SPIEGATEMELO

chiedo un illuminazione , un qualcosa, un segno da parte vostra.

mi son dilettato ultimamente a commentare su pontifex(lo so mi faccio male da solo) , con NOME E COGNOME(e perfino sito, così non si può dire che sono “anonimo”), e nel rispetto altrui.

ora, parlando di uno dei recenti articoletti che riguardano il sindaco del pdl che si è messo in testa di associare l omosessualità a squilibri ormonali…..non comprendo la moderazione al mio commento , che esaminerò qui sotto:

francesco tessadri

+1
il sindaco ha paura non solo perchè ha detto una cosa falsa e faziosa, associando l omosessualità a “squilibri ormonali”(!?) , e associando i gay a uomini che producono estrogeni (pertanto femminilizzati da tale difetto) ,e le lesbiche a donne che producono testosterone(idem). la sua paura maggiore ora non deve essere una qualsivoglia lobby gay ateamassonica, ma il suo stesso ordine dei medici e perfino i suoi “clienti”.
un medico che ignora dei concetti base per la laurea di cui si fa portatore, rischia molto professionalmen te, e non a causa di fantomatiche lobby, ma a causa del codice che sottoscrive e dell ordine di cui fa parte.
del resto, non risulta a nessuno che gay e lesbiche abbiano difetti ormonali, men che meno a causa del loro orientamento sessuale.. mentre è risaputo, scientificament e che chi ha difetti ormonali non è necessariamente gay o lesbica, poichè gli ormoni non cambiano orientamento sessuale. se no come si spiegherebbero le donne o gli uomini che cambiano sesso, assumendo l ormone del sesso opposto, e che hanno il loro orientamento sessuale immutato? suvvia, siamo seri…..

i pontifessi moderano dicendo che:
Il tuo punto di vista è, a nostro avviso, fazioso e non aderente alla Dottrina Cattolica ed alla legge naturale voluta da Dio.

ora, vorrei avere speigazioni.

dov è che la dottrina cattolica e la legge naturale mettono in dubbio quanto ho scritto?
la dottrina cattolica non ha mai mai mai MAI parlato di “disfunzioni ormonali”. la legge naturale men che meno, visto che le disfunzioni ormonali provocano cambiamenti comportamentali e fisici , ma NON  un altro orientamento sessuale. se fosse vero sarebbe lampante da ormai mezzo secolo e damolti esami del sangue.
quindi, dov è che io dico qualcosa di contrario alla dottrina o alla natura, se la stessa dottrina nulla afferma di quanto riportato(e nemmeno lo supporta, ma anzi afferma tutt altro, non classificando l omosessualità come malattia) e se la stessa natura mi è testimone che dico il vero?
orsù, c è da dire che questo è il commento alquanto tipico di chi davvero non sa come difendere l indifendibile.
come disse un saggio ragazzo gay : fonti? a che servono le fonti?se gli da ragione contro i gay, allora deve per forza esser vero!
ehhh pontifessi pontifessi…. nello sport di arrampicata sugli specchi sareste da medaglia olimpionica.
che dite, ora mi banneranno così che non possa più commentare? o forse mi dedicheranno un articolo ? uh oh, beh , metto le mani avanti allora :
DIFFIDO  PONTIFEX  DALL  USARE IL MIO NOME E CONGNOME, COSì COME ALTRI MIEI DATI SENSIBILI(MAIL,SITI PERSONALI,INFORMAZIONI RIGUARDANTI LA MIA SFERA PRIVATA), SENZA LA MIA DIRETTA AUTORIZZAZIONE E SENZA CHE IO NE VENGA INFORMATO.
è così che funziona, mi pare, no?

156 pensieri su “SPIEGATEMELO

  1. paopao

    Francesco: eccoti il segno + l´illuminazione..(devi essere un´anima pura!)

    Vedi, i pontifeSSi non sono affatto interessati ad un dialogo; eSSi vogliono solo:
    1) che li leggi;
    2) che li approvi;
    3) che li adori (soprattutto Strazy e Volpastren. A Cidippino invece piace piú far da zerbino)
    4) che compri i loro assurdi libri.

    E´tutto. Siccome sono matti da legare, non vanno presi sul serio.
    Niente di ció che proviene dal sito pontifeSSo é cristiano, segue una logica, ti fa crescere o é utile, tranne che per vincere la stitichezza!Insomma sono un po´gli E.coli della rete…ecco.

    Rispondi
          1. Sandro Storri

            Come non li ha puniti? e dove mettiamo il terremoto e lo tsunami? De Mattei, di sicuro galantuomo, ha detto questa verita’ scomoda.

            Dio ha punito i giapponesi con lo tsunami. Dopotutto il popolo del sol levante e’ notoriamente comunista, oltre che omosessualista, eretico, ebreo, immigrato clandestino, oltre che massone.

          2. AlbertoBAlbertoB

            Io provo un vivo e sano odio verso Deotto. E’ incredibile come quest’ometto riesca a esprimere una tale quantità di immondizia ideologica… e lo fa in modo copioso. E questi (al plurale perchè come Deotto ce ne sono parecchi) si definiscono Cristiani. Teocrati di stocazzo , ecco cosa sono. Evangelizzatevi questo! (sto mostrando il dito medio al monitor :D)

          3. diego

            ma su alcune cose ha ragione.. per esempio che a forza di dir balle qualcuno ci crede… e loro ne dicono di balle… poche ma in continuazione!

    1. Oscar Wilde

      1) che li leggi;
      mi permetto di dissentire, secondo me non gli interessa che tu li legga, purchè rispetti gli altri tre punti da te elencati pao.
      Può loro interessare che tu clicchi link alle loro pagine dimostrando così che hanno millemillamilioni di connessioni tutti i giorni, così da potersi lavare la bocca dicendo che il loro patetico sito sia visitatissimo!
      A parte questo, finchè dai loro ragione & soldi, che tu li legga o meno secondo me non gli fa nè caldo nè freddo.
      Può darsi che a loro interessi che qualcuno legga le loro cavolate se questo serve a convertirlo (il termine calza perfettamente), ma se si è giò dei “convertiti” non c’è bisogno di leggere, perchè i convertiti già credono, obbediscono (e combattono!). 🙂

      Rispondi
      1. pao

        Oscaruccio…ma se non li leggi…mi dici come cafolen fai ….a dargli ragione? ):D
        Semmai non gli interessa cosa scrivono!

        Marco Uras: ok, non sei un fakes ma un vero pontifeSSo (4!)..la vita a volte é crudele!
        Scusami se non ti ho considerato e nemmeno fido&strazio, siete troppo sporadici.

        Rispondi
          1. paopao

            non so ma potremmo organizzarlo a Roma ..cosí risparmiamo a Babby il lavoro doppio di “purificazione delle strade” dopo il Gay Pride (lo ha affermato in una delle fantainterviste di Volpastren) ):D

          2. S_Raffaele

            Là Lessi là lessi…ma il nostro caro pensionato entra pensare a qualcosa in aggiunta dato che tra poco apre il satanico erotico gay village qui a roma 🙂

          3. paopao

            Vedo giá i titoli su pontifeSS:

            “Siamo alla frutta! Villaggio gayista a Roma, un trucco degli omosessualistici figli del demonio per estinguere la razza umana annegandola nel vizio, un abominio che urla vendetta al cospetto di Dio!
            Sicuramente un´idea partorita dalla mente blasfemica di Vendola. Lady Gaga vada a ballare in Uzbekistan e si copra! No prevalebunt!”

