiosi/4451-maria-modello-di-umilta-e-servizio-beata-e-santa-le-donne-siano-a-sua-immagine-sottomesse-ai-mariti-e-mai-ribelli-mussolini-non-fu-il-male-assoluto-omosessualita-indecente-sia-penalmente-rilevante

Passiamo all´8 Marzo, Festa della Donna …..

Pontifex non concorda per alcune semplici ragioni. Che senso ha protestare per rivendicare una cosa che la carta costituzionale riconosce da tempo? Ovvero, la parità tra uomo e donna. Abbiamo invece la sensazione che queste manifestazioni, che spesso si ridurranno a volgari sceneggiate anti governative e di idolatria del libertinaggio, dovrebbero lasciare il campo ad altra visione della donna.

Ora accade che nel giorno del Signore, quando la famiglia dovrebbe riunirsi attorno al desco, un manipolo di femministe da strapazzo, pretenda di sovvertire l’ ordine naturale delle cose.

Per quale ragione ?

In verità, queste signore ….. marciano non per la difesa della loro dignità ( nessuno le ha obbligate ad andare ad Arcore e se vero, ci sono andate con le proprie gambe), ma solo ed unicamente per dare una spallata al governo di Berlusconi che bene fa a resistere essendo stato eletto democraticamente dal popolo.

(Volpastren )

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net /index.php/editoriale/il-fatto/6732-

Volpastren, non ti va mai bene niente! Di cosa parliamo, allora?

 

Parliamo della condizione della donna. San Paolo dice che sia sottomessa

E Monsignor Vincenzo Franco, Vescovo Emerito di Otranto rincara …

„lui parlava con la visione di quei tempi e con la mentalità di allora, certo é che la donna deve rispettare il marito e riconoscerne la posizione di direzione e guida della famiglia comunque in una condotta di mutuo rispetto e collaborazione.

Anche la donna lavora e vuole essere riconosciuta e rispettata..

In quanto alla donna lavoratrice, oggi é diventata una esigenza, ma a causa di questo fenomeno spesso i figli crescono male .

Il lavoro alcune volte, é causa di tentazioni per le donne e qualcuna se le va a cercare volentieri”.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net /index.php/interviste/religiosi/4882

Come sarebbe a dire se le va a cercare? O meglio, che cosa si é  perso?

Monsignor Alfeo Giovanni Ducoli (Dulcolax) , arcivescovo emerito di Belluno – Feltre,

Oggi si é smarrito il valore della castità, della verginità, con un cedimento progressivo”.

Sai che perdita!!E quindi?

Ribadisco, la violenza non é legittima, ma esiste in casi come questi l’ attenuante della provocazione”.

Parliamo di violenza sulle donne:

” una cosa barbara. La donna merita ogni rispetto. Con la stessa sincerità va detto che alcune donne oggi vestono in modo indecente e scollacciato, mostrando in pubblico le loro forme sensuali. Questo può eccitare menti deboli o poco ordinate e spingerle ad atti di violenza.

 

Quindi, le donne dovrebbe chiedere il parere  di un  malato di mente prima di vestirsi, cosí avrebbero la garanzia  di non essere violentate .

Dunque se anche loro aiutassero con modi di vestire più castigati sarebbe bene. Alcune loro esibizioni in pubblico possono causare atti violenti ed istigare ed anche la loro attitudine é un attenuante, vi é provocazione, istigazione all’ atto violento. Gay e certe donne non sono stinchi di santo”.

http://www.pontifex.roma.it. .nyud.net /index.php/interviste/religiosi/4706-ingiusto-picchiare-i-gay-o-violentare-donne-ma-sia-gli-uni-e-che-le-altre-talvolta-provocano-i-gay-non-sono-stinchi-di-santo-la-decadenza-etica-si-chiama-edonismo-sessuale-godimento-sfrenato-materialismo-tornare-alla-difesa-dei-valori

Ehm no, come del resto nemmeno certi emeriti.

