Archivio dell'autore: AlbertoB

L’avventura di Bruno Volpe in Messico : “El extraño caso de Bruno Volpe” – Le smentite di Volpe in coda

Quando il tempo a disposizione e la noia abbondano i motori di ricerca possono costituire un divertente passatempo : mi sono dunque imbattuto in un articolo e , incuriosito dal titolo “El extraño caso de Bruno Volpe” , ho deciso di approfondire.

Si tratta di un pezzo di tale Andrés Beltramo , giornalista argentino formatosi professionalmente in Messico e ora residente in Italia.

L’articolo in questione appare su e-Consulta.com , sito di informazione in lingua spagnola , e ci racconta tutta una serie di aneddoti sul trascorso messicano del famigerato Bruno Volpe , animatore del sito pontifex.roma.it

Prima di partire con la parte interessante è bene specificare che tutto ciò che andrò a scrivere è la mera traduzione dell’articolo di Beltramo , invito quindi Volpe a rivolgersi a quest’ultimo per lamentazioni , querele , smentite e quant’altro. Pubblicherò le sicure smentite di Volpe alle affermazioni che si leggeranno in seguito , ma l’articolo rimarrà così fino a che lo stesso Beltramo non rettificherà , se sarà il caso.

Ambasciator non porta pena e a buon intenditor poche parole , soprattutto riguardo il fatto che , secondo Beltramo , Volpe si definiva come responsabile addetto stampa di un sottosegretario del governo Berlusconi senza minimamente esserlo.

Veniamo allora all’articolo : in sostanza , inizia con un cappello introduttivo in cui Volpe viene descritto come “personaggio strano , stranissimo , originario di Bari e che ha vissuto sette anni nella città di Monterrey dove si è sposato con una donna del posto“.

Continua a leggere

Le malsane idee di Pontifex sono “contro il comune sentire della Chiesa” [UPDATED]

Finalmente.

Finalmente una presa di posizione netta da parte di un esponente della Chiesa nei riguardi di alcune delle ripugnanti castronerie vomitate da personaggi del calibro di Bruno Volpe e di tutta la Banda Bassotti.

Don Piero Corsi lascia l’abito talare dopo la polemica per un suo scritto in cui ha giustificato il femminicidio. “Dopo una notte insonne per il dolore e il rimorso per la giusta polemica causata dalla mia ‘imprudente provocazione’ comunico che ho deciso di mettere da parte l’abito talare, del quale mi sento indegno”, dice don Corsi.

”Voglio scusarmi con tutti per quella che voleva essere soltanto una imprudente ‘provocazione’. In particolare mi voglio scusare con tutte quelle donne che si siano sentite offese in qualche modo dalle mie parole”. Lo ha detto il parroco di San Terenzo a proposito del volantino sul femminicidio affisso in chiesa

(ANSA)

 

Queste le parole di Piero Corsi , probabile ex parroco di Lerici , dopo la polemica nata per aver affisso un volantino che conteneva copia dell’articolo di Volpe riguardo il femminicidio.

Parole che puzzano di falso lontano miglia , in quanto escludo il pentimento per ciò che ha scritto e detto Corsi in questa ed altre occasioni : certa gente non cambia mai , punto.

Più probabilmente gli è stato dato un aut aut e il Corsi ha scelto di dimettersi dal ruolo di parroco. Niente paura , lo ritroveremo in politica a fianco di Scilipoti o a scrivere porcherie sul sito Pontifex.

Trovo invece molto interessanti le parole del Vescovo :

 

” Nel volantino si leggono motivazioni inaccettabili che vanno contro il comune sentire della Chiesa”.

(ANSA)

Il volantino conteneva , ricordiamolo , nient’altro che le parole di Volpe riguardo la violenza sulle donne. Le “idee” di Volpe sono dunque contro il comune sentire della Chiesa.