    2. Giordano

      Caro Pao,
      i libri che CERCANO di vendere credo che non vadano bene neppure come carta igienica, quanto ad approvarli mi viene difficile se non impossibile. Figurati adorarli!!!! Ho provato a farmi sentire proprio su pontifeSS commentando l’ultimo libro di Cidippino (vai a vedere) o in risposta al cartone animato Paul, ma è inutile cercare di farli ragionare perchè hanno il cervello di un branco di galline (senza offesa per il pollame)…….

      Rispondi
        1. Giordano

          Certo Pao, trovo che però alla lunga si possano anche rivelare “pericolosi”. Tu e io usiamo la testa, ragioniamo e credo possiamo discernere e provare a capire quello che dicono, ma menti un po’ “deboli” potrebbero interpretare e magari mettere in pratica le deliranti cazzate che scrivono. E questo è preoccupante.

          Rispondi
          1. paopao

            Giordano: beh lo fanno con almeno tre quarti dell´Umanitá, tutti i giorni…é normale, sono stressati, hanno un Dio isterico e psiconeurotico…come sgarrano KA-BUMM gli arriva il quick castigo!

  2. Sandro Storri

    Francesco ti do un consiglio, se lo accetti.

    Se scrivi su pontifex non farlo rivolgendoti ai suoi autori/gestori/editori. e’ una battaglia persa in partenza. quelli non vogloiono capire, punto. non gli interessa cosa pensi tu, se cio’ che dicono e scrivono e’ un reato, e’ contro la chiesa e contro l’umanita’. a quelli interessa solo vomitare il loro odio contro tutti quelli che non la pensano come loro.

    A questo punto perche’ scrivere interventi su pontifex? per tentare, almeno, di far ragionare gli altri, quelli che lo leggono. ovviamente certi come “fides et ratio” o come “marco uras” non li potrai mai aiutare (anche perche’ sono dei fake conclamati). ma altri si. percio’, usando tatto e discrezione, cerca di rivolgerti ai lettori di pontifex. tanto con gli autori hai perso in partenza poiche non c’e’ peggior sordo di chi non vuol sentire.

    Rispondi
    1. pao

      ma Sandro..i pontifeSSi reali sono 3 …il resto sono fakes, risultato di personalitá multiple con nicks fasulli.. gli unici,veri lettori di PontifeX siamo noi..ahahhhahahahahah ):D

      Rispondi
    2. francesco t

      ma io non ho mai commentato riferendomi agli autori/gestori/editori. come puoi ben notare, io constato e traggo conclusioni sulla base di ciò che leggo e che è stato scritto. quindi critico l articolo e quello che vuole dire, non la persona che lo fa.non intendo nemmeno far cambiare idea agli altri. il mio “modus operandi” consiste nello sfatare le idee altrui, laddove lampamente errate e pregiudiziose.

      il motivo per cui commento su pontifex? boh..forse per far vedere a chi ci passa che in mezzo a quel sito è possibile trovare commenti intelligenti , o comunque di persone che non sono delle pecore che seguono il gruppo e si lasciano comandare dal cane pastore, ma esistono persone che hanno un cervello e usano il dono dell intelligenza che Dio ci ha dato , probabilmente per farcelo usare, appunto.

      Rispondi
        1. pao

          Diego:…piú che altro sarebbe piú facile far passare un cammello, non dico dalla cruna di un ago, ma almeno dal buco della serratura!

          Rispondi
      1. AlbertoBAlbertoB

        Francesco tu invece sei fortunato perchè ti pubblicano. I miei commenti (ne avrò inviati 5 o 6) vengono sistematicamente scartati. Boh , si vede che a CDP gli sto sulle balle 😀

        Rispondi
    3. marco uras

      mi dispiace deluderti ma non sono un fake non ho nulla da perdere in ciò che dico in ciò che penso ci metto la faccia e soprattutto me ne assumo le responsabilità, grazie con tutto il rispetto carissimo Sandro!

      Rispondi
      1. AlbertoBAlbertoB

        Beh , onore al merito quindi e devo dire che non è poco.
        Però , se mi si concede un po’ di ironia , alcuni commenti che appaiono su Pontifex neanche sulla Pravda dei bei tempi che furono si potevano leggere 😀
        Non sto parlando dei tuoi , ma di quelli che hanno come autori alcune “entità” piuttosto ambigue. A pensar male si fa peccato ma , come si suol dire , spesso ci s’azzecca 😉

        Rispondi
  3. Ale Cr

    I pontifessi non sanno niente o quasi di dottrina cattolica, nè parlano in nome della chiesa, nè hanno alcuna autorità in alcun ambiente mondiale.

    Rispondi
  4. Oscar Wilde

    …non comprendo la moderazione al mio commento
    Comprendere i pontifessi? Sei un tipo ambizioso tu eh? 😛

    Ad ogni modo ti ammiro per lo sforzo che fai.
    Ogni volta che PENSO di mettermi a scrivere qualche commento su Pontifex mi si “ammutinano” le braccia e le mani….

    Rispondi
      1. diego

        con un organo molto lontano dal cervello?? comunque almeno lo usano per pensare… altrimenti, visto che non lo usano per le funzioni adatte, si attrofizza!!

        Rispondi
  5. Sandro

    Io invece non riesco a commentare: ho scritto semplicemente “L’omosessualità non è una malattia, fatevene una ragione. Dio insegna ad amare tutti e a non giudicare”. Mi appare nella posta privata il link da cliccare (ma non si può cliccare direttamente dall’email): allora vai col copia e incolla …. e il commento non appare. Bah.

    Allora vado sulla pagina Facebook e riporto lo stesso commento: in due minuti cancellato e nessuna possibilità più di commentare. Ah, e penso anche che i fan della pagina siano farlocchi perché normalmente c’è la possibilità di vedere chi è fan o meno della pagina e poi il numero non cambia di una virgola se metto “Mi piace” o se clicco su “non mi piace più”

    Rispondi
    1. Sandro

      AGGIORNAMENTO DELLE 16:30.
      Altri commenti analoghi (miei) non sono stati (ancora) censurati, ma usando il nick Pensare è gratis non posso commentare sulla pagina FB (ne faccio a meno volentieri).

      O Brunello e Carletto (o chi per loro) hanno capito la lezione e non censurano (rimango perplesso se devo essere sincero), oppure è una cosa limitata solo al blog su cui li ho più volte criticati e non al suo autore (io). Ma anche qua sono perplesso perché se così fosse, vorrebbe dire che censurano la persona quello che questa dice.

      Rispondi
  6. virginia Lalli

    Dal catechismo della Chiesa cattolica che riprende il Vangelo e la Bibbia.
    Ciò che riporto di seguito non vi deve portare a credere di essere estromessi dalla Chiesa e di non poter far parte di essa. Ma sentitevi tranquillamente figli amati di Dio, Gesù Cristo è morto e risorto anche per voi. Tutti noi combattiamo con zone d’ombra che limitano la pienezza della vita e si contrastano con la preghiera.