Tornando alle donne ed alla famosa attenuante, Volpastren, senti, che mi metto oggi? ):D

 

Continuiamo..anche Babinix ha le idee chiare sulla violenza sessuale, eccovi due vere perle:

Come la violenza sulle donne: certo, una cosa mostruosa e volgare. Ma alcune donne con il loro abbigliamento provocano ed eccitano gli uomini e forse se le cercano”.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net /index.php/interviste/religiosi/5098-la-trasfigurazione-del-signore-invita-alla-conversione-gesu-appare-nella-sua-divinita-e-incoraggia-gli-apostoli-avviliti-famiglia-cristiana-cerca-notorieta-in-un-periodo-di-crisi-gay-pestati-esecrabile-ma-qualche-volta-provocano

Che cosa pensa delle donne vestite succinte?: ” esistono tante sante donne migliori degli uomini, ma alcune oggi fanno carriera maggiormente con alcune parti del corpo che col cervello. Poi con alcuni abbigliamenti provocano e lo stupro, roba da animali, se lo tirano”.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net /index.php/interviste/religiosi/5124-le-sfilate-gay-provocano-come-vendola-non-gli-gioverebbe-camminare-di-notte-in-roma-alcune-donne-fanno-carriera-con-parti-del-corpo-e-non-con-la-testa-cristo-non-fu-messo-in-croce-dai-romani

Violenza sulle donne,  indovinate di chi é la colpa? Per Monsignor Arduino Bertoldo, Vescovo Emerito di Foligno,é evidente..

in caso di violenza sulle donne, la colpa é solo e sempre del bruto? (Volpastren)

All´infelice domanda di Volpastren l´altrettanto infelice Monsignor Arduino Bertoldo, Vescovo Emerito di Foligno risponde:

“premesso che la giustizia in casi del genere deve fare il suo corso e condannare il colpevole, va detto che alcune volte esiste una mancanza di prudenza anche da parte delle vittime”.

Quindi la colpa, secondo l´eccellentiSSimo Bertoldo é delle vittime?

“io non camminerei mai in un quartiere noto per le rapine con un collier di diamanti alle tre del mattino (anche perché sarebbe un pochettino imbarazzante e molto poco mascolino per un Emerito) salvo assumermi responsabilmente il rischio della rapina. Allo stesso modo chi accetta di correre questa evenienza …

… merita pietà se subisce violenza, ma in un certo senso ha peccato di prudenza.

Il peccato di prudenza, mai sentito..voi? Potrebbe essere l´imprudenza e non mi risulta che sia peccato…ma il nostro Mons. Continua imperterrito.

Ricordo, poi, che esistono delle attenuanti etiche”.

Quali?

“non mi riferisco a quelle del codice penale, ma a quelle della coscienza. Se una donna cammina in modo particolarmente sensuale o provocatorio, qualche responsabilità nell’evento la ha e voglio dire che dal punto di vista teologico anche tentare é peccato.

Dunque anche una donna che camminando o vestendosi in modo procace suscita reazioni eccessive o violente, pecca in tentazione”.

Donne, attente a come ci vestiamo e a come  camminiamo…i pontifeSSi hanno appena  introdotto il peccato  di provocazione!

http://www.pontifex.roma.it. nyud.net /index.php/interviste/religiosi/6212-donne-violentate-indurre-in-tentazione-e-peccato-molte-non-lo-ricordano-lateo-vive-una-esistenza-disperata-e-senza-futuro-pregare-per-loro

E´anche il  parere donna Cerbero-Assunta che ha parlato con Volpastren delle… conseguenze del libertinaggio:

” certo, mi dica lei, una ragazzina che si avventura tutta sola in un… parco di sera o si apparta con tre somali, ragionevolmente può aspettarsi di essere violentata e di avere un bambino e spesso queste gravidanze indesiderate sfociano in aborti. Se queste ragazze avessero maggiore responsabilità e le famiglie esercitassero controllo, molte di queste situazioni sarebbero contenute ed evitare e invece no.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net /index.php/interviste/politici/6873

Ehm, certo che l´Italia pullula di ragazzine che si appartano di notte nei parchi con tre somali per farsi violentare….

Le considerazioni di Volpastren? Non solo coi somali , anche coi sacerdoti modernisti che non vestono da sacerdoti.

A Napoli o dintorni, un prete é stato arrestato per presunta pedofilia ai danni di una quindicenne. Di per sé, se la notizia rispondesse al vero ( cioé se le accuse fossero provate) ,questo prete dovrebbe essere allontanato e di corsa, dal ministero sacerdotale.

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….(bla bla bla …i lati persi, quelli ritrovati …ed il peggio …)

Un altro lato, sfuggito: la candida quindicenne ha detto che ignorava la condizione del presunto pedofilo.

Ma non ha mai confessato di essere stata violentata o sedotta con raggiri particolari e pertanto un certo consenso ci dovrà essere anche stato.

