eran 150…

Pensavo di passare un weekend tranquillo in compagnia dei miei cari ed invece sono stata urgentemente convocata dalla Questura di Potenza.

Naturalmente ho preso subito il primo volo charter da Crante Cermania e mi sono precipitata negli uffici della Polizia, aperta la porta mi si é presentata una scena terrificante…odore di caffé riscaldato, dappertutto poliziotti sudati e pallidi, ormai allo stremo delle forze..uno addirittura piangeva e ripeteva sconsolato „ma cosa ho fatto di male“? Altri giacevano al suolo semisvenuti e con lo sguardo fisso nel vuoto.
Quando ho visto l´enorme librone rilegato in pelle sulla scrivania ho capito subito di cosa si trattasse..le 150 famigerate pagine delle querele di Calim..ehm Cidippino contro P******X!
Dopo aver organizzato l´ assistenza psicologica e spirituale per i poveri malcapitati, mi sono subito offerta di dare una mano a tradurre.

Eccovi un´anteprima del fascicolone sbobba scritto a mano ed a caratteri rigorosamente gotici:

“E senza mio esplicito permesso mi hanno spiegato pubblicamente che la vagina non fa pipí….minando cosí la mia salute fisica e psichica ”

“Hanno osato affermare che sono uno zitello fanatico e pure un bigottone con l´Atari..”

“Mi hanno perfidamente invitato ad usare il vibratore senza gel, tentandomi satanicamente e mettendo in pericolo la salvezza della mia anima …”

“Hanno chiesto appuntamento per il regolamento di conti”

e sono solo alla 2 pagina..mi sa che ne vedremo delle belle, se continua cosí facile che lo ricoverino.
Ah Cidippino, ma perché non ascolti un po´ Bob Marley… e ti rilassi?
):D

21 pensieri su “eran 150…

  1. giuxgiux

    Carletto:
    Bin Laden potrebbe essere in paradiso… 😀

    Chi siamo noi per poterlo giudicare … … ….

    non era mica ***** , ******** 😀 ”

    ops..

    Rispondi
      1. giuxgiux

        si! … purtroppo non potevo scrivere nemmeno in senso ironico certe bestialità… però i nostri amici le scrivono e pure le difendono…

        Rispondi
  2. Gianfranco Giampietro

    Ah ah ah! Complimenti Pao 🙂

    Tra l’altro credo che i poliziotti scoppiati e disperati per l’ennesima (circa 365 all’anno) visita di Carlomaria siano una triste realtà a Potenza o dintorni 😉

    “E senza mio esplicito permesso mi hanno spiegato pubblicamente che la vagina non fa pipí….minando cosí la mia salute fisica e psichica ”

    Probabile 😆

    Rispondi
    1. paopao Autore articolo

      Grazie Giagia..credo anch´io che come vedono arrivare il nostro secolare pontifeSSo se la squagliano dal retro. 😀
      Col carattere che si ritrova vuoi che siamo gli unici che va a querelare? Per forza ha almeno 20 studi di avvocati…uno solo mica riesce a seguirlo! ):D

      Rispondi
      1. paopao Autore articolo

        “E senza mio esplicito permesso mi hanno spiegato pubblicamente che la vagina non fa pipí….minando cosí la mia salute fisica e psichica ”

        credo che ció lo abbia sconvolto.. e magari crede ancora nella cicogna che porta i bambini..!

        Rispondi
  3. Davide

    La reazione del pontifello di turno è stata immediata.
    Il signor Volpe lancia un chiaro messaggio subliminale, prendendo spunto da un recente fatto di cronaca: il militare Parolisi sia indagato oppure lasciato in pace.

    Temete diabolici esseri mossi da satana! Presto avremo il codice penale tradizionalista e non secolarizzato e per voi saranno uccelli per diabetici.

    La trama narrativa di questa giornata su quel moderno sito vi porta un altro messaggio nascosto nella figura di Giordano Bruno.
    Il fatto che sia morto arrosto è del tutto secondario rispetto al fatto che:
    “il suo caso non suscita un particolare scalpore ai suoi tempi”

    Converitevi diabolici senza fede al soldo di Satana!

    Rispondi
    1. Gianfranco Giampietro

      E’ anche risaputo, sempre leggendo l’articolo di Don Stanzione, che Giordano Bruno non rispondeva alle accuse con ragionamenti razionali (come stranamente risulta dai documenti), ma aveva l’abitudine di fare strani scongiuri e di lanciare imprecazioni al cielo (probabilmente saltellando su una gamba sola), lanciando incantesimi di magia nera e minchiate simili… Insomma, probabilmente Giordano Bruno sarebbe stato una specie di Charles Manson invasato e violento.

      Don Stanzione poi distingue la “magia” di Bruno, paragonandola al satanismo, da quella “cristiana” e positiva di personaggi come Pico della Mirandola e Marsilio Ficino. Mentre la “magia” di Bruno sarebbe stata più “pagana”. Grande errore culturale, caro Don Stanzione, perchè la “magia” (e qui per magia si intende la capacità dell’uomo di interagire con la realtà per mezzo della sua immaginazione e del suo pensiero… da questo punto di vista anche il Leonardo da Vinci che “immagina” e costruisce una macchina capace di modificare o influenzare il mondo circostante è definibile come “mago”… o “mago” è per esempio un Pico della Mirandola che esercita la “ars memorandi” ) di Bruno è esattamente la stessa di Marsilio Ficino o Pico della Mirandola, ovvero è la stessa che permeò tutto il Rinascimento, quando in Italia si cominciò di nuovo a rivalutare i tesori della passata cultura classica e “pagana”… Proprio Marsilio Ficino e Pico della Mirandola furono i primi a tradurre nella nostra lingua il “satanico” Corpus Hermeticum, insieme alle opere di Platone.