    I. «Maschio e femmina li creò…»

    2331 « Dio è amore e vive in se stesso un mistero di comunione e di amore. Creandola a sua immagine […] Dio iscrive nell’umanità dell’uomo e della donna la vocazione, e quindi la capacità e la responsabilità dell’amore e della comunione ». 218

    « Dio creò l’uomo a sua immagine; […] maschio e femmina li creò » (Gn 1,27); « Siate fecondi e moltiplicatevi » (Gn 1,28); « Quando Dio creò l’uomo, lo fece a somiglianza di Dio; maschio e femmina li creò, li benedisse e li chiamò uomini quando furono creati » (Gn 5,1-2).

    2332 La sessualità esercita un’influenza su tutti gli aspetti della persona umana, nell’unità del suo corpo e della sua anima. Essa concerne particolarmente l’affettività, la capacità di amare e di procreare, e, in un modo più generale, l’attitudine ad intrecciare rapporti di comunione con altri.

    2333 Spetta a ciascuno, uomo o donna, riconoscere ed accettare la propria identità sessuale. La differenza e la complementarità fisiche, morali e spirituali sono orientate ai beni del matrimonio e allo sviluppo della vita familiare. L’armonia della coppia e della società dipende in parte dal modo in cui si vivono tra i sessi la complementarità, il bisogno vicendevole e il reciproco aiuto.

    2334 « Creando l’uomo “maschio e femmina”, Dio dona la dignità personale in egual modo all’uomo e alla donna ». 219 « L’uomo è una persona, in eguale misura l’uomo e la donna: ambedue infatti sono stati creati ad immagine e somiglianza del Dio personale ». 220

    2335 Ciascuno dei due sessi, con eguale dignità, anche se in modo differente, è immagine della potenza e della tenerezza di Dio. L’unione dell’uomo e della donna nel matrimonio è una maniera di imitare, nella carne, la generosità e la fecondità del Creatore: « L’uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e i due saranno una sola carne » (Gn 2,24). Da tale unione derivano tutte le generazioni umane. 221

    Rispondi
    1. Sandro Storri

      Virgina, grazie per il contributo.

      questa e’ la posizione della chiesa, differente da quella di pontifex. per fortuna la chisa cattolica non e’ sulle posizioni neo-naziste di pontifex.

      rimane il fatto che questa posizione e’ solo UNA delle possibili, non l’unica. fermo restando il rispetto dovuto a posizioni come queste, uno stato laico e liberale non puo’ e non deve privilegiarla a scapito di altre imponendola come legge.

      il compito di uno stato laico e liberale e’ quello di creare un corpus di regole che permetta a tutte le posizioni di convivere nel rispetto.

      io non contesto alla chiesa le sue posizioni. la posizione della chiesa e’ quella che e’ e, anche se non si e’ d’accordo, va rispettata. io contesto alla chiesa la pretesa di imporre a tutti una visione unica ed un’unica verita’. al mondo esistono anche quelli che del catechismo della chiesa cattolica romana se ne infischiano.

      il non credere nel magistero della chiesa di roma (e non seguirlo) e’ un sacrosanto diritto tanto quanto il diritto di andare a messa tutti i giorni.

      Rispondi
  7. Caffe

    Alla sora Virginia sfugge che è proprio la chiesa cattolica che, impedendo a preti e suore di sposarsi, contravviene ai dettami biblici, e, a proposito, perchè la donna nella visione della chiesa può aspirare al massimo di baciare chiappe, sacre o profane, ma comunque maschili?

    Rispondi
  8. Virginia Lalli

    Per Sandro Storri. Non è la posizione della chiesa. E’ la parola di Dio e la creazione di Dio. Siamo tutti figli di Dio. Anche se si può seguire la dis-creazione.

    Rispondi
    1. diegopig

      “Siamo tutti figli di Dio”

      Se non le dispiace, parli per lei: io, con un tale egocentrico misogino sadico genocida omofobo (e queste sono le qualità, immagini i difetti), non ho alcun legame di parentela.

      Rispondi
    2. adminadmin

      Virginia: credere nella creazione è un atto di fede. Non puoi pretender che tutti credano alla fiaba raccontata nel Vecchio Testamento.

      Rispondi
    3. giuxGiux

      Lallibell!
      il sole ti fa male… se ne prendi ancora domani ci dirai che la terra è piatta… dopodomani dirai che i fossili sono messi dal diavolo per confonderci..
      Poi verrai a parlarci del sistema tolemaico e di quanto sia conforme al volere di dio..
      Questo tuo dio cafone stupido e antiquato!
      Ti ricordo che se lascio cadere per terra un sasso fa una cosa: cade..
      Può il tuo dio farmi vedere che schizza in celo spinto da una forza invisibile?..
      Io saprei farlo.. vedi sono + potente del tuo dio! 😛

      Adorami o ti mando un temporale domani quando esci di casa…

      Rispondi
  9. Virginia Lalli

    Dio ama tutti i suoi figli in modo uguale e quelli che sono lontani li ama di più. Dio ti sta aspettando anche se non lo cerchi.

    Rispondi
    1. francesco Autore articolo

      Dio io personalmente lo sento più vicino che mai quando ho il mio ragazzo vicino , quando sento l amore per lui e quando stiamo assieme. problemi?

      Rispondi
    2. Caffe

      a sora Virginia, è una adorabile baciapile, o, quantomeno sopportabile, ma:”siamo tutti figli di Dio” vallo a dire a Giovanardi, Binetti o Buttiglione, avere fratelli come me a loro farebbe un pò schifo, a me di più!

      Rispondi
  10. TheOracle

    Virginia, in realtà è la posizione della Chiesa Cattolica, dal momento che quel passo è stato tratto dal CCC, e spero ne vorrai convenire. La parola di Dio, la creazione di Dio, sono sofismi: non mi pare che il ccc sia sceso dal cielo, mi sbaglio?

    Blessed Be

    Rispondi
  11. Virginia Lalli

    A parte la chiesa, avete provato ad avere un dialogo diretto con Dio? Ed ad ascoltare quello che vi vuole dire. Anche se dite che non c’è fate questa prova.
    Se dite che c’è e non vi accetta per quello che siete la risposta è questa. Dio accoglie tutti, siamo tutti peccatori. E ci perdona se riconosciamo di essere peccatori.

    Rispondi
    1. diegopig

      A parte la chiesa, avete provato ad avere un dialogo diretto con Dio? Ed ad ascoltare quello che vi vuole dire. Anche se dite che non c’è fate questa prova

      Ho provato a telefonare: c’era la segreteria.

      Se dite che c’è e non vi accetta per quello che siete la risposta è questa. Dio accoglie tutti, siamo tutti peccatori. E ci perdona se riconosciamo di essere peccator

      Pretendere che questa divinità si faccia un pò i cazzi suoi, invece di giudicare, è troppo, vero?
      Ma trovarsi una donna come tutti no, eh?

      E’ proprio vero che gli orfani single e vergini sono una rottura indescrivibile….