E qui Volpastren esterna una natura particolarmente ripugnante, non solo verso le donne  ma anche verso le ragazzine violentate !

Tutto questo dimostra da un lato la condotta vergognosa del prete, sia sotto il profilo della pedofilia che del vestiario, e non vi sono se e ma che tangano, via le mele marce.

Ma per altro verso, denota la scarsa attenzione dei genitori verso i minorenni e che costoro tanto innocenti poi non lo sono.

Si badi, la ragazzina non ha detto non volevo: ma non sapevo che era un prete, ergo se non fosse stato un sacerdote, probabilmente non avrebbe fiatato.

Ergo..si consiglia caldamente  alle ragazze traumatizzate di misurare le parole, vuoi mai che ci sia un pontifeSSo in agguato pronto a scrivere in un blog le su fantasie malate ..

Ma tu sai quanto schifo mi fai Volpastren????

Per carità, nessuna deduzione nel caso specifico.

Giá, per caritá!!!

Ma talvolta dopo aver saputo che il presunto pedofilo era sacerdote, ecco la denuncia: la Chiesa, alla fine per evitare lo scandalo, paga sempre e bene.

Vescovi, state attenti a come vestono i vostri preti, genitori, vigilate sulle abitudini dei ragazzi e soprattutto, tante minorenni ormai sembrano donne o giocano a fare la donna, complice una Tv ormai sbracata e permissiva. Ecco la cloaca.

Tutta la cloaca …http://www.pontifex.roma.it.nyud.net /index.php/editoriale/il-fatto/4828

 

In Puglia  dopo anni di missione e apologetica pontifeSSa la situazione é completamente diversa…..vero  Volpastren?

Oggi, la Puglia é una specie di Paradiso abortista, terra nella quale ogni sorta di libertina che abbia contratto maternità per incoscienza o peggio ancora per colpa (molte giovinette invece di ritirarsi a casa presto o dedicarsi alla preghiera) vanno girando di notte in abiti …… succinti e chi ci rimette é la innocente creatura frutto di queste abitudini scellerate

Stesso discorso, tolto qualche etto, per quelle assurde femministe che si lamentano dello stupro (atto incivile e criminoso), ma fanno di tutto per cercarselo provocando con abbigliamento succinto. Tutto questo decadimento di costumi dipende ormai da una visione che ha eliminato il ruolo naturale della donna, ossia madre e regina del focolare e la ha messa al lavoro. Insomma, la Puglia tra aborti e un presidente omosessuale, ovvero incarnazione della più incivile aberrazione, una perversione contraria alla legge di Dio e degli uomini, sta scivolando a livello di autentico lager.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net /index.php/editoriale/il-fatto/6197

Quindi tutte in casa …ai fornelli!Ti piacerebbe Volpastren?

Si, del resto la donna ha un ruolo biologico.

Quale

Come afferma il vescovo Emerito di Senigallia, Monsignor  Oddo Fusi Pecce

“Il ruolo biologico della donna é quello di madre, sposa ed educatrice. Il lavoro é secondario, viene dopo”

……..bla, bla, bla.. …………………………

“Penso che nella crisi di valori attuale e nella emrgenza educativa che viviamo,molto abbia a vedere il fatto che la donna esce molto di casa, reclami una sfrenata indipendenza dal marito e vada a lavorare.

Si, sicuramente ..la donna esce molto e preferisce lavorare a pagamento piuttosto che fare da servetta al marito. Del resto oggigiorno poche possono permettersi di stare a casa …

Certamente il lavoro é importante, serve alla economia domenstica in situazioni di disagio, ma nella scala dei valori la maternità e la educazione, che sono ruoli tipici della donna, vengono prima e sono prevalenti”.

Vabbeh, perdonato, del resto un Monsignore non é pratico di bucato, spesa, pannolini e marmocchi…eppoi ha la perpetua che gli fa tutto!Peró sentirmi dare dei consigli da uno cosí..si insomma…mi gira eh?

Poi precisa: ” da questo punto di vista il femminismo esasperato ha creato danni e lo si vede nella scarsa educazione anche cristiana dei figli. La donna é biologicamente deputata al ruolo di madre che é quello primario ed una buoma madre educa i figli. Ora mi domando come possa svolgere quelli che sono i suoi doveri fondamentali andando a lavorare”. …

Come direbbe il saggio e pipistrelloso admin „deputata stiquassi!!“ ):D

Il nostro qualificatiSSimo intenditore di scale e valori prosegue imperterrito ….

