Is CdP back? Si prepara il ritorno?

Attapirato dal pontifesso sito, un profondo senso di noia, prossimo alla depressione, mi ha colto. Poche e confuse notizie su Volpe, ancor meno su CdP. La morbosa attenzione rivolta a Fox in questi ultimi giorni credo mi abbia colpevolmente fatto smarrire parte di una degna Tradizione centrata sulla figura dell’amato Carletto.

Dopo la sparizione da Pontifex se ne erano perse le tracce. Ho temuto il peggio quando anche dal sito di MSMS era sparito: erano i giorni nel deserto della Rete di CdP.

Oggi con commozione scopro che la pagina di Carletto su MSMS è stata aggiornata! Una tenue speranza mi pervade: è il prologo di una nuova era? Per ora mi accontento e scopro nuove e interessanti informazioni su una vita piena di successi, ma anche di momenti difficili.

Nonostante un diploma in ragioneria con il massimo dei voti, il talento di CdP si deve essere perso negli studi universitari (studente in legge, poi di nuovo studente universitario in informatica tra Urbino e Potenza) dove risulta non pervenuto, come purtroppo capita a molti ragazzi italiani che intraprendono gli studi superiori. Tuttavia ha “frequentato numerosi corsi di specializzazione in informatica” (Accendere il pc 1, Tecnica e metodi di puntamento del mouse, The Blue Screen of Death Recovery, Ubuntu for Dummies come autodidatta) che gli hanno consentito di diventare un eclettico cattolico della Rete:

“Ha iniziato a lavorare come consulente aziendale, specializzandosi in pubbliche relazioni, consulenze artistiche, gestione di patrimonio e risorse umane ed organizzazione eventi. Ha frequentato numerosi corsi di specializzazione in informatica ed in formazione alla politica, dividendosi fra studio, lavoro e volontariato per circa 8 anni.Nel 2001, […]ha insegnato informatica per 2 anni presso istituti privati ed enti di formazione, ha lavorato come manager d’azienda per altri 2 anni presso la più importante realtà imprenditoriale lucana ed ha acquisito, nel contempo, numerose specializzazioni in web management, assemblaggi hardware e gestione informatica aziendale.”

Facendo due conti, a 17 anni Cdp va a Urbino e si iscrive a Legge e in 8 anni (corso quadriennale del vecchio ordinamento) non esce dalla trappola universitaria italiana, ma diventa uno stimato consulente aziendale diviso tra le viti del cabinet di un pc e la gestione di un grande evento.

Infine l’incontro con Stanzione di cui sappiamo tutto.

Unico particolare: la nuova biografia di CdP non contiene alcun riferimento al quel gran successo di sito che fu Pontifex.

CDP! COME HAI POTUTO DIMENTICARTENE!!!!

22 pensieri su “Is CdP back? Si prepara il ritorno?

  1. Francesco t

    È ovvio : se affermasse di avere a che fare con pontifex una potente lobby ebraicogiudaicomassonicateomosessualista lo censurerebbe e andrebbe a tagliargli i fili del telefono per impedirgli di comnettersi !

    Rispondi
      1. diego

        ma da veri nazionalisti italiani… Saya non mi sembra un nome nostrano, bisognerebbe fare un attento esame genetico su di lui… non vorrei fosse uno sporco sub-italiano!!!

        Rispondi
        1. Gianfranco Giampietro

          In realtà è un Super Sayan (o Saiyan) infiltrato, o comunque più o meno deve essere tra una delle sue convinzioni 😆

          Rispondi
    1. giuxgiux

      seppia come al solito off-topic, per di più prima di scrivere qualsiasi cosa ricordati che appartieni alla categoria degli idioti, quindi meno scrivi meno danni fai.

      Rispondi
  2. diego

    ma… non c’è scritto che ha scritto numerosi articoli perfettamente aderenti al naz… emh dottrina cattolica sul sito pontifesso!!!! e neanche che collabora con le ferramente della sua zona!!! Per non parlare delle sue conoscenze altolocate!