      Rispondi
    2. S_Raffaele

      “”A parte la chiesa, avete provato ad avere un dialogo diretto con Dio?””
      1) questa posizione/proposizione non è ammissibile per un Cristiano Cattolico Romano;
      2) tutti quelli che ci hanno provato sono stati eliminati fisicamente o tacciati di eresia

      mi sembra che questa espressione sia poco opportuna…

      Rispondi
    3. Holtjar

      Be’ Virginia, se ritieni di dover riconoscere di essere peccatrice e di doverti pentire, fallo pure.
      Io, per me, non lo ritengo necessario. Vai pure nel deserto, che parlerà al tuo cuore. Io preferisco le cascate di acqua fresca!

      Rispondi
    4. TheOracle

      il cattolicesimo guarda con un occhio molto negativo le rivelazioni private, ce lo ricordiamo?
      se una cosa non è come dice la chiesa, è eresia e ci metterei anche un bel SIA ANATEMA…

      perchè i cattolici sentono sempre questo drammatico bisogno di chiedere scusa??

      chiedere scusa per la nascita dei loro figli, già marchiati col peccato.
      chiedere scusa per quello che pensano.
      chiedere scusa perchè sennò si va dritti all’inferno.
      et similia.

      è un atteggiamento da PECORE.

      Rispondi
    5. Sandro Storri

      Virginia, la risposta e’ si.

      se mi chiedi se sono ateo ti rispondo NO, non sono ateo.
      se mi chiedi se sono anticlericale la risposta e’ SI, sono profondamente ed orgogliasamente anticlericale.

      io non rifiuto Dio, anzi cerco di trovarlo ogni singolo giorno in ogni piccola cosa.
      io rifiuto i dogmi, le verita’ imposte da un prete, la follia di chi dice che il suo dio e’ migliore di quello degli altri, il fascismo di chi dice che degli esseri umani sono “immondi” solo perche diversi dallo standard stabilito da un prete.

      se poi tu, Virginia, vuoi credere nelle cose scritte nel catechismo e raccontate dai preti come se fossero verita’ assolute sei libera di farlo. ma non pretendere che anche gli altri lo facciano. abbi almeno il senso del rispetto nei confronti dell’intelligenza e della liberta’ degli altri.

      Rispondi
    6. francesco Autore articolo

      Dio mi accetta benissimo per quello che sono, perchè è così che mi ha creato.
      sono degli UOMINI a non accettarmi così come sono, usando il nome di Dio per giustificare questa intolleranza.
      ne renderanno conto a chi di dovere, mia cara virginia.

      Rispondi
  12. Virginia Lalli

    Per il signor Diepojing: meno male che rompo allora scriverò ancora di più.

    Comunque non è da generalizzare, molti sacerdoti sono preparati e davvero in comunione con il Signore.
    Effettivamente noi crediamo che l’unica Verità sia Gesù Cristo. I dogmi derivano dalla Parola di Dio.
    Cerchiamo di discernere ciò che è peccato da ciò che non lo per vivere in grazia di Dio.

    Rispondi
    1. diegopig

      Per il signor Diepojing: meno male che rompo allora scriverò ancora di più.

      Veramente, con “orfano single vergine” io mi riferivo al dio cattolico.

      Comunque non è da generalizzare, molti sacerdoti sono preparati e davvero in comunione con il Signore.
      Effettivamente noi crediamo che l’unica Verità sia Gesù Cristo. I dogmi derivano dalla Parola di Dio.
      Cerchiamo di discernere ciò che è peccato da ciò che non lo per vivere in grazia di Dio.

      Tutto ciò è molto bello, ma continuo a chiedere: il suo dio non può preoccuparsi solo di coloro che lo accettano e farsi un pò i cavoli suoi per chi fa scelte diverse?
      Così, tanto per sapere.

      Rispondi
    2. francesco Autore articolo

      lei si contraddice.
      dice che l unica verità è gesù cristo, ma gesù non ha mai detto nulla sui gay.
      e nemmeno Dio.

      solo s paolo. che tra parentesi voleva anche vedere le donne come lei rinchiuse nelle mura domestiche, e prive del diritto di parlare senza permesso dell uomo o del marito, per non dire il fatto che le voleva ignoranti e non acculturate.
      questo dovrebbe già bastare e darle di che pensare.
      perchè pensare che Dio voglia che le donne siano inferiori,ignoranti e trattate come tali.. FAIL

      Rispondi
    3. Holtjar

      Ma su, Virgi, oltre che ripetere le frasettine che sentite al catechismo, riuscite anche a dire qualcosa che si riveli plastico, tangibile, percepibile con i cinque sensi? Possibile che il buon dio ci abbia dato i sensi, nel suo immenso amore, per poi non poterne godere a suo favore?

      Rispondi
      1. marco uras

        sei tu che non vuoi godere Dio con i cinque sensi se non riconosci la Verità non potrai mai godere di Dio. più che i cinque sensi devi aprire gli occhi del cuore all’amore di Dio

        Rispondi
        1. Holtjar

          Caro marco, il cuore è un muscolo che serve per portare sangue alle cellule, non è dotato di occhi.
          Con le figure retoriche non andiamo da nessuna parte, torniamo alle frasettine da catechismo e da lì non ci muoviamo.

          Rispondi
        2. francesco Autore articolo

          io la verità la vivo, purtroppo mi ritrovo spesso davanti qualcuno che mi vede attraverso delle fette di prosciutto.
          Dio è con me, Dio lo sento e lo vivo quando vivo e vedo il mondo liberamente privo delle catene che mi impedivano di esser me stesso.
          lei purtroppo non lo può capire ne lo capirà mai.

          Rispondi
          1. marco uras

            no tu vivi come anche io vivevo nella verità del mondo che sono le false verità esse diventano catene perchè ci allontanano da Dio e ci fanno sentire Dio al posto di Dio.

          2. francesco

            Io non sn cosi altezzoso da pensare che lia sia l unica verità possibile. Io non giudico e non condanno nessuno su basi ideologiche. Qualcuno come voi lo fa. Chi è che si sente DIo? Per favore non intasi il post con baggianate su.

          1. marco uras

            be direi di si e magari raggiungere gradatamente le vette della santità, sappi che se lo desideri potrai farlo perchè se chiamato anche tu all’amore di Dio

          2. Holtjar

            Seguirò il vostro esempio.

            Per prima cosa, per raggiungere le vette della santità, mi scaglierò contro altri concittadini dandogli dei malati, schifosi, coprofili, pedofili, anormali, eretici, abominevoli, animaleschi, disgustosi … devo andare avanti con quello che vi ho visto scrivere?

            Il vostro non è un esempio da seguire, è un esempio da scartare a priori.

          3. Holtjar

            Il fatto che si sia ben educati non significa che non ti si direbbe volentieri un bel “vai a cagare!”.
            Purtroppo la buona educazione ricevuta mi vieta di dirti “vai a cagare!”

          4. marco uras

            ma figurati puoi anche dirlo non è quello che identifica l’educazione semmai e quello che senti dentro e con questo chiudo e ringrazio!

          5. Holtjar

            Speriamo che tu chiuda veramente, perchè in genere torni e con tutto il rispetto parlando a me non fa piacere.