…  ” io non dico che la donna non debba lavorare. Affermo che tra il ruolo di madre e focolare domenstico e il lavoro sia prevalente il primo. La missione anche biblica della donna é quella di angelo del focolare e se in famiglia la sua presenza é debole o dedica poco spazio ai doveri primari, i figli ne risentono. La miscela giusta sta nel contemperare la missione di educatrice e di moglie con quella di lavoratrice. In sostanza il lavoro non si trasformi mai in idolo o ricerca di libertà frenate o peggio ancora non assuma dimensioni prevalenti come spesso capita a donne spinte dall’ambizione smodata.

Queste trascurano il loro compito. I Vescovi hanno il dovere i parlare chiaro anche se impopolare di questi tempi dominati dal relativismo e dal secolarimo. Una volta quando la donna badava a quello che é la sua missione, faceva recitare le preghiere, accompagnava i bambini alla scuola e al catechismo tante storture non accadevano, bisogna riconoscerlo”.

Si,  sai che bello? E soprattutto appagante..tutto il giorno a sgobbare dietro i fornelli,  ed a far figli come una coniglia.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net /index.php/interviste/religiosi/3762

Casomai vi chiediate a questo punto quale sia  il prototipo di donna ideale per  i pontifeSSi……eccovelo!

A scelta, Santa Monica:

„….il contrario di tante donne di oggi che cercano ogni scusa per razzolare fuori quando il compito biologico della donna, oltre alla sottomissione al capo famiglia ,lo dice San Paolo, rimane …

… quello di accudire la casa e i figli nella vita cristiana. Le famiglie le cui donne sono dedite a pratiche diverse nella maggior dei casi vanno ad Escort. Monica ha pregato sempre senza interruzione ed anche nei momenti di dubbio ha creduto.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net /index.php/editoriale/il-fatto/5253

oppure

la Madonna…

Perché? Ma perché lo dice lo psichiatra…

Secondo Merluzzi la Madonna e´: ” ,il modello perfetto di amore e santità che segue a ruota il Figlio…

…la Madonna come Madre ….” certo, l’associazione è quella.

Ma nella Madonna ci sono anche molti dei lati femminili, della personalità della donna che ,rispetto all’uomo, sa maggiormente essere misericordiosa e compassionevole”.

Dipende dalla donna..eppoi non ci conterei troppo, soprattutto in questo mondo sopraffatto dal modernismo e relativismo…

Che cosa si può dire delle donne alle quali manca l’istinto del perdono e della carità … come alla sottoscritta?:

Meluzzi:” sono casi anomali. La donna generalmente tende a perdonare per istinto. Quelle che mantengono risentimenti e rancori, coloro le quali non sanno dimenticare i torti subiti ,spesso sono malate nell’animo”.

Malate nell´animo?? Ma chi? Ma cosa?

E tutto il bla bla „sull´attenuante della provocazione“ e della violenza esecrabile, condannabile e non legittima ma.. ??

Eppure le randellate su certi gropponi sono cosa buona e giusta…soprattutto se „se le sono cercate“..

l’emancipazione femminile,alcune volte esagerata e disordinata , può aver diluito la figura della mamma..(Meluzzi)

vero. (Volpastren)

….Verissimo!Lo ammetto, in  certi momenti sono diluitissima ed avrei tanta voglia di prendervi tutti a scarpate nel fondoschiena!

Sono lieto che la donna abbia raggiunto diritti ormai irrinunciabili e una effettiva situazione di parità con l’uomo, ma esistono delle esagerazioni che meritano esame”. (Meluzzi)

Di quali esagerazioni parla?(Volpastren) : ” del femminismo esagitato e scomposto.

In alternativa vi potrei  anche prendere a calcioni ordinati…

In nome di questo tipo di femminismo, sono stati compiuti atti assurdi e spesso inutili. Lo stesso rinunciare alla femminilità o alla maternità, rivendicando una mal intesa libertà sessuale, ha creato scompensi.

La donna per sua natura è portata alla maternità e il voler rinunciare deliberatamente non asseconda la sua indole”.

Oh non ti preoccupare , prendervi a scarpate nel fondo schiena asseconderebbe pienamente la mia indole.

http://www.pontifex.roma.it.nyud.net /index.php/interviste/vips/2293-m

Mi fermo qui, ma lo scempio continua e Volpastren e la sua cricca di apologeti pontifeSSi continueranno ad inquinare il web, spacciandosi per portavoci divini.

