Come i sepolcri imbiancati… splendenti fuori e putridi dentro

Dopo un po’ di assenza rieccomi a riscrivere…

Come cominciare bene l’anno nuovo? Ma ovviamente respirando a pieni polmoni la vera dottrina della Chiesa Cattolica che i carissimi amici di pontifex.roma ci offrono con grande sforzo ed impegno: sempre siano lodati.

Leggo l’articolo “La mamma dello stupido è sempre gravida” e il mio animo si incupisce.

Al di là della onnipresente modestia del carletto nazionale che si autoelegge nella cerchia dei soli 10 giusti webmaster del mondo internet… (mi sà che qualdo salirà ai piani alti… qualche problema con il peccato di modestia lo avrà sicuramente) vedo che nella sua infinità bontà, ancor più rimarcata sotto le festività natalizie, non lesina complimenti e parole dolci ed affettuose agli articolisti di questo sito: blasfemi, psicolabili, disturbati (questi sì che sono parole che non intaccano la nostra onorabilità e che ogni persona sogna di sentirsi dire tutte le mattine ;-)).

Continuando nella lettura una cosa mi turba: scrive “… che pubblicano infamie ed articoli diffamatori nei confronti di Cattolici integerrimi e di persone di Chiesa…” quasi il fatto di appartenere alla Chiesa rendesse qualcuno immune da ogni colpa o da ogni condanna. Ma CdP se seguissimo questo ragionamento… dove sarebbero ora i preti pedofili? Se uno è di Chiesa o non di Chiesa poco importa: la colpa è colpa, l’errore è errore, il peccato è peccato. Tu mi insegni che qualcuno disse: “non chi dice Signore Signore entrerà nel mio regno ma colui che fa la volontà del Padre mio…”.

Leggo ancora: “[un sito avversario, ndr.] …coprendolo di ridicolo e di menzogne, sta sottoponendo il Direttore al pubblico scandalo ed a forti vessazioni persecutorie…”. Carletto dovresti rallegrati per questo: “beati sarete voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e mentendo diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. In quel giorno rallegratevi ed esultate perchè grande è la vostra ricompensa nei cieli…” diceva sempre quel qualcuno di cui sopra.

Scrive ancora: “Non essere d’accordo con Pontifex è un discorso, ma diffamare pubblicamente una persona, foss’anche Renato Vallanzasca, non è corretto e, oltre ad essere reato, dimostra la piccolezza mentale di questi individui che, impotenti dinanzi alla Parola di Dio e viventi un Natale da atei o da “finocchi”…”

Che parole dolci ed edificanti… chissà che Natale da vero cristiano ha passato CdP per proferire parole di una simile elevatura morale…

Scrive: “A lor signori ricordo che Bruno Volpe è Cattolico praticante, è persona leale e che, almeno nei miei riguardi, ha sempre dimostrato serietà, correttezza e trasparenza. Forse sto prendendo un abbaglio? Non penso. Ma se pur fosse così, non è vero che anche il ladrone, convertitosi in punto di morte, è stato il primo essere umano ad entrare in Paradiso insieme con Cristo? Che dire? Dove non c’è Fede, non c’è speranza e dove manca lo spirito caritatevole, sopravvengono le tenebre, l’inganno ed il disgusto. Siate in grado di porgere le vostre ufficiali scuse a Bruno Volpe e … la vita privata di ogni persona è affar proprio, non va mai tirata in ballo…”

E’ preoccupante come in un secondo CdP passi da una difesa a spada tratta ad una difensa ipotetica e aperta al perdono. Mha… mi sa che poi non conosce così bene il nostro Brunello se vi è una altalenanza simile nella valutazione della sua statura morale.
Il punto è, carletto, che se una persona fosse, per dirla con le parole di Gesù, “un sepolcro imbiancato, splendente fuori ma putrido dentro” la vedo un po’ dura per lei entrare in paradiso e questo non perchè non possa ma piuttosto perchè non voglia: il suo cuore è troppo indurito per aprirsi a questo amore. In genere chi si converte lo fà perchè incontra Cristo, scopre il suo messaggio e il suo annuncio. Se uno è tanto ligio e tanto severo nel professare la “vera” dottrina ma poi fa tutt’altro… che messaggio ha da scoprire, se già lui lo annuncia? che Parola deve conoscere, se già lui la sà? Una conversione non la si decide a tavolino nè la si programma in punto di morte. E comunque non si capisce come mai questo perdono e misericordia vada applicata solo a chi piace a te e non a tutti gli uomini…

Dici che la vita privata di una persona è affare proprio… eppure quella dei politici diventa affare pubblico (vedi Vendola). Forse che brunello, quale propugnatore della vera dottrina cattolica, non è divenuto – in un qual modo – personaggio pubblico? Di certo è pubblico per la rete o per lo meno per coloro che frequentano il tuo sito… E poi scusami perchè la richiesta di tanta riservatezza se non c’è nulla da nascondere? O c’è forse qualcosa che va tenuto nascosto? E se sì, cosa? E soprattutto perchè?