          6. francesco

            Marchetto caro, l avviso alla lalli vale.anche per te.siete entrati e la.prima cosa che avete fatto è deviate il disvorso del topic. Uhm CHISSÀ come mai. Se persisti negli off topic, come in qualsiasi forum opagina web, non verrai pubblicato. E sottolineo che non vieni bannato. Qui si riflette sulla pontifesseria riguardante gli ormoni e l orientamento sessuale. E voi a volte dovreste aver la decenza di stare zitti invece di dar fiato alla bocca inutilmente peggiorando la situazione. Ci fareste una piu bella figura.

  13. francesco Autore articolo

    certo che lei virginia è strana forte.
    mi faccia capire…io ho citato un articolo in cui parlo di argomenti scientifici (riguardanti ormoni e orientamento sessuale), e lei mi cita tuttt altra pappa che non c entra nulla come i cavoli a merenda.
    orbene, se vuol rimanere nel contesto dell articolo, ben felice di discuterne, se invece vuol fare solo off topic grandi come una casa, come in qualsiasi legge informatica e del web dei forum, allora le dico tanti saluti. non dal sito, ma dall articolo.
    comprendre?

    Rispondi
  14. virginia Lalli

    Dubito dell’inferiorità delle donne nel cristinesimo se Gesù ha scelto una donna come madre mentre giuseppe è padre putativo. Gesù Risorto è comparso prima alle donne che per gli ebrei non avevano diritto di testimoniare.
    Vi invito a leggere le donne nella Bibbia e il loro ruolo. Hanno salvato più volte il loro popolo perchè gli uomini non provvedevano: Ester, Debora, Giuditta. Sempre nel rispetto anche per i ruoli maschili senza soverchiare nessuno. In complementarietà.
    La Bibbia nella Genesi afferma: Uomo e donna Dio li creò. C’è anche un libro di Giovanni Paolo II intitolato così.
    C’è un discorso di creazione e discreazione, di prove, di adesioni.

    Rispondi
    1. diegopig

      Dubito dell’inferiorità delle donne nel cristinesimo se Gesù ha scelto una donna come madre mentre giuseppe è padre putativo.

      E cosa doveva scegliere, per madre? Un oritterropo? 😀 😀 😀 😀
      Come poi questo significhi che le donne non sono considerate inferiori SOPRATTUTTO VISTI TUTTA LA STORIA SIA PRE CHE POST CRISTO…. insomma, bisogna avere le fette di bibbia sugli occhi per credere a quello che hai scritto.

      Vi invito a leggere le donne nella Bibbia…

      Com’era quella storia del tizio, a sodoma, che pur di salvare (letteralmente) il culo agli angeli offriva le proprie figlie alla folla ingrifata?
      Fortuna che non sono considerate inferiori: pensa se lo erano! 😀 😀 😀

      Rispondi
  15. virginia Lalli

    SPIEGATEMELO.
    E’ questo il vostro maestro?
    MARIO MIELI
    Mario Mieli è un un milanese nato nel 1952 che teorizza il “comunismo polimorfo perverso”, pratica pubblicamente la coprofagia, rituali alchemici e muore suicida a 31 anni. Mieli, figlio di industriali della seta, al liceo Parini di Milano abbraccia la dottrina marxista, aderisce a “Lotta Continua” che abbandona per fondare il “Fuori” (Fronte Unitario Omosessuali Rivoluzionari Italiani) prima e poi i “Collettivi Omosessuali Milanesi”, protagonisti della contestazione dal 1971 al 1977.
    A 25 anni dalla morte, viene ricordato sul sito del Circolo Mario Mieli, con un articolo firmato da Francesco Paolo dal Re (Mario Mieli, dinamite frocia contro la Norma), che inizia così:
    “Vestiti da donna, teatro d’avanguardia, teoria, militanza, droga, coprofagia… Il 12 maggio 1983 usciva volontariamente di scena, suicida a 31 anni, il più grande intellettuale queer italiano. Lo scintillio di una ricerca instancabile contro ogni ordine costituito, all’inseguimento dell’Eros polimorfo e perverso”.
    Di Mario Mieli proponiamo alcuni brani tratti dal suo libro “Elementi di critica omosessuale”, pubblicato la prima volta da Einaudi nel 1977 e poi rieditato da Feltrinelli nel 2002.
    “La società agisce repressivamente sui bambini, tramite l’educastrazione, allo scopo di costringerli a rimuovere le tendenze sessuali congenite che essa giudica «perverse» (e, in realtà, si può dire che ancor oggi vengano considerati «perversi» più o meno tutti gli impulsi sessuali infantili, compresi quelli eterosessuali, dal momento che ai bambini non viene riconosciuto il diritto di godere eroticamente). L’educastrazione ha come obiettivo la trasformazione del bimbo, tendenzialmente polimorfo e «perverso», in adulto eterosessuale, eroticamente mutilato ma conforme alla Norma.
    L’ambiente in cui viviamo (in primo luogo la famiglia, cellula del tessuto sociale) è eterosessuale: in quanto tale costringe il bambino, colpevolizzandolo, a rinunciare alla soddisfazione dei propri desideri auto- e omoerotici e lo obbliga a identificarsi con un modello monosessuale di tipo eterosessuale mutilato. Ma non sempre ci riesce, evidentemente. (…) Le bambine sono tutte anche lesbiche, i maschietti sono tutti anche froci”. (p.13)
    “La nostra ambiguità è più prossima al modo di essere dei bambini. Non per nulla siamo gay, siamo folles; e per un mondo migliore, penso davvero che l’«educazione» dei piccoli dovrebbe essere affidata alle checche e alle lesbiche: lasciate che i pargoli vengano a noi!” (p.48)
    “Noi checche rivoluzionarie sappiamo vedere nel bambino non tanto l’Edipo, o il futuro Edipo, bensì l’essere umano potenzialmente libero. Noi, sì, possiamo amare i bambini. Possiamo desiderarli eroticamente rispondendo alla loro voglia di Eros, possiamo cogliere a viso e a braccia aperte la sensualità inebriante che profondono, possiamo fare l’amore con loro”. (p.55)
    “La lotta omosessuale rivoluzionaria non ha come obiettivo il conseguimento della tolleranza sociale per i gay, bensì la liberazione del desiderio omoerotico in ogni essere umano: finché vi saranno persone «normali» che «accettano» gli omosessuali, la specie non avrà riconosciuto il proprio desiderio omosessuale profondo, non si sarà resa conto della sua universale presenza e soffrirà senza rimedio delle conseguenze di questa rimozione che è repressione. Noi omosessuali rivoluzionari, oggi, seduciamo gli altri a imitarci, a venire con noi, affinché tutti insieme si giunga al sovvertimento della Norma che reprime l'(omo)erotismo”. (pp. 67-68)

    Rispondi
    1. diegopig

      E’ questo il vostro maestro?

      Il mio no di sicuro: manco so chi è Mario Mieli!

      Cara Virginia, NON SIAMO NOI quelli che prendono in bocca la carne del proprio maestro.

      Rispondi
    2. TheOracle

      Mario Mieli non ha mai detto di essere figlio di Dio, nè tantomeno credeva che parlando ex cathedra avrebbe avuto ragione su tutto.

