ma,ma,ma..Don Stanzionen!

Questa volta mi sembri davvero….incaxxato!

Miiiihhhhh, pure gli anatemi ci lanci addosso?

“Lor signori si ricordino che chi contro Bruno Volpe semina vento raccoglierà tempesta…” e con tanto di carroarmato!

la fonte http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/6378-il-sito-dellodio-anticristiano-e-del-pettegolezzo-omosex-e-destinato-a-scomparire

Ma lo sai che  a volte mi ricordi un po´Rasputin?..ehm non proprio per il carisma…

Che dire?Mi sa che il pool di ecclesiastici che ti ha educato a partire dai  teneri 11 anni cariva di senso dello humor e probabilmente non conosceva internet!Forse é anche per questo che sei sempre di pessimo umore!??

Il tempo passa don Stanzió, il mondo si adegua e noi proprio non abbiamo niente contro i cafoni (nel senso di contadini..quelli di campagna!)  Lasciamo perdere il solito bla bla bla sul sito che scimmiotta pontifex e ti provoca gravi dolori al fegato…(segui i tuoi stessi consigli, non aprire quel blog..!!!)

„inoltre  le molte migliaia di utenti al giorno a Pontifex sono definiti pontifessi … che sia gelosia  per un successo di visite che loro non avranno mai? bla bla bla …“

Devo svelarti un segreto don!! I „milioni“ di utenti che seguono pontifex siamo in  maggior parte noi, quelli dell´Uaar e dei siti „omosessualistici“ e tanti indemoniati e blasfemi vari …per  pontifeSSi non intendiamo precisamente i lettori, eppoi non  é colpa nostra se certe idee divulgate da pontifex somigliano tanto a quelle delle SS (le „staffette di protezione „ insomma!)..

Senti, lo so che non é carino da parte mia..ma proprio non ho resistito! Peró ti avverto, si sconsiglia vivamente la visione della seguente vignetta ai preti di campagna e ai vasi ming!!!

Saluti irriverenti e blasfemici dal sito anticristiano! ):D

14 pensieri su “ma,ma,ma..Don Stanzionen!

  1. Gunther

    Si dice che quando una nave sta per affondare i topi scappino. Bene nell’ultimo articolo ATTRIBUITO al padre spirituale c’è una frase che, secondo me, rende molto il concetto dell’affondamento o, in altri termini, dello scaricabaril-amento. Chi riesce a trovarla?

    Rispondi
    1. Gunther

      Intanto incollo questa interessante incipit di un articolo su un libro di Don Marcello (http://www.pontifex.roma.it/index.php/libri/35-libri-cattolici/1856-e-nelle-librerie-qun-mese-con-gli-angeliq-di-don-marcello-stanzione-)

      “Don Marcello Stanzione, assistente spirituale dell’associazione “Milizia Di San Michele Arcangelo” e confondatore e condirettore con Bruno Volpe del sito giornalistico cattolico Pontifex, ha dato alle stampe la sua ultima fatica letteraria: “Un mese con gli angeli” edito dalla Segno di Udine, prezzo euro 20,00. […]”

      Rispondi
  2. diego

    Codesti ignoranti dovrebbero imparare dalla storia che tutti quelli che hanno combattuto la Chiesa se hanno vinto qualche battaglia alla fine hanno perso sempre la guerra quindi il loro è un sito di falliti!

    Infatto crediamo tutti che la terra sia piatta, al centro dell’universo e che il sole e le stelle le girano attorno. Che dire poi delle chiese evangeliche e della chiesa ortodossa? Ma chi combatte la chiesa alla fine? io o loro??

    Rispondi
  3. diego

    D’altra parte le guerre anche culturali si vincono con le idee forti e con la verità per cui il sito avverso che va avanti con nomignoli, battutine e pettegolezzi da femminucce come i giornaletti che le donne leggono dalla parrucchiera è destinato a fallire e prima o poi a scomparire per la selezione naturale perché solo i degni e gli onesti sopravvivono

    d’altra parte la chiesa ha imposto la sua verità con la forza, ma ora che tutti vedono le idee assurde e deboli come la mettiamo?? Ma chi è che legge i siti di cosmetici e top girl?????????