Certo che anche stavolta non otterrò nessuna risposta formulo a te e a Brunello l’augurio di scoprire all’inizio di questo anno solare l’amore del Signore che vi sembra essere ancora tanto ma tanto ignota.

Simone

Qui l’arrampicata sugli specchi di carletto: http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/6370-la-mamma-dello-stupido-e-sempre-gravida-buon-anno

17 pensieri su “Come i sepolcri imbiancati… splendenti fuori e putridi dentro

  1. Gianfranco Giampietro

    L’essenza di questi personaggi è sempre la stessa: noi possiamo perchè siamo noi, voi non potete nulla perchè siete voi. Insultare, dileggiare, diffamare, spettegolare senza documentazioni concrete… sono tutte cose che loro fanno continuamente nei confronti di tutti gli “altri”: ebrei, musulmani, “pagani” e chiunque altro sia culturalmente, politicamente e religiosamente diverso da loro. Quando lo fanno loro si chiama “libertà di espressione” e chiunque abbia da obiettare diventa subito un “comunista-massone-lobbista-dittatore”. Quando lo fanno gli altri, allora diventa una volazione della privacy, volgarità, maleducazione, ecc. Noi per spiegare che questo modo non imparziale di giudicare le cose non è giusto cerchiamo di usare la ragione, ma è tempo perso. Sono talmente di parte da non rendersi nemmeno conto di criticare gli altri di cose che fanno molto di più loro. O forse peggio: fingono soltanto di non rendersene conto.

    Rispondi
    1. diego

      forse è la dittatura del relativismo: loro sono per la libertà religiosa (cioè professano la loro religione ed hanno il dovere di farla professare agli altri), quindi si oppongono alle idee diverse, che diventano così autoritarie nei loro confronti.

      Rispondi
  2. Andrea ☮ il giullare matto Speaks

    loro possono tutto perché detengono la suprema verità, che per loro è assoluta (mentre è relativa).
    la loro relativa verità è per loro assoluta; ma per noi, la loro verità assoluta è relativa.
    chi dunque ha ragione? :-)

    Rispondi
    1. diego

      l’assolutismo della loro verità si infrange con il relativismo che li circonda, loro vorrebbero imporre la loro verità assoluta (relativa per gli altri) agli altri, in modo che la verità assoluta sia anche relativa (perchè non ce ne sono altre)

      Rispondi
  3. adminadmin

    Curioso: il mio fitto scambio di mail con Brunello si è concluso (almeno per ora) dopo la mia ultima mail in cui chioso:

    Da direttore del sito Pontifesso, chiarisciti con Carletto perchè nel suo articolaccio tuona:

    “la vita privata di ogni persona è affar proprio, non va mai tirata in ballo.”

    Ecco se la vita privata di ogni persona è affar proprio, piantatela di farci “due palle grandi come una casa” (citando una tua infelice espressione) con le vostre illazioni sui nostri partner sessuali o su quello che Vendola combina a letto con il suo amico canadese. Siate coerenti: se la vita privata non va ai tirata in ballo, siate i primi a non farlo. E non piangete se poi altri si interessano alla vostra, visto il vostro interesse per quella altrui.

    Curiose coincidenze… Curiose indeed! :-)

    Rispondi
    1. Andrea ☮ il giullare matto Speaks

      ottimo admin!
      della serie: “chi è senza peccato…” e “non fare agli altri…”

      poi l’articolo sulla vita privata di fox era molto equilibrato, vista la premessa e le note a corredo delle frasi della fonte…

      speriamo che il nuovo anno porti pace e serenità nella famiglia fox!

      Rispondi
    2. Gianfranco Giampietro

      Ragionamento sensatissimo… ma chissà se loro riescono a comprendere il concetto di “non è giusto fare agli altri quello che poi non voglio sia fatto a me”. Cavolo, ma questo importante concetto non lo aveva detto qualcuno circa 2000 anni fa? Mi sembra che qui da noi lo si chiami con un nome che inizia per “G”… no, non io… cavolo, non mi viene il nome di quella persona… chissà se i pontifessi la conoscono?