In realtá sono tutti dei falliti, sia umanamente che  spiritualmente ..dobbiamo davvero provare pietá per loro?

Io no!

Pao

 

 

41 pensieri su “La donna..questo mostro!

  1. adminadmin

    Leggere certune castronerie tutte assieme riesce nel difficile compito di farmi perdere il senso dell’orientamento… Un pipistrellaccio rosso privo di senso dell’orientamento è veramente un dramma!

    Pao … hai ragione: io non provo pietà. Neppure compassione.
    Tristezza, tanta tristezza!

    Rispondi
    1. paopao Autore articolo

      mi ci sono persa pure io admin..
      Ad un certo punto ho pure pensato di fare una puntata su Bari per andargli a dire in faccia quello che penso di lui e dove si puó mettere la sua morale e la sua apologetica…tanto sono incensurata.
      Dici che mi negano la condizionale? ):D

      Rispondi
      1. FSMosconiFSMosconi

        Waka Waka???! Orrore, sciagura, scongiuro e anatema per quella danza modernista e satanicomassonicogiudeoateoagnosticoscientisticosupercalifragilistichespilaridosa! Le donne devono cantare e solo cantare e unicamente nei cori Gregoriani delle antiche cattedrali durante le messe in latino!

        😉 😉 😉

        Rispondi
          1. FSMosconiFSMosconi

            Appunto quando ci vanno devono uscire solo col marito canonicamente sposato in chiesa e non devono vestirsi con gonne che non superino i 2 centimetri. Da terra. Ma soprattutto non devono chiedere al marito se vuole che cantino: loro DEVONO cantare… e guai se sgarra una nota sennò il marito, e con lui tutti gli ascoltatori di suddetta nota, è autorizzato a dargliele di santa ragione.

            😉 😉 😉

            OMFSM, non so se ridere o piangere…

  2. paopao Autore articolo

    niente, mica mi passa!!!
    Ripenso a quello che deve aver passato quella ragazzina 15enne e le morbose allusioni di quel p*****e,s******o,p**** d´a****o…e mi dimentico di essere una donna e di “tendere a perdonare per istinto”(meluzzi)
    ):<

    Rispondi
  3. Ale Cr

    “La donna generalmente tende a perdonare per istinto.” e chi non lo fa è malata?!

    La donna generalmente in passato aveva la tendenza non a perdonare, ma a fingere di non essere incazzata come una iena per evitare le botte e le torture dei piissimi mariti e preti.

    …. patetici idioti.

    Rispondi
    1. Oscar Wilde

      ragazze, vedetela così, per questi “ometti”, è come aver vissuto tutta la vita con la mamma, che cucinava, puliva, stirava e non si lamentava mai.
      Sono cresciuti così, e adeso ZAC, si ritrovano a convivere con una donna che della loro mamma non ha nulla! Questa nuova gli fa lavare i piatti, li costringe a SPAZZARE! e li obbliga pure a piegarsi i vestiti sulla sedia per bene!!
      poveri, io li capisco, si ritrovano spaesati e si chiedono “bè? come’è che funziona così adesso?? una volta mica era così che andava!!! che si siano ammalate?!?” 😀 😀

      Rispondi
      1. Ale CrAle Cr

        A dirla tutta, questi ometti si ritrovano tutti senza donne e con strani episodi di fegati e citofoni… la dice lunga…. al famoso V.B. di questa estate rode che la ragazza molestata abbia avuto il coraggio di denunciare un portatore di pene come lui!

        Rispondi
  4. paopao Autore articolo

    Beh,la maggior parte degli intervistati va in gonnella, (per caritá, per me ognuno a suo gusto!!)
    non é sposata, ma parla di famiglia, donne, ed educazione dei figli che non ha…(almeno, ufficialmente non dovrebbe).
    Eppoi dicono che i gay mirano all´estinzione della razza, da che pulpito!!.):D
    L´intervistata di sesso femminile é vedova,vive del “ricordo” ed ha fantasie ..pazzesche!
    L´intervistatore convive (forse) ed é SICURAMENTE astinente..(vuoi mica che faccia sesso prematrimonale, giammai!Il Magistero parla chiaro! );D..)
    Secondo me il piú furbo é lo psichiatra, istiga le donne a vivere secondo Tradizione ed il Magistero cosí, tra stress, frustrazione e sensi di colpa si beccano minimo minimo una bella nevrosi o diventano isteriche..et voilá, il lavoro é assicurato!!! ):D