      é stato un uomo con il suo pensiero. non è certo il punto di riferimento assoluto della cultura omosessuale, che peraltro non necessita di un maestro perchè NON è UN CREDO RELIGIOSO. ce ne sono stati tanti di uomini dotati di pensiero, sai?

      Blessed Be

      Rispondi
    3. S_Raffaele

      Ma ci stai prendendo in giro? Io sono omosessuale e come tanti omosessuali NON ATTIVISTI di chi fosse Mario Mieli manco lo sapevamo!!! Dobbiamo ringraziare voi per queste notizie. Piuttosto cara Virginia, io come tutti gli uomini e le donne italiane a cui sia stata garantita un’istruzione ho potuto formarmi studiando i classici della letteratura italiana latina ed inglese, formandomi con lo studio le scienze matematiche chimiche e fisiche… e perdendo tempo con ammuffiti preti per l’ora di religione.
      Si svegli donna, si svegli!

      Rispondi
    4. Holtjar

      Mario Mieli non è nemmeno il mio, maestro.
      Nella mia carriera scolastica ho avuto maestra e professori e nessuno di questi aveva il nome menzionato.
      E’ inutile , Virginia, che andiate sempre a parare sul solito argomento per poter associare alcune persone alla parola coprofagia.
      Mi è parso di leggere che sei un avvocato. Be’ Virginia, suppongo tu sappia che associare persone che non conosci alla coprofagia potrebbe creare qualche problema.

      Rispondi
    5. diego

      Sto Mario Mieli viene citato spesso nelle pagine cattoliche fondamentaliste, lo citano loro… Forse perchè è il loro maestro??

      Rispondi
        1. Holtjar

          Sarà, comunque mi domando anche perchè laggiù a Roma abbiano dedicato un circolo a quel ****** , come se, appunto, debba essere modello universalmente condiviso.
          Io non avevo mai letto di lui finchè i pontifeSSi ne hanno parlato e devo dire la verità, non solo CdP è bravo a tirarsi la zappa sui piedi.

          Rispondi
          1. francesco t

            gliel hanno intitolato perchè mieli ha dato inizio al movimento attivista gay in italia.certo non cambia il fatto che
            le sue ideologie, assolutamente criticabili e MAI SUPPORTATE DAL CIRCOLO MARIO MIELI, sono criticabilissime e non rappresentano l ideologia delle persone gay.
            la lalli lo sa benissimo, ma provocare alla cazzo credendo di passare per magia dalla parte della ragione ottenendo il coltello dalla parte del manico, è pura ipocrisia da parte sua.

        2. diego

          a proposito di chiodi fissi… non sarà che si reprimono così tanto da voler emulare ma non lo vogliono fare? Come leggendo famiglia cristiana che si parla spesso di sesso e droga loro parlano di coprofagia!!

          Rispondi
    6. giuxgiux

      Virginia Lallolo,
      il F.U.O.R.I lo ha fondato un librario torinese ebreo, Angelo Pezzana che di comunista non aveva assolutamente nulla.
      E’ vivo tutt’ora ed è pure di destra.
      Mario Miele non rappresenta in alcun modo il mondo lgbt italiano.
      Il tuo commento è assolutamente fuori luogo, offensivo e assolutamente tendezioso.
      Visto che la coprofilia e le perversioni sessuali di vario sono state codificate da un eterosessuale di nome de Sade, lei da ciò deduce che tutti gli eterosessuali sono anche coprofiliaci e sessualmente perversi?
      Giuseppe

      Rispondi
  16. TheOracle

    una donna come madre. gesù poteva scegliere di esser partorito da un uomo? (quella sì che sarebbe stata una nascita straordinaria, che ne pensi?)

    l’inferiorità della donna nel cattolicesimi è quanto mai evidente: il solo fatto che una donna non può amministrare il culto mi pare sufficientemente esaustiva come cosa. per non citare gli scritti di Paolo, che tuttora vengono declamati in chiesa, riguardanti il “voi mogli siate sottomesse ai vostri mariti”. sottomissione significa star sotto, ossia trovarsi in una posizione inferiore. la donna “instrumentum diaboli” è anche un altro esempio. le donne sono state sempre maltrattate dalla chiesa, e la motivazione sarebbe peraltro…il peccato originale. siamo proprio sul limite dell’assurdo.

    l’affermazione della bibbia è quanto di più vago, non asserisce nulla riguardo la parità tra uomo e donna, bensì dice esclusivamente che al mondo esistono individui col pene e individui con la vagina. nemmeno dice nulla sugli stati di ermafroditismo, o di intersessualità. quindi siamo davanti all’ennesimo esempio della grandissima precisione delle scritture, vero?

    le donne nella bibbia e il loro ruolo? ci sono pochissimi esempi di virtù femminile. per il resto la donna, nella bibbia, è per lo più meretrice, o strega. si possono fare decine di citazioni al riguardo, se credi che sia necessario lo farò.

    Blessed Be

    Rispondi
  17. Virginia Lalli

    E’ uscito anche un libro recentemente con questo titolo di una donna madre e moglie felice.
    “voi mogli state sottomesse ai vostri mariti” riporta il resto del brano dice ai mariti di amare e onorare le mogli.
    Gesù restituisce dignità alla donna che stava per essere lapidata perchè considerata pubblica peccatrice .
    La chiesa cmq è fatti di uomini e donne a loro volta peccatori, non sono tutti santi.

    Rispondi
    1. diegopig

      E’ uscito anche un libro recentemente con questo titolo di una donna madre e moglie felice.
      “voi mogli state sottomesse ai vostri mariti” riporta il resto del brano dice ai mariti di amare e onorare le mogli.

      E se invece una moglie non volesse essere sottomessa?
      Va punita, vero?

      Rispondi
    2. giuxgiux

      Virginia Lalli… se la donna è sottomessa all’uomo. Posso non pagare la donna delle pulizie? In fin dei conti è un onore per lei servirmi.
      Giux

      Rispondi
  18. Virginia Lalli

    Cl 3:18-19; 1Ti 2:9-15; Ef 5:22-33
    3,1 Anche voi, mogli, siate sottomesse ai vostri mariti perché, se anche ve ne sono che non ubbidiscono alla parola, siano guadagnati, senza parola, dalla condotta delle loro mogli, 2 quando avranno considerato la vostra condotta casta e rispettosa. 3 Il vostro ornamento non sia quello esteriore, che consiste nell’intrecciarsi i capelli, nel mettersi addosso gioielli d’oro e nell’indossare belle vesti, 4 ma quello che è intimo e nascosto nel cuore, la purezza incorruttibile di uno spirito dolce e pacifico, che agli occhi di Dio è di gran valore. 5 Così infatti si ornavano una volta le sante donne che speravano in Dio, restando sottomesse ai loro mariti, 6 come Sara che obbediva ad Abraamo, chiamandolo signore; della quale voi siete diventate figlie facendo il bene senza lasciarvi turbare da nessuna paura.
    7 Anche voi, mariti, vivete insieme alle vostre mogli con il riguardo dovuto alla donna, come a un vaso più delicato. Onoratele, poiché anch’esse sono eredi con voi della grazia della vita, affinché le vostre preghiere non siano impedite.