    Rispondi
  4. diego

    Il 31 dicembre 2010 Volpe alla questura di Bari ha querelato il sito calunniatore e pettegolo e prevedo che nel 2011 dovranno sborsare anche un bel po’ di soldi

    perchè??

    Lor signori si ricordino che chi contro Bruno Volpe semina vento raccoglierà tempesta

    e chi è questo volpe?? attila e gengis khan messi assieme redivivi??

    ed il sito avverso pagherà duramente tutte le conseguenze della sua meschinità contro un giornalista ed un galantuomo

    chi ha scritto deve controllare cosa significa galantuomo

    A nome di tutti gli articolisti di Pontifex e di numerosi vescovi e cardinali amici del sito e dei numerosissimi nostri utenti tra cui tantissimi sacerdoti esprimo a Bruno Volpe la nostra solidarietà e stima augurandogli un sereno e fruttuoso 2011

    numerosissimi utenti?? ieri non erano 10??

    Avanti Bruno Volpe. NON PREVALEBUNT!!!

    mmmhhh, questa non è la firma della Regina Borg. E ci manca pure “CRISTO RE”

    Rispondi
  5. Ale Cr

    Faccio notare che ancora sono convinti che il 99,9% di chi qui scrive è per forza di cosa un omosessuale (e quindi mano “armata” del demonio)… impossibile per questi “signori” immaginarsi gente onesta (che forse, a differenza di Brunello, non ha mai nemmeno avuto un singolo problema con la giustizia), con vite felici, lavori normali o anche importanti, amici fidati, famiglie amorevoli, valori e senso etico ecc… Come in ogni società umana, il “nemico” è SEMPRE descritto come perverso e malato, sopratutto quando la parte “sotto attacco” è debole, allo stremo e rimpiange drammaticamente un passato finito ed estinto.
    Situazioni simili si verificarono contro i cristiani verso la fine del 200 d.C.: impero in crisi, invasioni, carestie e un potere spezzato. Il popolino, la parte ignorante, la parte influenzabile, si fece forza accusando le comunità cristiane di aver portato la sciagura nell’impero (come i Pontifessiani si scagliano contro, per esempio, gli omosessuali): i cristiani erano pervertiti, erano aberranti (mangiavano le carni del proprio dio nelle cerimonie fatte di notte, di nasconsto, nei cimiteri e nelle catacombe!), erano atei (rifiutavano gli dei) ed erano pericolosi (rifiutavano di giurare fedeltà all’imperatore). Imperatori “furbi” sostenevano queste ire popolari, le fomentavano per distrarre la popolazione dai veri problemi, con “persecuzioni” (ben poche furono realmete tali e i morti furono cmq pochi) presentate come “crociate” contro la blasfemia che aveva condotto gli dei ad abbandonare il popolo “eletto” (=Roma).
    La storia si ripete, ciclica e inesorabile: ieri i malati erano i cristiani, oggi i gay, domani magari le persone bionde.

    Rispondi
    1. paopao Autore articolo

      Quotone per te Ale!

      Possono affermare cio´che vogliono ma i dati di fatto parlano da sé:
      da quando esiste Pontilex hanno abbassato i toni, stanno molto attenti a quello che scrivono, sanno che non passano inosservati..persino le loro interviste “taroccate” restano entro certi limiti …un passo falso e piovono le smentite..o le denunce!

      Ovvio che non gli stiamo simpatici, eppoi loro sono creaturine abbastanza odiosette!!

      Rispondi
    2. Gianfranco Giampietro

      Come hai ben dimostrato Ale, il mondo tende sempre a ripetersi… purtroppo in male… I fanatici cambiano solo bandiera e simbolo, ma rimangono nella sostanza sempre gli stessi, con i soliti pregiudizi e luoghi comuni.

      Rispondi

Rispondi