    Rispondi
      1. paopao Autore articolo

        hai visto, o admin, come mi sono trattenuta ed autocensurata nonostante io sia anomala, malata nell´animo e ci sia la luna piena???
        ):)

        Rispondi
          1. paopao Autore articolo

            é non giusto e blasfemo per un pipistrello ululare alla luna, suscita reazioni eccessive o violente.Non lo dico io,lo dice mio cugino. La scrittura afferma che il pipistrello deve emettere suoni sobri, una via di mezzo tra lo squittire e lo stridire..nel dubbio, meglio ripiegare sul tradizionale GHGHGHGHGH ..
            ):D

          2. paopao Autore articolo

            Sento l´impellente bisogno di disegnare croci sui citofoni dei biologhi e abbandonare fegati davanti ai loro portoni…ahhh la luna

          3. paopao Autore articolo

            l ho sempre detto io!…Dietro alle lobbies massonicodeicideomosessualistiche si nasconde sempre un malefico pipistrello…):D
            Sono loro, i pipistrelli, la razza superiore che dominerá il mondo…:D

    1. adminadmin

      Intendevi dire che è molto probabile che il nostro amico Brunello possa conoscere B.V. (quello arrestato per stalking) visto che hanno la stessa età, vivono nello stesso quartiere e sono entrambi avvocati, vero? 😉

      Rispondi
  5. Uffa

    Giuro, volevo starmene buona buona e mostrare la mia superiorità genetica verso gli autori di quelle frasi deliranti evitando di lasciare un commento. Non ce la faccio, è più forte di me.

    Beati voi cari Pontilessi che vi limitate a provare tanta tristezza per questi soggetti, io provo odio. Ok, non perdono e sono anormale. Giuro che se mi capitasse in questo momento un prete davanti lo prenderei a calci in bocca. E con i miei cari anfibi con la punta di metallo.

    Paolo di Tarso era un povero pazzo isterico, idem con patate Agostino. Criminali, più che pazzi, sono quelli che ancora si appoggiano a queste tradizioni oscurantiste per tentare di fermare il cammino verso la parità assoluta tra sessi.
    Che poi i pretacci, quando parlano di ‘modelli femminili sbagliati imposti dalla televisione’ hanno anche in parte ragione: a me vedere una soubrette oca, che non sa dire due parole due, e che a condurre quel programma ci è arrivata solo perché ha allargato le gambe mi fa rivoltare lo stomaco dalla rabbia. Ma non perché ‘è peccato’ mostrare il proprio corpo, perché il VERO peccato sta nel non utilizzare la propria testa e la propria forza di carattere per raggiungere i propri scopi. E perché mi fa rabbia vedere che una donna, anziché usare la sua intelligenza, china il capo e si presta ad essere solo un giocattolo sessuale… perché è questo che ci inculcano, come velata contropartita della frase “la donna è moglie e madre”, al di fuori di questi due ruoli siamo solo dei buoni surrogati delle bambole gonfiabili. Umiliabili, sostituibili, ammazzabili, senza altro valore che quello che portiamo tra le gambe. Non esseri umani che hanno tutto il cavolo di diritto di dire/pensare/vestire/scopare/parlare/lavorare/vivere come e con chi più ci aggrada. Ecco dove porta la mentalità distorta cattolica.

    Per non parlare di quelle donne che non hanno la minima intenzione di avere figli. ABOMINIO! Care ragazze presenti qui su questo sito: provate un po’ a buttare lì, in mezzo a un discorso, una frase come: “a me i bambini non piacciono e non intendo avere figli.. non ho l’istinto materno”. Il minimo che faranno sarà guardarvi stralunati e dirvi: “non è possibile TUTTE LE DONNE CE L’HANNO”. Beh, e invece qualcuna non ce l’ha, chiaro? Non ha l’istinto del perdono e nemmeno quello materno. E neanche l’istinto a farsi rinchiudere in casa a farsi comandare a bacchetta dal un uomo. Provate a dire che pensate che la maggioranza delle donne sente questo ‘istinto’ a procreare solo perché, anche questo, le è stato inculcato per oltre due millenni. E guardate le loro reazioni. Anche quelle instillate da venti secoli di dominio pretesco.

