Il Mago Stanzione

Nell’infinito contenitore destinato a raccogliere le demenzialità pontifesse, già messo sotto stress dai mille articoli sul presunto concerto satanico, oggi si aggiunge anche Harry Potter.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/consacrati/8378-rovinati-da-harry-potter

La reprimenda era già uscita qualche tempo fa per bocca del lucido Padre Amorth, ma l’anatema ufficiale è lanciato niente di meno che dalla massima autorità pontifessa: mago Stanzione.

“Il noto esorcista, il sacerdote paolino don Gabriele Amorth, ha affermato che i libri di Harry Potter potrebbero avere una cattiva influenza su alcuni bambini, spingendoli ad un interesse morboso verso l’occulto. Se vogliamo veramente aiutare i bambini ed i ragazzi contro i libri avvelenati dall’occultismo.

A parte l’uso improprio della lingua italiana (periodo ipotetico senza conseguenza: questo sì che è un danno certo per i milioni di bambini che leggono Pontifex), perchè non dovremmo riscontrare un pericolo di impennata delle vendite della scatola di trucchi del Mago Silvan?

D’altra parte la stessa Bibbia è piena di riferimenti di condanna delle pratiche magiche, il problema è che Harry Potter è un libro di fantasia, non è un libro di occultismo mascherato da libro per bimbi. Se le persone lo comprano, non vuol dire automaticamente che viviamo in un mondo di posseduti non illuminati dalla luce….di Mago Stanzione.

Ma se togliamo Harry Potter, i bambini di cosa dovrebbero nutrire la loro fantasia?

<<dare largo spazio alla Sacra Scrittura, alle biografie dei santi che ci mostrano il volto meraviglioso di Dio, infinitamente più vero, bello ed affascinante dei sortilegi e dei prodigi che sa compiere il demonio per condurre alla dannazione eterna.>>

Diamo loro in pasto le vite dei santi e magari un bel libro sugli angeli: quelli sì che sono contenuti stimolanti. Ma se dessi da leggere la vita del beato Giovanni Paolo II? Qualche controindicazione? O forse i Pontifessi vorrebbero di nuovo l’indice dei libri proibiti, abolito da Paolo VI con al Notificazione “Post Litteras apostolicas”,  che affidando alla libera responsabilità del “cristiano adulto” la decisione delle letture sue e dei suoi figli, ha portato nella Chiesa ogni eresia? L’abolizione dell’indice ha avuto anche l’effetto contrario:abbondano i teologi, veri dottoruncoli improvvisati. Ognuno si sente “autorizzato” e tanto bravo da spararle grosse.

Ma il mago Stanzione, turbato dalla lettura di Harry Potter, ha elaborato un pensiero “contro ogni forma di adorazione del male” di cui la magia è chiaramente manifestazione.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/consacrati/8375-contro-ogni-forma-di-adorazione-del-male

L’articolo più o meno si condensa così:

Il diavolo esiste, ma Dio è più forte. Se c’è il male nel mondo è perchè l’uomo è peccatore e lascia la porta aperta a Satana. Satana è anche funzionale a Dio perchè l’uomo cade in tentazione in un percorso di salvezza, accorgendosi della sua fragilità e riconoscendo il demonio, si rafforza nella preghiera e aumenta le sue “chance” di salvarsi. Meno male che c’è l’esorcismo che ogni tanto fa secco qualche demonio e peccato che non se ne facciano di più  (Sono bravo, vero? Ho fatto la prima comunione, la cresima e sono andato a scuola dai preti).

Alla luce di una mente che non conoscesse nulla delle pratiche cattoliche, l’esorcismo è…una pratica magica effettuata per nome e per conto da una ipotetica entità divina. E’ magia conto terzi contro un angelo decaduto e con particolari poteri seduttivi la cui esistenza è certificata dal fatto che non si è proni davanti alla Madre Chiesa.

Adesso….io ho due figli in età prescolare. La sera raccontiamo loro molte storie…siamo un pò tradizionalisti…cappuccetto rosso, ma anche favole eretiche e demoniache come Hansel e Gretel nella quale c’è una strega (!!!) cannibale e infanticida che vive in una casa di marzapane scaduto.

Mi chiedo se non sia più costruttivo raccontare, prima di andare a letto, qualche storia di esorcismo ai miei bambini in modo che capiscano da subito quanto seduttore possa essere Satana.