      Rispondi
  4. giuxgiux

    ciao. ma sono blasfemo psicolabile disturbato pure io che ho pubblicato solo 3 articoli? o la follia cresce con il numero di articoli e piano piano si passa da disturbato a psicolabile per finire psicotico?;)

    Rispondi
    1. adminadmin

      Replico ad Alb ed a Giux nello stesso momento … Se la mettiamo sulla quantità di articoli necessari per essere disturbato nessuno può battermi ;-)

      Di seguito parte del mail inviato a Carletto & Brunello a commento dell’articolaccio di CiDiPi ;-)


      1) Pontilex.org non è irriguardoso nei confronti della fede. Solo nei confronti di Pontifex. Pontilex non è quindi “blasfemo” o “irriguardosi” nei confronti della Fede.

      2) L’amministratore di Pontilex (io) non è psicolabile o disturbato. Affermarlo corrisponde ad offendere la mia onorabilità.

      3) Le notizie pubblicate da Pontilex derivano da un documento scritto e firmato. Non da telefonate. Affermazioni diverse da questa ledono gravemente la mia onorabilità.

      4) Le vessazioni persecutorie sono quelle a cui ci sottopone Bruno Volpe con le sue richieste fuori da ogni buon senso.

      5) Bruno Volpe ha avuto la possibilità di difendersi e riabilitarsi autonomamente, senza bisogno della carità pelosa di Carlo Di Pietro.

      6) Non ci risulta che Carlo Di Pietro sia mai stato iscritto ad alcun OdG. Da che pulpito viene la predica!

      7) denunce, processi e quant’altro sono fatti pubblici e verificabili. Abbiamo anche prodotto link a notizie della stampa sui trascorsi di Bruno Volpe.

      8 ) La chiosa dell’articolo è ovviamente autobiografica, vero Carlo?

      Rispondi
      1. AlbertoBAlbertoB

        Il punto 1 è una cosa che davvero non riescono a ficcarsi in testa.
        Ok , io mi considero agnostico , laicista fino al midollo , anticlericale e progressista. Ma ciò riguarda me e soltanto me.
        E riguarda anche il rispetto verso il prossimo , per cui taccio e mi tengo alla larga da certi argomenti.
        Mai mi metterei a scrivere pubblicamente certe cose che mi passano per la testa quando si parla di religione , in primis perchè metterei a nudo la mia completa ignoranza in materia e poi perchè potrebbe risultare offensivo e lesivo dell’altrui sensibilità. Quest’ultima è cosa che gli amici di Pontifex , CDP in particolare , non prendono neanche in minima considerazione , con la scusa che il Magistero ecc. ecc. danno la stura a tutte le immani fregnacce che ben conosciamo.
        Oltretutto non ci trovo niente di male nell’apologetica di sè , ma quando ci si erge a “salvatore della patria” pieno di spocchia e di arroganza intellettuale… si dimostra solo una grande pochezza d’animo.

        Rispondi
        1. AlbertoBAlbertoB

          Una postilla : non mi stupirei che l’amico Fritz saltasse fuori con un “ma io non ce l’avevo con voi , ce l’avevo con pinco e con pallino. State sempre a pensar male”.

          Rispondi
          1. adminadmin

            E’ esattamente quello che sostiene il buon Direttore della testata Pontifessa… A richiesta di rettifica ha risposto che non gli pare si parli di noi. :-)

        2. adminadmin

          Alle volte ho l’impressione che gli amici Pontifessi confondano le loro persone con la Fede e con il Magistero… Inquietante, preoccupante segno di possibili deviazioni della personalità … :)

          Rispondi
  5. diego

    . Siate in grado di porgere le vostre ufficiali scuse a Bruno Volpe

    ma perchè non le porge a noi le sue scuse?? io aspetto ancora le scuse per essere stato chiamato indemoniato e invitato ad esorcizzarmi!!!

    Rispondi
  6. adminadmin

    Simone: ho dimenticato le più elementari regole dell’ospitalità. Ben tornato! :-)

    Spero l’assenza sia dovuta ad un eccessivo carico di lavoro e non da brutti accadimenti.

    A presto risentirci!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/skull-400.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/trident.gif  https://pontilex.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/beer.gif