    Quando poi dicono che le donne ‘se la cercano se vestono provocanti’ mi sale in gola il vomito. Quindi quella povera infelice signora quarantenne che una sera di tre anni fa a Roma rientrava dal lavoro ed è stata violentata di sicuro se l’è cercata e vestiva provocante, eh? Quindi le bambine in età prepuberale violentate da qualche cane pedofilo (magari in tonaca) erano provocanti e se la sono cercata? Auguro a tutti quelli che fanno un simile ragionamento di campare 100 anni: 99 a letto tra atroci dolori e uno sulle stampelle in povertà assoluta.

    E per quanto riguarda la festa della donna personalmente l’abolirei: aver trasformato un giorno di lutto per un gruppo di povere operaie morte bruciate in fabbrica in un’occasione per spennare alberi di mimose è francamente troppo. Ma d’altra parte fa comodo, cosi il vero significato di questo giorno si perderà in una marea di cavolate e sarà meno pericoloso per tanti poteri. Soprattutto per quelli misogini.

    Scusate lo sfogo e gli errori sintattici, mi rodeva troppo per stare lì a correggere ogni riga.

    Rispondi
    1. Oscar Wilde

      Sanguigna, impulsiva, senza pietà, onesta, severa ma giusta!
      Condivido ogni virgola!

      Se posso permettermi, hai più palle tu di certi uomini che conosco 😀

      Rispondi
      1. Uffa

        E ci credo! Tutte palle di prete originali, strappate via da me medesima in persona 😀 Le riutilizzo come simpatici portachiavi 😀

        Rispondi
        1. paopao Autore articolo

          La violenza indiscriminata non mi piace! ):I
          Su pontilex ci leggono anche preti e frati magari anche suore..insomma anche cattolici praticanti. Si puó essere o meno daccordo sul loro stile di vita, ma vanno rispettati.
          Il fatto di portare una tonaca o un velo non ne fa automaticamente dei nemici,…altrimenti in cosa ci distingueremmo dai pontifeSSi?

          Rispondi
          1. Uffa

            No, mi spiace. Non sono d’accordo. Non vedo perché dobbiamo essere sempre noi atei a porgere l’altra guancia, visto che loro non ci rispettano proprio per nulla. A me stanno sulle scatole tutti, preti e suore, arcivescovi e imam, papi e rabbini. Certo, se li incrocio per strada non è che gli sparo, mi limito a girare la testa dall’altra parte e mandarli mentalmente affanbagno 😀 Sarei ipocrita come loro se affermassi il contrario. Ecco, in quanto a ipocrisia non ci tengo per nulla ad assomigliargli 😀

          2. adminadmin

            Uffa non credo che Pao intendesse “proibire” in qualche modo questo tuo odio. Manifestava semplicemente una diversa opinione (che per altro condivido, conoscendo personalmente persone “di Chiesa” splendide, indipendentemente appunto dalla loro fede). Insomma voleva solo manifestare un certo disagio nel condannare -a priori- uno sconosciuto solo perchè credente. 🙂

            In sintesi: non sono tutti come eSSi. 😆

          3. paopao Autore articolo

            Giusto admin, non proibisco nulla a nessuno, figurati!

            Uffa: non sono atea, non porgo l´altra guancia e non mi piace la violenza gratuita..da parte di nessuno.
            Mi piace distinguere e distinguermi dagli estremisti, dai fanatici e sopratutto dagli “eSSi”, uguale se atei o credenti, politici o no.
            Come dice admin, ci sono persone religiose meravigliose,posso condividere o no le loro opinioni ma queste persone meritano rispetto e non per il fatto di indossare una tonaca o una divisa devono essere discriminate a priori.
            Che tu sia daccordo o meno mi lascia indifferente.

    2. paopao Autore articolo

      Uffa:oh, non ti preoccupare, questo sito pullula di donne che non hanno il perdono facile, sono “anomale” e di fronte a certe stronzate hanno un istinto “violento”!
      Sono pontilexa ma é raro che io provi tristezza…. ):D
      benvenuta!

      Rispondi
    3. Caffe

      Io che sono prolisso come Pannella ( a cui voglio bene, sia chiaro), sottoscrivo totalmente quello che scrivi senza aggiungere nulla se non che, a volte, ci sentiamo soli, solo perché poche bestie rognose fanno tanto più rumore di tanta gente ostinatamente, coraggiosamente civile. Non gliela daremo vinta.

      Rispondi

Rispondi