PS: Perchè Mago Stanzione? Perchè uno che ammette l’esistenza della stregoneria e della magia nera, vede e parla con gli angeli, sente le voci di un secondo io come lo dovrei chiamare… Otelma?

8 pensieri su “Il Mago Stanzione

  1. S_RafS_Raffaele

    Magari far vedere loro direttamente l’Esorcista in versione integrale, sicuramente Pontifex approved…in alternativa per compiacere il mago Stanzione suggerire film tipo L’Ultima Profezia, Constantine e The Legion 😀

    Rispondi
  2. virginia Lalli

    L’autore dell’articolo ha scritto “Il diavolo esiste, ma Dio è più forte. Se c’è il male nel mondo è perchè l’uomo è peccatore e lascia la porta aperta a Satana. Satana è anche funzionale a Dio perchè l’uomo cade in tentazione in un percorso di salvezza, accorgendosi della sua fragilità e riconoscendo il demonio, si rafforza nella preghiera e aumenta le sue “chance” di salvarsi. Meno male che c’è l’esorcismo che ogni tanto fa secco qualche demonio e peccato che non se ne facciano di più (Sono bravo, vero? Ho fatto la prima comunione, la cresima e sono andato a scuola dai preti)”.
    BRAVO, non sei lontano dall’avere capito il Regno di Dio. Aggiungici allora Vangelo di S.Luca: cap.12.47 “Se un servo sa quel che il suo padrone vuole, ma non lo esegue con prontezza, sarà punito severamente”.

    Rispondi
    1. adminadmin

      Virginia pensavo proprio a te… Guarda, guarda con quanto amore rispondono gli amici Pontifessi alla tua segnalazione dell’evento di Livorno!

      http://www.gionata.org/eventi/segnalazioni/8-luglio-2011-a-livorno-opus-gay.-la-chiesa-cattolica-e-le-persone-omosessuali.html

      Guarda il livore con cui si scagliano contro l’evento. Guarda l’astio che pervade i loro pensieri. Guarda l’odio profondo che alberga nei loro cuori!
      Ed ora dimmi: loro manifestano il volto della Chiesa?

      http://www.pontifex.roma.it.nyud.net/index.php/editoriale/il-fatto/8393-8-luglio-a-livorno-incontro-qopus-gayq-il-papa-mandi-le-guardie-svizzere-ad-arrestare-i-qpretiq-collusi-con-la-mafia-gay

      Rispondi
    2. Davide Autore articolo

      Piccolo problema: io non ho un padrone e se pensi che il tuo padrone sia anche il mio sulla base delle tue credenze, allora è un problema tutto tuo. (Tranquilla già so quello che corre nella tua testolina: superbo, non teme Dio, vittima di Satana e del peccato, converiti o sarai dannato in eterono. Adoro l’abuso di potere di certe interpretazioni del cattolicesimo)

      Conoscere, non vuol dire praticare.
      Sapere non vuol dire che riconosco come vere le parole di un testo scritto 2.000 anni fa condito di superstizioni, che fa della vita un percorso ad ostacoli tra le tentazioni, che esalta le mortificazioni sotto lo spettro delle punizioni e proclama la gioia di amare un amico immaginario. Perchè se il risultato è quello di diventare un bigotto invasato come Carletto o Brunello, allora preferisco che Dio voglia la fine del mondo.

      La mia più grande vittoria è l’essere uscito dal cortile dell’oratorio che frequentavo, che mi ha riempito la testa di storie basate su “credenze” elevate al rango di fede.
      La Chiesa teme chi si ribella e condanna chi usa la propria testa promettendogli l’inferno dei disobbedienti e la compagnia di Satana per il resto della tua vita. Questi discorsi potevano funzionare in altri tempi. La Chiesa teme il libero pensiero perchè più fecondo, più vario delle superstizioni scritte nella Bibbia.

      Parlavo proprio ieri sera con un mio carissimo amico musulmano algerino.
      A scanso di equivoci per qualche deviato, l’amico in questione è un ingegnere elettronico, conosce mezzo mondo e parla 5 lingue tra cui l’Italiano che scrive meglio di Brunello.
      Ragionavamo su alcuni fondamenti delle due principali religioni monoteiste: lui è un moderato, io sono uno scettico, ma ho studiato dai preti ed ho frequentato l’oratorio come tanti.
      Mi sono fatto una piccola cultura, quella che manca al pontifesso di turno.

      Rispondi

Rispondi