      E se il caro Don Marcello Stanzione si prendesse l’impegno di studiarsi davvero nel dettaglio quello che va a criticare quando non fa parte del suo bagaglio culturale (come sempre avviene da quando, fin dai primi secoli d.C., i cristiani hanno cominciato ad attaccare e demonizzare qualsiasi forma di pensiero e spiritualità diversa dalla propria), si renderebbe conto che la “magia” rinascimentale non era fatta di “scongiuri”, “strani rituali” e capre sgozzate, ma che era un sistema simbolico-allegorico-filosofico anche molto più razionale della sua tanto cara religione.

      Studia Don Marcello !

      http://www.youtube.com/watch?v=0ngEkoBCPgM

      “Magia” è moltiplicare il dominio dell’uomo sul mondo tramite i calcoli ed i simboli

      Rispondi
      1. paopao Autore articolo

        ahahhahaha Giagia..forse don Strazy non stará saltellando su una gamba, ma di sicuro ti prepara un esorcismo.
        Bel colpo! Lievemente satanico, ma bel colpo!

        Rispondi
        1. paopao Autore articolo

          Sorge una nuova stella nel firmamento PontifeSSo: é nato Don ED;
          “don” nel senso di “baciamo le mani” perché non credo proprio sia un sacerdote.

          20.000 utenti pontifeSSi, tutti zitti, nessuno che gli corregge le castronate o almeno la grammatica.

          http://www.pontifex.roma.it/index.php/opinioni/consacrati/7593-immigrazione-islamica-accogliere-sempre-ma-siamo-impazziti-dossier-a-cura-di-un-sacerdote-preoccupato-per-la-fede-cattolica

          Rispondi
          1. paopao Autore articolo

            „Nell’accoglienza ai migranti islamici si sente spesso la giustificazione: “Anche noi italiani siamo stati migranti”. Paragone giustificativo che ritengo fortemente falso e depistante per due chiari motivi. Secondo motivo: ..“

            ??????????
            Saranno anche chiari , ma il 1° motivo ce l´ha risparmiato!
            Complimenti! Oltre a scrivere sa anche contare…e ragiona sia come scrive che come conta.
            ):D

      2. giuxgiux

        ma GG.. scusa una domanda:
        tu hai scritto:
        e qui per magia si intende la capacità dell’uomo di interagire con la realtà per mezzo della sua immaginazione e del suo pensiero
        Quindi tutta la nostra scienza è magia… ?:D

        Rispondi
        1. Gianfranco Giampietro

          Dal punto di vista di un uomo rinascimentale suppongo di sì.

          Parliamo sempre ed in ogni caso del pensiero di uomini vissuti secoli fa, secoli in cui mancava ancora un approccio completamente scientifico alla realtà.

          A quei tempi molti scienziati e astronomi erano anche astrologi e “maghi”.

          Da un certo punto di vista credo anche di comprendere questo modo di pensare.

          Noi oggi diamo molto per scontato e abbiamo perso il senso poetico e dello “stupore” delle cose.

          Oggi noi possiamo comunicare e vederci a distanza di chilometri, possiamo mettere piede sulla luna, possiamo prolungare di molto la nostra esistenza…

          Da un certo punto di vista questo è “magico”. Noi oggi per “magia” immaginiamo sempre cose legate al fantastico più totale, come per esempio trasformare un rospo in bel principe, o ordinare ad una scopa di prendere vita e di pulire la casa per conto suo (e l’abbiamo fatto, abbiamo inventato scope robot che lo fanno)

          Per l’uomo antico e soprattutto rinascimentale invece la “magia” era semplicemente la capacità dell’uomo di immaginare (da “imago”, appunto “immagine”) e di portare qualcosa dal mondo delle idee a quello della realtà fisica. Se uno ci pensa, l’uomo è l’unico animale in grado di materializzare quello che immagina.

          Chiaramente i rinascimentali sopravvalutavano anche un pò questo potere, pensando che l’uomo potesse quasi tutto. Ma la magia medievale non era “invocazione” (la formuletta magica che una volta pronunciata ti fa apparie un bel pollo arrosto dal nulla), ma “tecnica”.

          Chiaramente dalla magia alla scienza c’è tutto quel percorso che passa dalla tecnica imbevuta di credenze superstiziose alla tecnica oggettiva e realmente funzionale.

          Non dimentichiamo che quasi tutte le nostre scienze moderne sono iniziate come “magia” e sono diventate solo con l’affinarsi vere scienze.

          Si pensi al passaggio dall’alchimia magica alle moderne scienze della chimica e della psicologia.

          O a come era imbevuta di ridicole credenze la medicina anche solo di qualche secolo fa…

          Infatti la migliore definizione di “magia” in assoluto la diede proprio quel povero folle demente (secondo Don Stanzione) di Giordano Bruno: la magia non è altro che la capacità dell’uomo di aumentare il proprio dominio sulle cose per mezzo delle arti, dei calcoli e dei simboli (citazione forse fantasiosa, ma che riassume perfettamente tutto il pensiero di Bruno contenuto nei suoi scritti)

          Rispondi

Rispondi