Oltre ovviamente essere contro il comune senso del pudore , in quanto ogni persona normale si vergognerebbe anche solo di sognare certe boiate del tipo “le donne sempre più spesso provocano, cadono nell’arroganza, si credono autosufficienti e finiscono con esasperare le tensioni. Bambini abbandonati a loro stessi, case sporche, piatti in tavola freddi e da fast food, vestiti sudici.”

Oltre ogni senso di logica e civiltà , a ben guardare.

Una nazione nello sdegno , una figura pessima per la Chiesa Cattolica , un prete dimissionario : escludo che il messaggio arriverà all’esimio Bruno Volpe , che addosserà la colpa ai cattocomunisti , alla secolarizzazione , ai movimenti delle streghe femministe , agli omosessualisti adducendo tutte le solite motivazioni , il tutto catolagabile nel novero delle “solite cazzate

Questi però sono i risultati del Pontifex-pensiero che , al di là della sempre risibile opera di “spararle sempre più grosse per avere più visibilità e più accessi al sito” , rimane sempre a dir poco vergognoso.

Aggiornamento :

Come volevasi dimostrare le dichiarazioni dello squallido prete di Lerici si sono dimostrate “un falso” : è bene ripetere che certa gentaglia non cambia mai.

Così come è bene ricordare che questo triste personaggio ha ottenuto la sua ancor più triste ora di notorietà rivolgendosi ad alcuni giornalisti chiamandoli froci e bastardi ed augurando loro la morte.

 

 

 

Buon 25 dicembre a…

… Tutti gli attivisti catto-clericali : auguriamo loro di passare un gioioso 25 dicembre insieme alle loro mogli (per quelli che sono sposati ovviamente , ovvero una percentuale infima , prossima allo zero) e ai loro figli (per quelli che ne hanno , percentuale ancora minore). Speriamo che il nuovo anno riesca a portare loro un po’ di sale nella zucca , quel tanto che basta per capire che un prete , un separato/divorziato , un single , tutti senza figli sono le ultime persone sulla faccia della Terra che dovrebbero parlare di Famiglia.

…  Tutti quelli che , per contrapporre le loro risibili opinioni in fatto di violenza sulle donne , portano come esempio le cifre riportanti gli omicidi perpetrati dalle stesse : se non ce la farà Babbo Natale a fare capire ai duri di comprendonio che il problema è culturale e non una questione di cifre… non ci riuscirà mai nessuno. Ringraziamo per il fatto che , nonostante tutto , non ce la faranno mai ad imbrigliare le donne e la loro sessualità nella loro rete di penosa misoginia nascosta dal dogma religioso.

… Alla giovane barese  , la vittima di B.V. l’avvocato stalker di Bari quartiere Murat , consulente legale dell’azienda dove lavoravano entrambi. Non ci siamo dimenticati di lei e non ci siamo dimenticati di B.V. , delle sue croci disegnate con la bomboletta spray e del fegato appeso al citofono. Auguri a lei per una ritrovata serenità e auguri a lui , che possa pagare caro le sue malefatte e la sua cattiveria , in questa vita e in quella che succederà.

… Noi poveri Italiani (con l’iniziale maiuscola) , con la speranza che la prossima legislatura non veda protagonisti i soliti lerci individui , quelli che ci hanno governato per buona parte degli anni successivi al ’94. Ci meritiamo di meglio.

… Tutti quelli che fanno onestamente la loro parte e il loro mestiere : agli impiegati nella scuola pubblica , nell’amministrazione locale e negli ospedali che fanno esattamente ciò che viene loro richiesto , ossia il loro dovere ; ai preti impegnati nel sociale , quelli che non fanno politica e che con essa non hanno legami , che non partecipano ai programmi televisivi contenitore (di liquame organico) e che si preoccupano seriamente del benessere del gente ; a chi ha ancora voglia di fare Informazione in modo decente e a chi ha ancora voglia di Informarsi in modo decente.

… Tutti quelli che vogliono fare funzionare il cervello , che siano credenti o meno , di destra o di sinistra , uomini o donne , eterosessuali o omosessuali , bianchi o neri o gialli o blu. Ce la possiamo fare.