    Rispondi
    1. TheOracle

      non leggi nel brano che tu stessa citi le parole “così infatti si ornavano una volta le sante donne che speravano in Dio, restando sottomesse ai loro mariti, come Sara che obbediva ad Abramo, chiamandolo signore”?? e questa la chiami parità?

      Per contro, la parola uguaglianza non compare mai nella Bibbia. vorrà dire qualcosa?

      Blessed Be

      Rispondi
    2. pao

      senti Virginia..se a te piace essere sottomessa, padronissima. Per quel che mi riguarda, invece, non mi sottometto proprio a nessuno e se qualcuno ci prova lo prendo a calcioni!

      ):D

      Rispondi
  19. Virginia Lalli

    Allora il vostro modello di donna è quella ribelle all’uomo che si pone in antagonismo e competizione. Come nella L.194 la donna può andare ad abortire senza dirlo al compagno perchè è libera e non è sottomessa.
    L’uomo che è anche il capofamiglia, ha un suo ruolo autorevole ma non autoritario che va riconosciuto e non mortificato.
    Ci sono tante sante che hanno avuto un ruolo importante nella Chiesa.

    Rispondi
    1. diegopig

      Allora il vostro modello di donna è quella ribelle all’uomo che si pone in antagonismo e competizione.

      No, cara la mia Virginia: il mio modello di donna è quello di un essere umano con cui condividere la mia vita, i miei sogni, i miei desideri, le mie vittorie e le mie sconfitte.

      Se avessi voluto un cane, mi compravo un cao.

      Rispondi
      1. Holtjar

        Certo è, Virginia, che riconosco il mio modello di donna non essere il modello universale.
        Tu? Che donna sei? Sei un modello? Descriviti.

        Rispondi
        1. diegopig

          Che donna sei?

          Secondo me è una donna che molto poco cristianamente parla troppo e si occupa poco dei figli, del matrimonio e della casa.

          Rispondi
    2. Oscar Wilde

      Allora il vostro modello di donna è quella ribelle all’uomo che si pone in antagonismo e competizione.
      Come al solito, la religione è il paraocchi che fa vedere all’uomo solo Bianco e Nero.
      Cara Virginia esiste anche il grigio.
      Tra la serva del marito e la femminista Overlord a cavallo di un dobermann a due teste, C’E’ la via di MEZZO.

      Ci sono tante sante che hanno avuto un ruolo importante nella Chiesa
      Certo, solo che la chiesa è un’istituzione MASCHILISTA, infatti la donna non conta un cazzo: perchè l’uomo può dire messa e la donna no?
      Perchè vescovi e papi solo uomini?
      La cosa più patetica è proprio questa: una donna che difende la religione cattolica con tutto quello che la chiesa ha fatto per denigrare la posizione delle donne.

      Eppure, grazie al libero Arbitrio, ognuno è libero di rovinarsi la vita come vuole.
      Ma come dice Diegopig, se avessi voluto un cane, non avrei voluto trascorrere la mia vita con una donna.

      Rispondi
    3. AlbertoBAlbertoB

      Caro avv. Lalli , se in una coppia la donna abortisce senza dirlo al suo compagno i due sono senza dubbio una coppia di imbecilli e il loro rapporto è uno schifo.
      Semplicemente.
      Un rapporto , a casa mia , si basa su fiducia e complicità e il caso da lei paventato non ha nessuna di queste caratteristiche.
      Se una donna deve essere obbligata da una LEGGE a dire al suo uomo che deve abortire… sarebbe sicuramente meglio che i due andassero ognuno per la sua strada.
      Io non so che genere di rapporti abbia lei con gli uomini e neanche lo voglio sapere , ma le assicuro che personalmente di una donna “umile” e “sottomessa” non saprei che farmene.

      Rispondi
    4. francesco t

      lalli, lei sta violando le parole di s paolo, che indica che la donna non deve esser acculturata, ma chiedere al marito e chiedere all uomo il permesso di parlare. lei si sta ponendo al di sopra del sesso forte, mentre lei è il sesso debole.questo peccato grida vendetta al cospetto di Dio.
      se lei inoltre è avvocato, ergo quindi lavora, allora viola il fatto che la donna no ndeve lavorare, ne studiare, ma stare in casa a fare la donna casalinga e a imboccare i pargoli.

      vada a fare ciò che s paolo dice, su.

      Rispondi
    5. diego

      Il modello di donna sogno di ogni uomo è quella che fa trovare tutto pronto ed ordinato al marito e sempre disponibile a farsi ch… senza aver il mal di testa. Ma siccome l’umanità ha raggiunto un certo livello di civiltà l’uomo vuole una compagna con cui condividere gioie e dolori! Beh… non tutta l’umanità, solamente quella massonica comunista e indemoniata.

      Rispondi
  20. francesco t

    ULTIMO AVVERTIMENTO , LALLI.
    O CHIUDIAMO GLI OFF TOPIC, O LEI IN QUESTO POST NON PARLA PIù.
    LEI EVITA ACCURATAMENTE IL DISCORSO DEL TOPIC STESSO, CIARLANDO DI COSE CHE NON C ENTRANO NIENTE, PUR DI SVIARE IL TUTTO.
    IL SUO COMPORTAMENTO IPOCRITA NON è GRADITO E PERTANTO NON SARà ULTERIORMENTE TOLLERATO. DA ME, SI INTENDE.

    Rispondi
    1. diego

      Virginia cara… devi ascoltare le parole di Francesco: la bibbia dice chiaramente che il capo della donna è l’uomo… Su, non contravvenire alla sacra parola del sacro e santo signore, o andrai all’inferno. Come dice Marco, ti stai seriamente giocando la vita eterna!!

      Rispondi
  21. virginia Lalli

    Avete scritto: Il tuo punto di vista è, a nostro avviso, fazioso e non aderente alla Dottrina Cattolica ed alla legge naturale voluta da Dio.
    ora, vorrei avere speigazioni.
    ECCOLE:

    Lettere di S.Paolo ai Romani capitolo 1
    [18]In realtà l’ira di Dio si rivela dal cielo contro ogni empietà e ogni ingiustizia di uomini che soffocano la verità nell’ingiustizia, [19]poiché ciò che di Dio si può conoscere è loro manifesto; Dio stesso lo ha loro manifestato. [20]Infatti, dalla creazione del mondo in poi, le sue perfezioni invisibili possono essere contemplate con l’intelletto nelle opere da lui compiute, come la sua eterna potenza e divinità; [21]essi sono dunque inescusabili, perché, pur conoscendo Dio, non gli hanno dato gloria né gli hanno reso grazie come a Dio, ma hanno vaneggiato nei loro ragionamenti e si è ottenebrata la loro mente ottusa. [22]Mentre si dichiaravano sapienti, sono diventati stolti [23]e hanno cambiato la gloria dell’incorruttibile Dio con l’immagine e la figura dell’uomo corruttibile, di uccelli, di quadrupedi e di rettili.