    Rispondi
    1. giuxgiux

      grande:)
      cmq il tipo a volte non sa neppure qualè il verso giusto in cui si tiene la bandiera… ma cè chi gli ha dato fraterno aiuto:

      Rispondi
  3. paopao

    Davide: come hai potuto scordarti della specializzazione in videogames ” Atari” su cui Calim..ehm Cidippinen s´ é applicato sin dagli anni “70?
    Poi per forza che poi non torna..):D

    Rispondi
  4. adminadmin

    Sono imbarazzato.

    Pochi giorni di assenza ed il caro Carletto pensa di mettere mano alla sua biografia. Dimenticando parecchie esperienze qualificanti che contraddistinguono il suo operato.
    Sicuramente si tratta di una svista.

    Vi invito tutti quanti a segnalare ai suoi indirizzi email (facilmente recuperabili anche grazie ai suoi contributi qui su Pontilex) richieste affinchè la sua pagina venga aggiornata per comprendere anche la succulenta parentesi Pontifessa.
    Curioso non si faccia menzione del suo bel sito di cui tanto si vantava. Verrebbe quasi da pensare che stia solo cercando di rifarsi una verginità dopo le corbellerie che ha combinato con quel sito. Ma ovviamente solo una persona maliziosa potrebbe pensare queste cose. Noi propendiamo per una evidente svista. Certo, è strano che non menzioni l’unica ragione per cui l’universo mondo si occupa della sua insignificante personcina: il sito Pontifesso.

    Mi tocca osservare altre sviste: la sua infanzia è circoscritta a poche parole. Trascurando i suoi rapporti con Danilo Restivo oltre che tutte le matte arrampicate sui pali della luce di colore blu (tipici di Potenza, come abbiamo avuto modo di apprendere).

    Dopo aver letto la sua autobiografia trovo confermata la teoria secondo cui non è importante quello che hai fatto, quanto il modo in cui descrivi quello che hai fatto. E chi ha aiutato CdP a descrivere il suo operato è davvero un genio.

    ** aggiornato dopo il tip di AlbertoB **

    Rispondi
    1. AlbertoBAlbertoB

      * Danilo 😉

      A me fa morire quando dice “si è trasferito dal nord-Italia”… povero piccolo provincialotto e borgataro , partito da Potenza con la valigia di cartone si aspettava che gli chiedessero il passaporto arrivati alla barriera di Milano?
      Non gli avevano spiegato che il “nord-Italia” fa ancora parte dell’Europa e che la lingua corrente era ancora l’italiano?
      Meglio che sia tornato al paesello , nel “sud-Italia” , a badare alle capre… chè qui nel “nord-Italia” c’abbiamo tutti la rogna.
      LOL!

      Rispondi
      1. adminadmin

        Grazie per Danilo… E per quanto riguarda le capre… No, al massimo badava ai suoi preziosi cani che venivano regolarmente uccisi e violentati dai criminali ispirati dal vecchio gruppo su Facebook… Caspita! 🙂

        Rispondi
    1. adminadmin

      Tratto da un diverso articolo sullo stesso argomento…

      Per ora Panda è un algoritmo che viaggia nella Rete ed immagazzina questi elementi quasi aritmetici, ma è già qualcosa di importante contro quei siti che usano un po’ troppo il prodotto degli altri tramite il famoso “copia ed incolla” e non creano niente di loro spontanea volontà.

      ROTFLMAO Il sito Pontifesso ne sarebbe uscito davvero malconcio 😉

      http://www.iljournal.it/2011/kung-fu-google/256719

      Rispondi
    1. AlbertoBAlbertoB

      Questo che si nasconde dietro il nickname “Pontifex” è un idiota come ce ne sono pochi in giro…
      “E’ in vacanza ed è un mese che non lo sentiamo e se anche fosse ecc. ecc.”

      Allora , o dici una cosa e ne sei sicuro o ne dici un’altra e ne sei sicuro oppure stai zitto e fai più bella figura. Ha detto tutto e il contrario di tutto : che è in vacanza , che non lo sente da un mese (consideriamo anche il fatto che questo “Pontifex” con Volpe e Di Pietro non ha un cazzo da spartire se non il fatto di aver creato una pagina FB non ufficiale) e che è in galera.

      Fate un po’ voi se si può dare retta a un deficiente di questo calibro…

      Rispondi

Rispondi