    [24]Perciò Dio li ha abbandonati all’impurità secondo i desideri del loro cuore, sì da disonorare fra di loro i propri corpi, [25]poiché essi hanno cambiato la verità di Dio con la menzogna e hanno venerato e adorato la creatura al posto del creatore, che è benedetto nei secoli. Amen.

    [26]Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami; le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura. [27]Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi uomini con uomini, ricevendo così in se stessi la punizione che s’addiceva al loro traviamento. [28]E poiché hanno disprezzato la conoscenza di Dio, Dio li ha abbandonati in balìa d’una intelligenza depravata, sicché commettono ciò che è indegno, [29]colmi come sono di ogni sorta di ingiustizia, di malvagità, di cupidigia, di malizia; pieni d’invidia, di omicidio, di rivalità, di frodi, di malignità; diffamatori, [30]maldicenti, nemici di Dio, oltraggiosi, superbi, fanfaroni, ingegnosi nel male, ribelli ai genitori, [31]insensati, sleali, senza cuore, senza misericordia. [32]E pur conoscendo il giudizio di Dio, che cioè gli autori di tali cose meritano la morte, non solo continuano a farle, ma anche approvano chi le fa.

    Rispondi
    1. Francesco t

      Questo vuol dire esser ignoranti forte sig.na lalli ! Lei nom ha dato alcuna risposta. Ha deviato il discorso totalmente, senza dimostrare perché affermare che non vi è relazione tra orientamento sessuale e ormoni sia “contro il magistero” . Orbene , non lo è. Perché da nessuna parte la Bibbia o qualsiasi magisterodottrinasantopapa afferma una cosa del genere. E mi spiace ma se i gay e le lesbiche non hanno squilibri ormonali è un dato di fatto e PUNTO. Fare gli gnorri vi rende solo più ridicoli.

      Rispondi
    2. Oscar Wilde

      forse non siamo stati abbastanza chiari:
      per molti di noi, (io parlo per me stesso ma si evince dalle opinioni di molti qui su pontilex) la BIBBIA ha la stessa valenza del giornalino a fumetti “TOPOLINO”.
      Non è che copiando/incollando versi dalla bibbia lei dimostri alcunchè.
      Nei tribunali, non vale citare la bibbia, la quale, (persino lì) non ha alcuna valenza giuridica.
      E’ ora che ve lo mettiate in testa, bibbia o non bibbia, all’80% della popolazione mondiale NON FREGA NULLA di quello che scrisse Matteo, Luca, Marco e Giovanni.

      Sono stato chiaro? se no, me lo dica: posso usare parole più semplici.

      Rispondi
  22. virginia Lalli

    Innanzitutto studiate meglio le Sacre Scritture e le traduzioni dal greco e dal latino. “Submettere” significa sostenere.
    Comunque scrivevano nel contesto del tempo. Non avete sottolineato il passo e voi mariti onorate le vostre mogli.
    Ci sono diversi tipi di maternità anche se non biologica.

    Rispondi
    1. Francesco t

      NO ma mi faccia capire. Se si tratta di s Paolo che ritiene la donna inferiore (come altri santi che però non han scritto il vangelo) usi la scusa che si scriveva nel contesto di un tempo.invece per i gay noo ma va là. Per i gay nom serve mica capire che il contesto era differente. IPOCRITA

      Rispondi
      1. diegopig

        Per non parlare della chicca “ci sono diversi tipi di maternità anche se non biologica”
        Appena CIDIPPINO legge ‘sti commenti, vedrai come incarna(*) la Lalli. 😀 😀

        Veramente, certa gente c’ha le fette di bibbia nel cervello….

        * Incarnare: riprendere per un errore (che poi i maligni pensano male….)

        Rispondi
        1. francesco t

          1-Timoteo
          2, 12

          Non concedo a nessuna donna di insegnare, né di dettare legge all’uomo; piuttosto se ne stia in atteggiamento tranquillo. Perché prima è stato formato Adamo e poi Eva; e non fu Adamo ad essere ingannato, ma fu la donna che, ingannata, si rese colpevole di trasgressione. Essa potrà essere salvata partorendo figli, a condizione di perseverare nella fede, nella carità e nella santificazione, con modestia.

          1-Corinzi
          14, 34

          Come in tutte le comunità dei fedeli, le donne nelle assemblee tacciano perché non è loro permesso parlare; stiano invece sottomesse, come dice anche la Legge.

          1-Corinzi
          11,8 NT

          E infatti non l’uomo deriva dalla donna, ma la donna dall’uomo; né l’uomo fu creato per la donna, ma la donna per l’uomo.

          1-Corinzi
          14,35

          Se vogliono imparare qualche cosa, interroghino a casa i loro mariti, perché è sconveniente per una donna parlare in assemblea. Forse la parola di Dio è partita da voi? O è giunta soltanto a voi?

          Efesini
          5, 22

          Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, lui che è il salvatore del suo corpo. E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto.

          1-Corinzi
          11, 7

          L’uomo non deve coprirsi il capo, poiché egli è immagine e gloria di Dio; la donna invece è gloria dell’uomo. E infatti non l’uomo deriva dalla donna, ma la donna dall’uomo; né l’uomo fu creato per la donna, ma la donna per l’uomo. Per questo la donna deve portare sul capo un segno della sua dipendenza…

          1-Pietro
          3, 5

          esse stavano sottomesse ai loro mariti, come Sara che obbediva ad Abramo, chiamandolo signore.

          ——————

          fantastico , no?
          io sono il primo a dire che la bibbia va analizzata nel suo contesto socio culturale. invece, gli ipocriti, lo dicono solo appena si presenta qualcosa di scomodo, mentre per ciò che fa comodo , tutto è lecito.
          che bello esser ipocriti.

          Rispondi
    2. Oscar Wilde

      voi mariti onorate le vostre mogli.
      E’ una contraddizione in termini: NON posso onorare mia moglie SE la pongo su un gradino inferiore rispetto a me.

      Rispondi
    3. S_Raffaele

      sarà la mia deformazione omosessualistica ma mi sembra che al liceo, dove avevo 9 in latino, Giulio Cesare i nemici li sottomettesse non li sostenesse e poi sempre da sodomita ricordo che il termine era inteso come sostenere nel caso di strutture edili. A meno che non si intenda sottomettere una proposta…a quel punto mi chiedo cosa ha da proporre il marito alla moglie…

      Rispondi
  23. virginia Lalli

    Dal Vangelo: Matteo (Mt.) 10, 14-15 11, 23-24; Lc. 10, 12; 17, 29.
    “Se essi non li ascoltano, escano dalla città e scuotano la polvere dai loro piedi. Questa città nel giorno del giudizio sarà trattata peggio di Sodoma e Gomorra.

    Rispondi
    1. Gianfranco Giampietro

      Triste storia quella di un essere umano incapace di sostenere argomenti e ragionamenti altrui e capace solo di ripetere a casaccio il libro di testo che da molto tempo ha pensionato ogni utilizzo del proprio cervello per rispodere al prossimo…

      Rispondi
  24. Caffe

    Virginia, il sobrio anatema vale anche per quelli che, come Marco e Anna hanno detto di no al polistirolo? Specialmente per loro dici?
    E adesso chi glielo dice a quei due!

    Rispondi

Rispondi